lunedì 20 nov
  • Lo sport non va in crisi, un convegno su sport e turismo a Palazzo Comitini

    Fare sport vuol dire non soltanto praticare un’attività sportiva a livello agonistico o amatoriale, lavorando sul proprio fisico e beneficiando dei tanti aspetti positivi che il moto ha sul nostro corpo. Il fare sport è un ulteriore mezzo di conoscenza che – oltre a quelli considerati tradizionali – ci viene offerto: pensiamo agli atleti che girano l’Italia (i più fortunati anche il mondo) per i campionati e pensiamo al tifoso che, con passione, segue la propria squadra anche in trasferta.
    Il movimento affine allo sport non è soltanto da intendersi come attività fisica: vi sono “flussi” di atleti che si spostano per vincere partite e medaglie (senza contare lo staff tecnico e i giornalisti) e “flussi” di attenti spettatori che si muovono dalle loro case agli spalti degli stadi.
    Scegliere di affiancare allo sport la parola “turismo” non è quindi peregrino se si considera che lo sport fa muovere la gente. Ecco perché si è scelto di incentrare su questa tematica il convegno della Società Italiana di Management dello Sport che si terrà a Palazzo Comitini oggi alle ore 9, evento che rientra nel calendario della “Provincia in Festa 2009”.
    Già da qualche anno si parla in termini virtuosi di questo connubio nei tavoli dei tecnici: nel 2004 la Giornata Nazionale del Turismo è stata dedicata proprio a “Sport e Turismo: due forze vitali al servizio della reciproca comprensione, della cultura e dello sviluppo dei Paesi” e anche altri comuni in collaborazione con il CONI (cito l’esempio di Trento che ha svolto una recente ricerca in merito) hanno mostrato profondo interesse sull’argomento.
    Finalmente se ne parla anche a Palermo, in Sicilia, in un convegno dalle prestigiose partnership: la Provincia Regionale di Palermo, che gentilmente ci ospita nel suo incantevole palazzo, il Comitato Regionale CONI Sicilia, l’Università degli Studi di Palermo insieme alla Facoltà di Scienze Motorie, l’Ufficio Scolastico Provinciale, la Scuola dello Sport Coni Sicilia, l’Associazione Medici Sportivi Dilettantistici e l’Associazione Manager dello Sport, a riprova che da più parti emerge l’esigenza di spingere in questa direzione.
    In un momento di crisi congiunturale che coinvolge tutti i settori, il rilancio può partire da iniziative come quella da noi proposta: secondo gli ultimi dati dell’Osservatorio dell’Assessorato Regionale del Turismo, oltre il 40% degli operatori del settore ritiene che nel 2008 la Sicilia ha perso appeal nel mercato turistico. Perché dunque non sfruttare lo sport come volano per rilanciare l’economia turistica siciliana? I mondiali di nuoto a Roma svoltisi lo scorso mese hanno dimostrato come questa strategia si sia rivelata efficace. Gli stessi dati dimostrato che quasi l’80% degli intervistati prevede di investire nella crescita della propria azienda: la speranza è che gli operatori riescano a sfruttare, anche in termini di investimenti, le possibilità che lo sport sa dare.
    Inoltre, in seno al Convegno è stato istituito il Premio “Alberto Madella” per gli studenti e laureati che hanno presentato i lavori più meritevoli. In qualità di Presidente del Comitato Provinciale CONI Palermo e di docente presso la facoltà di Scienze Motorie della città mi complimento con tutti i ragazzi che hanno partecipato: gli interventi pervenuti sono stati tutti pertinenti e innovativi, a dimostrazione di come il contributo delle nuove generazioni dia nuova e buona linfa.

    Vi aspettiamo dunque tutti a Palazzo Comitini.

    Ospiti
  • Lascia un commento (policy dei commenti)