giovedì 27 nov
  • Bastava dirlo

    Faccio un esempio: dopo tutto quello che è successo a Palermo negli ultimi anni, il sindaco viene beccato dalle telecamere di “Striscia la Notizia” per una vicenda che doveva essergli sembrata del tutto legittima, penalmente e moralmente.
    Solo che stavolta, improvvisamente, è scattata l’indignazione collettiva. Ciò che a priori non ripugnava alla morale corrente, a posteriori diventa inaccettabile. Più che per la gestione dell’Amia, più che per la gestione della ZTL, più che per le cento opere irrealizzate, il sindaco cade idealmente dal cuore della città solo in questo caso. Non che non sia grave: ma perché proprio stavolta?
    Forse è una questione di target. Sia il sindaco sia le telecamere che lo hanno incastrato stavolta mangiano dalla stessa mano. Il sindaco designato dal signor B viene incastrato dalla tv del signor B. La coincidenza ha l’effetto di spalancare gli occhi a un target di elettori-telespettatori che in precedenza non era stato raggiunto o colpito da fatti anche di maggior spessore, ma additati da organi di stampa riconducibili al Centrosinistra. Il ragionamento è: lo attaccano perché non gli vogliono bene.
    Questo è il risultato della targettizzazione radicale in atto, quel fenomeno per cui ognuno crede, e vuole sapere, solo quello che già sa.
    Se colui che consideri un avversario ti dice che la tua casa sta bruciando, tu alzi le spalle e anzi ne approfitti per preparare la grigliata.

    (in collaborazione con www.robertoalajmo.it)

    Palermo
  • 97 commenti a “Bastava dirlo”

    1. secondo me la città si è indignata (certo non abbastanza evidentemente) perchè nel comportamento del sindaco il palermitano medio non si riconosce. Mi spiego. Chi può permettersi una barca, uno skipper che gli fa anche da cuoco, chi può permettersi di andare in vacanza quando vuole e il tutto non solo gratis, ma guadagnandoci pure! Insomma il cittadino medio che non riesce ad arrivare a fine mese serenamente ha sentito più sulla sua pelle questa ingiustizia: “ma perchè io mi ammazzo di lavoro e non ci arrivo, e lui non solo sta bene ma in più continua ad arricchirsi e per lo più alle nostre spalle?”. Almeno dai discorsi che ho sentito io in giro l’idea che mi sono fatta è questa. Ztl, amia e altre cose più “tecniche” non ti mettono davanti allo specchio dove da un lato ci sei tu, che a fatica tiri avanti, e dall’altro lato l’uomo di potere in questione che è ricco, sorridente e servito e riverito. Guardarsi in uno specchio distorto, non piace a nessuno.

    2. @ Maria Letiozia
      Che il sindaco sia ricco a me ne non frega proprio niente e se hai sentito in giro voci così becere significa che e’ vero che esiste una parte politica che odia chi ha piu’ soldi. L’avere piu’ soldi e’ una cosa totalmente relativa ed e’ per questo che un senza tetto dovrebbe odiarti a morte perche’ hai un pc e dormi ogni giorno sotto delle calde coperte senza che ti piova in testa? Questa invidia verso i ricchi e’ la distruzione di ogni liberta’. Invece la discussione su Cammarata e’ un’altra, che oltre ad aver impiegatio migliaia di lavoratori socialmente inutili in aziende a compartecipazione comunale dove e’ notorio che si fa a gara per imboscarsi per lavorare sempre meno; il sindaco ha avuto la geniale idea di prendere un pigro fra questi che e’ anche un suo amico di vecchia data e lo abbia usato per scopi personali. Per il fatto che abbia percepito soldi in nero dovrebbe vedersela con la Guardia di Finanza come tutti coloro che affittano le camere agli studenti in nero a Palermo o i posteggiatori abusivi che guadagnano piu’ di un lavoratore full time senza pagare un centesimo di irpef. Poi il fatto che il sindaco sia ricco a me non frega proprio nulla, altrimenti dovrei odiare tutti quelli che hanno soldi nella mia citta’ e in tutta Italia e questa mi sembra la piu’ grande idiozia che colpisce l’essere umano. Datti da fare, lavora, fai sacrifici, investi il tuo denaro e prova a trarne un profitto…forse un giorno ti ritroverai piu’ soldi in tasca….

    3. @ Roberto Alajmo
      “cento opere irrealizzate”?
      Recupero del Foro Italico
      Recupero di decina di palazzi nel centro storico
      Rifacimento del sottopasso di viale regione su via leonardo da vinci
      Recupero della zona antistante della zisa
      Recupero della zona adiacente lo stadio delle palme
      Rifacimento dei marciapiedi di Via Notarbartolo
      Lavori per il raddoppio ferroviario
      Posteggi in via Ernesto Basile, Zisa e viale regione siciliana di fronte Villa Serena
      Recupero dei cantieri culturali della zisa
      Recupero dell’ex deposito locomotive Palermo
      Sono solo delle opere che mi vengono in mente
      Non si sono mai viste tante opere realizzate da 50 anni a questa parte…vivi a Palermo o scrivi da Milano? Che poi ci sia una cattiva gestione della citta’ dovuta all’assunzione di una massa ingente di fannulloni, che poi ci siano interessi privatistici come avverrebbero con qualunque altro politico che non sdegna il fascino del potere, beh quello e’ vero…ma odiare un sindaco perche’ gioca a tennis questo e’ ridicolo.

    4. scusate gli errori ma vado di corsa…

    5. La trappola mortale della “scatola magica” che trasforma la vita reale in soap opera stavolta col suo magico mantello non è riuscita a coprire quella sfrontatezza amorale per cui tutto è lecito, bello, cool e chi non ci rientra è semplicemente out ; più che l’indignazione politica della Palermo dei non diritti lo sconforto di chi invece condivide il “sistema vincente” rappresentato dalla scatola magica credo che derivi piuttosto dalla banalità di caduta sulla buccia di banana che come modalità appartiene ai “poveracci” per cui se la casa brucia tutto va…. a p. e non c’e’ modo di allestire la grigliata!!!

    6. Quando in un paese la tv prende il posto della magistratura (e a volte la sorveglia) siamo alla frutta.
      Precisamente alle banane.

    7. scattata l’indignazione collettiva ????
      What’s ????
      Ma ….. io veramente tutta questa indignazione di massa non la sento nè la percepisco nell’aria, tranne qualche commentino al bar e il video simpatico dei Beati Cavoli !

      Per indignazione collettiva io intendo migliaia di palermitani che scendono in piazza e fanno sentire la loro presenza davanti le sedi istituzionali!
      L’hai presente quando si esce dallo stadio (numero di persone) e si vince una partita (effetto euforia) ?
      Bene quel fenomeno da stadio applicato al senso di disgusto per le vicende accadute, ecco quella si che è indignazione seria.
      Il resto è solo “chiacchericcio”, “frivolezze” da palermitano skiffarato, ma non indignazione che è ben altro sentimento che ti fa scorrere il sangue nelle vene a 3000 e ti fa scendere in piazza assieme a migliaia di tuoi simili.
      ….. ora ci siamo pure illusi che abbiamo raggiunto l’indignazione collettiva! Magaaari……
      Non è cambiato nulla tra i palermitani, se non fosse per le indagini della magistratura che porteranno ad una sentenza!

    8. @Francesco, considerando che questo sindaco non è un’anno che c’è

      Recupero del Foro Italico non mi risulta che abbiano finito

      Recupero di decina di palazzi nel centro storico fatto da privati che comprano a 10 e vendono a 1000.

      Rifacimento del sottopasso di viale regione su via leonardo da vinci, si lo stanno rifacendo dopo che si è aperta una voragine alle ultime piogge, tra parentesi, ma che asfalto ha messo l’Amia in Viale regione? Quando piove, anche dove non si allaga, ci sono due dita d’acqua perchè non drena per niente.

      Recupero della zona antistante della zisa mi pare normale manutenzione delle aiuole.

      Recupero della zona adiacente lo stadio delle palme, come sopra.

      Rifacimento dei marciapiedi di Via Notarbartolo, si va bene per te che abiti lì, e gli altri che fanno cercano casa in zona?

      Lavori per il raddoppio ferroviario chi li fa? Le FS o il comune? Sinceramente non lo so, fammi capire cosa intendi, metro o ferrovia.

      Posteggi in via Ernesto Basile, Zisa e viale regione siciliana di fronte Villa Serena, perennemente vuoti perchè lasci la macchina e se poi giri in autobus a Palermo rischi il suicidio. Serve un servizio decente di mobilità urbana collegato ai parcheggi decentrati.

      Recupero dei cantieri culturali della zisa non per niente siamo i più cul d’Italia

      Recupero dell’ex deposito locomotive Palermo vedi sopra.

      Parliamo invece di Asili Nido, Scuolabus, Munnizza, Lampadine astutate nelle strade perchè non ci sono soldi, delle tasse comunali più alte d’Italia, dei servizi comunali più indecenti d’Italia…..

      A proposito di Tasse, se pago per una Panda posso pretendere solo una Panda,
      se pago per una Ferrari non mi puoi dare solo un calcio in cool…

    9. CARO FRANCESCO, permettimi di esprimere il mio punto di vista
      Il famigerato recupero del Foro Italico o ciò che ne rimane: un semplice prato verde pieno di cartacce dove “lavorano” chissà quanti operai della gesip…..pure i totem che lo rendevano un po’ particolare non ci sono più.
      I palazzi del centro storico, attività cantieristiche che si protraggono per anni e con risultati il più delle volte belli solo di facciata…..per vivo gaudio delle sole imprese che ci si “fanno i bagni” per dirla alla palermitana
      Il sottopasso su viale leonardo da vinci è stato chiuso (2 corsie lato monte) a causa di una eruzione di nessuno sa cosa in piena carreggiata…..anchè qui le ditte hanno lavorato bene.
      In via notarbartolo hanno rifatto i marciapiedi, rendendoli più idonei ad una città moderna ed aperta ad essere fruita anche dai disabili: ben fatto! Ora mi chiedo perché non abbiano proseguito con altri marciapiedi…..
      Posteggi!!!!!! Le zone blu dilagano ovunque, il posteggio di via Ernesto Basile non lo usa quasi nessuno (non ci voleva un genio a capirlo prima)….il posteggio di viale regione è stato inaugurato ma è ancora chiuso (PS se non erro la stessa cosa dicasi per l’opera faraonica del parcheggio del tribunale)
      Caro Francesco, non infierisco oltre, potrei cominciare adesso e finire domani sui casini che invece il “buon Diego” ha combinato (disastro Amia, barzelletta dei Pass, zone blu privati – vedi Apcoa- , raddoppio Tarsu, peggioramento dei servizi pubblici fondamentali quali trasporti – condizioni igieniche cittadine-mobilità- ecc). Pertanto, penso che indipendentemente da ogni colore politico, proprio non possiamo dire di avere il Sindaco più COOL D’ITALIA.

    10. @Roberto
      Purtroppo non si muove foglia che B non voglia.. o M in questo SOTTOcaso.
      E’ molto triste ma è esattamente come la scrivi,
      la storia la fanno i vincitori

    11. per me è stata semplicemente la goccia che ha fatto traboccare il vaso.

    12. Caro roberto, una volta tanto non sono d’accordo con te. Il figlio del presidente francese, per un evidenza di nepotismo ha rinunciato ad un incarico prestigioso. In francia giusto per citare i nostri cugini, sarà che hanno fatto al rivoluzione francese, basta molto poco per scendere in piazza e fare casino, basta una semplice raccomandazione.
      Noi abbiamo una gestione comunale che si commenta da sola… una città abbandonata a se stessa… il caso amia ed il caso barca sono solo punte di icberg, ma la qualità della nostra vita quotidiana, gli asili nido, i trasporti pubblici, i parcheggi, la manutenzioneordinari acdella città, l’assenza di una progettualità… tutto questo denunce un degrado se possiible maggiore. io vedo più rassegnazione che indignazione. E quando lo skipper viene “punito” con tre gioni di sospensione significa anche che “loro” non sentono poi tutta questa pressione. Per cui non sarei così convinto di una indignazione di target come tu sostieni.
      @francesco, scusami, sembri uno informato ed intelligente. Ma dobbiamo intenderci su una cosa. Se uno che deve amministrare milioni di euro e servizi per più di un milione di persone, è sospettato di avere ceduto alla lusinga del potere utilizzando in maniera quantomeno moralmente biasimabile risorse pubbliche, se evade le tasse, non è questione di finanza o di altro, lui è il garante delle regole, e deve rispettarle. Un imprenditore che evade sbaglia ma sbaglia in nome suo, un sindaco non può permettersi questo lusso.
      Almeno io vorrei vivere in un posto dove chi garantisce le regole intende anche rispettarle. Inoltre non confondere un elenco di ristrutturazioni con un progetto per la città. Perchè se le prime ci sono state, occorre anche dire che nell’assenza di progetto stanno facendo la fine che stanno facendo. Vedi il deposito locomotive, un esmepio per tutti, affidato (senza procedure) ad un privato che lo affitta per convegni.

    13. @ gaetano b
      Scusate l’OT, ma la coicidenza di pensiero, di risposte e di nome mi pare impressionante

    14. Veramente nel mio post parlavo di un problema diverso: la sostanziale sordità delle parti in causa, e il blocco democratico che ne consegue.
      Ma ci tengo a precisare una cosa: non penso che in seguito alla vicenda dello skipper Palermo abbia fatto la rivoluzione. Ma è stato questo il click che ha segnato lo scaricamento morale del sindaco da parte di una maggioranza di cittadini.
      Poi se volete possiamo parlare di un’altra questione: è uno scaricamento labile e politicamente analfabeta. Scommettiamo che il prossimo sindaco sarà anche peggio di questo?

    15. Ne sono certo

    16. io penso che la gravità stia nel fatto che un minimo di “sollevazione” ci sia stata solo quando è stata leggittimata da striscia la notizia. alla fine sempre alla grande tv si torna, anche se in un raro momento di qualità, come il servizio della petix.

      vale di più striscia la notizia ( l’abbreviativo familiare striscia mi “indispone”) che ciò che abbiamo visto per alcuni anni coi nostri occhi

      altra cosa che mi inquieta, anzi mi fa proprio paura, è stata nei mesi precedenti come ci fosse nel palermitano, anche in quello “colto”, come una reazione condizionata che portava a dare immediatamente la colpa della munniza a orlando, prima che le autorità trovassero il terreno fertile per incolparlo.
      i palermitani, come tanti cani di pavlov lo avevano già fatto da soli

      io penso che se alle prossime elezione sceglieranno un candidato 18enne, neomelidico palermitano, pieno di gel, questo vincerà col 70%

    17. Cmq, con tutto il rispetto per Striscia… il problema è proprio quello che dici tu, chi legge s’informa e conosce i fatti, relativamente poche persone, non riesce a riunirsi neanche in 10 per fare una manifestazione di protesta. Il pubblico di Striscia invece, che magari non segue nessun giornale o telegiornale, in quel momento e solo in quel momento viene a conoscenza di una data notizia e solo allora la massa fino a poco tempo prima disinformata e indecisa si muove. Quello che mi fa specie è che gli Italiani si fidino più di Striscia, attenzione.. con tutto il riconoscimento dovuto al servizio che svolge, che non di una puntata di Report del Tg3 perchè è “comunista” secondo qualcuno.
      Striscia colpisce il maghetto e il piccolo truffatore e la gente giustamente si indigna… ma davanti ad un servizio di Report sull’amministrazione di un Comune tutti aprono le braccia, mica vogliono le denuncie che si becca la Gabanelli?!?!?!?

    18. Al potere legislativo, esecutivo e giudiziario dobbiamo aggiungere quello mediatico (anch’esso delegato dal popolo sovrano attraverso l’audience) che, se da una parte è capace di costruire il consenso elettorale, dall’altra può anche infliggere sanzioni temibili per un politico quali lo sputtanamento televisivo di fronte a milioni di telespettatori.
      L’informazione televisiva, se libera ed indipendente, più che la carta stampata, rappresenta quindi oggigiorno il più potente (ma raro) contraltare del potere politico.
      Perchè a Palermo si superi quella logica dell’appartenenza politica che prevale sulla percezione razionale circa ciò che è giusto o sulla valutazione meritocratica della classe dirigente, sono necessari:
      1. maggiore libertà economica (chi ha problemi di sbarcare il lunario considera un lusso il voto politico da offrire al miglior offerente);
      2. maggiore autorevolezza di chi si pone come alternativa politica (è il problema del PD, avvertito come appena meno peggio del PDL e dell’UDC);
      3. maggiore informazione indipendente: se, chi si occupa di informazione facesse comprendere, conti alla mano, a disoccupati, precari, ecc. quanto costi in termini di mancato sviluppo economico la gestione parassitaria di comune e regione, l’indignazione scenderebbe finalmente nelle piazze.
      L’ineccepibile lavoro professionale della Petyx aiuta, ma da solo non basta a far scoppiare le rivoluzioni civili …

    19. @Francesco:

      -Recupero della zona adiacente lo stadio delle palme;
      -Rifacimento dei marciapiedi di Via Notarbartolo.

      Sono le uniche opere tra quelle da te citate che sono interamente ascrivibili all’attuale amministrazione comunale.

      Le altre o sono state cominciate (e finanziate) da altri e concluse da questa, oppure sono di pertinenza di altri (come il passante ferroviario).

      Vabbè che vai di fretta, ma prima di scrivere informati!

    20. …la tesi del post mi sembra un po’ contorta e tesa a dimostrare non è ben chiaro cosa (…la coincidenza di figure che mangiano dalla stessa mano del signor B….????).
      La spiegazione probabilmente è invece più semplice, e peraltro ben nota: ciò che va in televisione ha un impatto molto più elevato di ciò che passa sulla carta stampata o sul web, anche perché chi legge è purtroppo minoranza rispetto a chi guarda la televisione.
      Riprova di ciò sia ha ad esempio, considerando che le querele verso autori, giornalisti, etc. scattano spesso solo allorquando una notizia (o un libro) – magari pubblicati tempo prima senza che accadesse nulla – vengono ripresi da una trasmissione televisiva o da un telegiornale.
      Figurarsi poi se addirittura la trasmissione in questione è tra le più viste in assoluto rispetto anche a telegiornali o altre rubriche di approfondimento.
      Una notizia televisiva (ad oggi) ha più risonanza di altre – magari più gravi – diffuse solo sui quotidiani o siti web.

    21. Confermo quello che ha scritto Angelo. E aggiungo, tanto per dirne una, la “perdita”, questa si tutta ascrivibile alle giunte Cammarata, di una cinquantina di milioni di euro di fondi europei, per il “recupero dei prospetti di Corso Vittorio Emanuele e Via Maqueda”: gli uffici di queste giunte non sono riusciti a finire i progetti e addio finanziamenti.

    22. @angelo
      addirittura alcuni sostengono che molti progetti già cantierizzati da Cammarata siano stati in realtà finanziati e/o ideati dagli antichi egizi.

    23. Ribadisco quanto detto più e più volte: Palermo ha ciò che i palermitani si meritano.

      – tutti a lamentarsi della mancanza di servizi, nessuno che si “spreca le scarpette” per fare la raccolta differenziata visto che non trova il cassonetto del vetro esattament sotto casa
      – ci si lamenta delle tasse, e per questo nessuno le paga!
      – ci si lamenta della circolazione, e bisognerebbe annoverare i guidatori palermitani tra le armi di distruzione di massa, tanto sono pericolosi
      – ci si lamenta della mancanza di soldi, e fioccano le vendite di Hermés, Trussardi etc
      – ci si lamenta dell’abusivismo, e non é neanche immaginabile abolire le cabine di mondello (figuriamoci poi i veri abusi edilizi)
      – si chiedono eventi culturali, ma mai un palermitano in libreria
      – ci si lamenta della mancanza di lavoro, e si aspetta la raccomandazione di turno per andare a RUBARE i soldi pagati dal comune o dalla regione

      Cammarata altro non é che la rappresentazione del Palermitano tipo, così come Berlusconi lo é dell’italiano medio. Poi gli “intelligenti” la metteranno tutta sulla questione politica, con tanto di bilancia elettronica per pesare i pro ed i contro rispetto all’esponente X o Y dei governi passati; la verità é comunque che “c’é puzza di marcio”…e non in Danimarca

    24. Scusate ma è un pò come gli scandali nazionali! Non c’entra chi lo dice o con quale mezzo, conta il gossip più che le “questioni” tecniche che qualcuno citava. Dico, andare a escort è la cosa più pulita che qualcuno ha fatto, e la vicenda Barca a Vela è la cosa più onesta e costruttiva che qualcun altro abbia fatto in 8 anni di Palazzo delle Aquile. E’ lo scoop che fa smuovere – per qualche istante – gli animi, non le inchieste giornalistiche.

    25. @Davide
      Smettiamola con sti stereotipi del Palermitano, forse nella media è magari come dici tu. Il Palermitano in questione è così perchè la classe dirigente che scegliete è quella che è, nessuno educa al rispetto perchè gia i “Primi Cittadini” sono marci, come chi li ha votati. E non quelli che votano in cambio di un pacco di pasta, quelli sono solo affamati, ma quelli che votano nell’ottica dello scambio di favori, quelli con le scarpettine che dici tu.
      Se fosse come dici tu non c’è speranza, ma ci siamo anche noi altri… e siamo tanti, che si stanno a sbattere anche su Rosalìo, senza colori e bandiere.
      Dai i mezzi per cambiare alle persone e poi ne parliamo.
      Scommetto che la maggioranza di noi non ha il contenitore della diff. sotto casa, e se ce l’ha si fa la scarpinata. Non siamo ricchi imprenditori e non ci cambia la vita evadere le tasse, o siamo impiegati e non possiamo evaderle anche volendo. Tu giri in autobus per caso? oppure abiti sopra al tuo negozio… e così via dicendo.
      Smettila di commiserarti, ci sarà una ragione se un palermitano come dici tu all’estero notoriamente si comporta in maniera civile, dove c’è qualcosa da rispettare la rispetta, qui non vede un ritorno, non ha niente da preservare secondo lui.
      Che poi la maggioranza dei Palermitani si faccia abbindolare da questa gente… questo è un’altro discorso, ma io che non l’ho votato, ho lo stesso il diritto di non sguazzare nella “pupu'” che questi ci lasciano città città.

    26. @ Davide Rizzo
      Daccordissimo con la tua linea, il palermitano medio e’ pronto solo a lamentarsi, sporca dappertutto solo perche’ e’ gia’ sporco. Dagli un prato verde e rigoglioso lo usa come campo di calcio o come luogo per fare un bel pic-nic lasciando poi le cartaccce un po’ qui ed un po’ li’ per delimitare il territorio e prima di andar via un totemino da far vedere agli amici per farsi quattro grasse risate no? Leggo commenti di persone che sembra che non abbiano a che fare giornalmente con questa gentaglia indisciplinata che circola per le nostre strade. Cammarata ha commesso l’errore di prendere un fannullone dei tanti ed usarlo per scopi privati ma stipendiato con soldi pubblici. Per il resto ribadisco che nessun altro sindaco in passato ha mai fatto tutto quello che ho visto fare a lui; se poi l’antipatia nei confronti della sua parte politica o l’invidia di chi non e’ iscritto al circolo del tennis non lascia vedere le cose oggettivamente…beh allora questa e’ tutta un’altra storia.
      @ Tanus
      Magari abitassi in via Notarbartolo, ma questo non significa che devo invidiare chi ci abita e non godere anche io di una ristrutturazione di una via da dove passo con piacere per fare dello shopping.
      @ Angelo
      Gia’ sentita questa storia che i progetti partivano da altre amministrazioni, ti rispondo che se negli ultimi anni se ne fossero fregati le opere non le avrebbero mai iniziate ne’ terminate.

      Che poi ci siano stati degli errori tecnici, vogliamo dare la colpa al sindaco o ai tecnici incaricati dell’esecuzione? Gli allagamenti ci sarebbero stati anche se al posto di Cammarata ci fosse stato il Papa, bisogna modificare tutto il sistema fogniario non sufficiente alla quantita’ di precipitazioni. Se cambia sindaco non credo che riuscirebbe a finanziare un’opera così faraonica…con quali soldi? Che ci siano errori gravissimi nell’amministrazione Cammarata questo e’ sotto gli occhi di tutti. Io licenzierei tutti questi LSU che pesano sulle casse comunali, privatizzerei la GESIP e l’AMIA in modo tale da farle scoppiare quando i bilanci vanno in negativo. Abolirei il festino di Santa Rosalia per 10 anni in modo da raccogliere soldi per gli intervetni piu’ utili per questa citta’. Senza le “speculazioni” edilizie avremmo ancora edifici nel centro storico che crollerebbero sulle teste di chi ci abitava prima, non so’ se vi ricordate quanti edifici erano messi in sicurezza con travi e sostegni di legno anni fa. Che ben venga la mano del privato se poi alla fine l’aspetto del centro storico e’ cambiato notevolmente. Se poi questa amministrazione come tante altre riceve finanziamenti che spariscono (sono solo delle ipotesi) la magistratura e la procura indaghi. Io non sto’ a difendere nessuno ma non mi piace sempre sentire lamentare la gente. E per quanto riguarda la Petix se si porta come sindaco alle prossime elezioni io la votero’ almeno così vediamo come riuscira’ a barcamenarsi tra le “menti ed i geni” che vivono e fanno finta di lavorare nella Pubblica Amministrazione Palermitana.

    27. @Tanus

      Il contenitore della differenziata non l’ho sotto casa (anche se abito a Parigi); é per questo che mi faccio ogni volta 300m a piedi per buttare il vetro o la carta (così come mi ha insegnato mio padre che ancora oggi si fa tutta la via Dante prima di trovare il cassonetto giusto!).

      Per quanto riguarda i mezzi pubblici, quelli che ci sono a Palermo é vergognoso chiamarli tali (e non c’é bisogno di andare all’estero per accorgersene).

      Le tasse…beh…la cosa più bella che farò con l’anno nuovo é il cambio di residenza, così da non dovere più pagare le cene in trasferta alla delegazione politica palermitana o il pane e panelle al mozzo di turno (due estremi della stessa razza di ladri).

      Mi permetto di fare lo “schizzinoso” perché non ho mai scritto il nome di nessuno dei “signori” che si divertono a ripetere le gesta di Ciancimino.

      E se continuo a scrivere e farmi il sangue amaro leggendo questo ed altri blog é perché Palermo é e rimarrà sempre la mia città…e mi fa davvero male riconoscere come allo stato attuale sia una città nella quale non riuscirei a resistere per più di un fine settimana…

      Sveglia Palermo e soprattutto sveglia Palermitani…purtroppo questq invocazione rimarrà inascoltata dagli scanazzati che si riversano in via Principe il sabato, dai posteggiatori abusivi, dagli usurpatori del mare di mondello con le loro cabine, dagli incivili alla guida, dagli “ingrasciati” che sporcano tutto ed ovunque, dai colletti bianchi con le mani sporche di tutto…insomma…inascoltata agli ELETTORI e CITTADINI di Palermo…

    28. Per quanto riguarda la raccolta differenziata, prima di stabilizzare gli LSU ed gli altri non lavoratori, dovrebbero investire in tutte quelle opere che servono alla trasformazione del vetro, della plastica, carta, alluminiio. Io la raccolta differenziata la faccio da anni, ma tutta la plastica che ho raccolto scommetto sara’ finita tutta a Bellolampo. Non esiste nessuna struttura che ricicla quello che noi differenziamo e quando alle prossime elezioni ci rincoglioniranno dicendo che spingeranno verso la raccolta, beh uno deve subito rispondergli “Si io la faccio ma poi mi fate vedere come la trasformate???????????” Allora riduciamo gli sprechi inutili, festini e Lavoratori raccomandati inutili ed usiamo i soldi per cose che servono realmente a farci stare meglio.

    29. @Francesco
      panem et circensem dicevano i latini. Come fai a levare il festino?!?! calia e semenza dove si mangiano poi?!?! (non parliamo del fatto che NESSUN palermitano ti sa dire in quale secolo é vissuta santa Rosalia…e chi erano i dominatori in quel periodo…ma questa é un’altra storia)

      Quante volte é stato rifatto il prato di piazza Politeama?!?! E quante settimane o giorni é durato?!?! E perché i poliziotti invece di prendere il gelato non fanno nulla, tipo bruciare vivi quei disgraziati che imbrattano tutto, tempietto incluso (prima che qualcuno mi tacci di istigazione alla violenza, si tratta di un’iperbole!)

    30. errata corrige: panem et circenses

    31. @ Davide Rizzo
      Grande Davide! Ormai qui a Palermo ognuno si fa i caxxi suoi. Ho visto Polizia Municipale non fermare intere famiglie senza casco sugli scooter o macchine che prendevano strade in divieto d’accesso; posteggiatori abusivi da Max Living e da Grande Migliore che stazionano lì da anni senza che nessun esponente della guardia di finanza li abbia mai multati o cacciati via eppure sono alla stregua degli extracomunitari che ci rompono le scatole per lavarci i vetri delle auto e che senso ha sentirli rispondere “e chi mminna ghiri a rubbariiii?”. Adesso stanno verificando una cinquantina di abusi edilizi nella zona dove c’e’ stata la frana settimane fa, e menomale che non c’e’ stato il morto. Io mi indigno per l’incivilta’ in cui viviamo e per l’indifferenza generale, viviamo in una citta’ con abitanti che nell’illegalita’ ci vivono bene. Cominciamo da queste cose, ma se non cambiano le piccole cose come possiamo arrivare alle grandi? Facciamoci spiegare perche’ le prostitute rimangono dove sono, i posteggiatori abusivi sono tollerati…come mai questi equilibri vengono mantenuti?

    32. @Roberto AlaJmo
      Non sono d’accordo che il sindaco è caduto in disgrazia solo per il servizio di striscia!
      Certo questo ha messo il riflettore contro cammarata (volutamente minuscolo) a livello nazionale, ma ci sono state tante altri scandali trasmessi in tv e sui giornali:
      L’emergenza rifiuti, le cene ad Abu Dabi, i buchi di Bilancio, gli autisti assunti senza patente, i dipendenti comunali assunti per “contare” i tombini di Palermo ecc….
      Sono convinto che cammarata è caduto in disgrazia molto prima del servizio della Petix.

      @Francesco
      Il recupero del foto italico era già stato in parte realizzato da Orlando che ha “spostato” gli zingari altrove, cosa non da poco purtroppo.

    33. @ MarcoC
      E si certo tutto merito di Orlando, e’ merito di Orlando anche aver inventato gli LSU mi pare? Che bella invenzione…un bacino di voti che adesso diventa difficile eliminare e ci dobbiamo sorbire questi non lavoratori che hanno ottenuto un posto di lavoro come se gli spettasse di diritto! Speriamo che Orlando non si faccia vivo tra tre anni perche’ di danni ne ha gia’ fatti abbastanza pure lui.

    34. 1)quando c’era orlando l’amia finiva in attivo

      2)il fatto che l’abbia inventati orlando lo incolpa anche di tutti gli lsu assunti dopo? usando un paradosso è come dire che siccome il primo omicidio della storia lo ha fatto caino, tutti gli altri assassino sono innocenti perchè non hanno inventato il crimine!

    35. 1) Quando c’era Orlando gli LSU non erano all’AMIA ecco perche’ l’AMIA era in attivo.
      2) E’ un invenzione del caxxo, ma come si puo’ pretendere di assegnare un lavoro comunale a persone che sfuggono al lavoro. Sono persone ignoranti e scavezzacollo che non sono capaci per pigrizia di tenere una scopa in mano. L’unica soluzione e’ la privatizzazione, non questa assunzione selvaggia che grava sulle nostre spalle e quindi questo poi ci costringe apagare piu’ tasse. E’ il principio del LSU che e’ un concetto che non funziona. Ed io rimprovero a cammarata di aver continuato questa iniziativa ridicola del vecchio Orlando che ha inventato questa soluzione per accalappiarsi un bel po’ di voti e che ora sono diventati voti succulenti sia per Cammarata che credo ormai per qualunque altro sindaco che li usera’ per aggraziarsi la loro simpatia. Io non vedo nessuno spazzare per le strade…vedo solo i palermitani sporcare sempre di piu’. Poi ogni tanto si vede qualche gregge di LSU che bivaccano in qualche aiuola in 12 per togliere 2 o 3 fili di erba. E che vuoi devono pur chiacchierare di qualche cosa…no?

    36. secondo te, sul bilancio, amia, attualmente e’ la regolarizzazione degli lsu la perdita piu grande?
      si o no?

    37. Io non sopporto la gente che fa finta di lavorare. Non capisco perche’ ci debbano essere persone stipendiate che non spazzano le strade. Abbiamo il doppio degli spazzini che ha Milano ma la citta’ e’ sporca come una citta’ sottosviluppata. Allora diamo la colpa all’amministrazione che sta’ agli ordini del comune che li tiene lì xche’ sanno che sono migliaia di voti garantiti per le prossime elezioni ma anche a tutti questi nulla facenti che con la terza elementare si sentono non qualificati per tenere una scopa in mano. Questo e’ assurdo…non difendiamoli perche’ ci sono gia’ i sindacati che ci pensano.

    38. mi pare difficile contestarti che siano un bagaglio di voti che faccia vincere le elezioni.e non mi viene neanche in mente di difendere quelli che non vogliono fare nulla. ma io non ho detto questo

      quello che ti domando è, sono i loro stipendi, da precari o meno, la causa principale del buco della amia?
      sono i loro stipendi che tengono i camion scassati in garage?

    39. @ sergiolino
      Sono circa 9000 gli LSU stabilizzati da cammarata tra GESIP ed AMIA se non sbaglio, molti di meno di quelli ereditati da orlando. E vuoi che 9000 stipendi non influiscano ogni mese sul bilancio di aziende che se hanno dei buchi vengono sanate dalle tasse che ci chiedono in piu’? Un po’ come accadeva con l’Alitalia qualche anno fa e che oggi invece da azienda completamente privata ha ripreso a fare utili?????

    40. ti ricordo che hai pagato o pagherai 100 euro, come ogni italiano, perchè l’alitalia sia tornata a fare utili

    41. Se venisse smantellata l’AMIA e fossero aperti centri di quartiere io potrei andare a chiedere che vengano pulite un po’ meglio le strade sporchissime del mio quartiere invece di prendermela con un sindaco che poi dovrebbe parlare con gli amministratori AMIA che poi dovrebbero assumere dei controllori che controllano il non lavoro degli LSU? Queste foto ti bastano per capire come lavorano i dipendenti AMIA che hanno solo bisogno di una scopa per ripulire le strade e non di un camion?

      http://www.mobilitapalermo.org/mobpa/2009/10/20/fannulloni-amia/

      http://www.mobilitapalermo.org/mobpa/2009/10/05/amia-spa-pulizia-e-paradossi/

      Ora ci sara’ il classico difensore sindacale che dice che probabilmente erano in pausa questi lavoratori. Beh e dopo le lunghe pause com’e’ che le strade sono sempre piene di schifezze che rimangono lì da settimane. Allora mancano i mezzi (scope e guanti) o manca la voglia di lavorare? Attenzione questo modus operandi e’ valido anche per tutti posti della pubblica amministrazione a Palermo dove spesso vengono timbrati i cartellini e poi si esce e si torna con i sacchetti pieni della spesa fatta. Ma se non controllano i posteggiatori abusivi di Max Living e di Grande Migliore vuoi che la Guardia di Finanza faccia qualche blitz in qualche ufficio della regione? Nooooo e continuaimo a far finta che i palermitani sono tutti onesti lavoratori.

    42. @ sergiolino
      Adesso e’ un’azienda completamente privata e quindi fuori dalle logiche di voto di scambio che era prima che lo divenisse…ah dimenticavo il Professore Prodi la stava svendendo all’Air France xche’ non sapeva piu’ come risanarla…e quando si parlava di cordata di imprenditori si urlava allo scandalo…”ma dov’e’ questa cordata di imprenditori!”…Io non ho pagato nessuna 100 euro quest’anno per la CAI.

    43. Prima l’Alitalia era ocme e’ oggi l’AMIA la scusa per infilarci gente ed ottenere favori politici. Non dovrebbe esserci nulla di statale in Italia perche’ e’ la rovina della nostra politica. Nelle aziende private se non lavori sei controllato e ti cacciano a calci nel cuxo.

    44. francesco, converrai che in una discussione a 2 ognuno sia padrone di scegliere quello che dice.
      mai e poi mai ho difeso chi si legge la gazzetta dello sport, quindi perchè mi rispondi come se tutto quello che scrivo sia una difesa a chi si fa eventuale 80 pause caffe al giorno?

      non vedo nella discussione cosa c’entrino i posteggiatori di grande migliore che, tra l’altro, abusivi non mi sembrano.

      credo che il principale problema della munnizza( quella che esce dai cassonetti e galleggia per strada), qualcuno mi corregga se sbaglio, sia la mancanza di mezzi funzionanti.
      la domanda che ti pongo x la terza volta è:perchè ci sono pochi mezzi funzionanti?
      inoltre, la mia esperienza di osservatore e che quelli che stanno attaccati ai camion e puliscono i cassonetti proprio degli sfaticati non sono

      i mod ci interrompano perchè siamo abbondantemente ot

    45. non hai pagato x la cai?
      per la cai no, per i debit pregressi si, solo che non te l’hanno detto

    46. I posteggiatori di Grande Migliore non sono regolari, hai letto che ci sono tanto di cartelli che dicono che il parcheggio e’ gratuito? Il parcheggiatore regolare non prende denaro in nero ma ti fornisce uno scontrino fiscale ed esiste una tariffa fissa oraria che devi pagare necessariamente. Il fatto che alcuni di loro abbiano una casa di legno non significa che non siano abusivi. Questo perche’ a Palermo esistono troppe condizioni di illegalita’ che vengono tollerate dalle forze dell’ordine. Alla domanda ti ho gia’ risposto mi pare, io ho parlato di quanto sono sporche le strade peiene di cartacce e non solo. Io non vedo piu’ spazzini con le scope in mano che si occupano della pulizia primaria delle strade. Sul ritiro della spazzatura convengo con te che la persistenza dei sacchetti nei contenitori e’ legata ad una mancanza di mezzi ma wuesto e’ un altro discorso. La domanda non me l’hao porta per la terza volta, la prima riguardava se i 9000 LSU contribuivano o meno al dissesto dei conti dell’AMIA e ti ho risposto molti thread prima in quanto 9000 stipendi pesano e non poco sui bilanci di un’azienda.

    47. I debiti pregressi dell’Alitalia sono frutto di quello schifo che perdurava da anni secondo il cui principio venivano assegnati tot posti in Alitalia in cambio di tot voti. Adesso fortunatamente questo non potra’ accadere mai piu’ con la nuova Alitalia dove se l’azienda avra’ delle perdite sara’ costretta a licenziare e non a chiedere soldi statali per sanare i buchi, o assumere personale nuovo nel caso in cui gli affari migliorano. Questa cosa avviene regolarmente in qualunque azienda “privata” in tutto il mondo dove i conti vengono valutati sempre e comunque come priorita’ assoluta.

    48. @ Francesco: ti hanno già detto che la cai la pagherai tu e magari i tuoi discendenti (la pagherò anch’io naturalmente). Il Sig Prodi stava veramente privatizzando Alitalia, a differenza dei liberisti alle vongole del PDL che per l’occasione hanno pure decretato la sospensione della normativa anti-trust!

    49. quindi la citta sporca e i camion scassati sono argomenti diversi?

    50. Il sig. Prodi la stava svendendo all’Air France ma fortunatamente lo hanno fermato appena in tempo. Prodi maledetto…da quando ci ha appioppato questo euro con questo cambio ha reso la vita impossibile a tutti gli Italiani ma soprattutto ai giovani che oggi non potrannno mai comprarsi una casa o farsi una vita da indipendenti….e oggi ho letto su qualche giornale che forse tornera’ a rovinare l’Italia…speriamo ci ripensi…l’Italia ormai e’ un paese allo sfascio ed abbiamo bisogno di gente valida come Tremonti che sta’ facendo un ottimo lavoro.

    51. @sergiolino
      mi sembra di averti dato ragione sul discorso dei sacchetti, ma le cartacce sul bordo strada vanno spazzate a mano non con i camion

    52. francesco, il debito alitalia lo hai pagato o no?

    53. sai quando devo fare lo slalom tra i sacchetti le cartacce tendo a non notarle.
      anche i topi tendono a notare più i sacchetti che le cartacce

    54. @sergiolino
      I debiti Alitalia li hanno pagati tutti gli Italiani per anni, i debiti creati da un’azienda che ogni anno era sempre in rosso. Quest’anno e’ il primo anno che finalmente la CAI e’ in utile visto che non e’ piu’ a compartecipazione statale.

    55. Io non sopporto anche le cartacce ed i cumuli di schifezze che devono necessariamente essere spazzati a mano da quelli che stanno con le gambe sui muretti a chiacchierare di calcio.

    56. beh, magari passa qualche topo e loro si alzano

    57. Magari forse con un morso nel cuxo non potrebbero piu’ sedersi e qualche cosa la farebbero durante le loro luuuuuuuuuuunghe giornate di lavoro.

    58. quindi ho pagato debiti per una cosa che non è più mia? ho pagato i debiti di un altro?

    59. No hai pagato gli stipendi di persone che hanno lavorato in sovrappiu’ e che erano lì solo perche’ dovevano starci e contribuivano a portare in rosso i bilanci di quella azienda. Posti divisi ugualmente tra tutti i partiti, intendiamoci.

    60. ah, allora hanno fatto bene a vendere. ma non si poteva vendere senza farmi pagare 100 euro? forse ci stavano riuscendo

    61. Lavoratori inutili che facevano salire con i loro voti politici che continuano a star seduti sulla loro poltrona e a percepire stipendi da favola ed il tutto offerto dalle tasse che tutti gli italiani hanno pagato per questo giochetto.

    62. Infatti non hanno venduto, hanno scorporato l’alitalia in una old company con i debiti ed una nuova senza debiti questa volta 100% privata. In questo modo se fai utili paghi gli stipendi se non fai utili lo stato non ti garantisce il risanamento dei buchi…che dici non e’ piu’ sana come situazione?

    63. quindi col nome inglese, old company, pagare i debiti mi viene più leggero?

    64. E’ talmente piaciuto questo intervento che l’America l’ha copiata per il falimento della General Motors…guarda un po’.E se facessimo lo stesso con l’AMIA? Fallimento della old AMIA con debiti e New AMIA 100% privata con la meta’ dei dipendenti, così il mio IRPEF me lo spendo al ristorante e non lo usano per continuare a pagare gli stipendi dei non lavoratori.

    65. No sergiolino, i debiti li abbiamo pagati per decenni se non te ne sei accorto. Adesso con la CAI non li pagherai piu’, contento?

    66. @Francesco
      Un conto sono gli LSU un conto è il disastro dell’amia . Gli LSU contribuiscono al problema non c’è dubbio, ma la parte del leone l’ha fatta “cattiva gestione” di galioto, cammarata e company. Infatti se leggi i giornali di oggi vai a scoprire che hanno approvato il bilancio amia 2008 con circa 179 milioni di perdita.
      Senza contare gli 80 milioni (nostri) portati da schifani e subito evaporati e chissà quanti altri fondi perduti.
      Da questa situazione catastrofica senza fare nessun licenziamento ed eliminado gli sprechi più grossi per il bilancio 2009 il deficit previsto è di “appena” 14 milioni, come te la spieghi questa differenza? Allora quando vogliono sanno stringere la cinghia!

      L’amia resta un’azienda da far fallire o da ristrutturare alla radice (meglio la prima opzione) perchè non si può immaginare di sostentare un’azienda sempre in perdita anch’io sono favorevole a licenziare gli LSU fannulloni oggettivamente inutili ed in eccesso… ma dire come fai tu che è solo colpa degli LSU significa osservare la vicenda con un occhio chiuso, e come ho dimostrato prima numeri alla mano la maggior parte del deficit è da attribuire a cammarata, galioto e compay.

      Infine quando difendi cammarata fai un elenco di opere “realizzate” e c’è veramente da ridere, questo elenco te l’hanno contestato gli altri utenti e non mi dilungherò dico solo che ogni cosa che cammarata ha toccato l’ha rovinata: Ztl, Tarsu, Amia, Amap, Amat, Gesip e Irpef ce lo ricordano.

    67. Ho capito!!!
      e’ come se qualcuno viene, mi ciulla la moglie e mi lascia la rata del brillante che le ho regalato?

    68. @ MarcoC
      Perfettamente daccordo con te, lungi da me dire che la responsabilita’ non e’ anche di cammarata complice di aver assunto gli LSU per garantirsi un cospicuo numero di voti. Per la cattiva gestione mi auguro che la dirigenza paghi e che ci sia la procura che indaghi fino in fondo così chi si e’ fregato soldi si passera’ notti insonni. Io difendo il lavoro fatto che oggettivamente c’e’ ed e’ sotto gli occhi di tutti. Non lo difendo per gli errori di uso privatistico di un dipendente gesip o per altri interventi “disperati” per trovare denaro per risanare i buchi provocati da una cattiva gestione. Io non darei un centesimo di Irpef per la questione AMIA, e’ un circolo vizioso. L’unica alternativa e’ la differenziata ma prima devono costruire i centri di trasformazione dei prodotti provenienti dal riciclo altrimenti l’immondizia differenziata tornerebbe indifferenziata a Bellolampo.

    69. @sergiolino
      Esatto sergiolino gli obligazionisti della General Motors sono rimasti incuxati anche loro anche se si e’ arrivati ad uno scambio di bond con azioni. In questo caso il maggior azionista del carrozzone ALitalia e’ lo Stato ovvero noi cittadini e quindi il fallimento di un azienda in cui lo Stato e’ il maggior azionista lo piange proprio lo Stato e di conseguenza noi cittadini. E meno male che l’hanno fatta fallire se no sai quanti brillanti avresti dovuto pagare nei prossimi anni…ma erano i poltici poi alla fine a godersi tua moglie.

    70. ma mi pare che il modo di non farcie restare cornuti lo avevano trovato. c’era chi si prendeva moglie e rata

    71. Certo con la differenza che l’avrebbero pagata quattro spiccioli, avrebbero mantenuto forse un quarto dei lavoratori attuali e l’Air France avrebbe guadagnato una buona fetta di mercato Italiano imponendo un costo dei biglietti aerei uguale al loro quindi un concorrente in meno nel mercato dell’aviazione civile. Meglio Cornuti che bastonati.

    72. beh, sai com’è, io pensavo che invece gli esuberi fossero triplicati, che un polo internazionale avrebbe dato maggiori investimenti e quindi maggiore garanzia per il futuro, che i soldi sarebbero entrati e anche parecchi. o quantomeno non sarebbero usciti.
      che imprenditori veri e non speculatori avrebbero ristrutturato qualche aeroporto
      e che alla fine , tra qualche anno allora davvero si svendera’ alla francia
      quindi mi pare cornuti e bastonatissimi

      e ma io non sono un esperto

    73. Credo che il fatto che sia rimasta italiana la compagnia e’ solo un bene. Non mi sembrano poi così tanto speculatori questi di adesso, ma è il solito punto di vista che fa vedere il bicchiere mezzo pieno a me. Saro’ ottimista ma meglio così. Gia’ le genialate di Prodi le abbiamo subite ed il risultato e’ stato tragico, se ne tornasse a fare il professore all’universita’ e lasci l’economia a chi l’ha studiata.

    74. mi piace vedere come saltelli disinvoltamente dallo pseudo liberismo ( che prescinde un rispetto delle regole di mercato)allo statalismo non so bene se sovietico o puramente calcistico. dall’elogio alla produttività dettata dal mercato alla speculazione
      camuffata. tutto condito dalla frse fatta sul italianità. vedi cosa gli frega ai licenziati e a tutti, e sottoilineo tutti quelli che hanno pagato le tasse sull’operazione

      in poche messaggi hai messo i posteggiatori, l’euro, quelli che si fumano la sigaretta ci manca solo la pioggia. girando intorno alla domanda delle 18 e 15

      saluti e mi scuso coi mod per l’infinito fuori tema

    75. I licenziati sono una necessita’ quando una societa’ non fa piu’ utili, sino ad ora si e’ garantito il posto di lavoro di aziende che fanno buchi da tutti i lati aumentando le tasse ai cittadini così come sta’ accadendo con le aziende a partecipazione comunale qui da noi a Palermo. Il concetto non e’ complicato spero che sei riuscito a non confonderti troppo discutendo di illegalita’, aziende con lavoratori inutili e tasse che salgono a causa di questo.
      Saluto anche io tutti ed auguro a questa citta’ una nuova AMIA 100% privata con lavoratori onesti disposti a guadagnarsi il pane onestamente senza crogiolarsi nella certezza di un posto fisso garantito da logiche politiche o da garanzie sindacali. Auguro alla nostra Palermo una nuova societa’ che sia realmente indirizzata alla raccolta differenziata ed alla trasformazione dei prodotti raccolti. Auguro a tutti i politici di questa amministrazione e delle successive che continuano ad usare i posti di lavoro pubblici come garanzia del mantenimento del proprio potere di scontrarsi un giorno con una magistratura giusta e non corrotta. Saluti a tutti….

    76. Vi invito a rimanere in tema. Grazie.

    77. @davide commento delle 17.13
      Svegliatevi Palermitani… intendi forse “fate tutti come me, trasferitevi altrove, armatevi voi, palermitani, che io parto”.
      Non rispondo ad altro perchè due sono le cose … o leggo male io i vostri post, o leggete male voi i miei.
      In fondo, sostanzialmente diciamo tutti la stessa cosa e ci battiamo tutti altrettanto… in maniere diverse…

      Comunque…Ragazzi.. vi richiamo al post…. tutto ciò conferma proprio ciò che scrive Roberto, caro Rosalìo, sarà assurdo ma se leggi bene tutti i commenti sono perfettamente pertinenti alle ultime quattro righe del post di Roberto e al suo successivo commento
      Pertanto….
      Avete tutti ragione….

      a proposito.. la vostra casa sta bruciando….
      non è il BBQ…..
      la vostra casa è nel nostro stesso condominio….
      posate la sasizza e dateci una mano a spegnere la vampa..

    78. @francesco
      non volevo rispondere ad altro per evitare discussioni inutili e fuori luogo
      ma la battuta del circolo del tennis, che leggo solo adesso, dice tutto di te…

    79. Questa non è una chat e rimuoverò ulteriori commenti fuori tema. Grazie.

    80. @ Tanus
      Ti sbagli, non mi posso permettere di essere iscritto ad un circolo del tennis, guadagno molto meno di un dipendente AMIA pur essendo laureato. Non ho la barca, non vivo al centro di Palermo ma non per questo odio chi ha + soldi o chi puo’ permettersi una vita migliore della mia. Come vedi la battuta che ho fatto sul circolo del tennis non dice nulla di me ma sei tu che in mala fede mi hai classificato ingiustamente…I problemi di un giovane di oggi non sono imputabili a chi puo’ andare a giocare a tennis ma solo a se stessi ed alla sfortuna di vivere in una zona d’Italia che non ti offre opportunita’.

    81. Un padre di famiglia che vuole bene ai figli,quando e’ il caso gli da’ una tiratina di orecchi.
      Secondo me e’ tutto qui.
      Il rischio e’ calcolato,nella vicenda di
      Striscia la Notizia e della barca di Cammarata.
      In quanto agli LSU,non e’ mai chiaro quanta gente ci sia sotto questa sigla,sono 3000 oppure 9000 oppure
      ancora di piu’.Quanti ce ne sono in Amia?Quanti sono i dipendenti Amia?Certamente Cammarata ha dato il via
      ad assumerne (stabilizzare)un certo numero,ma da chi parti’ questa idea?In quale anno?
      Ha ragione chi assicura un minimo di sopravvivenza alle famiglie di LSU
      oppure ha ragione chi li vorrebbe vedere in mezzo ad una strada?
      A fare cortei di protesta?
      Siamo certi che gli LSU abbiano un ruolo decisivo
      nella fase elettorale?Hanno sufficiente massa critica x spostare l’ago della bilancia?
      Oppure sono una goccia nel mare delle clientele?
      Infine a quelli(pure addottorati)che hanno in passato
      manifestato ammirazione x Cammarata e denigrato
      Silvio Berlusconi,vorrei chiedere:
      adesso avete chiaro come stanno le cose?
      Se Silvio non manda i soldi Palermo va a gambe x aria.
      A Palermo non c’e’ autonomia economica.
      La gente vuole i servizi,ma di uscire soldi non ne vuole sentire parlare.
      Certo anche questo e’ un problema di governo.
      Creare Lavoro a Palermo e creare quindi fonti di reddito
      al riparo della criminalita’ organizzata.
      Bella sfida!

    82. @francesco
      mi spiace ma continui a non capire.
      e’ esattemente come dice Alaimo… uno è sordo all’altro.

      Non critico chi è iscritto al circolo e chi ha la barca…
      critico chi si trincera dietro le scuse dell’odio verso i ricchi e dell’invidia.. addirittura per l’appartenenza ad un circolo …

      Spero di essere stato più chiaro questa volta.

    83. Tanus, mi consoli.

    84. @giorgio
      gli LSU hanno un ruolo decisivo perché non sono solo loro a votare ma anche i vari parenti, nonni, zii e amici che, contenti di dare la loro preferenza, sanno di doverne ricevere in cambio il fantomatico posto di lavoro. Funziona così a Palermo, funziona così in generale in Italia…alzi la mano chi
      – non conosce un laureato in “scienze di non so bene cosa” o lettere, sicuramente bravo, che lavora “felice” all call center (diciamo un giovane tra i 18 ed i 25 anni)
      – non conosce un parente o amico che lavora come LSU per qualche ente senza fare una beneamata m….(tra i 25 ed i 40)
      – non conosce in generale un parente o amico (in genere sopra i 40 anni) che ottenuto il tanto agognato posto comunale/regionale, non perde occasione per mettersi in finta malattia, per uscire a fare la spesa quando vuole etc

      Ognuna delle persone che ruota a tali figure é un potenziale voto a favore per chi appoggia questo sistema…INDISTINTAMENTE dai colori politici

    85. @ Davide
      Che dire, perfettamente daccordo con la tua linea. Tempo fa hanno fatto un servizio sugli LSU e sui disoccupati palermitani. Alla domanda di un giornalista che chiedeva loro se sarebbero stati disposti a lavorare in un negozio, una attivita’ privata gli e’ stato risposto in dialetto siciliano che non avrebbero accettato perche’ loro volevano il posto comunale. Nel luogo di lavoro dove sfortunatamente mi trovo a svolgere le mie manzioni oggi per un periodo hanno ospitato degli LSU e i discorsi che facevano questi “geni” erano “ouuuuu cumpa’ cca’ si travagghia…amuninniiii!”. E quando sento personaggi che si arrampicano sul tetto di palazzo delle aquile o gente che si incatena e si vuole dare fuoco perche’ non lavora capisco Palermo come e’ messa bene. Non esiste voglia di darsi da fare, non esiste voglia di sacrificio, molti non sanno cosa significa impegno e si cerca di raggiungere un qualunque obiettivo perseguendo la strada piu’ facile, la corsia preferenziale. I palermitani sono i peggiori elettori e il pasto per gli squali di qualunque politico di qualunque parte politica…tanto la richiesta e’ sempre la stessa…u travagghiu FACILE !!!!

    86. Roberto, io sono preoccupato.
      Qua si parla di amministrare una città, e ci facciamo ancora discordi dx e sx e di massimi sistemi.
      Come se scegliessimo il capo condominio per il colore politico e non per la capacità di amministrare.
      Per sistemare una strada o prevedere asili nido e cosi via, cioè l’essenziale, non si ha bisogno di appartenere ad un colore in particolare, la strada o è sana o è rotta, l’asilo nido c’è o non c’è, o sai amministrare oppure non sai amministrare. Sul superfluo, quando ci fossero le risorse, si potrebbe anche discutere, ma in genere il superfluo fa apparenza, che viene prima dell’asilo nido.

    87. Qualcuno puo’ far avere alla Stefania Petix questo vergognoso video, in cui ci sono degli esponenti della polizia municipale a piazza Borsa che non fanno nulla per multare macchine in doppia fila e guardano “tolleranti” il lavoro di alcuni posteggiatori abusivi?

      http://www.youtube.com/watch?v=mBn1zvf-3_E

    88. x tanus
      “Rifacimento del sottopasso di viale regione su via leonardo da vinci, si lo stanno rifacendo dopo che si è aperta una voragine alle ultime piogge”
      Perbacco abbiamo un concetto di voragine molto poco aderente alla realtà…..
      non si è aperta nessuna “VORAGINE”, si tratta solo di uno scollamento degli strati neri per l’infiltrazione di acqua della fognatura proveniente da monte che è andata in pressione e quindi …..il sottopasso non c’entra per nulla.
      Sarebbe più esatto dire che l’opera era stata programmata e mandata in gara dalla precedente Amministrazione (fatevi un po’ i conti….)

      “tra parentesi, ma che asfalto ha messo l’Amia in Viale regione? Quando piove, anche dove non si allaga, ci sono due dita d’acqua perchè non drena per niente”
      E’ opportuno chiarire che a a meno di particolarissimi casi l’asfalto per sua natura non DEVE drenare, l’acqua deve essere convogliata alle caditoie o ai canali di scolo
      SOLO per precisare

      Recupero della zona antistante della zisa mi pare normale manutenzione delle aiuole.

      Recupero della zona adiacente lo stadio delle palme, come sopra.

      Rifacimento dei marciapiedi di Via Notarbartolo, si va bene per te che abiti lì, e gli altri che fanno cercano casa in zona?

      Lavori per il raddoppio ferroviario chi li fa? Le FS o il comune? Sinceramente non lo so, fammi capire cosa intendi, metro o ferrovia.

      Posteggi in via Ernesto Basile, Zisa e viale regione siciliana di fronte Villa Serena, perennemente vuoti perchè lasci la macchina e se poi giri in autobus a Palermo rischi il suicidio. Serve un servizio decente di mobilità urbana collegato ai parcheggi decentrati.

      Recupero dei cantieri culturali della zisa non per niente siamo i più cul d’Italia

      Recupero dell’ex deposito locomotive Palermo vedi sopra.

      Parliamo invece di Asili Nido, Scuolabus, Munnizza, Lampadine astutate nelle strade perchè non ci sono soldi, delle tasse comunali più alte d’Italia, dei servizi comunali più indecenti d’Italia…..

      A proposito di Tasse, se pago per una Panda posso pretendere solo una Panda,
      se pago per una Ferrari non mi puoi dare solo un calcio in cool…

    89. Buone notizie: Comune, stop all’addizionale Irpef si torna alla vecchia aliquota: Il Consiglio approva all’unanimità la delibera che riporta l’imposta al 4 per mille.

    90. Grazie Napl,
      premetto che non sono Ingegnere Edile,
      ma per me scollamento o non scollamento di strati neri, erano 3-4 fossi abbastanza “percepibili” tantè che hanno chiuso mezza carreggiata per almeno venti metri con transenne… ti prego non mi correggere il 20 metri perchè non giro con un metro in mano. Forse non era una voragine, ma certamente non era una scaffetta delle solite a cui siamo abituati ma un serio impedimento alla sicurezza della circolazione.
      Per quanto riguarda il significato di drenare, dal semplice Wikipedia:
      “Il drenaggio in idraulica indica una tecnica di prosciugamento di terreni paludosi mediante l’utilizzo di canalizzazioni;”
      oppure
      “Il drenaggio in geologia indica uno scorrimento di liquido tra diversi elementi del suolo;”
      Ti prego non appizzarti al “paludoso”, sempre canalizzazione è, non ho detto “assuppare”, ripeto non sono esperto del ramo, ma in altre città questo non succede, spiegami tu perchè se lo sai, e non è ironica la richiesta, voglio solo capire, vado quasi esclusivamente in moto e ci tengo alla mia vita.
      Detto questo mi scuso con Rosalio:
      sono perfettamente daccordo, sbaglio per primo io, questo post sta diventando una chat.

    91. Le opere di drenaggio sono quelle che con l’utlizzo di stradi di inerti a granulometria decrescente permettono all’acqua di defluire o essere assoribta dal terreno.

    92. E come si realizza la cosa nel caso di asfalto?
      con un asfalto più granuloso penso, non opterei per l’assorbimento cmq.
      Sta di fatto che ci sono strade che non sortiscono questo effetto.. mi chiedo come siano realizzate.

    93. Nel caso dei sottopassi la situazione e’ differente (credo); l’acqua che cade sull’asfalto non viene drenata in quanto l’asfalto non puo’ far passare l’acqua per sua natura ma la dirige in base alla pendenza nelle caditoie da qui l’acqua dovrebbe essere portata su attraverso pompe idrauliche, che si attivano automaticamente tramite dei galleggianti (credo), su verso la fognatura che si trova ad un livello superiore. Il problema qui adesso non so’ se e’ dovuto alle caditoie che si sono riempite/otturate in seguito a detriti e cartacce varie, o le pompe hanno smesso di funzionare o la pressione dell’acqua della fognatura su non ha permesso all’acqua sottostante di defluire verso le condotte. Qui bisognerebbe parlare con un tecnico del comune.

    94. Ma non parlo solo di sottopassi,
      è tutta la circonvallazione.
      La prossima volta che piove abbastanza fai caso allo strato d’acqua che persiste, anche in piano.

    95. È così difficile rimanere in tema? Devo per forza intervenire?

    96. @ Davide Rizzo
      qui trovi l’altro lato della medaglia
      http://www.mondello.info/dblog/articolo.asp?articolo=284#commento467

    97. @ Davide Rizzo
      sai dare una spiegazione al fatto che nonostante
      disponesse del favore degli LSU,
      Leoluca Orlando fu battuto?

    Lascia un commento (policy dei commenti)

    Ricevi un'e-mail se ci sono nuovi commenti o iscriviti.