martedì 21 nov
  • Il Consiglio comunale ha dimezzato l’addizionale comunale Irpef

    Il Consiglio comunale durante la notte ha approvato la riduzione dell’addizionale comunale Irpef dallo 0,8 per mille allo 0,4 per mille. La Giunta aveva votato l’aumento il mese scorso.

    L’unico astenuto è stato il presidente del Consiglio Alberto Campagna. Gli altri consiglieri hanno votato tutti a favore.

    È stata approvata anche la manovra di assestamento di bilancio.

    Palermo
  • 11 commenti a “Il Consiglio comunale ha dimezzato l’addizionale comunale Irpef”

    1. taglia e cuci!

    2. Olè!

    3. tanto per il 2009 pagheremo sempre l’aliquota all’8 per mille.

    4. Ottima notizia.

    5. Un decimale in più un decimale in meno…

    6. oggi ci siamo svegliati con:
      1) ritorno all’irpef dello 0,4%
      2) sconto sulla TARSU futura del 75% (pagata in piu’ dal 2007)

      si puo’ dire che tutto sommato è una buona giornata

    7. @ sandra
      vedi di informare urgentemente Bossi
      che deve essere piu’ produttivo
      se no ci lascia col c. per terra…

    8. Scusate,
      credo che la cosa non sia molto chiara…
      Intanto mi piacerebbe capire cosa significa che per il 2009 pagheremo sempre l’8 per 1000, inoltre per la TARSU sembrerebbe che la strada che si intende intraprendere è quella di confermare il famoso aumento del 75% togliendo i vizi che hanno portato al ricorso.
      Di conseguenza le cartelle 2009 dovrebbero essere tali e quali a quelle dell’anno scorso ma con la decurtazione dell’aumento non dovuto per il 2006.
      Qualcuno ha notizie certe in merito?

    9. non c’è limite all’indecenza.
      salta agli occhi che lo hanno fatto solo per non far sciogliere il consiglio comunale.
      Infatti come avevano minacciato PD MPA e PDL bis se il consiglio non avesse annullato l’aumento dell’irpef non avrebbero approvato l’assestamento di bialncio con il risultato di far sciogliere il consiglio e lasciare il sindaco e la giunta soli soletti.
      credo abbia anche influito l’imminente giudizio del Tar sul ricorso presentato da confindustri, esercenti, consumatori…..
      stando ai boatos, a quanto pare, il TAR avrebbe ANNULLATO l’aumento dell’irpef perchè illegittimo in quanto deciso dalla giunta e non dal consiglio comunale.
      cosa, come sappiamo, voluta fortemente da cammarata e resa possibile grazie ad un decreto del presidente berlusconi.
      ma non sempre i sogni sono a norma di legge…e di certo annullare l’aumento 5 minuti prima del verdetto del tar suona come una furbesca manovrina.

      in definitiva solo una bieca mossa per salvare poltrona e faccia.

    10. Allora queste cartelle della TARSU relative al 2009, che stanno già arrivando, con la vecchia illegittima tariffazione, vanno pagate o no?

    11. @Humby La TARSU si deve pagare ? Alla fine la domanda è proprio questa: si deve pagare ? Penso di si, come tutte le altre bollette. E si deve pagare anche l’ IVA ? L’IVA sulla TARSU ? Tasse su tasse ma allora non si finisce più. Una volta decisi di smettere, non le pagavo più, le bollette. Le lasciavo lì, sul mobile all’ingresso, una sull’altra, senza distinzione. Le vedevo crescere ma poi aprivo la porta di casa, uscivo e mi sentivo meglio, molto meglio. E non successe niente per molti giorni. Poi arrivò quello delle raccomandate. Ne aveva due e sembrava aver fretta. Non firmai, le afferrai poi gli aprii la bocca e cercai di infilargliele dentro. Me lo ritrovai a terra in un attimo ed allora un po’ preoccupato gli sfregai le guance e gli diedi qualche schiaffo. Quando iniziò a muoversi, notai che le sue labbra erano diventate più rosse. Stava già meglio insomma. Chiusi la porta, mi sedetti in salotto e trovai nel portacenere mezzo sigaro spento. Mi piace fumare il sigaro ogni tanto, mi fa sentire introspettivo. Qual’è la morale di tutto questo ? Che le bollette si possono benissimo non pagare. Basta poi tener d’occhio quello delle raccomandate.

    Lascia un commento (policy dei commenti)