mercoledì 13 dic
  • 76 commenti a “Mondello paese”

    1. visto da lontano e in cartolina Mondello sembra un bellissimo e ridente paesino turistico, se potessimo avvicinare ancora di più il tele obbiettivo le cartacce, la munnizza, le code interminabili di automobili, il caos, ci proietterebbero il un altro mondo ben diverso e meno oleografico. Quello reale le cui regole primarie sono l’incuria e lo sfascio.

    2. e delle palme della piazza tagliate ne vogliamo parlare?

    3. Ma la fontana dov’è?

    4. Bellissima.

    5. le palme tagliate sono, purtroppo, per colpa di quel maledetto baco che si sta mangiando tutte le piante in città…..

    6. il fetore si sente anche dalla foto

    7. Ciao Mondello. Mi viene una gran voglia di correre lì, in mezzo. Di smarrirmi nel mezzo e di stendermi supino da qualche parte, con gli occhi abbagliati dalla luce e dall’azzurro del cielo. La spiaggia è a due passi. E’ invecchiata con me, le cartacce sono le mie rughe, la munnizza le mie illusioni perdute. Ma basta un pugno di sabbia per ritrovare pietruzze preziose e conchiglie, un’aria balsamica e pura. Lì dove il mare continua a deporre i suoi baci più ardenti.

    8. la fontana si vede!
      Mondello potrebbe essere veramente incantevole…

    9. i soliti palermitani, mielosi, “nombril-isti” (nombril=ombelico), semu i megghiu … e la puzza di fognature? E la munnizza descritta da acquadicielo?
      Il mondo è tutto bello, nella costa ligure, per esempio di di foto come questa se ne possono fare migliaia; e la qualità del paesaggio ligure non ha nulla da invidiare a Mondello … che a dire il vero, in questa foto, sembra uno di quei giochi per bambini , montaggio, puzzle, ci siamo capiti … proviamo a migliorarla realmente questa città, rispettando e facendo rispettare le regole elementari delle società civilizzate, piuttosto che esibire la solita retorica nella quale siamo i primi al mondo … pero’ dietro le quinte nessuno rinuncia “all’amico” che è la principale rovina della città.
      Tra l’altro, chi ha l’occhio abituato all’architettura e alle regole urbanistiche si accorge immediatamente che l’espansione di Mondello, intorno alla piazza d’origine, è stata fatta AMMUZZU.

    10. di = refuso, ne basta uno!

    11. Ed io invece non riesco a comprendere questo continuo voler perdersi in un “cahier de dolèances”. Sarò uno dei soliti “palermitani”, anche se a Palermo non vivo più da tempo. Questo non mi impedisce però di notare come Mondello abbia per esempio “resistito” molto meglio di Palermo. Di come il suo patrimonio, enorme e difficilmente paragonabile con altre realtà, un patrimonio fatto di ville, villette, giardini e parchi, sia, tutto sommato, tenuto in buono stato o quanto meno accettabile. Per conservarlo al meglio sarebbe necessaria l’antica passione narcisistica che ne aveva garantito la nascita. Ma la contemporaneità deve fare i conti con i grandi numeri. Soprattutto nei luoghi del “loisir” come Mondello.

    12. Caro Manuelo ( come here! 😀 ) anch’io da lontano vivo la Palermo del sogno, ma a differenza tua ci vado ogni due mesi, e tante volte ho tentato di restarci, invano …
      Forse anche tu te ne accorgeresti … se ogni tanto oltre al sogno … Comunque ci sono fatti oggettivi, reali, puoi trovare in internet o altrove foto di posti simili a Mondello ( prima citavo la costa ligure ) per vedere che l’espansione urbanistica è quella che ho descritto sopra e che questa bellezza assolutamente ordinaria ma che noi trasformiamo in straordinaria è solo nelle nostre menti, e se vai in altri posti simili a Mondello magari non senti la stessa puzza né vedi altrettanta munnizza ovunque, né laghi artificiali causati da perdite di fognature e simili, tutte schifezze causate da incuria e incapacità diffuse, da inciviltà diffusa, altro che “cahier …” ! Ma queste cose non si vedono e non si sentono nella Palermo che si sogna da lontano, e che si puo’ persino trasformare, in meglio ovviamente, in letteratura, solo in letteratura … ( ” parli tu, parlo io, trascinando per la città le parole del cinema ” 😀 )

    13. … ho dimenticato di Mondello i marciapiedi dissestati e l’incuria degli spazi verdi pubblici … certo, le ville private … ma il palermitano ( tranne poche eccezioni ), maniaco nel proprio orticello dell’ordine e della pulizia magari da mostrare con stupido orgoglio, quando varca il proprio cancello considera lo spazio pubblico come il terreno di guerra pieno di nemici …

    14. Non esistono posti simili a Mondello. La puzza ? Ma quale puzza ! E’ l’odore delle alghe mischiato a quello delle foglie in macerazione, del sale, delle pozzanghere, in autunno e dell’ombra, in estate. Sogno, è vero, di vivere a Mondello. Di abitare in una di quelle ville. Ogni volta una diversa, ogni volta una più bella. Hanno nomi di donna: Margherita, Luisa, Sofia, Franca…..Se Palermo è fimmina e buttana Mondello è l’amante inarrivabile, è Gilda, è Greta Garbo o una grande diva sul viale del tramonto. A proposito, su viale Regina Elena c’è una villa con una grande veranda vetrata, al primo piano, impostata su un grande arco porticato. Uno stile particolare, forse nato altrove e rivisto. Di sicuro però con grande capacità ed assoluta originalità. Un po’ come Mondello.

    15. manuelo
      ma cosa scrivi?
      Hai mai provato a fare una passeggiata sul lungomare
      di fronte la via Aiutamicristo?Altro che alghe in macerazione,quello che esala dai tombini e’ gas,
      stomachevole e vomitevole.
      La stessa sensazione che ho provato nella zona di via Clòe,nel bel mezzo di un pranzo domenicale,quando strani liquami emergevano dal terreno della villetta che ci ospitava,proprio accanto al tavolo con le cibarie.
      Poi in questi giorni di scioperi ed acquazzoni,
      erbacce,fango,detriti,suppellettili la fanno da padrone
      assieme ai tanti mucchietti creati da qualche spazzatore di buona volonta’,lasciati poi li’ a germogliare.

    16. Ho sentito parlare degli acquazzoni, di quello che è successo a Palermo. Ho sentito ed ho visto. Ho visto anche Mondello allegata. Ed un video con dei ragazzi che facevano lo sci nautico, qualcosa del genere, con gipponi e attrezzatura adeguata. Devo dire la verità, più che l’acqua mi ha colpito l’immagine di quei volti. Un’immagine deludente, come sfocata. Indifferenza divertita, dentature scolpite ad arte all’interno di volti senza più espressione. Ed una risata alla parola minchiata. Non prendetevala sempre con Mondello, Mondello non c’entra. Quei liquami sono dei proprietari del terreno della villetta, che poggia su Mondello e degli amministratori di Mondello. Incubi, Mondello è un sogno.

    17. invece di stare qua a lamentarvi, perchè non vi armate di paletta e rastrello e ripulite mondello?

    18. RAGAZZI,HO ABITATO A MONDELLO X 20 ANNI(X ESIGENZE SONO ANDATA VIA)E NON è CAMBIATO NIENTE,GIà ALLORA SI ALLAGAVANO LE STRADE,NON CERANO FOGNATURE E SI RIVERSAVANO TUTTI I LIQUAMI A MARE,LA SPAZZATURA GIà C’ERA A DIFFERENZA DI ORA CHE C’è Nè DI PIù.LE GABINE ERANO X I PRIVILEGGIATI,LE RESTANTI,SE AVEVI FORTUNA,TE L’AFFITAVI,X NON RACCONTARE è ANDARE X LE LUNGHE MONDELLO è CONSIDERATA LA SPIAGGIA DOVE ANDARE A MARE O X FARE LA PASSEGGIATA ESTIVA.NON SI FARà MAI NIENTE X MONDELLO,ANCHE SE MONDELLO è COSì RIMARà SEMPRE LA MIA MONDELLO DOVE HO LASCIATO IL MIO CUORE.

    19. appena questa mattina sono andato all’ufficio postale di Mondello e nella solita attesa, sono andato verso la piazza a comprare un giornale,facendo lo slalom sul marciapiede disselciato,ma invaso da robaccia,da rompersi l’osso del collo.Ora siccome ci sono solo esercizi commerciali in questo breve tratto,non si
      capisce
      cara LISA SIMPSON
      il motivo per cui si dovrebbe pure andare a pulirgli
      il marciapiede, da semplici cittadini!
      Certo
      caro MANUELO
      dalla piazza il Golfo di Mondello con sullo sfondo
      Monte Pellegrino e’ di una bellezza da mozzare il fiato
      ma le cose da sistemare sono tante,anche troppe,
      e bisogna parlarne,parlarne finche’ certi concetti
      non entrano bene nella testa di chi ha potere di disporre degli interventi ,che non si vedono.

    20. comunque vi ricordo che appena due o tre anni fa fu scoperchiato il centro della sede stradale dalla piazza di Mondello alla rotonda di Valdesi e portata a giorno quel tratto di fognatura,per il disintasamento,ma a quanto si e’ visto a settembre,siamo punto e daccapo.
      Fu un palliativo.

    21. molto meglio la mia (fatta un paio di settimane fa)
      http://farm4.static.flickr.com/3486/4015700879_f331f16e71_o.jpg

      butterei giu molto ma moltooo volentieri la palazzina a 3 piani che si trova nel centro FATTA COSTRUIRE DA CIANCIMINO. :X

    22. oppure, se preferite, la vista dell’addaura dal salone di casa mia http://farm4.static.flickr.com/3446/3870688522_f43fdfac8d_b.jpg

    23. Maria Luisa utilizzare il maiuscolo come fai tu equivale a urlare.

    24. Che bello: vorrei avere anche io uno ZOOM 500mm

    25. Picciotti non ne capite niente.
      Questa l’ho fatta col cellulare, non c’e’ storia…

      http://i37.tinypic.com/9bjj0i.jpg

      Tutti a scuola di fotografia, adesso!

    26. mondello e’ sicuramente meglio (e la foto ne e’ la prova) di montecarlo e di porto cervo

    27. @lisa simpson
      se tu fossi nata in calabria diresti la stessa cosa di tropea.

    28. @Alfonso: può non essere sufficiente la scuola. Comunque per prima cosa ti faranno mettere da parte il cellulare. Spento.
      @Μινόταυρος: Errori elementari. E poi se è il salone di casa che ti interessa, perchè non provi a fotografare quello ? Magari esce fuori l’anima. Però il groviglio di barche, secondo me, è interessante. C’è un’attualità. Quante barche ( e “motori” come quelli che inquinano la foto del post…) si vedono ultimamente a Palermo…. Di chi sono tutte queste barche ? Non sarà da aggiornare quella classifica del reddito pro capite, che vede Palermo sempre agli ultimi posti ?

    29. @giorgio. Mi erano sfuggite. Una fa pensare agli occhiali da sole ( non li sopporto ). L’altra ad un lavaggio sbagliato.

    30. manuelo
      intanto ti faccio notare che la distanza e’ quella
      buona per vedere un territorio pulito,direi asettico,
      poi le riprese sono fatte da un lato meno tradizionale e conosciuto.
      Nessun filtro,ma solo magia di colori di momenti irripetibili che la natura nei suoi tanti misteri,
      offre solo per pochi minuti,perche’ poi il sole si alza
      e tutto svanisce e si ritorna alla normalita’.
      Nessun lavaggio quindi.La ripresa e’ digitale.

    31. Giorgio ti adoro ! ci vediamo stasera a mondello?….

    32. @giorgio.La macchina stessa è un filtro. Tu stai parlando di quello che hai provato tu, di emozioni tue. Io dell’effetto. E asettico non direi, le luci sono ancora accese. Questo rende ancora di più stereotipata la fotografia. E’ lì, in quel momento. Tutto tuo, nessuna visione, a me non arrivano altro che colori sbagliati ( che sembrano sbagliati ). Diversa per esempio l’emozione che mi regala la fotografia del post. Mi arriva soprattutto quello che non c’è o sembra negarsi. Il mare.

    33. @ manuelo. è esattamente quello che mi interessava fotografare, cioè il mare e le barche. circa gli errori, era pressochè scontato che ne commettessi, sono dilettante e mi basta divertirmi. la tecnica la lascio a steven meisel, patrick demarchelier, mario testino e co.

    34. Di chi sono tutte queste barche ? Non sarà da aggiornare quella classifica del reddito pro capite, che vede Palermo sempre agli ultimi posti ?”___ in certe giornate d’estate ce ne sono anche di piu di quelle che vedi (e di tanto in tanto anche un paio di velieri di discrete dimensioni)

    35. le foto di queste 2 ceramiche di casa almeno mi sono venute decenti ? http://farm4.static.flickr.com/3353/3217863748_1f91d8c4be_o.jpg 😀

    36. Vi invito a rimanere in tema. Grazie.

    37. Mondello o una fotografia di Mondello ? ( Mondello Paese – telezoom 500mm ). @Μινόταυρος Ti saresti spinto più avanti….Ceramiche ? Si, forse, però mi interessa di più quel tavolino :)…..Complimenti, dev’essere una casa fantastica.

    38. guarda che quel tavolino è una robetta che mi serve per spostare la mia postazione-pc da un punto all’altro del mega salone con vista a 270° sul mare.non penserai mica che mi metto a spostare il tavolo da migliaia di euro o i pesanti tavolini maiolicati

    39. Rosalio è un thread sulla fotografia, sii un po’ flessibile di tanto in tanto perdindirindina! spero di vedere anche le foto della bidonville di manuelo, il maestro della fotografia

    40. Μινόταυρος rimuoverò ulteriori commenti fuori tema e ti ricordo che il canale corretto per comunicare con me è l’e-mail.

    41. mondello è bello

    42. a Lisa Simpson
      che peccato non averti letto ieri pomeriggio!

    43. a Rino
      queste palme sulla piazza di Mondello non ci sono piu’.
      pero’ a me pare che la vista del Golfo,dalla piazza,
      ne abbia tratto vantaggio.
      http://www.flickr.com/photos/21407269@N05/2102334001/in/set-72157603427400726/

    44. @ Lisa.
      Tu conosci Porto Cervo ? Credo di no.
      E’ improponibile come paragone con Mondello, il target è leggermente diverso… A Porto Cervo, e in genere in Costa Smeralda,non trovi una cicca per terra e i cassonetti dell’immondizia sono nascosti tra alberi frangivento e pali di castagno sagomati con la forma dei cassonetti…E’ accessibile a tutti, soprattutto il mare, non ci sono recinti e qualche accesso al mare come a Mondello/Addaura, ma mare libero e qualche rarissimo accesso di ville private.
      Non trovi il bazar di bancarelle e tappetari penoso che tappezza il cuore di Mondello e i cumuli di immondizie appena fuori dalla piazzetta.
      Il paragone, ripeto, è improponibile.

    45. @giorgio. Si ho visto. Una barca e tre gabbiani ( più due ). Ho visto tutto. Perchè ?
      @giuanni. Più o meno è lo stesso discorso. Nè cicche, nè cassonetti: piazzette, di sopra, di sotto, bianco tutto bianco, sopravento, sottovento. Idee, atmosfere, creatività, contatti. Ma soprattutto ambientazioni, vuoi mettere ? Cocktail, cene d’affari, viaggi…..magari anche “un fotografo sorprendente per un matrimonio, un watusso per animare una serata mondana”….C’è una grande differenza tra Mondello e Porto Cervo. Porto Cervo non esiste, semplicemente. Arrivederci e grazie.

    46. Manuelo
      non si puo’ parlare di Mondello paese senza mostrare
      le barche ed i gabbiani.Queste fanno parte integrante
      di Mondello,sono l’anima di Mondello.Come i pescatori che rientrano col fagottino di polipi appena pescati,e la gente che si ferma davanti il banco dei pescivendoli a guardare meravigliata il contorcimento dei polipi nelle vasche con l’acqua del mare.
      Tutto questo succede anche a Natale,quando puoi
      goderti la passeggiata sul pontile al tiepido sole
      invernale in certe giornate in cui l’aria e’ piu’ tersa ed i colori sono piu’ vivi,e nei riflessi del golfo
      ritrovi tutta la tavolozza.

    47. “ma cosa scrivi?
      Hai mai provato a fare una passeggiata sul lungomare
      di fronte la via Aiutamicristo?—-[ appena a 2 passi da Mondello paese]—Altro che alghe in macerazione,quello che esala dai tombini e’ gas,
      stomachevole e vomitevole”————————–
      “Come i pescatori che rientrano col fagottino di polipi appena pescati,e la gente che si ferma…”————-
      “erbacce,fango,detriti,suppellettili la fanno da padrone
      assieme ai tanti mucchietti creati da qualche spazzatore di buona volonta’,lasciati poi li’ a germogliare”
      Blob/Blog

    48. Manuelo
      grazie,grazie,
      ma non credo di meritarmi addirittura un blob.
      Si vede che a Mondello non ci vivi.
      Non ci sono contraddizioni in quello che ho scritto.
      Ogni stagione,per non dire ogni giorno,Mondello si
      mostra con una faccia diversa.
      Mondello paese non e’ solo la piazza.
      Quello che io ho descritto,e documentato
      (meno la munnizza,che preferisco risparmiare alla vista dei lettori ,pure in questa sede,)e’ pura realta’.
      Per la munnizza basta imbroccare una qualsiasi via laterale e trovi interi cumuli,altro che mucchietti.
      Di questo ne ha parlato bene GIGI.
      Se vai sul pontile,intorno alle 12,puoi assistere
      al rientro dei pescatori col pesce ancora vivo.
      Delle notti mondelliane nulla abbiamo ancora detto.

    49. una splendida vista (invernale)da Mondello paese
      http://www.flickr.com/photos/21407269@N05/2102402955/

    50. Insomma basta con questa storia : a Mondello non ci vivi, a Mondello non ci vieni….cosa devo fare ? Parlare dell’ultima volta, “documentare” ? Non parlo di cose che non conosco, mai. @giorgio. ho letto i tuoi messaggi e nell’ordine in cui li hai postati. Hai parlato di puzze e di cose da sistemare, tante, troppe, ‘c’è da parlarne, tanto da parlarne’, visto che anche il selciato sta crollando e camminando c’è il rischio di rompersi il collo ( quanto alle fogne non c’è nulla da fare )etc.etc Parole tue come tue sono le foto che inopinatamente hai poi iniziato a postare. A dimostrazione che Mondello ha “in ogni stagione, per non dire ogni giorno, un faccia diversa”. Tutto questo non è una contraddizione, lo so bene ed infatti non mi sorprende. Mi sembra di aver già salutato. Delle foto delle “notti mondelliane” posso farne a meno, saranno “splendide” come le altre. Grazie lo stesso e nuovamente arrivederci.

    51. le foto mostrano solo alcune belle immagini di Mondello,
      ci sarebbero ancora
      “la torre” e “la fontana”,
      che spero di recuperare e mostrare in questo post,perche’ chi non conosce Mondello,possa avere un’idea piu’ completa.
      .
      Tra le prime cose da fare ci sarebbero l’eliminazione dell’asfalto nel cuore della piazza,la soluzione del problema fognature,o almeno il loro disintasamento,
      la sistemazione della scogliera liberandola dai detriti
      depositati in anni ormai remoti
      e l’arredo a verde della passeggiata sul litorale
      facendo scomparire i cassonetti,il rifacimento di ampi tratti di marciapiede,maggiore pulizia,piu’ divieti di sosta e limitazione delle bancarelle ad 1 solo giorno per settimana,la sistemazione delle discese a mare
      nei tratti liberi della scogliera,la pulizia dell’arenile anche dopo la stagione ufficiale,visto che la stagione continua anche ad ottobre ed oltre,l’eliminazione delle grandi insegne pubblicitarie
      che deturpano le facciate sulla piazza,la pulizia sulle vie adiacenti,il sanzionamento di chi trascura le fioriere e le usa come pattumiera o in alternativa la loro rimozione,la potatura del verde pubblico(pini e palme),il rifacimento di certe facciate che sono ancora oggi allo stato grezzo (blocchi di tufo giallo),
      il recupero edilizio ad uso pubblico di caseggiati dismessi(c’e’ ne e’ uno proprio all’uscita della piazza)
      Mentre nulla voglio dire sulla regolazione del traffico.
      E sicuramente l’elenco non e’ completo.

    52. @Manuelo.
      In effetti le serate a Mondello sono piene di gente che sbarca dai panfili alla fonda e dagli yacht ancorati nel porto turistico di Mondello…dicono che molti emiri arabi e personalità del mondo dello spettacolo impazziscano per il pane e panelle e facciano acquisti faraonici nelle boutique esclusive dei tappetari extra comunitari e no.Pare che anche Umberto Smaila abbia chiesto al Frapimi di fare il karaoke in piazza, sottovento del puzzo d’alghe e altro che vi arriva secondo il vento che soffia. Fra un pò arriveranno anche i ricchi magnati russi che impazziscono per la calia e la simenza che si vende in piazza.
      Certo , Mondello ha distrutto Porto Cervo , che non esiste…

    53. sono andato oltre le mie intenzioni,
      pero’ in questo ultimo link
      si possono vedere
      tante bellissime foto di
      Mondello paese
      della torre
      e del litorale

    54. @ Giuanni. E’ vero ? Ma no, non ci credo. Guarda che conosco molto bene Porto Cervo. E non solo quella di adesso con i Briatore, le Ventura, i paparazzi da strapazzo. Anni settanta, cos’erano gli anni settanta a Porto Cervo ! Una volta andai ospite del Bialetti, quello delle macchinette per il caffè, ricorderai l’omino coi baffi. Un veliero di 25 metri, dico 25 metri. Ci incagliammo nella secca di fronte al porto e la barca affondò. Tutti salvi per fortuna ed al Bialetti andò bene lo stesso. Lo fotografarono seduto su una roccia, bagnato e infreddolito, con addosso una coperta ed in mano una caffettiera. Pubblicità fantastica, sarebbe costata miliardi. A me meno bene, per non dire malissimo. Ero giovane, molto giovane, proprio un gran bel ragazzo e in effetti ero andato lì solo per incontrare Spinola, per un ruolo interessante in una specie di sequel del film “Estate”. Non se ne fece più nulla, solo chiacchiere. E da allora per me Porto Cervo non esiste.

    55. quando ho iniziato a postare le prime foto,non pensavo che esistesse una tanto ricca e bella documentazione su Mondello.
      Ho fatto solo da assemblatore.
      Gran parte di quanto si vede nelle foto non esiste
      piu’.L’estate e’ finita,la gente e’ andata via,le cabine sono state smontate e gli ombrelloni colorati ed allineati hanno lasciato il litorale alle alghe delle mareggiate.Ma il fascino di questa localita’ e’
      immutato,anche se e’ mutato il suo volto.

    56. io vedo mondello da casa mia tutti i giorni ma vista cosi’ e semplicemente meravigliosa piu’ che una foto sembra una pittura complimenti al fotografo ( i love mondello)

    57. grazie cinzia
      ed ora un fenomeno insolito,la nebbia
      http://www.flickr.com/photos/27752602@N03/4122140986/

    Lascia un commento (policy dei commenti)