martedì 12 dic
  • Dignità, questa sconosciuta

    Riprendo da Gery Palazzotto e pubblico a lampo:

    «Dopo otto anni di governo della città, ricchi di risultati concreti e percepibili a chiunque guardi con serena obiettività alle cose, la critica condizione in cui si trova l’Amia e le gravi conseguenze che questo ha avuto sulla pulizia della città, mi hanno costretto a farmi carico da sindaco di una situazione (l’Amia, ndr) che non ho personalmente contribuito a determinare…».

    Frase testuale tratta da un articolo del sindaco di Palermo, Diego Cammarata, pubblicato sul Giornale di Sicilia di oggi, a pagina 2.

    E senza che ci sia UNA replica UNA su quanto dichiarato.

    Sempre più spesso penso che l’Amazzonia meriterebbe maggiore rispetto…che pena.

    Palermo
  • 26 commenti a “Dignità, questa sconosciuta”

    1. no comment…

    2. Su una cosa il Sindaco attuale ha ragione: sono stati 8 anni ricchi di risultati concreti. Non dice però che i risultati sono nella stragrande maggioranza dei casi negativi e distruttivi rispetto a quanto era stato costruito nel decennio precedente.
      Sulla situazione dell’Amia e sulla sua mancanza di colpe è meglio non discutere, perché cadono le braccia a sentire simili affermazioni.

    3. Quindi l’Amia è in deficit dalla venuta di Cristo?!

    4. Scusate, ma qui non c’è da fare dell’ironia.
      Ci si trova davanti un altro soggetto che sta male, che andrebbe aiutato, bisognerebbe parlarne con qualche amico…

    5. che martire! meno male che Diego c’è!

    6. Suppongo che questa estate in barca stesse facendo accese rimostranze rispetto alla gestione dell’Amia a quello che mi sembrava tanto essere il senatore Galioto.
      Bè forse però quello non piangeva tanto.

      Caro Davide temo che al momento noi facciamo pena e non meritiamo rispetto almeno fino a quando non faremo qualcosa di concreto che non può essere solo lo sfottò di un simile individuo.

    7. Credo sia arrivato il momento di un T.S.O.
      (Trattamento Sanitario Obbligatorio).
      Facciamo una raccolta firme?

    8. Dove devo firmare?

    9. Io penso di essere uno che “guarda con serena obiettività alle cose” e ho percepito ben altre cose, per esempio otto anni di MALgoverno della città.
      NO! non ho sbagliato! OTTO anni.
      Perchè se qualquno mi viene a dire che il primo mandato non fu poi così disastroso, gli rispondo che quella fu una gestione alla “Murigno”, si ottenne qualche risultato (quale?BO?) ma non quelli sbandierati, e il tutto … avendo sperperato il massimo, chiamando il massimo dei consulenti possibili.
      Taluni risultati poi sono comunque falsati, se è vero che certi risultati si ottennero con l’ABOMINEVOLE aumento del 75% della tarsu.
      Oggi il falso viene fuori e quei risultati ( ma nn so quali) sono fasulli.
      Fa rabbia perchè la gente non capisce che comunque i soldi della tarsu ce li restituiremo da soli, ( il brodo quello è e da lì dobbiamo mangiare e bere).
      Riguardo alla vicenda AMIA … che dire? la frase che usa “facci ì cavaddu” è chiara e sibillina, mica dice bugie, NOn FU lui, gli amici suoi, i suoi compari, i compagni di cocacola, i compagni di mojto, ma .. NOn lui personalmente; E .. che gli vuoi dire?
      L’ultimo pensiero lo vorrei dedicare al GdS che ciregala sempre queste “perle” di giornalismo, in particolare al quel fantastico vice-qualcosa che col cappellino boèmien, e la faccia mommatr và ingiro con la rulott a fare giornalismo d’avanguardia.
      Vice-coso … permettimi 2 parole, che la munnizza è per la strada lo vediamo da soli, COJ****, che ne diresti se magari vai a filmare quelli dell’essemme che alle 9 sono gia a vendere sfincione? che ne diresti di andare da qualcheduno dei responsabili a capire esattamente PERCHé c’è la munnizza nele strade?
      ma che ti dico a fare?
      è piu facile che un cammello passi per una cruna d’ago che tu faccia il giornalista.
      Con rispetto sempre, vostro GOKU.

    10. Chi avrebbe dovuto replicare il Giornale di Sicilia?
      Ma è un giornale?

    11. Quindi tolta l’AMIA del cui disastro dice di non avere colpe, tutto il resto va bene?!!!!Quali sono risultati concreti da guardare con “serena obiettività”…quali risultati? perchè questo signor sindaco non elenca le gran cose che ha fatto? l’unico risultato è l’aver fatto regredire la città a trent’anni fa?!…giusto il GdS, nella sua totale mancanza di informazione e giornalisti, può pubblicare tale spazzatura (tanto per restare in tema).

    12. Non siamo ciechi e quindi non possiamo guardare Palermo e i suoi amministratori con “serena obiettività”. Mi auguro che se ne vadano travolti dalla vergogna prima che la serenità dei più si esaurisca

    13. ma siete sicuri che siano di Cammarata queste frasi ?
      non e’ qualche battuta di Ficarra & Picone o di qualche altro bravo cabarettista di Zelig ?

      Candeloro

    14. Anche io sono d’accordo per il TSO e coatto. Nessuno sano di mente pronuncerebbe queste parole.

    15. Bravo Goku

    16. Parliamoci chiaro Il Giornale di Sicilia è uno dei peggiori giornali che esistono in Italia e solo il suo editore non se ne rende conto….Ma quando mai in un giornale c’è qualcuno che sta seduto per sulla poltrona di condirettore per più di 20 anni? Il sig. Ardizzone ha mai pensato che il rinnovamento non può essere solo nella veste grafica? Pr quanto mi riguarda è un giornale che compro solo la domenica perchè ci sono gli annunci economici. in realtà gli annunci ci sono tutti i giorni…solo che buona parte di quelli pubblicati tutti i giorni sono annunci di prostitute..pardon di massaggitrici! Ipocriti!

    17. Se uno eredita come amministratore delle situazioni incresciose, é per questo giustificato a non risolverle?
      Che ci sta a fare?

    18. @Uma: l’AMIA era non sana, ma sanissima. Non diciamo falsità gratuite

    19. Quoto alla grandissima Goku!!!!

    20. @Marco: e da quando non è più online, il GDS, nemmeno di sgricio mi capita più di leggerlo (non abito più a Palermo)! A Roma per le gabbie dei pappagalli usiamo la tonnellata di volantini di centri commerciali portati a domicilio, che assorbono meno, ma sono gratuiti almeno.

    21. il giornaletto di Auchan è in effetti molto più interessante del GdS e devo dire assorbe molto bene quindi va bene anche per i volatili!

    22. @Gio: Auchan non usa infatti la carta patinata delle catene di elettronica, hai ragione.

    23. Adesso vuoi vedere che tutta la colpa è di Galioto e lui, l’unto dal Signore non ne sapeva niente……..Diego…..VA CURCATI!!!!!!

    24. natural born killer, non ho idea se fosse sana prima (ne dubito). Ma continuo a dire, anche quando? Se ad uno vengono affidate per mandato certe responsabilità, dichiara di non essere in grado di affrontarle?
      Allora se ne va. Nelle società private funziona così.
      Che il pubblico per certe cose debba, almeno nell’approccio assomigliare alla responsabilità, che esiste, per necessità (viste le responsabilità) nelle aziende private, mi sembra il minimo. Se un’amministratore delegato di un’azienda privata, se vogliamo equiparabile al sistema sindaco-assessori, non funziona, l’azienda lo licenzia.
      Ragioniamo nello stesso modo. Licenziamolo.

    25. Uma, l’AMIA era sana. I conti sono pubblici, con un click trovi il link, che è molto meglio di dare notizie false e tendenziose. Perché nella gestione della cosa pubblica, e l’AMIA lo è, si vede il fallimento assoluto di QUESTA giunta.
      E’ vero, ragioniamo nello stesso modo. Ma il punto di partenza in questo caso è fondamentale alla bontà del ragionamento in questione. L’AMIA ebbe un cambio al vertice durante il tanto celebrato Cammarata Uno. Fu lì l’inizio della fine. Non mi pare cosa di poco conto.
      Cordialità

    26. Non so come fosse. A prescindere di come fosse in partenza, chi é demandato ad occuparene su mandato sei cittadini, che pagano davvero caro questo servizio, deve renderlo funzionale. Se un’amministratore pubblico non garantisce la fruizione dei servizi essenziali (luce, acqua, gas, smaltimento rifiuti) ha mancato di fornire ai cittadini i servizi essenziali.
      A me interesa che se devo pagare 170 euro per lo smaltimento rifiuti, ‘pretendo’, da cittadina pagante, che il servizio sia disimpegnato.

    Lascia un commento (policy dei commenti)