mercoledì 13 dic
  • Anm: “Col processo breve prescritti 20-30% dei processi a Palermo”

    Secondo l’Associazione Nazionale Magistrati l’approvazione del disegno di legge sul cosiddetto “processo breve”, da oggi al Senato, porterebbe alla prescrizione immediata o imminente di procedimenti in fase di udienza preliminare e dibattimenti in primo grado per una percentuale compresa tra il 20 e il 30% dei provessi aperti.

    Il ministro della Giustizia Alfano aveva parlato di percentuali medie molto più basse.

    Palermo
  • 3 commenti a “Anm: “Col processo breve prescritti 20-30% dei processi a Palermo””

    1. i giornali riferiscono che il Ministro abbia calcolato in una percentuale bassissima i processi. Un autogoal senza precedenti: è come se avesse detto che la gran parte dei processi ha una durata ragionevole! e allora a cosa servirebbe questa brutta legge, peraltro incostituzionale in più punti?

    2. si, sono proprio d’accordo con Pink, in particolare avendo anche letto questo altro articolo: http://www.loccidentale.it/articolo/la+macchina+giudiziaria+macina+molte+prescrizioni+perch%C3%A9+%C3%A8+intasata.0082195

    3. Beh si, armando scrive bene, visto che lo stesso ministro dichiara che in media un processo penale dura 7 anni e mezzo. Insomma, in media nessun processo arriverebbe alla fine. Visto che afferma anche che si perderebbe solo l’1% dei processi, se non ha detto 2 cose contrastanti (quindi “sparandola” su una delle due), significa che il 99% dei processi dura poco meno di 6 anni e l’1% dura circa 156 anni

    Lascia un commento (policy dei commenti)