sabato 16 dic
  • Educazione stradale a Palermo

    Sarà perché siamo una regione a statuto speciale, che da noi l’educazione stradale è diversa dal resto d’Italia?
    Qui si guida in maniera “diversa”.
    Ricordo che molti dei miei colleghi all’università, dicevano che dal loro paese non sarebbero mai venuti nella nostra città
    con la loro macchina, perché avevano paura. Come dargli torto?
    Altri mi dicevano che se sai “guidare dalle nostre parti”, lo puoi fare in tutto il mondo.
    Come se in Sicilia ti dessero una licenza particolare.
    Questo non è un luogo comune però, come molti di quelli legati alla nostra terra, ecco alcuni esempi, che vedo quasi ogni giorno.

    Se ci si trova al semaforo di via Pollaci all’incrocio con corso Calatafimi si può notare come molte vetture passino con il rosso.
    Chiunque rimarebbe stupito ma la risposta è semplice: aspettare che diventi verde? No, tanto le macchine arrivano da un senso solo, intanto si passa.
    Proseguendo, si arriva in viale regione Siciliana nord-ovest ad un altro incrocio: quello con via Pitrè, c’è la svolta continua a destra, matematicamente occupata da chi non deve svoltare, perché è la fila più veloce, disinteressandosi che c’è qualcuno che quella manovra avrebbe dovuto farla realmente.
    In questo quadrivio però c’è un altra chicca, a sinistra, sul ponte c’è una piccola corsia di emergenza per inversione di marcia,vietata al semplice cittadino, inutile dire che viene utilizzata da TUTTI, pretendendo anche la precedenza da chi è riuscito finalmente a dirigersi in via Pitrè!
    Se si riesce a superare di poche centinaia di metri questo altro “circolo di confusione”, si ha la possibilità di entrare nella corsia centrale di viale Regione Siciliana, che ovviamente è utilizzata per uscire, visto che ci si va avvicinando sempre di più ad uno scoglio insormontabile: l’incrocio con via Perpignano, uno dei miei preferiti, per creatività.
    Qui bisogna essere astuti come una faina predisponendosi sulla destra per potere proseguire il proprio percorso; infatti il 99% dei palermitani deve andare a sinistra, anche se è vietatissimo, quindi al verde del semaforo ci si trova davanti un muro di macchine che occupano l’incrocio, lasciando la possibilità di passare ad una sola macchina per volta, giusto per smaltire il traffico.
    Mi è anche capitato di vedere un automobilista in retromarcia dopo avere superato l’incrocio per effettuare la medesima infrazione, semplice variazione sul tema.
    Siamo quasi arrivati all’ingresso dell’autostrada in direzione Trapani ma, se alla rotonda di via Belgio, si ha la sfortuna di incontrare del traffico, il palermitano non si perde d’animo inserisce la retromarcia ed esce dallo svincolo per andare in quello parallelo che ha solitamente meno afflusso, ovviamente con le macchine ignare che giungono posteriormente, ma inserendo le quattro frecce, ci si affranca dal peccato e tutto rientra nella norma.
    Questi sono alcuni comportamenti esemplari di quello che incontro spostandomi lungo quest’asse, non più di una decina chilometri.
    Quante e quali sono le altre creative capacità del guidatore palermitano, nelle altre zone della città?

    Ospiti
  • 44 commenti a “Educazione stradale a Palermo”

    1. Basterebbero tre o quattro pattuglie di vigili in questi punti strategici, dotati di tritadocumenti per le patenti di questi “signori” e si risolverebbe il problema del traffico a Palermo. Non solo, secondo me si risolleverebbe anche il bilancio dell’AMIA…

    2. semaforo angolo via sciuti con via notarbartolo…. il mio preferito, lì si che rischi la vita
      ogni volta che provo ad attraversare (sulle striscie ovviamente) rischio di essere scafazzata!
      lunedì pomeriggio, mentre passavo a piedi, una macchina con al volante un guidatore distratto, stava liberamente scivolando sopra di me. allora io mi sono permessa di bussare sul suo cofano… apriti cielo!
      mi sono permessa di toccare delicatamente la macchina ad un palermitano!
      ovviamente lui al posto di scusarsi ha iniziato ad inveire contro di me!

    3. unica soluzione possibile: per ogni automobilista un vigile urbano…
      e poi, ma perchè quando stanno tutto da un lato poi invariabilmente girano da quello opposto?
      schizzofrenia?!

    4. creatività!

    5. DONA….quantomeno, l’automobilista in questione si è avveduto della tua presenza ed ha provveduto coscientemente a tentare di scafazzarti. Se provassi a fare come me, cioè a girare per la città in bici, ti accorgeresti che andare in bici per Palermo è come indossare il mantello dell’invisibilità di Harry Potter…non solo ti scafazzano, ma se provi a protestare, nemmeno ti sentono!!!!

    6. Io ho visto e vedo le stesse cose e anche peggio a Milano e a Roma. Non credo Palermo sia speciale in questo, solo che le strade sono mediamente molto più strette e certe “libertà di movimento” si ripecuotono maggiormente.

    7. Ma come mai in tutti questi incroci i vigili urbani non sono presenti? se ci fosse una postazione fissa tra via E. Restivo e viale De Gasperi si eviterebbero una miridae di incidenti e il comune potrebbe fare cassa alla grande. Ne vogliamo parlare della patologia che porta il palermitano a incollare la propria mano al clacson e ad esprimersi tramite quello? si suona pure se c’è un morto in mezzo alla strada per farlo togliere.

    8. se i vigili urbani anzi che multare chi va a 80 in viale regione, multassero chi sosta in tripla fila, chi corre sulla corsia d’emergenza, chi parcheggia davanti agli scivoli per disabili, chi passa col rosso…allora avremmo risolto un grande problema. il comune di Palermo si potrebbe fare milioni di euro al giorno se solo attivasse quei cacchio di carri attrezzi e portarsi via un bel paio di macchine. Io avrei da segnalare la “rotonda” di via notarbartolo, vorrei più che altro sapere chi è il genio che l’ha progettata, Topo Gigio forse?!? Inoltre a Palermo le patenti le danno troppo facilmente!! Comunque è vero, se sai guidare a Palermo lo puoi fare in tutto il mondo…ai piloti li dovrebbero addestrare in viale regione!

    9. vabbè da domani con le targhe alterne sarà tutto risolto!
      anche questo
      ah!ah!ah!

    10. …angolo Via Alcide De Gasperi con Via Ausonia per uscire dalla città.
      come si fa a far capire alle persone, che se si è nella corsia centrale di Via De Gasperi si può andare solo dritto e non girare su Via Ausonia…?!
      se devi girare ti devi mettere nella corsia di destra, deficiente!!!

    11. E che dire dei motociclisti che in tempi di strade bloccate, invadono con tranquillità i marciapiedi?
      Viale Piemonte, Corso Alberto Amedeo, Via Benedettini, ecc. ecc.
      Però contestualmente si lamentano per i cordoli 😀
      Che coerenti 😀

    12. Rotonda di via Leonardo da Vinci: PUNTUALMENTE, chi viene dalla parte bassa di via Leonardo da Vinci per immettersi nella parte alta della stessa via (all’incrocio con via Uditore, per intenderci), taglia la strada in maniera proprio STUPIDA, IDIOTA a quelli che vengono dalla corsia laterale di viale Regione Siciliana; ma secondo voi, idioti cretini deficienti, quell’altra strada che c’è in mezzo dove porta? In un’altra dimensione? Dall’altra parte di Palermo? Forse pensate che sia una trappola?

    13. ma ne vogliamo parlare dell’incrocio tra via terrasanta e via domenico costantino????? c’è praticamente un incidente ogni sera, ke ci vuole a mettere un bel dosso in corrispondenza delle strisce???????

    14. @ Gomesio
      a me capita sempre di rischiare un incidente in quella rotonda, il bello è che c’è una linea continua spessa quanto la striscia di Gaza…purtroppo la gente non si sa abituare. Da un recente viaggio a Vienna e a Praga, ho notato un grande ordine (a parte il fatto di non aver MAI sentito un clacson, MAI) grazie anche ai semafori per i pedoni che durano 10 secondi..mentre qui durano un eternità e la gente anzi che attraversare se la fissia!! e al fatto che prima del verde ci fosse nuovamente il giallo..mentre qui per far capire a chi è in prima fila che è scattato il verde ci vuole un orchestra di clacson!

    15. vogliamo parlare di tutti quei deficenti che uscendo da via Mango fanno retromarcia sulla bretella laterale di via Regione Siciliana per imboccare lo svincolo di via Belgio………altro che multe e ritiro della patente…..frustate a più non posso fino a levar la pelle!!!! a palermo, ma quale sanzioni, vogliamo combattere la doppia fila???? dotiamo tutti di un martello ed alla prima occasione rompiamo i vetri alle auto che intralciano……vedrete debellato il problema!!!!

    16. La cosa più assurda che leggo in queste risposte è che tutti sappiamo fare a priori i vigili urbani e come per le partite di calcio tutti sanno fare la migliore formazione per vincere le partite.
      In materia di traffico non si può più improvvisare ogni giorno per colpe che molto spesso sono nostre ma a noi ci piace accusare gli altri muoino ragazzi in moto o pedoni solo perchè non si è data la dovuta precedenza.
      E’ ora di finirla la città ha bisogno di opere strutturali serie e non di venditori di fumo è inconcepibile che ci siano i semafori a chiamata pedonale in Viale Regione Siciliana o qualcuno si vanta di dire che gli autobus con i cordoli corrono più velocemente . Basta con le chiacchiere il Sindaco deve investire sulla sicurezza investendo sulla polizia municipale così come avviene nelle città di cui noi riferiamo che tutto va bene.

    17. trovo questo articolo un pò banale e neanche tanto veritiero, vivo a milano da due anni e mezzo e le differenze con palermo non sono tante….noi palermitani siamo bravi ad incolpare sempre i concittadini in maniera un pò snob…la colpa è forse che non tutti hanno studiato al Garibaldi o al Gonzaga?
      siamo messi bene….

    18. @naufrago
      puoi spiegarci perchè non sei daccordo sul fatto che coi cordoli gli autobus vadano più veloci?

    19. @peppe: ma sei sicuro di vivere a Milano?
      Quello che ho scritto è tutto vero, l’ho firmato, senza nick.

    20. No Peppe, consentimi. L’utilizxzo che si fa del clacson a Palermo e il maniacale utilizzo della macchina in seconda fila, è sconcertante.
      In merito a quest’ultima, non capisco perché decine di volte, ci sono macchine in seconda fila da un lato, arriva il rinco di turno e crea una seconda fila sul lato opposto per non posteggiare 10 metri più avanti.
      Palermitani, non vi capirò mai.

    21. da un po di tempo ho cominciato a stare molto attento ai comportamenti degli automobilisti…. ma sopratutto ai miei comportamenti. Devo dire che mi sono accorto che purtroppo quando guidiamo lo facciamo per la maggior parte del tempo in maniera automatica, come se inseriamo il pilota automatico e l’auto ci porta a destinazione, senza pensare a quello che facciamo, ai cartelli che incontriamo, alle strisce per terra e cosi via.
      Allora ho deciso di vivere i miei momenti in auto cercando di osservare alla lettera tutte le indicazioni e prescrizioni del codice della strada: precedenze, stop, strisce pedonali,…..
      Inizialmente con mia grande sorpresa è stato come iniziare nuovamente a guidare, fare un salto di 25 anni indietro.
      Ora, sono passati circa 4 mesi da quando ho iniziato questo “esperimento” e la mia visione è totalmente cambiata, vedo gli altri automobilisti con un occhio diverso e purtroppo vedo tutte le oscenità che si commettono.
      Attenzione maggiore la metto quando vado in moto: avete mai provato a fermarvi al semaforo prima della striscia dello stop, e vedere quante moto o auto ti sorpassano e si fermano sopra le strisce pedonali o addirittura le superano e si collocano all’incrocio??
      Sono convinto che lamentarsi serva a ben poco, anzi a niente. Se ognuno di noi comincia a comportarsi come ho fatto e continuo a fare, sono certo che i molti “scairti” diventeranno pochi e forse si renderanno conto dei loro comportamenti idioti…

    22. E le cose continueranno così se tutti impiegheranno – come te – 25 anni per accorgersi dei propri errori!

    23. si provate ad andare a napoli…

    24. I vigili??
      Ma a Palermo fanno solo più casino!

    25. I palermitani sono pigri oltre che comodisti e arroganti.

    26. Non parlare così della tua gente!
      Ci tengo a dire che anche tu vivi a Palermo…
      a mio avviso quì tutti parlano e fanno le vittime…
      in realtà siamo anche noi a far casino! E’ la nostra natura…Tutti siamo così,me compreso

    27. E che dire dei MAIALI posteggiati davanti al Bar Cobra (di fronte TRONY ma direzione Trapani – corsia laterale), accanto ai cassonetti?
      Mentre faccio la fila vedo entrare persone con la maglietta sporca di zucchero a velo e dirigersi verso la maledetta macchina in doppia fila che blocca 200 auto.

      Puo’ uno STRAMELEDETTO CAFFE’ costare 3 minuti a 200 persone????

    28. Nobel del marciapiedi impegnato dalle moto:

      VIA PRINCIPE DI PATERNO’ Dall’incrocio di Via Sciuti a quello di Via Boris Giuliano

    29. si vede che li fanno buoni, i cornetti, in questo bar 🙂

    30. E se fosse tutto maledettamente molto semplice?
      Nessuno rispetta le norme di convivenza civile per motivi genetici. A PALERMO MANCA LA REPRESSIONE DEI COMPORTAMENTI INCIVILI! Tutto qua, soltanto tutto qua. Confesso che anch’io ero un tempo insofferente alla cintura di sicurezza (sono ancora intimamente convinto che nel traffico urbano sia perfettamente inutile, ma le leggi vanno rispettate anche se sbagliate). Dopo che mi hanno fermato un paio di volte e mi hanno “minacciato” di togliermi 5 punti mi sono tolto il vizio (e ancora non avevo le macchine di nuova generazione che fanno “biip” appena non te le metti).
      Tutto qua.
      Non facciamo troppo gli snob antipalermitani. Siamo palermitani anche noi. E – per inciso – la battuta sullo statuto speciale è perfettamente fuori luogo. Ci sono posti della Sicilia (mai stati a Ragusa?) dove avremmo da imparare tanto e città di regioni “a statuto ordinario” (Napoli su tutte) che speriamo di non emulare mai.
      Quando una cosa non c’entra un tubo, non c’entra un tubo. Ma forse era solo una battuta un po’ infelice.
      Incentiviamo un po’ il servizio di trasporto pubblico, facciamo quattro multe a chi le merita, e diventeremo civili anche noi. Almeno prima o poi.

    31. Ragazzi, ma i VIGILI URBANI che li paghiamo a fare?
      Li avete visti? di solito dove sono?
      Per quale motivo percepiscono lo stipendio? quanti sono i Vigili in forza al Comune di Palermo??????

      Chiediamocelo!

    32. serena:
      cara serena ,dico soltanto che siamo i primi a lamentarci sempre del prossimo,palermo è cosi’,palermo è colà, il palermitano è incivile ecc ecc senza mai guardare ai nostri atteggiamenti facendo un pò gli snob!
      sbaglio?
      per vedere come è la tua città e fare dei paragoni prova a vivere in un’altra realtà..

      p.s. non basta firmare un articolo per dire che è vero!
      se fosse così allora…..

    33. @ peppe
      1)se nasce l’esigenza di lamentarci evidentemente un motivo, deve esserci, qui l’essere “sine nobilitate” ha poca attinenza.

      2):Sottolineo che non è mia abitudine mentire, quale sarebbe il fine ultimo di un post del genere se avesse al suo interno delle fandonie? Forse quello di essere snob, così ritorniamo al tuo punto di partenza.

      3) Prova tu a farti un giro per Viale Regione Siciliana e dimostra il contrario di quello che ho detto e scrivi il tuo post.

    34. @serena:
      non capisco il tuo nervosismo
      1)non dobbiamo tutti pensarla come te(lo dimostra il fatto che anche altre persone dissentono)
      2) il problema che ti sfugge è questo:
      è ovvio che a palermo ci sono sti problemi,ma è anche vero che li scarichiamo sugli altri “palermitani” e non pensiamo mai al fatto che se vogliamo cambiare le cose dobbiamo cambiare noi per primi!
      3) non ho mai pensato che scrivi “menzogne” ma solo che il post è un pò banale…

    35. ok, non mi va di perdermi nei banali copia e incolla per ricordarti che comunque lo hai scritto.
      La puoi pensare come vuoi, nessuno ti dice di cambiare idea ma per caso hai visto come guido?
      Forse con l’agenda in mano per prendere appunti e scrivere qualcosa di poco veritiero, per citarti 🙂

    36. bedda matri!

      ragazzi faccio un appello: fate commenti solo positivi altrimenti il post rischia di diventare un pò troppo acido!
      un saluto a tutti quelli che amano Palermo
      ciao dalla fredda Milano!!

    37. @peppe: io la penso come te, sul fatto che il traffico nelle grandi città italiane (ci metto anche alcune estere, tipo Parigi) è caotico anarchico ed assurdo, tale e quale a Palermo: basta guidarci, in quelle città, per rendersi conto che Palermo non ha granché di peculiare in questo, checché ne pensi l’autrice del pezzo.
      Anzi: i palermitani, secondo me, sono in parte giustificati proprio per l’obbrobrio (per non dire a mi…@ di cane) di progetti o realizzazione di tante strade e dei percorsi (sensi unici, per dire).
      Forse Serena ha anche ragione, per certi versi: pure io a Parigi, in mezzo al bordello, mi sono detto, in francese stretto: Ma comu minchia arraggiunanu?!

    38. per @Angela una cosa te la voglio dire hai coraggio a sparare a zero sui vigili tanto da questo blog non ti vede nessuno , brava , mi spieghi come mai non accusi pure i poliziotti o i carabinieri o meglio ancora tutti gli apparteneti alle forze dell’ordine deputati a fare rispettare le regole del codice stradale ? Angela hai mai fermato una volante della polizia o dei carabinieri per dirgli che non si può posteggiare in una via per la presenza di auto in doppia fila ? La risposta se vuoi te la dò io “No” perchè hai paura della reazione dei poliziotti alla tua richiesta ,invece quante volte hai chiesto ad un vigile di intervenire anche quando sai che la cosa non gli compete ? migliaia di volte , tanto quel povero fesso è sempre pronto con un sorriso a darti una risposta. Ciao rifletti prima di scrivere è troppo facile commentare nascoste dietro un p.c.

    39. Non voglio ripetere ciò che molti hanno scritto, ma rivolgendomi a quelli che dicono “nelle altre città succede lo stesso”..bhe due sono le cose o non avete mai messo il naso fuori da palermo e parlate per sentito dire o per luoghi comuni..oppure mentre eravate in altre città da roma in su..camminavate con i paraocchi: preciso meglio, i problemi di traffico ci sono dappertutto e la maleducazione pure..peccato che a palermo sono centuplicati!!! Per una persona educata ce ne sono 10 maleducati…ma non lo dico solo io…ci sono testate giornalistiche, classifiche nazionali ecc..ecc.. Palermo è tra le città peggiori dove si vive! Qui regnano arroganza, prepotenza, inciviltà, maleducazione e quel che deprime di più è non vedere la luce in questo lungo tunnel (piccolo esempio: ha aperto il Forum? primo giorno risse, 7 auto rubate…giorni a seguire rubate le piante ornamentali messe intorno al parcheggio..ecc.ecc..). Fanno bene quelli che hanno il coraggio e la possibilità di lasciare questa valle di lacrime. Firmato un palermitano…

    40. @aquila69:
      visto che tu parli ,a quanto ho capito,per esperienza personale in altre città, dimmi di grazia dove vivi o hai vissuto…
      io attualmente vivo a milano e di certo non parlo per sentito dire…
      per quanto riguarda il nuovo centro commerciale,
      la differenza tra milano e palermo ..è che al nord progettano in maniera diversa , in spazi molto più ampi ecc ecc..a palermo evidentemente ci sono state carenze nell’organizzazione. ti posso garantire che sarebbe successo tutto questo bordello anche al nord.
      continuo a dire che per iniziare a cambiare, il primo che deve cambiare è quello che critica…

    41. @PEPPE
      ovviamente ho vissuto altrove: nell’ordine Roma, Cuneo, Torino, Padova e L’Aquila. A Roma sono stato molti anni nelle altre città non meno di un anno. Ribadisco che ogni città ha i suoi problemi…ma in molte di queste ho visto segnali di miglioramento…prima fra tutte Torino. D’accordissimo con te sul come cambiare..per mia fortuna ho poco da cambiare in quanto quei fondamenti educativi me li hanno inculcati (sai quelle cose scontate tipo buttare l’immondizia negli appositi contenitori a differenza della maggior parte che pensa che sia il comune che debba pulire e quindi gettano ogni cosa in terra..fatti un giro per le varie vie della città e te ne renderai conto..e non pensare che non ci siano cestini..ogni palo a palermo ne è dotato e sono sempre VUOTI!!, oppure rispettare il codice della strada certo lo sbaglio capita a tutti..ma pensa sono così scemo che se vedo una strada a senso unico la percorro nel senso giusto..e non come moltissimi che il codice della strada qui lo interpretano a convenienza e se beccati in fallo hanno anche l’arroganza di pretendere conto e ragione..certo sempre se chi li becca non ha una divisa..in questi casi coda tra le gambe e scuse a go-go…prima fra tutte il parente moribondo..ecc.ecc….eppoi vuoi mettere il sottofondo di clacson..qui ti suonano pure se sei in fila e non avanzi subito quei 5 cm in avanti lasciati liberi dalla macchina davanti che procede nella fila!!). Fidati il lavoro mi impone la permanenza qui..ma farei volentieri a cambio con milano…non può essere peggio di Palermo.

    42. a dimenticavo….ora dimmi che quando vai al cinema a milano tutti quelli che mangiano pop corn e simili poi buttano in terra i resti e i barattoli delle lattine mentre i cestini rimangono vuoti!!!

    43. Il traffico di Roma è più caotico di quello di Palermo per ovvie ragioni; l’inciviltà esiste a Palermo come nella capitale anche se è in parte diversa sia nella natura che nel modo di essere manifestata.
      Ma aldilà dei soliti luoghi comuni, mi chiedo perchè i vigili palermitani se vedono un auto in doppia fila senza coducente iniziano a fischiare come per richiamarne l’attenzione per spostarla piuttosto per piazzargli direttamente una multa…. questo è un comportamento assurdo!

    44. ok….allora per rendere meglio l’idea…l’italia è un inferno dantesco…palermo tra i gironi peggiori!!

    Lascia un commento (policy dei commenti)