giovedì 21 set
  • 6 commenti a “Servizio Amat ridotto a Natale”

    1. Praticamente una giornata di normale non servizio

    2. e poteva non mancare il solito commento contro? 😀

    3. E con un piccolo sovrapprezzo, si potrà sentire l’autista cantare Jingle Bells…

    4. Nessuno si accorgerà della differenza…

    5. In un giorno feriale mi trovo alle 19.40 alla stazione notarbartolo per comprare un biglietto amat in tabaccheria che trovo chiusa. Vado al bar Stancampiano e mi dicono che non vendono biglietti per l’autobus. Aspetto comunque un mezzo in via Notarbartolo che non arriva. Vado a piedi in via Libertà e prendo il 106, chiedo all’autista se vende biglietti a bordo e mi spiega di no perchè non è un servizio dell’Amat ma i conducenti devono comprare un carnet di biglietti pagando di tasca propria 30 euro (!!!).
      Scendo e prendo il 124. Chiedo ancora una volta all’autista se ha un biglietto da vendere e risponde di si. Già il biglietto acquistato a bordo ha una sovratassa di 40 centesimi (LADRI!!), l’autista non ha il resto quindi il biglietto mi è costato 2 euro. Storia di ordinaria follia..cosa volete che sia un servizio ridotto a Natale se quotidianamente è tutto uno sfacelo?? BUON NATALEEEEEEEE…..

    6. @ antony977 – lo so che è scontato, ma siccome sono un utente dei mezzi pubblici, non ce la faccio a non dichiarare il mio totale odio contro la gestione del servizio pubblico. Dopo un pò ti stanchi di essere “deportato nei carri merce” da casa in ufficio e viceversa.

    Lascia un commento (policy dei commenti)