giovedì 21 set
  • Auguri ai miei alunni

    A tutti gli alunni della mia scuola, quelli allegri e quelli scontenti, quelli bravi e quelli vivaci, quelli che ne sanno una più del diavolo e quelli che invece non ci volevano venire, quelli che non vedono l’ora di ritrovarsi coi compagni e quelli che non vedono l’ora…, quelli che studiano e imparano a pensare, quelli che pensano e imparano a studiare, quelli che aiutano e quelli che ancora non l’hanno compreso, quelli che non li ferma nessuno e quelli che si devono accendere, quelli che litigano e quelli che sbagliano, quelli che tempo dopo si pentono e tornano con affetto e rimpianto, quelli che si pentono subito e nessuno se ne accorge, quelli che non hanno dove sbattere e quelli che anche troppo sono seguiti, quelli che mi scrivono su facebook e quelli che mi scrivono sui muri, quelli che sanno cos’è l’amore e quelli che lo cercano urlando, quelli che ancora non sanno che il futuro sarà implacabile e quelli che non hanno ancora capito che a loro sorriderà, quelli che se li chiami non rispondono e quelli che se gli rispondi non ti guardano, quelli che forse arriveranno in alto e quelli che certamente resteranno in basso, quelli che hanno più del dovuto e quelli che hanno meno del necessario, quelli che se li capisci si aprono e quelli che se ti chiudi non li capisci, quelli che sanno dire grazie e quelli che manco per il…, quelli che se gli dedichi del tempo ti restituiscono un sorriso e quelli che se ti assenti ti dimenticheranno, quelli che quando credi di averli in pugno fanno una domanda che non ti aspetti e quelli che hai incantato e alzano la mano ma è per chiedere di andare in bagno, quelli che tornando a casa trovano la guerra e quelli che fanno la guerra perché non trovano il filadelfia di marca, quelli che c’erano e ora sono andati avanti, ognuno alla sua maniera, e quelli che ancora ci sono e ancora non sanno dove andranno, a tutti loro, a tutti voi cari ragazzi e ragazze, i miei più sinceri auguri per un nuovo anno ricco di crescita e miglioramenti, perché è da voi che verrà il mondo migliore.
    Con affetto.
    Il vostro preside

    Ospiti
  • 8 commenti a “Auguri ai miei alunni”

    1. Forte! Il mio Preside non era così…

    2. Dicono che l’Italia sia il paese della retorica; sembra che il Meridione ne immetta quotidianamente un buon sessanta per cento. Il preside Finocchiaro non lavora in questo senso. Il suo talento lo porta ad utilizzare con leggerezza gli strumenti dell’etnoantropologo e quelli dello scrittore. Il mio preside invece era un terrore. Ce la facevamo sotto.
      A pensarci quel “mondo migliore” non l’avrei messo, visto come sono sempre andate le cae..

    3. Fantastico preside!
      La stampo e la dò a mia figlia anche se il suo preside è un altro.
      Per farle capire che non tutte le figure che ricoprono certi ruoli sono dei sepolcri imbiancati.

    4. Complimenti Preside,spero che le sue parole siano state lette da tutti gli alunni della Laura Lanza.
      Auguri per un 2010 migliore!

    5. Caro Giampiero, io sono di sinistra e tu di destra ma siamo amici e condividiamo moltissime cose per migliorare il mondo e il modo in cui si vive ed opera. Hai però tutta la mia solidarietà per quello che questo Governo ha fatto a Voi neo – Dirigenti (concorso vinto 4 anni fa) e che ora per un cavillo viene annullato. Mi spiace per le promesse che il Ministero dell’Istruzione e vari parlamentari non hanno mantenuto. Mi spiace davvero molto per la Claudia Corselli, nella tua stessa situazione. Siete persone oneste, intelligenti, laboriose, generose.
      Vorrei aggiungere che mi spiace inoltre per le decine di migliaia di bravi insegnanti precari che ora non hanno lavoro e per i quali queste feste non sono state un momento di grande celebrazione. Se, insieme a tutti i colleghi insegnanti d’Italia possiamo fare qualcosa, sappi che puoi contare su di me e sulla rete di scuole che coordino. Invidio i tuoi studenti e insegnanti sono sicuro che ti stimano e apprezzano molto.
      Stefano (Verona)

    6. Per caso mi sono imbattuta nei suoi saluti ai ragazzi. Sono un’insegnante e vorrei ringraziarLa per avermi ridato un alito di speranza.le Sue parole sono quelle che avrei potuto rivolgere io o qualunque insegnante che dedichi il proprio tempo- non solo quello previsto dall’orario scolastico-i pensieri,le preoccupazioni ai ragazzi con cui condivido parte della vita. Negli ultimi anni ho incontrato dirigenti che hanno avuto attenzioni solo per orari, formazione classi,e insegnanti disposti a tutto pur di ottenere ridicole agevolazioni.Gli alunni…GLI ALUNNI??? MAI,MAI a nessuno interessa questo argomento.
      Per questo alito di umanità che resiste e sopravvive nei nostri animi GRAZIE!

    7. Sono tua cugina ho letto tutto ma il messaggio agli alunni mi ha commosso non riesco a dire altro perché lo vivo e ho le lacrime agli occhi sei speciale

    8. Sono tua cugina ho letto tutto ma quello che dici ai tuoi alunni mi commuove perché lo vivo sei speciale

    Lascia un commento (policy dei commenti)