venerdì 24 nov
  • “I giorni della Befana”

    Animazione, befane volanti, spettacoli pirotecnici, sfilate, carri allegorici, la casetta della Befana e un concerto che vedrà protagonisti i Gemelli Diversi, Othello Man e i Combomastas’, e gli Apple Scruffs. Partirà alle 17:30 di oggi la maratona di due giorni no stop di eventi e feste a misura di bambino. La prima edizione de I giorni della Befana, che si svolgerà a Palermo nel quartiere Kalsa il 5 e il 6 gennaio nell’ambito di Kals’art Winter e prevede una serie di appuntamenti nelle principali vie e piazze del centro storico, è un progetto ideato da General Service srl ed è finanziato dall’assessorato regionale al Turismo, Trasporti e Comunicazione.

    Il programma di domani nel dettaglio prevede alle 17:30 lo spettacolo a piazza Cavalluccio marino (Porta Felice) con saltimbanchi, mangiafuoco, trampolieri e giocolieri della “Compagnia dei fuocolieri”, che animeranno la piazza e si prepareranno ad accogliere le Befana e le aiutanti Befane che alle 18:00 faranno un’entrata spettacolare. Le aiutanti Befane si caleranno dal Loggiato di San Bartolomeo attraverso un cavo d’acciaio di 35 metri e accoglieranno la Befana, che arriverà all’imbrunire volando dal Loggiato di San Bartolomeo alle Mura delle Cattive, per poi scendere fino a piazza Cavalluccio marino. Allora la manifestazione prenderà ufficialmente il via. I bambini riceveranno la vecchina in pompa magna e su un palco le consegneranno la scopa, che le permetterà di viaggiare per tutta la notte fino alla sera del 6 gennaio. Alle 18:15 partirà il corteo, capitanato dalla Befana seguita dalle tante aiutanti, dai giocolieri e dal “Bandino dei Brutti”, che sfilerà per le vie del centro storico fino a piazza Marina. La parata proseguirà fino a piazza Magione, per arrivare, infine, a piazza Kalsa, dove sarà aperta la casa della vecchina. Nella sfilata sarà possibile ammirare le Befane sui trampoli, quelle a bordo di un’originale carretto, la Befana più bella, la Befana più brutta, la Befana cuoca e la Befana sarta. Dalle 19 alle 23 la Befana nella sua casetta accoglierà i bambini e distribuirà caramelle, cioccolata e carbone. E, sempre alle 19, nei locali dell’associazione “Ditirammu”, in via Torremuzza, avrà luogo lo spettacolo per bambini Piccirè, per la regia di Salvo Piparo. Alle 21:30 prenderà il via il concerto a piazza Kalsa Contest Rapper Palermo City, che vedrà esibirsi i Gemelli Diversi, Othello Man, i Combomastas’ e gli Apple Scruffs su un grande palco di 14 x 12 metri. Alla fine, la Befana saluterà i bambini e attraverserà la piazza volando con la sua scopa.

    La seconda giornata in onore della vecchina più famosa del mondo, domani, comincerà alle 10:00, con lo spettacolo per bambini con saltimbanchi, mangiafuoco, giocolieri e trampolieri della “Compagnia dei fuocolieri”. Fino alle 13:00 la Befana nella sua casetta accoglierà i bambini e distribuirà caramelle, cioccolata e carbone mentre alle 16:00 i maghi e i giocolieri dell’agenzia “La scatola magica” di Renata Hausmann, affascinerà i bambini a piazza Kalsa con uno spettacolo di magia e, a seguire, “Le bolle giganti”. Alle 18:00, in parata, la Befana, le Aiutanti Befane e il corteo formato dai giocolieri si recheranno a piazza Magione, quindi proseguiranno per piazza Marina e infine arriveranno a piazza Cavalluccio marino, dove la Befana riprenderà il volo attraversando la piazza, per ritornare il prossimo anno.

    «Siamo convinti delle potenzialità della festa, che darà vita a un nuovo concetto di intrattenimento e contribuirà a diffondere un’immagine positiva della nostra terra – dice Luciano Muratore, legale rappresentante di General Service srl -. Con entusiasmo mettiamo la nostra esperienza a disposizione della manifestazione perché siamo convinti che possa contribuire alla crescita della nostra regione e vogliamo farlo in perfetta sintonia con le associazioni e le istituzioni locali».

    Palermo
  • 8 commenti a ““I giorni della Befana””

    1. che dire…tutto molto bello…
      peccato che ci sono persone che non possono partecipare. mi riferisco a quegli impiegati dei negozi in centro che in un giorno festivo come l’ epifania devono lavorare! x loro non esiste ne religione ne tradizione…

    2. Molto bello… sulla carta.
      In realtà: vigili urbani assenti; strade aperte al traffico; befane che si destreggiano in mezzo alle automobili che strombazzano; nessuna pubblicità (tranne su Rosalio e sui giornali), dunque pochissimi partecipanti.

      Peccato, perché lo spettacolo (soprattutto i mangiafuoco) erano di qualità. I pochi bambini presenti (una decina) si sono divertiti.

    3. Volevo lasciare un commento, ma Angelo dark side mi ha preceduta: confermo quanto da lui scritto. Via Alloro al mattino del 6 era aperta al traffico, impossibile camminare a piedi col passeggino.

    4. Aggiungo che, il 6 mattina, c’era un’altra e più scarsa “befanata” organizzata dal Comune (a piazza Marina), in concorrenza con quella di Kals’Art Winter (che invece è della Regione).
      Giusto per dividersi il pubblico: 15 bambini a 10.

    5. infatti sono andata alla befanata del mattino del 6: il mio bambino è troppo piccolo per le befanate notturne! è stata una desolazione senza fine!

    6. @Angelo una precisone importante: la Befana a Piazza Marina NON era un evento organizzato dal Comune ma da semplici cittadini, volontari, riuniti sotto la bandiera di Muovi Palermo, insieme al consorzio Piazza Marina e dintorni.

      Ora se era scarsa…… a ciascuno di voi giudicare con il video de “La Repubblica” relativo alla manifestazione.
      http://tv.repubblica.it/copertina/palermo-e-la-“befana-in-piazza”/59542?video
      Grazie a Salvo Sbacchis ed a Licia Raimondi da parte di tutta la squadra di Muovi Palermo! Il carbone a questa politica ed all’amministrazione comunale, le caramelle per la Palermo libera e vogliosa di cambiamento che ha realizzato questo evento GRATUITAMENTE….

    7. Scusate io il 5 sera ero lì con tutta la famiglia e non ho visto nessuna befana, nè giocolieri ed il teatro di via Torremuzza era chiuso…l’articolo sembra parlare di manifestazioni della sera del 5 o c’ho capito male io???

    8. oops…non ho sbagliato giorno ma solo l’anno

    Lascia un commento (policy dei commenti)