mercoledì 22 nov
  • Ciancimino in aula: “Forza Italia è nata grazie alla trattativa”

    Massimo Ciancimino, figlio dell’ex sindaco di Palermo Vito, è in aula per la terza giornata di deposizione al processo Mori.

    Ciancimino ha chiamato in causa Forza Italia: «Nel 1994, l’ingegner Lo Verde, alias Bernardo Provenzano, mi fece avere tramite il suo entourage una lettera destinata a Dell’Utri e Berlusconi. Io la portai subito a mio padre, che all’epoca era in carcere. Mi disse che con quella lettera si voleva richiamare Berlusconi e Dell’Utri, perché ritornassero nei ranghi. Mio padre mi diceva che il partito di Forza Italia era nato grazie alla trattativa e che Berlusconi era il frutto di tutti questi accordi».

    Palermo
  • 29 commenti a “Ciancimino in aula: “Forza Italia è nata grazie alla trattativa””

    1. Mi lascia sempre più perplesso. Niente prove, niente riscontri…una persona che dice quello che gli passa per la mente. Come mai nessuno dei fratelli di Ciancimino ricorda nulla?
      Portare una lettera di Provenzano (latitante) ad un carcerato è reato…ma questo non conta, giusto?
      Oppure Ciancimino Jr poteva sapere tutto da suo padre tranne il fatto che il sig. Lo Verde fosse Provenzano?
      E ancora: visto che Provenzano è stato catturato insieme a tanti altri proprio durante il gov. Berlusconi come mai ancora non lo hanno ucciso per avere tradito? Oppure il piano di Provenzano era quello di andare in galera? Oppure Provenzano non contava nulla e allora anche il *complotto* non vale nulla?
      Insomma a me pare che più di cercare la verità si cerchi la notizia…la diffamazione come arma.
      Ma così non si giunge a nulla e alla fine se B. è mafioso rimane lì dove è…a chi giova?

    2. La storia di Forza Italia….

      PALERMO – “Forza Italia è il frutto della trattativa” tra lo Stato e Cosa nostra dopo le stragi del ‘92. A dirlo in aula è stato Massimo Ciancimino, che continua la sua deposizione al processo a carico del generale Mario Mori e del co…

    3. queste dichiarazioni non mi stupiscono, è ovvio che mr. B sia impliacato in questo e ben altro

    4. E’ un testimone di un uomo chiave dei rapporti tra politica e mafia che non aveva motivo di raccontargli minchiate, visto che era il figlio e non una persona da usare o manipolare per fare disinformazione.
      Di certo, Berlusconi, prima di scendere in politica, era molto inguaiato finanziariamente e aveva visto un Raul Gardini spararsi un colpo in testa ….
      Da uomo audace e spregiudicato qual è, avrà pensato che, buttandosi in politica, poteva sperare di salvare la Fininvest o almeno la faccia dicendo che lo avevano distrutto per motivi politici nel caso fosse fallito.
      E’ la stessa linea difensiva dell’accanimento giudiziario.
      Certo Berlusconi deve ancora spiegare l’ascendente che ha su di lui un uomo ingombrante come Dell’Utri: quello che gli ha portato mangano in casa e che ha fatto nascere Forza Italia della prima ora, raccogliendo debuttanti e riciclati della politica attorno agli uomini di Publitalia (tipo Miccichè e Galan)…

    5. La cattura durante il governo Berlusconi non c’entra una mazza è la classica scusa, data per assioma, per asserire che Berlusconi ha sempre lavorato contro la mafia quando il lavoro dei magistrati prescinde dai chi sta al govenro.
      Le prove si stanno cercando, il processo è ancora in corso e il teste non è uno qualsiasi perchè di certo la persona qualunque non può sapere gli affari di Ciancimino meglio del figlio quindi per il momento lasciamolo parlare….
      é sempre bene ricordare che il processo in atto riguarda la mancata cattura di Provenzano a Mezzojuso che è addirittura documentata (più dato di fatto di così)….Ovviamente i filmati non te li mandano in onda a quache versione speciale del tg ma al max una volta l’anno e sono per chi fa le ore piccole.

    6. dopo una diciarazione del genere rilasciata non da un pentito qualsiasi ma dal figlio di vito Ciancimino, il
      presidente del consiglio Berlusconi deve dimettersi e chiarire la sua posizione al popolo italiano.

    7. Forza Italia è nata dalla trattativa tra mafia e stato…la scoperta dell’acqua calda ha fatto Ciancimino jnr

    8. Non credo affatto alle dichiarazioni di Ciancimino Jr. Le sue dichiarazioni tra l’altro non possono essere riscontrate perchè tardive.
      Ciancimino Jr. ha sguazzato per molto tempo nei soldi illegali del suo papino, adesso che non può più farlo perchè scoperto con le mani nella marmellata comincia la sua carriera di pentito e dichiarante.

    9. Si concordo pienamente con la richiesta di dimissioni da parte del Premier,del resto Ciancimino non racconta altro che quello che tutta la Sicilia sa da anni.La Nostra purtroppo e una mentalità chiusa abbiamo sempre avuto paura di tutto,e più tosto che combattere la mafia facciamo le valigie e andiamo a lavorare fuori

    10. dopo 15 anni di era berlusconi, vorrei sapere perchè ciancimino jr parla solo adesso…chi dice x soldi , chi per scrupolo, o secondo me x ripicca e vendetta.un proverbio dice, tra tante falsità ,è preferibile una mezza verità….fosse la volta buona di sapere da quale classe politica e giochi sporchi siamo stati retti in 60 anni dei repubblica..se sa tuttto vuoti il sacco, e la smetta questa ennesima telenovela.

    11. Chiediamoci semmai perchè non l’abbiano mai interrogato prima, pur essendo il familiare che è stato più vicino al padre …..

    12. Ma perchè molti sono interessati al perchè Ciancimino parli ora e non abbia parlato prima? O perchè l’abbiano interrogato ora e non prima? Non è più interessante sapere se quello che dice, e che ha detto finora, sia vero oppure no?

    13. Dimissioni del premier?? Ma state scherzando??
      Praticamente ogni giorno uno si può svegliare e dire “le sue verità” e fare cadere un governo! Ma state scherzando?

      Ma provate anche a pensare alle alternative?
      1) Ciancimino Jr. è pilotato
      2) C. Senior ha raccontato cavolate al figlio
      3) C. Senior ha raccontato cose vere al figlio che però le ha fraintese

      e potrei continuare!
      Ecco perchè IN TUTTO IL MONDO quando uno dice “una verità” bisogna poi che sia suffragata dai fatti!

      @Angelo Tummarello:
      Scusa ma se tu (come mezza sicilia a quanto pare) sai tutte queste cose sulla mafia e sui suoi accordi, perchè non vai a esporre regolare denuncia? Azzardo la risposta? Perchè non hai uno straccio di prova…hai solo la personalissima impressione che B. sia mafioso. Ma da *impressione* a *verità* ci passa un treno
      Ti faccio un esempio: quando trovarono la bomba nella villa all’Addaura di Falcone qualcuno (chi ha detto Orlando???) disse che aveva *l’impressione* che se la fosse messa lui per fare scena…poi F. è morto ammazzato e Orlando fa il paladino dell’antimafia!

    14. Kersal, sei libero di pensare quello che vuoi su Ciancimino. Sta di fatto che non ha solo parlato, ha anche prodotto DOCUMENTI.
      Io non dico che tutto quello che lui dice sia vero, dico solo che è altrettanto scorretto sostenere aprioristicamente e apoditticamente che Ciancimino sia solo un povero pazzo che parla a vanvera. Questo atteggiamento non è da commentatore ma da “tifoso”.
      Le sue dichiarazioni sono massimamente importanti perchè le sue accuse sono gravissime e chi è chiamato in causa non può semplicemente cavarsela dicendo che Ciancimino è solo “un povero pazzo”. Queste cose lasciale dire a un Quagliarello o a uno Stracquadanio qualsiasi. A meno che tu non sia uno dei due.

    15. @Leone:
      mi elenchi i famosi documenti in cui si evince il patto per la nascita di F.I.? Al momento (ore 20.24) non ne esistono.
      La cosa che mi colpisce è il fatto che tu, come molti altri, diate per assodato che debba essere B. a doversi giustificare mentre logica vuole che sia chi accusa a dovere fornire le prove.
      Ma non so perchè quando si tratta di B. anche chi ha una cultura di un certo livello (come la tua, sia chiaro) si dimentichi immediatamente le regole basilari della democrazia. Ti ricordo ad esempio che durante il fascismo bastava che qualcuno ti accusasse di essere una spia per finire in galera anche se non lo eri!.
      Provo a spiegare che io non difendo B. e che per me se fosse colpevole dovrebbe andare in galera. Io provo a difendere ME STESSO in quanto cittadino Italiano perchè se venisse accettato che basta la parola di qualcuno per finire in galera sarebbe la fine!
      Ingroia, che è il magistrato che segue le indagini, era anche quello che come *alleato* aveva il commissario che si è scoperto essere informatore della mafia. Questo significa che Ingroia è mafioso? Certo che no! Ma significa anche che bisogna muoversi con circospezione e non ci si può basare solo sulle sensazioni o su il sentito dire!

    16. E’ vero che sono dichiarazioni importanti ed accuse gravissime ma queste ultime devono essere provate o rimarranno solo calunnie…
      Io spero che venga fuori il marcio che c’è. Non so dire se tutto ciò che sta raccontando Ciancimino sia vero in tutte le sue parti, ma penso che molte cose stanno così come dice.

    17. LA PIù GROSSA BOIATA DEL XXI SECOLO!!!!
      QUETO SIGNORE STA FANCULIZZANDO TUTTI: POLITICI, MAGISTRATI, AVVOCATI, POPOLO….E NOI ANCORA A DARGLI CONTO…..SIAMO DA RICOVERO….

    18. Sono tutto ciò che può essere definito in una sola parola netta: antiberlusconiano.

      Ma non credo per partito preso ad una sola parola di Ciancimino jr.

      Ma chi è? A chi giovano le sue dichiarazioni? Come mai questa voglia di verità solo adesso? ma soprattutto… perché?

    19. Io sento puzza di infiltrati governativi….occhio ragazzi…non lasciatevi infinocchiare…

    20. Certo, potevano usare il preservativo!

    21. Michele P. ti invito a non usare in questo modo il maiuscolo. Grazie.

    22. Kersal, io non sto dicendo che Ciancimino abbia detto il vero, sia attendibile etc. etc.
      Non l’ho detto semplicemente perché non lo so e non è mio compito accertarlo.
      Semplicemente, mi fanno ridere quelli che puntano il dito contro di lui accusandolo di “pazzia”, di “essere prezzolato” etc. etc.
      Lui ieri ha prodotto un DOCUMENTO di una gravità inaudita: si tratterebbe (vedi l’uso del condizionale) di una copia di una lettera inviata da suo padre Vito a Dell’Utri e Berlusconi. Potrebbe anche avere lo stesso valore della carta igienica, ma se non fosse così? Questo è il nocciolo della questione e questo va accertato.
      Insomma, Ciancimino non sta dicendo che è stato rapito dai marziani e inseminato da una creatura aliena: sta parlando di fatti che riguardano la nascita della formazione politica dell’attuale PdC, fatti che gli sono stati riferiti dal padre, personaggio ben inserito in certi ambienti e depositario di molti (troppi?) segreti.
      Tutto deve essere riscontrato, vagliato, valutato, periziato e chi più ne ha più ne metta.
      Ma ricordo a tutti che se si considera “pazzo” il Ciancimino del 2010 allo stesso modo va considerato pazzo il Bossi d’annata del 1996, quando pacatamente e serenamente appellava Berlusconi come “il mafioso di Arcore” e su “La Padania” venivano messe in prima pagina 10 domande sull’origine di soldi di B. al cui confronto le famose 10 domande di Repubblica sul caso Noemi-D’Addario sono solo un trastullo da educande.
      Poi ognuno è libero di pensarla come vuole ma, per favore, evita di dirmi che mi dimentico le regole basilari della democrazia: chiunque legga quello che ho scritto non può che sorridere leggendo queste tue parole nei miei confronti. Chi ha responsabilità di governo, proprio e soprattutto per questo motivo, ha l’obbligo della trasparenza nei confronti degli elettori: non sono parole mie perchè prima di me le ha dette un certo Paolo Borsellino.

    23. perche’ ci si meraviglia delle dichiarazioni di Ciamcimino??? Ricordo a tutti che il fondatore di FI e’ gia’ stato condannato (ancora solo in primo grado) per concorso esterno in associazione mafiosa…

    24. Sig. Michele P. , quando parla di ricovero parla per lei e per chi altro?

    25. @Rosalio: essendo un “abituè” di questo e di altri blog so perfettamente che non si usa il maiuscolo. E’ evidente che mi è scappato e che mi scocciava ridigitare. (Mi ma si ffattu pillicuso…..; ) )

      @zelig: un nome un programma…..è il caso di dire….

    26. sono interessato di sapere tutto x spirito di verità, sono stanco di stragi, balletti di soldi,verità negate e chi ha retto male la cosa pubblica paghi la sua colpa da vivo e non da morto. per poi magari riabilitarlo e dedicargli una strada a titolo di risarcimento.

    27. Se non ricordo male, avevo sentito un’intervista a Scarpinato che, a proposito della fine della strategia stragista di Cosa Nostra, alluse a cambiamenti politici che avevano contribuito a tale fine. Il giudice, sollecitato dal giornalista, disse: “e non aggiungo altro”. Lì per lì avevo appunto pensato ad un partito nato tra il 93 e il 94. A sentire ora Ciancimino mi viene il dubbio che quella che lui descrive sia in realtà una ipotesi già stata presa in considerazione in qualche altra inchiesta.

    28. […] Ciancimino in aula: “Forza Italia è nata grazie alla trattativa” Massimo Ciancimino, figlio dell’ex sindaco di Palermo Vito, è in aula per la terza giornata di deposizioni al processo Mori. Ciancimino ha chiamato in causa Forza Italia: «Nel 1994, l’ingegner Lo Verde, alias Bernardo Provenzano, mi fece avere tramite il suo entourage una lettera destinata a Dell’Utri e Berlusconi. blog: Rosalio | leggi l'articolo […]

    29. …però, dall’esterno, è come se i pezzi del puzzle stiano cominciando a combaciare. Solo a volere stare ai fatti che abbiamo vissuto. E i fatti più eclatanti sono le morti, gli attentati, i silenzi della politica. Mi chiedo cosa impedisce ormai i grandi capi mafia di rendere la loro testimonianza. Mi pare che non abbiano più nulla da perdere… o no?

    Lascia un commento (policy dei commenti)