sabato 21 ott
  • Stefania Petyx ha parlato ancora di beni confiscati alla mafia

    Nella puntata di ieri di Striscia la notizia su Canale 5 Stefania Petyx è tornata ancora a parlare dei beni confiscati alla mafia e delle incredibili destinazioni di terreni, immobili e imprese.

    AGGIORNAMENTO (nuovo video):

    Palermo
  • 51 commenti a “Stefania Petyx ha parlato ancora di beni confiscati alla mafia”

    1. il 1°servizio avrebbe anche potuto far pensare ad una banale svista (ma quannumai , però vabbè ci stà).
      il 2° dimostra che c’è proprio una mala gestione
      il 3° dimostra CHIARAMENTE il dolo.
      Ora, che me ne fotte che il sindaco vuole una revisione di questi beni?
      Cioè fatemi capire, tutto quello che succederà è andare a rivedere “le carte”?
      Ed il responsabile/i di tutto questo se ne esce pulito come sempre?
      E ancora, perchè deve essere Stefania a scoprire queste cose? dove sono i “ferrandini”, i “forgiuti” i “terminilli” ( tutti armali strani)e compagnia bella?
      A tutti quelli che qui:
      http://www.rosalio.it/2010/03/03/di-bordello-mala-amministrazione-sangue-nelle-strade-e-altre-normalita/#comment-272913
      ancora si ostinano ad incolpare la semplice cittadinanza per lo sfacelo della città, vorrei dire:
      Io, con il mio voto demando a delle persone di Dx o Sx il governo della città ed ad altri il controllo, la sorveglianza, il contrasto (se fatto malamente) del primo.
      Per fare questo li pago profumatamente, sperando che passino parte della loro giornata a guardarsi qualche carta.
      Se i primi ed i secondi sono dei farabutti, al cittadino non rimane che prenderla in saccoccia, non solo, parte di quei cittadini, certo che si diventeranno malopopolo; Perchè se io fingo un’associazione, se riesco ad ottenere così facilmente un bene confiscato alla mafia ( che si suppone monitorato con MOLTA attenzione), non solo commetto quell’imbroglio, ma sapendo per certo come funziona, mi sbizzarrisco, tanto lo sò, non mi succede niente.
      Non solo, il cittadino che è stato “agevolato”, voterà e farà votare un’altra volta gli stessi FETENTI, fottendosene della munnizza, del traffico e roba bella.
      E’ logico che quei 4 gatti che ci lamentiamo, poi, veniamo accusati di eversione.
      AIUTOOOOOOOOOOOOOOOOOOO!
      BORA BORA … ARRIVOOOOOOOOOOOOOOOO

    2. Stefania! Stefania!
      Sei bellissima!

    3. Brava Petyx, sempre con te..

    4. PALERMO 05/03/10
      SPETT/LE
      REDAZIONE DI STRISCIA
      DOTTORESSA
      PETIX
      DA
      GIUSEPPE GUDDO E DIPENDENTI
      IN DATA ODIERNA IO GIUSEPPE GUDDO E DIPENDENTI VISTI I PROGRAMMI TELEVISIVI DEL 03/03/2010-ED IL 04/03/2010-DOVE ELLA SI OCCUPAVAVA DEI BENI DESTINATI PERCHE NON PUO VALUTARE LA NOSTRA SITUAZIONE E VERIFICARNE
      LA VERIDICITA DEL CASO E SE LO RITIENE DI DIFENDERCI .
      SIAMO AFFITTUARI DI UN LOCALE COMMERCIALE CONFISCATO AL MOMENTO DEL
      SEQUESTRO GIA DA DIVERSI ANNI ERAVAMO DENTRO AL MOMENTO DELLA CONFISCA IDEM. CI NOTIFICANO LO SFRATTO COME SE FOSSE UN APPARTAMENTO
      NON UN CENTRO COMMERCIALE.
      GIUSEPPE GUDDO E DIPENDENTI TUTTI
      L’AVORO N 12 DODICI PERSONE MESSE IN REGOLA A TEMPO INDERMINATO.CON
      UN TOTALE DI 37 TRENATASETTE NUCLEI FAMILIARI .
      SE VUOLE ALTRI CHIARIMENTI PUO CONTATTARCI
      AI SEQUENTI NUMERI
      091/6760761-FAX 091/404149-333/8729814
      CORDIALI SALUTI
      NB CI ANNO NOTIFICATO LO SFRATTO SENZA VOLERSI PREOCCUPARE DEI POSTI DI

    5. Peccato che Giuseppe non abbia aggiunto che tipo di attività/lavoro svolge assieme ai suoi colleghi.

    6. Arrivati a questo punto, il rischio è l’assuefazione. Grazie Stefania perché tra mille armi di distrazione continui a riportanci su questa terra, dove furbi e amici degli amici non perdono tempo e se ne approfittano.
      Un saluto dalla capitale

    7. ci provo! 🙂
      Nella nostra società ci sono aree di cattiva gestione pubblica, illegalità pubblica e privata, ecc.
      Ma fino a quando i fari della stampa, o della giustizia, non si dirigono su un dato ambito, quell’ambito in cui vige illegalità o mala amministrazione continua a persistere in quanto ci sono individui che ne traggono un proprio vantaggio economico o di posizione occupazionale. E fin qui’ sto dicendo cose vecchie come il cucco. E le conferme negli ultimi tempi a Palermo le abbiamo avute sotto gli occhi con una certa costanza.
      Quello che mi domando leggendo commenti su questi post, è:
      ma pensate che la nostra società, nella maggior parte dei suoi individui (amministratori pubblici o privati cittadini) sia regolata da principi ed etiche elevate, nobili a livello umano ?
      Non mi sembra vivendo a Palermo da una vita !!!
      Quindi io non mi meraviglio se c’è un amministrazione, si pagata con i nostri soldi pubblici, che non svolge il lavoro in maniera egregia e professionale come invece dovrebbe svolgerlo. E’ la natura di molti individui!!! Se la giustizia o la stampa scopre quella sacca di illegalità o cattiva gestione pubblica, allora le cose cambiano perchè si apre un indagine, si scrive nei giornali, un po’ di indignazione pubblica e a volte si arriverà ad una sentenza.
      Ma se diversamente la stampa e la giustizia non arrivano a quella sacca di illegalità o cattiva gestione pubblica, allora quel sistema che regola quella sacca cancerosa continuerà a perseverare nel tempo, generando privilegi per qualcuno.
      In questo contesto, io non mi meraviglio dell’esistenza delle sacche cancerose (natura umana difettosa, perversa, schifosa, chiamatela come la volete chiamare … ma esiste ed esisterà sempre), mi meraviglio invece dei cittadini, migliaia di cittadini, che consapevoli e spessissimo testimoni di centinaia di sacche cancerose (che erodono i nostri soldi pubblici) non fanno assolutamente nulla per denunciare, portare alla luce della giustizia i fatti ai quali assistono quotidianamente e che rappresentano il marcio della società in cui viviamo.
      Io non mi scandalizzo di cio’ che scopre la Petyx, ma almeno lei lo scopre e lo scaraventa in faccia a tutti e spesso indirettamente (ma per forza di evidenza pubblica) anche alla giustizia, non mi scandalizzo se un assessore promette di inaugurare in un giorno un parcheggio e passano gli anni senza che nulla avviene, oppure promette di sistemare una scuola pubbblica dove piove dentro ma invece poi il tempo smentisce le promesse istituzionali, non mi meraviglio di tutto cio’ in quanto ho capito che nella terra in cui vivo queste cose sono possibili perchè la gente (migliaia, centinaia di migliaia di cittadini) resta passiva, non si ribella, non mette in moto un movimento (di idee, azioni, manifestazioni, ecc.) che in breve tempo possa cambiare quello stato canceroso di cose o quanto meno possa far comprendere agli amministratori pubblici che i cittadini si sono seriamente stancati e ora vogliono cambiare.
      Questo è il problema a mio modo di vedere. Se tu non ti ribelli, quell’amministratore sa che non ti ribelli e quindi non trova forti stimoli nel cambiare in meglio un servizio pubblico, che necessita di azioni che sa essere abbastanza impegnative (individuazione di risorse economiche, messa in moto di gruppi di lavoro che si occupino della gestione esemplare di quel servizio, ecc.). Quindi la mediocrita e la gestione emergenziale della cosa pubblica resta il sistema di riferimento nella pubblica amministrazione.
      Se penso …….che in una periferia di una citta’ tedesca una volta mi è successo che ho sostato con le ruote anteriori dell’auto (erano circa le 23) su delle striscie pedonali (non c’erano persone ne’ auto nel raggio di 100 metri) e una vecchietta in auto accostandomi mi disse che stava direttamente chiamando la polizia (in effetti aveva il cellulare alle orecchie) per denunciare che io stavo dove non dovevo stare…. io dissi che stavo per andarmene e restai lì perchè stavo studiando la cartina della città, e dopo meno di 5 minuti arrivo’ la polizia che mi multo’ infischiandosene delle mie motivazioni di turista persa nella notte (le regole sono regole per tutto il genere umano e a qualsiasi ora; noi non ci siamo abituati a questi concetti complicati!).
      Non si perdono in chiacchere, agiscono quando immediatamente sono testimoni di sacche di illegalità e cattivi comportamenti. Questi sono popoli civili, non noi. Poi nei 700.000 palermitani indubbiamente ci sono persone corrette, oneste, e la cui vita è regolata da un etica ben precisa, ma non crediamo che questi possano rappresentare % consistenti e tali da potere avviare cambiamenti radicali e in breve tempo in questa città, perchè l’altra parte dei palermitani è mooolto mooolto piu’ numerosa e la fa da padrone imponendo lo schifo al quale assistiamo quotidianamente.

    8. E’ MOLTO SEMPLICE. L’ASSEGNAZIONE DEI BENI SEQUESTRATI ALLA MAFIA DEI COLLETTI NERI, QUELLA DEI “PERI INCRITATI”, VIENE GESTITA DA MAFIOSI DAI COLLETTI BIANCHI, POSSIBILMENTE SU SUGGERIMENTO DEI COLLETTI NERI CHE PORTANO VOTI AI COLLETTI BIANCHI.
      C’E’ CHI SI FA ASSEGNARE I BENI NON PUBBLICI, C’E’ CHI SA’ COME FARSI APPROVARE PROGETTI COPIATI DA ALTRI COMUNI… E VIA COSI’.
      SE QUALCUNO HA UN’ALTRA LETTURA DEL FATTO, ME LA SUGGERISCA.
      QUELLO CHE NON COMPRENDO E’ COME I QUOTIDIANI, ED ANCHE SITI COME SICILIAINFORMAZIONI.COM, TRASCURANO O PEGGIO IGNORANO L’ACCADUTO CHE E’ GRAVISSIMO.
      MI CHIEDO ANCHE SE QUEL FACCENDIERE CHE HA PROPOSTO ALLA RAGAZZA DI GESTIRE IL PROGETTO COPIATO DAL COMUNE DI MONZA PER IL DOPOSCUOLA DEI RAGAZZI, NON PUO’ FARLO IN PRIMA PERSONA IN QUANDO GIA’ IMPIEGATO DELLA GESIP… ??
      RAGA’…. MI..A CHE S C H I F O
      (HO VOLUTAMENTE SCRITTO IN STAMPATELLO PERCHE’ MI VIENE DA URLARE)

    9. @Goku
      leggo semprei tuoi interventi perchè sono sempre precisi e stimolano riflessione, ma stavolta hai un pò toppato…nei paesi civilizzati a fare le inchieste e scoprire il marcio non sono le opposizioni ma sono i giornalisti, è il loro lavoro e il loro pane quotidiano, le opposizioni in quanto istituzione portano non hanno potere di inchiesta non sono magistrati ne giornalisti ma politici il loro compito è altro.

      Casi illustrissimi a riprova che quello che dico è non è aria fritta..
      NIxon non si dimise perchè l’opposizione ha fatto qualcosa ma perchè un giornalista scoprì che aveva cimici per spiare l’opposizione democratica che non si erano accorti di nulla..
      in Germania Koll ha avuto problemi coi giornalisti che hanno scoperto finanziamenti al suo partito poco trasparenti, e non perchè il Psoe abbia fatto chissà che..
      etc etc

      Stefania fa il suo lavoro benissimo da sempre..da quando lottava contro il muro di Mondello e grazie a lei abbiamo avuto una quasi vittoria totale, ai baraccati..

    10. Ma è tutto nella regola…non capisco di cosa vi stupite ancora. A Palermo basta avere amici nei posti giusti e si può fare tutto quello che si vuole. Se, per dire, conoscete qualcuno al consiglio comunale, niente di strano che vi possa fare costruire un bel cesso al centro di via ruggero settimo, sulla strada…i palermitani diligentemente lo scanseranno, lo guarderanno, rideranno, ma non si preoccuperanno più di tanto, alla fine si abitueranno anche a quello. E se l’amicizia è molto influente, potrete anche ottenere il blocco totale del traffico nei giorni e negli orari in cui voi dovete, giustamente, utilizzare il cesso…

    11. Un modo per limitare gli abusi nella gestione dei beni confiscati alla mafia è chiederne la trasparenza. Perchè l’opposizione al sindaco che è maggioranza al consiglio comunale non obbliga gli uffici del comune a pubblicare su internet la lista degli immobili a disposizione con caratteristiche e descrizione dettagliata delle associazioni assegnatarie?

    12. bella idea, mi sei piaciuto Libero,
      allora per trasformare l’idea in fatto concreto, contatta uno o piu’ consiglieri dell’opposizione e chiedi di farsi portatori in consiglio comunale di questa tua idea (cioè pubblicare su internet la lista degli immobili a disposizione con caratteristiche e descrizione dettagliata delle associazioni assegnatarie).
      Se la tua idea resta solo nella tua testa o resta solo scritta in questo blog, non produrrà alcun effetto (poi si dirà che nessun consigliere di opposizione aveva letto questo post, anche se ormai sappiamo che non è così 😉 .
      Se invece la proponi ad un consigliere (manifestazione della volontà popolare), mandandogli un email o una lettera, oppure andando a parlare direttamente con uno/a di loro, puoi contribuire, nel tuo piccolo, al processo di cambiamento del nostro marcio sistema.
      Ci dovremo abituare a rendere subito concrete le idee che ci vengono in mente, altrimenti le idee restano solo idee e non mutano il corso degli eventi.
      La Petyx, ha avuto l’idea, ha fatto indagini in internet, ha accumulato materiale e informazioni e poi si è mossa inviando il cameramen (telecamera nascosta) a fare domande e indagini sul posto; alla fine ha ricamato tutto e ha costruito il servizio che è andato in onda: dall’idea alla diffusione delle informazioni su territorio nazionale, lavoro completo, ma quello è il suo lavoro.
      Noi nel nostro piccolo possiamo fare tanto di concreto, perchè poi alla fine le idee le generiamo e le scriviamo nei blog.

    13. Ancora non è chiaro forse che di tutte le nostre lamentele il 95% viene volutamente ignorato.. la Petyx è grandiosa, e siamo grandiosi noi che non ci arrendiamo al modus vivendi palermitano, ossia “AmiciDegliAmici”. Ma non posso fare a meno di credere che non sia normale che per avere informazioni su quanto viene combinato ai piani alti di Palermo si debbano fare indagini su internet… tristezza… mandiamoli tutti a casa.

    14. ..Esattamente.

    15. Se i responsabili dei controlli sono nominati su base fiduciaria e non per concorso, i controlli, necessariamente, fanno acqua …

    16. Leggendo il Giornale di Sicilia ho scoperto che lo stesso Di Liberto è anche vice presidente del Centro Padre Nostro. Ora si capisce il come mai dei tanti fondi a loro dati. Sul loro sito ho trovato il link dei loro bilanci in cui si trovano finanziamenti per quasi il milione l’anno. sicuramente Brancaccio sarà diventato una piccola Svizzera con tutti questi soldi investiti lì. qualcuno di Brancaccio lo può confermare? E dire che il loro presidente sul sito si dichiarava indignato della realtà scoperchiata da Striscia nel primo servizio. Che ridereeee

    17. Ok, Sandra.
      Ho seguito il tuo consiglio, ed ho girato il mio commento con la proposta di maggiore trasparenza sul sito del consigliere Nadia Spallitta.
      http://www.nadiaspallitta.it/index.php?option=com_content&task=view&id=1171&Itemid=49#JOSC_TOP
      Invito tutti voi a fare altrettanto con gli altri consiglieri.

    18. Sandra, è così che si fa! E’ bello vedere che si comincia a capire l’importanza del ruolo che ciascuno di noi ha e di quanto il fare di ciascuno sia indispensabile, tanto quanto il proporre delle idee e delle soluzioni.

    19. andare a parlare con i consiglieri?
      per farsi prendere per il culo appena esci dalla stanza?

    20. L’ho sempre pensato e lo ribadisco ancora ora…che programmi come striscia la notizia e le iene sono di fondamentale importanza per il nostro paese…chissà ancora quanti intrallazzi ci sono da scoprire….
      Per quanto riguarda il servizio…no comment…abbiamo una vergogna di sindaco…che si fa odiare sempre di più…e intanto i soldi del suo ricco stipendio continua a prenderli…ecco perchè ride sempre!!!!
      Purtroppo, io per primo, sappiamo solo lamentarci di fronte a fatti del genere…siamo ormai veramente assuefatti…perchè più scandali di questo tipo accadono e più non cambia nulla ai vertici del comune di Palermo…L’acqua li bagna e il vento li asciuga…e siamo punto e a capo…invece occorrerebbe organizzare una sommosa popolare e buttare fuori tutti a calci in ….uno alla volta…ma non dal comune di palermo…direttamente dalla nostra bella Sicilia!!!E’ ora di dire BASTA!!!

    21. Ciò che non si evince dal servizio di Striscia è un’altra cosa: la ricerca che il Comune di Palermo paga cca. 750.000 euro l’anno non è altro che l’elaborazione grafica dei dati demografici che il Comune di Palermo invia all’Unione degli Assessorati.

    22. chissa’ perche’ la petyx non parla mai delle faccende del berlusca di mangano di dell’utri e di “superman” bertolaso…..

    23. caro ludovico ferdigotti gialdini vien dal mare… dovesse la petix parlare anche delle tue faccende…..

    24. … ludovi’ .. te sei dimenticato Marrazzo …

    25. e dello scandalo del G8 alla maddalena? e della ricostruzione de L’Aquila? perche’ non ne parla la petix? e se riuscira’ al cavaliere nero di fare il decreto sulle liste alle regionali, ne parlera’ la petyx di questo golpe?….

    26. Ludovico forse perché è l’inviata dalla Sicilia e non c’entrerebbe una mazza? 😀

    27. forse dell’utri e mangano (che non sono milanesi….)
      non hanno mai avuto a che fare con cosa nostra? (che non e’ milanese…)o forse a striscia la notizia distribuiscono bavagli agli inviati quando si deve parlare del “manovratore”?……….

    28. Vi invito a rimanere in tema. Grazie.

    29. Quando ho visto i servizi della petix,ho pensato
      che schifo di persone ci rappresentano non finirà
      mai,mi vergogno di essere italiana quando sento
      queste nefandezze.
      Fa bene la petix a denunciare qeste cose.
      Vorrei la politica svecchiata,visi nuovi,giovani
      che vivono la vera vita reale,non come i ns.politici solo per sentito dire.
      Un saluto a tutti voi da Paderno Dugnano(mi)

    30. Ludovico, ammuagghiala!
      In genere la Petix va a rimestare nella melma dei fatti oscuri e per questo si può considerare una vera reporter.
      Sui processi a Dell’Utri sono stati scritti libri e chiunque ha la possibilità di informarsi, …certo chi guarda solo il TG1 di Minzolini si trova in difficoltà, ma quella è un’altra storia….

    31. chissa’ se la petyx e i “reporter” di striscia andranno con il tapiro d’oro…. a chiedere spiegazioni del “decreto interpretativo” al cavaliere nero e la sua accolita… eh no! questo non si fa ….. non bisogna disturbare il manovratore…..

    32. ludovico ma come è possibile che NON RIESCI A CAPIRE che qui stai parlando di una GIORNALISTA,VERA che abbiamo la fortuna di avere qui a PALERMO e tu ancora che parli di cavalieri neri,dell’utri,mangano etc..etc…questo è lavoro per altri ed altri ,pochi,ci provano…se non hai nulla di meglio da fare ti consiglio di seguire il processo MORI….magari qualche risposta riuscirai ad avere ..non tutte ..ma qualcuna…

    33. tutto quello che avresti voluto sapere sul sig.DiGregorio e non hai osato mai chiedere….
      questo è quello che mi piacerebbe sapere..
      Stefania BUON LAVORO!
      e salutami i vigili….che vigilano…

    34. Intanto la reporter Petix mette il microfono sotto il naso a Cammarata e Co. dopo aver messo bene in evidenza le nefandezze della loro amministrazione.
      Non le si può dare la colpa che il manovratore riesca ancora a mantenere la foglia di fico mandando avanti i vari Belpietro, Porro, Feltri, Vespa (al momento in panchina)…
      ….la pentola ormai è colma,anche la foglia di fico sta per cadere ed appena il re sarà nudo anche il suo ventennio verrà giudicato come merita ….
      …ma anche quella è un’altra storia…

    35. la petyx e’ stipendiata da berlusconi, questa e’ una anomalia indiscutibile, in italia l’informazione non e’ libera perche’ in mano a padroni e gruppi industriali @ pequod per me giornalisti veri sono stati M.De mauro, P.Fava, M.Francese,P.Impastato,P.Alfano, per uscire fuori dalla nostra isola: I.Alpi, e un giornalista ancora vivente (chissa’ per quanto ancora…) Piero Ricca.

    36. Ludovico sei fuori strada vedi…la petix si occupa di fatti in sicilia…in particolare su palermo…già per dell’utri ci stanno pensando…che servizio sarebbe se la petix parlasse di dell’utri dicendo le stesse cose che già sappiamo?????

    37. la petyx non ha mai parlato di mafia quando la notizia poteva essere minimamente collegata alle vicende giudiziarie del suo datore di lavoro, questo e’ un fatto ineccepibile.

    38. @ Tonjo
      Innanzitutto lasciami ringraziare per i complimenti che credo esagerati, non è falsa modestia.
      Mi affaccio in questo Blog per dire la mia, ma .. sempre convinto che posso “toppare” e sempre convinto a fare un passo indietro se mi si convince dell’errore.
      Nel caso specifico non mi hai convinto, mi dispiace.
      Hai portato ad esempio delle famose inchieste giornalistiche che avvalorano e rafforzano la mia tesi, erano inchieste che riguardavano UNA parte degli amministratori.
      Nel nostro caso, l’opposizione SA, DEVE sapere, di avere in dotazione dei beni, sono cose che hanno sentito all’interno del “palazzo”, carte che sono passate, che AVREBBERO dovuto leggere.
      In buona sostanza caro Tonjo, io ragiono sempre terra terra, e se io fossi un consigliere comunale, alla risaputa dell’esistenza di questi beni che sono della collettività mi farei la semplice domanda: “ chi decide a chi vanno? Quanti sono?quali sono i criteri d’assegnazione?”
      E’ ragionevolezza questa, manco politica.
      Nessuna indagine, nessuna inchiesta.
      Tonjo “amo” tantissimo Stefania, il suo lavoro è sempre superlativo, questo in particolare ha messo in evidenza lo schifo che ci amministra, la pochezza politica (Dx e Sx) che è seduta sui “nostri” scranni.
      Caro Tonjo difficilmente al “pastificio” si fanno i pasticci usando farina illegale se … il pasticciere che è vicino stà attento e denuncia.
      A meno che …. il primo, ogni tanto non regali qualche sacco di farina anche all’altro.
      E ora scusa, BORA BORA mi aspetta … 😀

    39. esiste la 4° Commissione che si occupa di Igiene e sanità; Servizi ecologici; Solidarietà sociale; Sicurezza sociale; Alloggi.

      http://www.comune.palermo.it/comune/consiglio/Consiglieri/elezioni_2007/commissioni_consiliari_permanenti.htm

      Presidente: Greco Giovanni, Vice Presidente: Furceri Salvatore, Componenti: Di Gaetano Vincenzo; Milazzo Giuseppe; Mineo Rosario, Monastra Antonella; Trapani Ivan.
      Domandiamo ai membri di questa Commissione informazioni sulle procedure di assegnazioni dei beni a cooperative sociali e onlus.
      Sicuramente una Commissione consiliare che si occupa di Solidarietà Sociale potrà fornire elementi utili alla comprensione del problema dell’assegnazione di beni pubblici.

    40. Anna, sentiamo che ha da dire la Monastra …

    41. ” Striscia la notizia ” è la più abominevole delle trasmissioni televisive insieme a Vespa ( ed ai reality ). La più classica delle trasmissioni berlusconiane. Il Paese che ne esce fuori sembra quasi un Paese normale, sotto controllo, con qualche problema ma anche con l’ottimismo della brava gente. Anche Palermo è così. Si, forse qualche problema in più, però che sfondi talvolta, che mare. E non si guarda in faccia a nessuno. Ne è testimonianza l’inchiesta sulla barca del sindaco. Non ho più seguito quella vicenda. Immagino che i colpevoli siano stati indivituati, perchè la giustizia prima o poi ha la meglio e se non è così ci sarà qualcuno che ci terrà informati. Rimasi impressionato dal numero di barche che si vedevano in quel servizio. Quante barche, di chi sono tutte quelle barche ? Smettiamola allora con questa storia della città a basso reddito. E con tutte queste classifiche che vedono Palermo sempre agli ultimi posti. Tranne che in quella del Campionato di Calcio. Di Serie A.

    42. Goku e Tonjo, avreste ragione entrambi, opposizione ed informazione libera dovrebbero essere i cani da guardia del popolo verso il potere.
      Tu Goku, dicevi ieri mattina che chi si lamenta è tacciato di eversione….ma l’atto finale del golpe c’è stato, e non l’abbiamo compiuto noi, è stato un golpe light, senza carri armati e senza esercito; ma si è svolto di notte, al buio, di nascosto.
      Le Leggi ordinarie per questa gente non esistono più, quanto ancora potrà resistere l’argine della Costituzione?
      Prepariamoci…. stiamo tornando all’8 settembre ’43 e non sappiamo se riusciremo ad avere un 25 aprile’45

    43. @ Spillo68
      Ti straquoto.
      E come siamo addormentati, assuefatti, noi italiani difficilmente ci sarà un 25 aprile.
      Quanti saremo alla macchia del pellegrino o della ficuzza?
      io, tu e pochi altri. 🙁

    44. i soldi con cui vengono prodotte trasmissioni come striscia la notizia le iene ecc… provengono dai capitali di berlusconi, che secondo le ultime dichiarazioni del figlio di Ciancimino (ex sindaco di cosa nostra) si sono formati con il riciclaggio di danaro sporco proveniente dalla mafia, questi sono atti processuali non smentiti, se non cominciamo a fare chiarezza su questi fatti non potremmo mai accertare la verita’ e onorare la memoria dei martiri della mafia: Falcone Borsellino Costa Chinnici Cassara’ Montana Fava Impastato…..

    45. @spillo68, ti straquoto anche io.
      ieri è stata una giornata nera per la democrazia.
      ne piango la definitiva dipartita.
      e allora mi chiedo, come cittadina del (banana) bar sport, che vuoi che siano quattro assegnazioni fasulle a quattro onlus fasulle rispetto a quanto è successo stanotte?
      robetta da ragazzini, quattro ladri di polli e manciate voti sicuri. un po’ di fumo negli occhi per crederci ancora un paese normale che si indigna…
      ma questo paese non ha più speranza!
      @goku, sto pensando di venire a bora bora con te.

    46. Il consigliere Nadia Spallitta ha pubblicato sul suo sito l’elenco degli immobili confiscati alla mafia e assegnati dal comune di palermo ad associazioni varie.
      http://www.nadiaspallitta.it/index.php?option=com_content&task=view&id=1181&Itemid=1
      Non è la trasparenza a cui avremmo diritto ma è un documento ufficiale su cui possiamo fare da cittadini le nostre osservazioni.
      Facciamolo conoscere e controlliamo eventuali anomalie.

    47. Brava Nadia: la democrazia è nulla senza controllo …

    48. Cara Stefania, visto che sei indignata da come viene utilizzato il nome di Padre Puglisi, perchè non vai a vedere negli anni quanti bei soldini hanno guadagnato Di Liberto & Co con il Centro Padre Nostro, in nome di un fantomatico spirito di volontariato?

    49. ..che popolo di garantisti e giudici imparziali e sopraffini!

    Lascia un commento (policy dei commenti)