domenica 20 ago
  • Amministratori a processo per lo smog, Cammarata non parla

    Diego Cammarata Giovanni Avanti

    Il sindaco di Palermo Diego Cammarata non ha accettato di farsi interrogare al processo relativo ai livelli di inquinamento in città nel quale è stato rinviato a giudizio per omissione di atti d’ufficio.

    Ha risposto alle domande del pubblico ministero l’ex assessore comunale all’Ambiente Giovanni Avanti: «Abbiamo creato le piste ciclabili, non disegnandole sui marciapiedi ma realizzando spazi appositi. Abbiamo voluto gli incentivi per le auto ecologiche e cercato di ridurre in ogni modo il livello di emissioni di gas nell’aria. Ma a Palermo non è facile, perché non sono mai state realizzate le grandi opere che potrebbero rendere concorrenziale il trasporto pubblico». Ha testimoniato anche l’ex assessore al Traffico Lorenzo Ceraulo.

    Palermo
  • 11 commenti a “Amministratori a processo per lo smog, Cammarata non parla”

    1. non e’ che non ha voluto.
      anzi; avrebbe voluto ripetere tutte le mi.. le cose che ha detto in tutte le tv private…
      ma non puo’ parlare poveraccio.
      ha due costole incrinate.. gli viene male.
      avanti invece sta benissimo e le mi.. e le cose come stanno le ha sapute dire benissimo.
      la colpa non e’ delle loro scelte, ma di palermo.
      Piuttosto mi sembrano consapevoli, solo ora, che non avevano senso ne’ le piste ciclabili ne’ i fallimentari piani traffico nè le ztl senza un progetto alle spalle.
      Scommetto che pensano anche che con la metropolitana tutto sarebbe piu’ facile.
      Inetti e capaci solo di spendere soldi.
      bleah..

    2. ma Avanti scherza o dice sul serio? Ritiene che a Palermo si possa davvero parlare di piste ciclabili anti-smog? ah già, la colpa probabilmente è di qualcun altro che non ha realizzato le “grandi opere” (così come la colpa della spazzatura è di Orlando ecc.) Avanti così!

    3. Le piste ciclabili !!!!! ahahahahahaaaaahahahaha !!!!

    4. come anche dal titolo di Repubblica Palermo

      Le misure prese mentre era assessore:

      * la settimana della mobilità
      = una settimana all’anno per combattere le polveri sottili e gli altri inquinanti di tutto l’anno ??????
      * le domeniche ecologiche
      = la domenica quando non circola tutta la gente che va al lavoro ????
      * l’imposizione del bollino blu
      = l’iniziativa deriva alla fonte dall’Ordinanza Sindacale del 96 cioè dei tempi del sindaco Orlando (infatti i primi bollini ancora appiccicati nei vetri delle auto portano l’anno 1996).
      * gli incentivi all’uso del gpl
      = mai le news del comune di palermo hanno dato notizia di aver “erogato” un centesimo nè di lira nè di euro ai cittadini palermitani per convertire le vecchie auto a gpl, gli incentivi sono stati concessi dallo Stato italiano alle autofficine che effettuavano direttamente la conversione dei motori a GPL !!!!
      * potenziamento delle piste ciclabili
      = le 2 piste ciclabili realizzate (e ultimate recentemente) non si possono inquadrare come lotta diretta all’inquinamento atmosferico, è un alternativa creata ma non puo’ abbattere l’inquinamento di migliaia di auto.

      Naturalmente mai lotta seria e costante alle doppie file, ai posteggiatori abusivi, mai presenza massiccia di vigili sulle strade, mai pedonalizzazione del centro storico!!!! No questo no !!!!

    5. Sulle piste ciclabili ci posteggiano le macchine.

    6. piste ciclabiliiiiii???!!! signor Avanti è mai andato in bicicletta in questa città?? Mi faccia il piacere.

    7. ma quali misure contro lo smog!!!Ma ci faccino il piacere come disse totò

    8. Smog? non c’è a Palermo!

    9. da tempo ragioniamo con alcuni amici ingegneri sul fatto, che esiste una rete sotterranea di treni che attraversa attualmente la città, e che può essere impiegata facendo le opportune uscite, come metro.
      Non si capisce perché una cosa così banale non possa essere fatta.

    10. siamo ancora troppo indietro, dobbiamo entrare nell’ottica che i mezzi pubblici efficienti si devono pagare, e le macchine si lasciano a casa..
      che una metropolitana non avrebbe abbastanza utenti, e sarebbe una voragine mangiasoldi, si può procedere solo dopo studi sui movimenti reali..
      che la bicicletta in una città pianeggiante e con temperature miti è una vera soluzione.
      etc etc

      insomma siamo sempre lì amministratori inadeguati e cittadinanza orgogliosa di non avere regole..

    11. il 1° ottobre si terrà a Palermo il processo per l’inquinamento atmosferico che vede imputati, fra gli altri il sindaco Cammarata: è la prima volta che in questa terra si celebra un così importante processo. Noi stiamo organizzando una manifestazione per quel giorno per far sì che i media si interessino davvero all’evento. Vi chiedo di partecipare, se siete in Sicilia e se non ci siete, mandateci comunque una mail “di partecipazione” all’indirizzo email redazione@associazioneitalianavittimedellaviolenza.org. E’ importantissimo esserci, far capire che i cittadini sono stufi di morire di cancro o di leucemia senza quasi sapere perchè!

    Lascia un commento (policy dei commenti)