giovedì 23 nov
  • Denunciato operaio Gesip: vendeva panelle e crocché in orario di servizio

    Un operaio della Gesip, società partecipata dal Comune, è stato denunciato per assenteismo e truffa. È stato trovato dietro un bancone in orario di servizio a vendere panini con panelle e crocché.

    Sono stati denunciati anche altri tre dipendenti dell’Assessorato ai Beni culturali e dell’Amia.

    Palermo
  • 25 commenti a “Denunciato operaio Gesip: vendeva panelle e crocché in orario di servizio”

    1. Mah, mi pare strano…
      🙂

    2. BAHHHHHHH!!!!!
      Non è possibile…
      Un altro “Franco Alioto”….
      Mi sorge un dubbio:
      Non è che per caso la panelleria è del Sindaco o del figlio del Sindaco???
      Magari è anche in vendita…
      🙂

    3. Ora a parte gli scherzi, queste sono le stesse persone che pretendono la stabilizzazione.
      A CALCI IN CULO VANNO PRESI!

    4. ….poverino….e che doveva fare?…stare in ufficio senza fare niente ci si annoia!!!
      Bastardi pezzi di merda…..a ZAPPARE!!!!!

    5. mi viene da piangere….

    6. mi viene da ridere…

    7. chissa’ quanti dirigenti e manager durante l’orario di servizio si fanno i casi loro…… facile “sparare sul panellaro”

    8. Questo il dettaglio degli altri tre denunciati:

      – Un uomo di 55 anni fermato ad un posto di blocco mentre era alla guida di un ciclomotore. Oltre ad avere un badge di un altro collega, ha ammesso di essersi allontanato per fare la spesa.
      – Un impiegato dell’assessorato ai Beni culturali è stato fermato a bordo di un’auto senza assicurazione. Ha dichiarato di essersi allontanato perchè impegnato anche a fare l’elettricista.
      – Un tizio di 48 anni in servizio all’Amia è stato sorpreso a sbrigare faccende private durante gli orari di lavoro.

      Se tali notizie, riprese da più testate giornalistiche on line, sono VERE secondo me dovrebbe scattare il licenziamento immediato.
      Non è giusto per noi Palermitani che gli paghiamo i stipendi con le nostre tasse, la nostra TARSU e via dicendo.

      p.s. : sono a casa senza lavoro (a 41 anni suonati) dal 31 gennaio. Invio una marea di CV al giorno e nessuno si prende la briga di rispondermi neanche per mandarmi a quel paese. Vi lascio immaginare cosa provo ( e non sono sicuramente il solo ) quando leggo certe notizie !

      Scusate lo sfogo.

    9. Licenziamento “ad nutum” in modo che sia di esempio! Stamane al bar c’era un omino con la tuta gialla con tutta l’aria di avere altro da fare e che scopa e paletta erano solo una brutta seccatura. Ma è mai possibile?

    10. Non vorrei sbagliarmi ( e chiedo aiuto a qualche esperto di giustizia del lavoro) ma come avevo predetto, Alioto a questo punto rappresenta un precedente, ergo … anche a questi al massimo devono dare al max 3 giorni di sospensione, non si possono usare 2 pesi e 2 misure solo perchè uno faceva cazzilli per tutti e l’altro faceva i caz zilli del sindaco.

    11. il fatto è che sono posti sicuri per cui vale il principio che anche se non faccio niente mi pagano lo stesso..
      ma qualcuno sa spiegarni cosa fa esattamente la gesap???
      (e poi ci chiediamo chi ha votato cammarata…)

    12. @Tonjo: la Gesap gestisce l’aeroporto di Palermo. 🙂

    13. Diteci come va a finire!

    14. Veramente io vorrei finire in galera i dirigenti del panellaro più che il panellaro medesimo. Spero che i sindacati tacciano in questi casi…

    15. almeno erano buone?

    16. E’ una cosa vomitevole. Licenziamento e subito !!!

    17. @ Raffaele Corso
      e .. @ tutti
      ma possibile non capite che a questa gente il posto gli serve solo per il surplus?
      se lo licenzi non gli fai niente.
      lo vuoi punire?
      obbligalo a lavorare, mettilo in un posto che non si puo allontanare e soprattutto ……….
      ritira la licenza commerciale del locale dove lavorava, allora lì si che saranno dolori.

    18. Ma li si mettano a lavorare le persone oneste, modeste e volenterosi…

    19. gesap o gesip? dunni travagghiu?

    20. Ludovico Ferdigotti Gialdini @ : Ognuno la pensa come vuole, il libero pensiero e dunque il libero arbitrio sopra tutto.
      E’ la seconda volta però che trovo nei tuoi commenti, e non solo tuoi, una sorta di filosofia dominante sintetizzabile nel modo di dire tutto nostro : ” Amunì, un ci fu nienti…”.
      Cose che a tutte le latitudini sono motivo serio di licenziamento o reale sospensione dal lavoro, arrivate alla latitudine e longitudine della nostra amata Palermo, si cerca di diluire, come anice nell’acqua.
      Dove può attecchire una cultura del rispetto delle regole, dunque delle leggi,quando si fanno spallucce davanti ad evidenti episodi di malcostume ? Allora, togliendo chi ancora giustamente si indigna, è proprio il sistema totalmente incancrenito da accettare tutto a schiena curva ?

    21. Si chiama flagranza di reato. Si deve essere licenziati in tronco. Punto. Lascino spazio a chi vuole davvero lavorare. Nessuna difesa sindacale vale per chi crede che il lavoro per cui si é pagati non vada rispettato. Via.

    22. E’ sbagliato che ad Alioto abbianoi dato 3 giorni di sospensione. Andava licenziato in tronco. E con lui questi.

    23. Che si riveda la pena di Alioto.

    24. Ludovico Ferdigotti Gialdini, non è la prima volta che ci dice che in altri posti, magari piu’ altolocati ( si fa per dire, perché qui piu’ in alto si va nelle gerarchie piu’ si trovano incompetenze, ammuini, piu’ in basso si scende verso la m… autocensura ) fanno le stesse cose se non peggio. Che vuol dire? Siamo tutti legittimati a delinquere?

    25. PRECISAZIONE……LA GESIP SI OCCUPA DI ALCUNI SERVIZI PER LA CITTA’ DI PALERMO…(PIU’ O MENO SVOLTI)…LA GESAP DI SERVIZI PER L’AEREOPORTO
      L’OPERAIO DENUNCIATO…..NON VENDEVA PANELLE E CROCCHE’ MA MUSSO ….DETERMINATI PSEUDO GIORNALISTI DOVREBBERO INFORMARSI BENE PRIMA DI SCRIVERE CAVOLATE….E CMQ VISTO IL PRECEDENTE CASO ALIOTO….RISCHIA SOLO 1 O 2 GIORNI DI SOSPENSIONE….
      QUESTO VALE ANCHE PER CERTA GENTE CHE NEANCHE SA’ E PARLA SCRIVENDO CAZZ….
      VIVA LA POLITICA PALERMITANE , VIVA IL SINDACO E SANTA ROSALIA….( PURE LEI S’AMMUCCIO’!!!!)

    Lascia un commento (policy dei commenti)