mercoledì 18 ott
  • 14 commenti a “Bevi responsabilmente”

    1. Forse non c’è nemmeno bisogno di questo sacrificio.
      Basta “solo” attendere che il caldo sole di Sicilia faccia evaporare tutto: magari è proprio quel che Cammarata & co. stanno aspettando che avvenga….

    2. Mannaggia a Feisbuc e ai tasti “Mi piace”! Finora 5 persone hanno cliccato sul tasto “mi piace” di Rosalio e 12 sul tasto “mi piace” di Feisbuc. 17 persone che una volta avrebbe commentato e invece oggi schiacciano il tastino!!! 😉

    3. Si, perché le tue vignette lasciano senza palore

    4. @Totò: ma in senso positivo o in senso negativo? 😀

    5. Ma che discorsi fai!

    6. Mi spieghi cos’è il percolato?
      Scusa la mia ignoranza, ciao, sei forte.

    7. “Il percolato è un liquido che trae prevalentemente origine dall’infiltrazione di acqua nella massa dei rifiuti o dalla decomposizione degli stessi. In misura minore è anche prodotto dalla progressiva compattazione dei rifiuti.” (da wikipedia)
      Tradotto: dalla munnizza che abbiamo prodotto sono scolate fuori 100.000 tonnellate di m**da… (liquida per giunta)

      Nello specifico, se non avete ancora organizzato le vacanze estive, a Bellolampo c’è un lago enorme di liquidi derivanti dalla munnizza che attende moltitudini di visitatori. 😉

    8. Hi hi i ihiihihiii!
      Il percolato serve a risolvere i problemi:
      Cammarata X colato = Mer*a

    9. C’è sbaglio, la capacità di un bicchiere da tavola è 200 millilitri, calcolo 142 Kg di m***a procapite cioè circa 700 bicchieri per ciascuno: organizziamoci 😀

    10. sarebbe interessante, in prospettiva, che qualche medico di base della zona cominciasse a tenere una statistica di quanti fra gli assistiti dovessero sviluppare una lesione neoplastica da qui a cinque anni. da confrontare poi con altre zone della città, della provincia, della regione, della nazione.

    11. peggio che in Louisiana.

    12. Evviva a Munnizza e Santa Rusalia!

    13. x morris: molto sinteticamente, il percolato è un infuso di munnizza 😀 prosit!!!

    14. Il percolato è il veleno più potente che esista in natura, non è possibile distruggerlo e quindi viene in percentuali calcolate diluito nelle acque di scarto dei depuratori e gettato in mare, quando questo non avviene ed è il terreno a riassorbirlo il danno ecologico è immenso, ma Cammarata & c. non lo sapevano

    Lascia un commento (policy dei commenti)