mercoledì 18 ott
  • Fisherman’s Wharf e San Francisco

    Ho dimenticato di parlare di una cosa relativa alle turbolenze in volo. Le volte che mi sono capitati voli “bumpy” in Italia ho sentito gridolini/urla/lamentele e ho visto gente attaccata al sedile. Gli americani si comportano diversamente: durante la turbolenza dormono, mangiano e, se proprio devono manifestare qualcosa…si divertono! ‘Sti due disgraziati mentre cominciavo a pensare di fare testamento facevano gridolini tipo ottovolante e ridevano. Ricordarsi di fare finta di niente anche se stai dentro allo shaker (oltre al classico “non applaudire all’atterraggio”).

    Dormo nella stanza di un teenager americano tipico. Ha la batteria, un poster dei Led Zeppelin, dipinge, ha dei libri, un Mac, ama i videogiochi e ha una passione per le magic card. Pare che qui tirino gli zainetti JenSport e di Eastpak che riempiono le nostre classi finora neanche l’ombra.

    Dicono che le californiane siano belle ragazze. Il problema è trovarle, visto che finora ho visto soltanto asiatiche!

    Ci sono dei cartelloni pubblicitari animati fighissimi…praticamente i 6×3 nostri in versione wide ma con la pubblicità che cambia…no, non come quelli di Palermo…hanno un display a contrasto elevato.

    Domenica sono stato a Fisherman’s Wharf, la zona del porticciolo dei pescatori dove si mangiano frutti di mare. Mi ha ricordato molto Mondello (e ciò che Mondello potrebbe essere). In generale i colori della San Francisco Bay, un certo essere socievoli e il clima (anche se di pomeriggio entra il vento dal Pacifico e si gela) accomunano la California alla Sicilia. I chioschetti hanno quasi tutti nomi italiani anche se pare che gli asiatici stiano subentrando nelle gestioni. Quando ho letto l’insegna “Scoma’s” ho pensato al vicesindaco. E mi è passata la fame.

    Fisherman's Wharf

    Scoma's

    San Francisco è una città molto bella e colorata. Le strade sono a volte strette come quelle europee. È facile essere scontato quando si parla di un posto come questo riportando frasi già dette ma, credetemi, i saliscendi di questa città costruita tra le colline che digradano verso il mare sono inimmaginabili finché non si vedono. Già le palermitane non sanno guidare; sadicamente ho pensato di portarne qualcuna con il cambio manuale qui e di godermi lo spettacolo quando dovrebbe fermarsi allo stop con una salita a 45 gradi. 😀

    Lombard Street

    Little Italy, nella zona di North Beach, è molto carina, con localini tipici, pasticcerie, ristoranti e una grande chiesa. I pali della luce sono decorati con il tricolore.

    Little Italy

    E poi tocca ai grattacieli con la Transamerica Pyramid, il più alto edificio di San Francisco (260 metri) nonché uno dei suoi simboli. Il più alto edificio della Sicilia, il grattacielo Ina, è alto 65 metri.

    Transamerica Pyramid

    Nel prossimo post parleremo anche del perfido parente-di-parente-che-a-me-non-viene-niente.

    Le foto sono qui.

    Palermo, Sicilia
  • 9 commenti a “Fisherman’s Wharf e San Francisco”

    1. Tonino, sai che non è facile che mi entusiasmi, ma … si, lo ammetto, questo tuo diario di viaggio mi piace, ottima capacità di sintesi mantenendo un ritmo brillante.
      Complimenti ( ma non ti ci abituare).

    2. ma il bello delle ragazze californiane sono proprio.. le asiatiche! 🙂

    3. Non ti fare ingannare dal clima, a San Francisco non è prettamente californiano, ci vuole il maglioncino anche in piena estate in alcune ore del giorno!!! Le donne americane sono prettamente grasse quelle “bone” sono concentrate in pochi posti, nelle agenzie di modelle o nelle foto delle riviste o in tv.

    4. Grazie Goku. Gilbi vecchio lupo d’aria ihih. 😛

    5. Oppure spostati un po’ più a Sud, dopo Malibu dovresti cominciare ad avvistare le “Californiane da Copertina” 😉

    6. “Già le palermitane non sanno guidare; sadicamente ho pensato di portarne qualcuna con il cambio manuale qui e di godermi lo spettacolo”. – Vista la stima nei confronti delle guidatrici palermitane, ti propongo di rimanere dove sei…..fai megghio fiura!!!!

    7. Barbi un po’ d’ironia no eh ? Tony porta me la prox volta voglio proprio provare queste salite a 45°. Si si lo voglio !

    8. Più che ironia mi sembra sempre un ribattere su luoghi comuni assolutamente logori e ormai assolutamente sfatati….!!Ognuno è libero comunque di vedere il lato ironico dove vuole!

    9. Marid@ e Barbi subito a San Francisco! 😛

    Lascia un commento (policy dei commenti)