lunedì 20 ott

Archivio del 29 giugno 2010

  • Marcello Dell’Utri condannato a sette anni in appello

    Marcello Dell'Utri

    Il senatore de Il Popolo della Libertà Marcello Dell’Utri è stato condannato a sette anni in appello per concorso esterno in associazione mafiosa. La sentenza assolve Dell’Utri per le condotte successive al 1992 (tra cui la nascita di Forza Italia e cioè che coinvolgerebbe il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi) perché il fatto non sussiste.

    Secondo i giudici Dell’Utri intrattenne rapporti con Cosa nostra e in particolare con Stefano Bontate e con gli uomini di Totò Riina e di Bernardo Provenzano.

    Dell’Utri ha definito la sentenza «pilatesca» e ha nuovamente detto che Vittorio Mangano, stalliere ad Arcore presentato da lui a Berlusconi, è stato un «eroe» suscitando la reazione della Giovane Italia (ex Azione Giovani) che ha chiesto di non ricandidare i condannati per mafia e di Azione Universitaria che ha ribattuto che gli eroi siciliani sono Giovanni Falcone e Paolo Borsellino.

    Palermo
  • Ancila dello Zen

    Ancila per le elezioni nazionali si fece quattrocento leuri perché a casa sua sono in otto. Poi s’incazzò di brutto perché per le ultime comunali furono la metà. Quel giovanotto, sempre in giacca e cravatta, glielo disse chiaro chiaro che tanto quello lo eleggevano lo stesso con o senza i suoi otto voti.
    Le avevo suggerito di prendersi i soldi e votare per chi voleva, ma con un sorriso, solitamente riservato ai milanesi o a quelli che non capiscono niente, mi disse che non si poteva fare perché quelli se la squarano dopo due tre giorni e rivogliono indietro i soldi. Lo aveva fatto suo figlio il grande, a sua insaputa, e quando quello venne a dirle che qualcuno della famiglia aveva fatto lo stronzo lei rimase senza parole.
    Quel giovanotto è sempre gentile con tutti noi del rione e spirugghia sempre un mare di cose perché ha aderenze con quelli che stanno llà… Mi capìu?
    Quando cominciò a arricogghiri voti era disoccupato. Frequentava la parrocchia e si metteva sempre a disposizione per noi gente di una certa età: per sollecitare una pratica di mè figghiu che doveva passare una visita e ci volevano tre mesi e dieci giorni e lui ce la fece avere in tre giorni. Poi ci fu il fatto della pensione di Giuvannina, la mia vicina che non ci vede più, e si fece in quattro e ce la fece avere. E poi, le cose giuste, andava a prendermi la pensione che a lui gliela davano pure senza la delega, per arrivare fino alla carta d’identità che mi portò posto casa per metterci la firma.
    E a uno accussì che non chiede niente, quella volta che ti domanda un favore, pure pagato, chi cci rici? Continua »

    Palermo
  • Gemma del sud, un “mito” di YouTube da Palermo

    Dopo il fenomeno Laura Scimone un’altra palermitana sta sbancando con i suoi video sexy e canterini… È Gemma del sud. Ancora una volta mi tocca consigliarveli. ;)

    Ecco un esempio con tanto di karaoke che evidenzia l’aderenza del cantato al testo di Paparazzi.

    E ora Alejandro!

    (mi spiace sottrarre ore al lavoro di tanti dipendenti, soprattutto dopo il post di ieri) :D

    Palermo
  • Il Festino 2010 sarà a basso costo e con un carro “riciclato”

    È stato presentato ieri al Nuovo Montevergini il 386esimo Festino di Santa Rosalia. Erano presenti il direttore artistico Alfio Scuderi e l’esperto del sindaco Philippe Daverio. Il sindaco Diego Cammarata non ha partecipato alla conferenza. I festeggiamenti saranno a basso costo: appena 280 mila euro verranno spesi per la patrona della città, prelevati dal fondo di riserva del sindaco e dai fondi Arcus.

    Il carro commissionato a Luigi Serafini non sarà pronto per il 14 luglio. Il nuovo carro verrà posizionato a Monte Pellegrino il 4 settembre. Durante la parata sfilerà un carro adornato con materiali riciclati dall’anno scorso con una statua in vetro di 2,35 cm omaggiata da Murano e si svolgeranno i classici fuochi d’artificio al Foro Italico.

    Nel 2011 il Festino potrebbe essere affidato a una fondazione.

    Palermo
  • Prime indiscrezioni sul programma della visita del Papa a Palermo

    Benedetto XVI

    Cominciano a circolare alcune indicrezioni sul programma della visita del Papa Benedetto XVI a Palermo di domenica 3 ottobre 2010.

    Alle 10:00 verrà concelebrata la Santa messa al Foro Italico. Alle 17:00 si svolgerà l’incontro con il clero, i membri di vita consacrata e i seminaristi in Cattedrale. Alle 18:00 il Papa incontrerà i giovani a piazza Politeama.

    Palermo
  • Si presenta a Palermo e a Roma la Community di Addiopizzo

    Alle 18:30 verrà presentata al Kursaal Kalhesa (foro Umberto I, 21) nel corso di un aperitivo pizzo-free l’anteprima della Community di Addiopizzo e del relativo sito web, nonché del testo Da Addiopizzo a LiberoFuturo.

    Il volume, di Fausto Gristina, grafico e docente di comunicazione visiva, pensato insieme a Cinzia Ferrara, grafico e docente di comunicazione visiva anche lei, ricostruisce il percorso di crescita del Comitato Addiopizzo sino alla nascita di LiberoFuturo, prima associazione antiracket palermitana, attraverso lo scorrere di alcuni degli artefatti grafici realizzati per promuovere le azioni delle due associazioni. Un testo di Cinzia Ferrara pone l’accento sul ruolo che la comunicazione visiva ha assunto nella promozione di tematiche sociali, facendo riferimento anche a precedenti esperienze culturali italiane. I testi di Vittorio Greco e Daniele Marannano, membri del Comitato Addiopizzo, e di Enrico Colajanni, presidente dell’associazione antiracket LiberoFuturo, esplicitano da diverse angolazioni gli obiettivi e le strategie che hanno contraddistinto l’azione delle associazioni sino ad oggi.

    Domani la Community verrà presentata a Roma nella sede della stampa estera (via dell’Umiltà, 83/c).

    Addiopizzo

    Palermo