domenica 22 apr
  • “La mala siritina”

    L’altroieri sera dopo cena, accaldato e annoiato propongo a mia moglie una passeggiata in zona mare, con la speranza di trovare un po di fresco e gustarci un bel gelato. Ci prepariamo, io mia moglie e la piccola Sofia. Sofia è la mia cagnetta, un cucciolo meticcio di quattro mesi imparentato con un pinscher e un volpino. Decidiamo di andare a Sferracavallo, 15 minuti di strada da dove abito io. Arrivo sul posto, trovo immediatamente posteggio (cosa molto rara…), metto il guinzaglio a Sofia e ci avviamo verso la piazza. Già dopo pochi metri ci imbattiamo in due grossi cani randagi, subito prendiamo Sofia in braccio e cambiamo marciapiede, i due cani dall’aspetto “abbuttato” ci lasciano perdere e si rimettono in posizione di estremo relax, cioè “stinnicchiati” per terra. Proseguiamo verso la piazza, Sofia è sempre in braccio a mia moglie, arriviamo in piazza, ci avviciniamo al mare e ci concediamo il meritato relax al fresco. Il relax dura meno di un minuto, perché mia moglie, dopo aver spiegato a Sofia che quella distesa d’acqua era il mare e non una enorme ciotola piena d’acqua da bere, non appena mette Sofia per terra e l’armaluzzo inizia a sgambettare, arriva galoppando un enorme boxer dall’aria malandrina che punta dritto dritto verso di lei. Se questo randagio fosse stato di colore nero avrei giurato che si trattava della pantera di Borgo Nuovo in trasferta talmente era grosso. Subito riprendiamo la piccola in braccio e cerchiamo di allontanarlo ma lui non se ne vuole andare, ci segue. Abbiamo paura, il boxer è grosso e con due muzzicuni e mezzo ci sbrana tutti e tre. La gente del posto si gode lo spettacolo estivo mangiando simenza e leccando gelati, nessuno si fa avanti per aiutarci, nessun vigile o carabiniere in vista, cerco di mantenere la calma, spingo mia moglie e Sofia dentro un negozio, il negoziante con aria alluccuta ci guarda come se avesse visto i tre re, io corro a prendere la macchina e al volo, faccio salire mia moglie e Sofia, veloce in direzione casa, la nisciuta è terminata. Morale della favola: l’unico fresco che abbiamo preso è quello del climatizzatore della mia auto, il gelato l’ho mangiato a casa in vaschetta e dobbiamo ringraziare Dio di essere sani e salvi a casa. Mi chiedo: perché in un luogo turistico come Sferracavallo, che dopo Mondello è l’attrazione balneare di Palermo per eccellenza, ci debbano essere tutti questi randagi in circolazione? Io dalla chiesa alla piazza di Sferracavallo ne ho contati sei di grosse dimensioni. Perché alle ore 21 non c’è nessun agente di Polizia a vigilare la piazza? Spero tanto che qualcuno al potere provveda in tempo prima che succeda il danno.

    Ospiti
  • 13 commenti a ““La mala siritina””

    1. Mi stupisco che ancora ci si stupisce!

    2. non stupirti … ci sono troppi idioti che portano il loro cane al passeggio senza guinzagio.
      personalmente quando li vedo, invece di dargliela vinta e sussurrare “perche’ non usa il guinzaglio?”, per poi sentirmi rispondere “fatti i ca,,i tuoi”, come si suol dire, opero in un modo che al palermitano non piace.. cioe’ già da lontano “abbannio” “IDIOTA, IL CANE TIENTELO AL GUINZAGLIO”. Tipicamente lo ripeto 2 o 3 volte fino a quando l’idiota di turno rimette il guinzaglio al proprio cane.
      Potendo contare su un buon timbro di voce, ho constatato che al Palermitano non piace fare brutta figura con troppa gente… e cosi’ funziona.
      Con i randagi purtroppo ho poca esperienza ma ho notato che superato il primo momento di terrore (per il mio cane piu’ che per me, com’e’ ovvio per noi amanti dei nostri cani), agitandomi ed alzando la voce anche con loro, si sono allontanati.
      I vigili? .. quelli li vedi ognittanto a fermare macchine con targa pari, euro 2 … o all’ombra di un gazebo di qualche bar.

    3. @Angelo: come rispondeva alla Dandini, la Cortellesi in abiti da Santanché: “Mi stupisco del suo stupìo!”.

    4. Ci siete mai andati a mare alla riserva di Capo Gallo? Andateci. Ogni volta che ci sono andato c’è sempre stato un IDIOTA, a volte in compagnia di un amico, modello punkabbestia, con un cane gigantesco al seguito. Un cane bellissimo, attenzione, ma tenuto senza guinzaglio in mezzo alla gente, cosa pericolosissima nonché molto anti igienica… (il cane si scutulia fra le tovaglie dopo aver fatto il bagno, cammine sulle tovaglie ecc…)

    5. Quozca .. hai mai chiamato la polizia quando ti trovi a capo gallo?

    6. Ormai abbiamo fatto il callo allo stupore…infatti queste sembrano notizie normali…quando cio’ non dovrebbe verificarsi…
      Per la riserva di capo gallo altro che stupirsi…qualcuno ha visto cosa succede i fine settimana??sembra di essere in via libertà…ma l’azienda foreste ke ha il compito di sorvegliare dove sta??????

    7. a sferracavallo le forze dell’ordine ci sono di pomeriggio quando i residenti riposano e mettono la macchina sotto casa… costretti dalla minaccia della multa si devono spicciare a spostare la macchina.

      la sera quando i locali sono in attività non ne vedi nemmeno l’ombra!

    8. Avete mai visto il postino di Sferracavallo inseguito tutti giorni da questi cani randagi?
      Conoscete quanti bei soldini il comune si frega dalla Comunità Europea per il randagismo?

    9. ah ma dei randagi che guizzano all’improvviso nella pericolosissima curva del benzinaio all’imbocco di via Umberto Giordano all’altezza di via Zandonai? ne vogliamo parlare? di quelli di viale delle Scienze, ne vogliamo parlare? e di quelli che bazzicano davanti alla Squadra Mobile, da cui sono stato assalito e che sono i più feroci di tutti? altro che pantera…> BD

    10. Andrea hai la mia piena solidarietà .
      Tante volte sono stato inseguito dai cani all’interno del parco della favorita mentre facevo jogging .
      Purtroppo per il comune , il randagismo, non è un
      emergenza .

    11. il randagismo al sud e’ una piaga. una delle tante. Ve ne siete accorti solo ora? Per i vs. governanti ci sono altri problemi piu urgenti. c’ e’ sempre qualcosa di piu’ importante. A Palermo non funziona neppure la raccolta rifiuti, il problema randagi non viene neppure preso in considerazione!
      saluti dalla Lombardia

    12. Perchè non tolgono quei cani randagi nella villetta accanto lo stadio delle Palme? Sono una decina e stazionano sempre là indisturbati, vedi la gente che corre che deve fare lo slalom per evitarli…Cazzo! nessuno dice niente…anzi! ci sono quelli che gli portano pure il mangiare…sono pericolosissimi e non ci pensano 2 volte se gli dice la testa di aggredirti o in presenza di altri cani.
      E’ diventata una cosa vergognosa..ci sono cani ovunque…infatti ormai meglio essere animalisti a tutti i costi e farsi sbranare…tanto non siamo più palermiTani ma PalermiCani..vergogna

    13. invece di stupirvi per i cani randagi che trovate in strada,stupitevi per la mancanza di interesse dei comuni e dei sindaci a risolvere il problema randagismo. lo stato fornisce ad ogni regione fondi per le sterilizzazioni,i ricoveri,i vaccini e il mantenimento di questi cani.chissa’ perche’ proprio nella vostra regione non si risolve il problema. chi intasca i soldi?ANDATE IN COMUNE PRETENDETE CHIAREZZA E SICUREZZA. capisco anche che abbiate molti altri problemi…le altre regioni hanno risolto il problema.

    Lascia un commento (policy dei commenti)

    Ricevi un'e-mail se ci sono nuovi commenti o iscriviti.