mercoledì 24 gen
  • Stato di emergenza per i rifiuti, Lombardo commissario

    Il Consiglio dei ministri ha decretato ieri lo stato di emergenza per i rifiuti in Sicilia. Il presidente della Regione Raffaele Lombardo è stato nominato commissario.

    L’emergenza riguarda tutto il territorio regionale e Lombardo potrà avvalersi di quattro soggetti attuatori e dei prefetti.

    Gli interventi previsti sono: incremento della raccolta differenziata per arrivare all’obiettivo del 35% entro il 31 dicembre 2011, di cui almeno la metà destinata al riciclo; realizzazione di piazzole per lo stoccaggio della raccolta differenziata, di impianti per la selezione e per il trattamento dei rifiuti urbani o raccolti separatamente; creazione, limitata e temporanea, di nuove discariche o di ampliamento per il periodo strettamente necessario al superamento dell’emergenza; individuazione e realizzazione di interventi, a garanzia del sistema regionale di gestione integrata dei rifiuti nel suo complesso e della funzionalità a regime; avvio immediato delle procedure di realizzazione degli impianti di acquisto delle attrezzature coerenti e funzionali, compresi quelli proposti da privati, a loro carico.

    Palermo, Sicilia
  • 23 commenti a “Stato di emergenza per i rifiuti, Lombardo commissario”

    1. 35% di raccolta differenziata con un riciclo del 50%, meglio poco che niente, solo in un anno è già tanto. Tra le righe si intravede anche la realizzazione di qualche termovalorizzatore, speriamo che siano pochi, piccoli (gli industriali ne vorrebbero tanti e grandi) e situati in aree lontane dai centri abitati.

    2. […] governatore Raffaele Lombardo è stato nominato commissario per l’emergenza rifiuti in Sicilia. Fondamentalmente dovrà occuparsi di come […]

    3. e così Cammarata è riuscito lo stesso a rifilargli questa bella gatta da pelare!!!

    4. l’emergenza riguarda TUTTA LA SICILIA
      non solo Palermo

    5. Invece di mandargli il commissario lo fanno commissario???? ma come finì……

    6. Visto che gli orientamenti del governo nazionale in materia sono gli stessi di cammarata, c’è poco da fare spirito ed invitare un commissario nazionale.
      Questa la considero invece una vittoria e una speranza per tutti i siciliani, ovviamente con tutti i paletti e i condizionamenti che il governo romano imporrà. Ma di più oggi la Sicilia non può ottenere.
      Intanto il piano che creava un’emergenza per poi insediare una cricca affarista che lo doveva risolvere è fallito. E questo è importante. E va riconosciuto che se non c’era Lombardo a quest’ora il piano Cuffaro era una realtà.

    7. MA SCUSATE… un commissario non dovrebbe essere super-partes, ovvero essere libero da condizionamenti, essere indipendente, potere valutare serenamente l’operato dell’oggetto del commissariamento!??! così è come se totò riina venisse nominato capo dell’antimafia….

    8. Bisogna cercare delle soluzioni concrete al compostaggio dei rifiuti. Siamo nel 2010 e nessuna cosa è stata proposta quì a Palermo: al Nord Italia già esistono da parecchi anni impianti ed organizzazioni ben strutturate ed efficenti . E’ stata da poco introdotto la differenziata, ma solo in alcuni punti della città. Nessuno voleva che a Palermo ci fosse tale strumento, forse perchè vi erano dei politici compiacenti o meglio corrotti!! Via la spazzatura dalle amministrazioni, per ripulire la città.

    9. L’esperienza purtroppo ci insegna che l’aver nominato Lombardo commissario per l’emergenza rifiuti significa che, a breve, verrà costituito un ufficio speciale ad hoc, in cui verranno comandati una palata di dipendenti regionali raccomandati e con straordinario a tignitè, in cui verrà contrattualizzata qualche decina di collaboratori esterni, presunti esperti però amici degli amici, destinata poi a transitare nei ruoli regionali.
      Esattamente quel che è successo qualche anno fa con Cuffaro e per lo stesso tipo di emergenza.
      Anzi no, quella volta c’era pure l’emergenza idrica… com’è che questa volta non hanno pensato a riprodurre pure quella?

    10. Fabrix ma che ti passa per la mente. Regionali raccomandati ….. specie rara come le pantere nere. Ma poi l’ARRA di F. Crosta non esiste più, qualcuno dovrà pur pigliare il suo posto o no?

    11. Nessuno ha però l’onestà intellettuale di riconoscere al Presidente Lombardo il merito di avere sciolto l’Arra di Crosta. Se voleva soltanto “mangiare” perché non continuava a tenersela, magari mettendo un amico suo?
      Mi spiace non sapete distinguere il nero dal bianco. E quindi siete facilmente manipolabili.

    12. @Saffo,
      continuando la tua metafora vuoi dire che l’emergenza rifiuti per specularci sopra l’ha creata Lombardo?
      Sei davvero così poco informata su quel che succede a Palermo e dintorni? O fai qualunquismo da bar?
      Lombardo avrà fatto pure raccomandazioni a tinchitè, ai bei tempi, diciamo così, ma in questa vicenda il suo comportamento è esemplare, a dir poco. Ti ha bloccato il mega inceneritore di Bellolampo con cui avremmo respirato per decenni, noi e i nostri figli, le polveri sottili. Ma per te è Riina.
      Brava, continua a leggere Repubblica ché ti fai un’opinione imparziale ed equilibrata.

    13. ma si!, gli svedesi sono degli sprovveduti! e pagano pure le tasse…

    14. A Bolzano hanno gli inceneritori (non occorre andare in Svezia) e nessuno si lamenta.

    15. Allora seguendo questi ultimi commenti la soluzione c’era, molto migliore, nominare commissario il sindaco di Palermo Cammarata, che ci avrebbe sicuramente fatto diventare svedesi o bolzanini. Che peccato a pensarci!

    16. Nessuno vuole diventare svedese o bolzanino, ma solo fare tesoro delle esperienze degli altri paesi. Massimo il buon senso porterebbe a non votare più ne Cammarata e tantomeno Lombardo il trasformista (quello che prima si prende i voti e poi si fa le maggioranze alternative).

    17. Riob lascia stare il vero affare per i politici (raccolta differenziata o termovalorizzatori) è che nulla cambi. Come potrebbero essere nominati commissari per l’emergenza? Poteri spropositati nelle mani di una persona ….. che servono per alimentare trasmissioni come anno zero oppure quella di Rai 3 (aiutami Massimo non ricordo come si chiama dovresti averla vista la puntata sulle tematiche siciliane)

    18. Disporre solo di 4 termovalorizzatori impone lunghi percorsi per il trasporto dei rifiuti .
      .
      La Sicilia e’ una grande isola collinare con aree non abitate sufficientemente estese,che bene si presta a realizzare i bacini per gli impianti di discarica.
      .
      Gli inceneritori con o senza recupero di energia
      presenti in Italia sono alla data 51.
      La condizione ottimale e’ realizzarli fuori, ma non eccessivamente lontano dai centri urbani dove hanno origine i rifiuti,al fine di ridurre i percorsi degli autocompattatori.
      .
      Lo Stato di Emergenza consente di accelerare la spesa.Molto denaro verra’ speso a trattativa privata.Denaro pubblico speso a trattativa privata.
      Non resta che intensificare i CONTROLLI.

    19. REPORT la trasmissione si chiama REPORT. Giorgio chiederemo ai giornalisti di Report di intensificare i controlli.

    20. ho visto il video .Lombardo sembra preoccupato.
      Certo,lo sarei anch’io,nella sua posizione.
      Ha studiato medicina,e deve vedersela
      con impianti industriali,anche complessi,
      e quindi dipendere dai consulenti,e poi fare
      scelte che comunque troveranno dissenso ed ostacoli di ogni tipo,dai comuni che vogliono gli impianti lontano dai loro territori.
      Sono temi che per un ingegnere sarebbero un gioco da ragazzi,seguire un progetto di System Integration,attraverso un piano di realizzazione
      preciso ed arrivare al Collaudo entro i Tempi ed i Costi stabiliti.
      Mi pare che l’obiettivo sia il 31 dicembre 2012.
      Staremo bene a vedere.

    21. Siamo al Lombrao-quater. Non ho mai visto nella mia vita un Governo regionale più instabile, più inaffidabile, e meno chiaro di questo.
      Vedo incapacità, mancanza di chiarezza, ambiguità ad ogni passo.
      Spero finisca presto. E’ il mio solo augurio.

    22. Certo Uma, al posto di Lombardo ci mettiamo Cuffaro o Cammarata.

    Lascia un commento (policy dei commenti)