domenica 22 apr
  • Cammarata: “Clima di violenza e di odio per la frattura con Daverio”

    Diego Cammarata

    Il sindaco di Palermo Diego Cammarata ha commentato la rinuncia all’incarico di esperto del sindaco per la Cultura e l’Immagine di Philippe Daverio dopo le polemiche per il Festino.

    Cammarata ha detto: «La decisione di Philippe Daverio di rinunciare all’incarico non può che dispiacermi: in questi mesi ne ho constatato le straordinarie doti professionali e la grande creatività ma ho anche potuto apprezzarne il tratto umano e l’entusiasmo con cui aveva deciso di affrontare la sfida che gli avevo proposto, quella cioè di immaginare per Palermo un progetto culturale di alto profilo che riuscisse a compensare le poche risorse finanziaria disponibili con l’estro, la competenza e le relazioni dello stesso Daverio. […] La sfida di Daverio è stata vinta con questo Festino. Purtroppo il clima di violenza e di odio che si vuol far tornare a respirare in città ha determinato fra Daverio e una certa parte di Palermo una frattura che appare insanabile».

    Palermo
  • 22 commenti a “Cammarata: “Clima di violenza e di odio per la frattura con Daverio””

    1. …ha parlato!
      forse è meglio il silenzio?

    2. Ma vai a raccogliere i lupini al largo, va…

    3. Certo per lui è facile parlare… se ci andava lui in piazza per il festino il povero Daverio era ancora al suo posto…

    4. La sfida di Daverio vinta??? Vergogna…e squallore…daverio non lo rimpiangerà nessuno

    5. Daverio ma quanto ha intascato tra il festino e la celebrazione dell’anniversario di Garibaldi? Ha saputo riciclatore bene per il festino (per questo bisogna menzionare anche la ri-propositazione a Palermo di Terra Omnia): peccato con sia potuta continuare la collaborazione con il sindaco! E’ un buffone si crede di essere un tuttologo, basta con questi personaggi sgradevoli.

    6. Scusate “riciclare”

    7. Chi ha creato questo clima d’odio?! Dov’era quel giorno?

      Dove ha lasciato la sua dignità, Diego?

    8. A me questi tipi – Sgarbi, Daverio – mi ricordano tanto i falliti di buona famiglia di un tempo, che li mandavano in colonia con qualche improbabile incarico, e smettevano così di essere fonte di imbarazzo e si guadagnavano comunque uno stipendio.

    9. D’Averio un mito!!! Così la chiattona impara a comportarsi!!!

    10. “D’Averio un mito!!! Così la chiattona impara a comportarsi!!!”
      appunto, come si diceva, il clima è da stadio e i commenti lo confermano.

    11. D’Averio un mito!!! Così la chiattona impara a comportarsi!!!

    12. “Purtroppo il clima di violenza e di odio che si vuol far tornare a respirare in città ha determinato fra Daverio e una certa parte di Palermo una frattura che appare insanabile»
      Oddio!!! E come faremo? Riusciremo a sopravvivere alla frattura insanabile tra Daverio e Palermo?
      La città ha qualche modesto problemuccio, ma questo è davvero un dramma collettivo!!!

    13. @ Sindaco di Palermo: purtroppo a Palermo si respira qualcosa di molto peggio del clima di violenza e di odio.

    14. Ma se la statua di Santa Rosalia sembrava messa sopra un albero di Natale?!?!

    15. Sindaco, respiriamo l’aria che c’è. Leggo sulla stampa che nel 19990 AMIA fu finanziata con 2 milioni di Euro un impianto che effettua il vaglio dei rifiuti provenienti dalla raccolta differenziata, installato nel deposito di Partanna Mondello, collaudato nel 2005, mai utilizzato, in stato di abbandono e in pessime condizioni, alcune parti dell’iminato sono state depredate, i commissari hanno autorizzato la spesa di 13mila Euro per farlo ripartire. Ne sai niente, sindaco? E’ questa l’aria che respiriamo.

    16. L’aria che si respira? Fetida e spira da palazzo delle Aquile.

    17. D’Averio un mito!!! Così la chiattona impara a comportarsi!!!

    18. Daverio ha esagerato durante il festino, non ci si comporta così con la gente. Hanno però sbagliato anche alcuni dei senza casa che sono scesi per strada con l’unico scopo di boicottare il festino e far solo confusione, infischiandosene del rispetto verso gli altri. Su una cosa però sono d’accordo di quel che ha detto Daverio, quando accusava una signora che aveva 13 figli. Noi comuni mortali aspettiamo anni ed anni per poterci sposare, a causa della mancanza di lavoro e quindi di una situazione economica sufficiente, e poi vediamo tutti queste persone che si sposano a 18 anni, fanno figli, e tutto questo non avendo neppure un lavoro. Certo, ognuno è libero di far quel che vuole, ma non si può pretendere che questa loro incoscienza sia pagata dall’intera comunità. Non ne possiamo più di questi finti poveri(attenzione a non generalizzare) che rallentano il progresso della società, pretendendo una casa, un lavoro e aiuti da tutte le parti…

    19. Daverio? cosa dire? ha detto tutto lui: ha parlato a quella signora come solo un vero signore sa fare, con classe ed eleganza…DA BASSI FONDI! Si vergogni! L’ignoranza non e’ di chi non conosce Dante o Picasso, ma di chi come lei non vede oltre il suo naso. E’ stato estremamete volgare e ridicolo, ma ancora di piu’ lo e’ un sindaco che non “difende” la propria cittadinanza, esasperata all’inverosimile, ma invece gli va contro con gli apprezzamenti che dopo quanto accaduto ancora riserva a Daverio! Sono indignata!

    20. è verissimo che fin quando ci sarà da mangiare mangeranno,appena si ritroverrano affamati forse si indigneranno anche loro.

    21. Cammarata: “Clima di violenza e di odio per la frattura con Daverio” ……
      signor sindaco (scritto minuscolo, proprio come il tuo rispetto per la Tua Città!)… ma a chi vuoi che gliene freghi poi tanto di daverio? Forse ai tuoi salotti oramai impolverati? Pensi davvero di avere ancora credito tra i “tuoi”?
      Noi cittadini onesti, ad esempio, paghiamo la TARSU, differenziamo…. e tutta sta roba differenziata dove finisce? La città aspetta con trepidazione che ti arrestino, a te e ai tuoi compari di Abu dabi, e allora sarà il FESTINO! Che ti credi? Povera Santa Rosalia, relegata in un carrettino. Mah!

    22. D’Averio è solo un turista della vita.

    Lascia un commento (policy dei commenti)

    Ricevi un'e-mail se ci sono nuovi commenti o iscriviti.