domenica 19 nov
  • 9 commenti a “Messineo su Cosa nostra: “Una reazione rabbiosa è spiegabile””

    1. Intanto credo che la prorità sia protggere gi a posibili e/o certe minacce di vita. Non dimentichiamo Montana e Cassarà.
      Poi Messineo ha delineato vulnerabiltà (ossia poche risorse, non specificando a cosa possa eassere destinate le risorse, ma se ricordo la ricostruzione della morte di cassarà fatta da Minoli, me ne posso fare un’idea).
      Credo che i suggerimenti di Messineo vadano rivolti al ministro degli interni. Non so se in relazione alla carenza di organico dei sostituti, quanto casomai alle risorse della squadra mobile e della polizia secondo me. Non ci devono essere più nessun Montana e Cassarà, defunti. Davvero mai.

    2. Sinistra Ecologia Libertà con Vendola di Bagheria esprime solidarietà al parlamentare Lumia, al sindacalista della CGIL Liarda e ai poliziotti della catturandi di Palermo fatti oggetto in questi giorni di minacce di stampo mafioso. Esprimiamo, nel contempo, molta preoccupazione per due motivi:il primo riguarda la sensazione che una parte della politica, a parte le belle parole, stia sottovalutando i segnali che vanno nel senso di una ripresa della strategia mafiosa di intimidazioni nei confronti di chi si schiera contro di essa e un’altra parte politica, invece, addirittura difende o osanna i condannati per mafia avendone dentro i propri partiti qualcuno (vedi Dell’Utri nel PDL e Cuffaro nell’UDC condannati in appello per mafia) e si prende meriti per aver arrestato tanti latitanti. Peccato che i governi, di destra o di sinistra che siano, non arrestano latitanti ma fanno leggi a supporto della lotta alla mafia, danno supporto economico attraverso le finanziarie nazionali, e certamente il governo Berlusconi non sta facendo nulla di tutto questo anzi esattamente il contrario ,visto la legge bavaglio contro le intercettazioni (che per fortuna ancora non è stata approvata) e la diminuzione di fondi per il comparto sicurezza. Il secondo motivo di preoccupazione è dato dal fatto che sembra sia lasciato alle forze dell’ordine e ai magistrati la lotta alla mafia , invece riteniamo che la scuola, la società tutta, le chiese, si debbano schierare apertamente e facciano antimafia sociale perché non basta la repressione ma ci vuole prevenzione e la costruzione di un maggiore sentire comune che la mafia è negazione di libertà di vita, di impresa, di idee.Noi saremo schierati sempre al fianco di chi con il proprio lavoro, con la propria testimonianza si schiera contro la mafia e l’economia mafiosa e ci auguriamo che dichiarazioni come quella di Dell’Utri per cui Mangano stalliere di Arcore pluricondannato per mafia è un eroe o quella della responsabile regionale dei giovani del PDL Costanza Castello che ha attaccato i Litfiba per aver attaccato Dell’Utri, non abbiano mai più cittadinanza all’interno del mondo politico che non si può certamente dividere sulla lotta alla criminalità

    3. ?, Posso dire che non ho capito chi stia parlando, e che senso ha le cose che dite o dici? Ma chi siete o sei?
      Hai messo in mezzo duemila cose, da Dell’Utri, a certa Costanza Castello, al Berlusca, a Cuffaro.
      Davvero non capisco.

    4. mi sembra che messineo ponga l’accento su questioni scottanti come il deficit delle risorse e i recenti provvedimenti di legge che di certo non vanno nella direzione che tutti (spero) vorremmo per una efficace lotta alla mafia.
      parole pacate ma inequivocabili che dovrebbero far riflettere…
      piena sintonia con l’intervento di Sinistra Libertà Ecologia Bagheria.
      purtroppo o per fortuna ho capito quello che avete detto, e mi sembra strano che altri non lo capiscono.
      o forse no, è del tutto “normale”, altrimenti tante anime candide non sarebbero i nostri governanti ma gente che manterremmo comunque in diverse circostanze, un po’ più restrittive, anche se sempre onerose per la collettività.

    5. dovete sapere che il Pdl ha fra i suoi ranghi il signor Dell’Utri condannato per mafia e parlamentare e l’UDC invece ha il signor Cuffaro ex presidente della regione e pattuale parlamentare europeo ,condannato anche lui in appello per mafia a 10 anni ? sa che Dell’Utri è difeso da Berlusconi come se fosse un perseguitato dalla magistratura ?sa che dell’Utri ha definito eroe lo stalliere di Arcore Mangano mafioso conclamato pluricondannato il quale ogni volta che usciva dal carcere veniva richiamato alla residenza di Arcore di Berlusconi? chi è Costanza Castello?è la coordinatrice dei giovani del PDL che ha attaccato i Litfiba per le dichiarazioni che hanno fatto contro dell’utri e noi riteniamo vergognoso che si difendano i mafiosi. cosa c’entrano tutte queste cose fra loro? la politica non dovrebbe dividersi nella lotta alla mafia e invece mai come in questo momento lo è

    6. @Sinistra, e invece il sindaco Mario Azzolini di San Mauro Castelverde, paese delle Madonie, ha disubbidito ai gabellotti come Eusebio Dalì, e vuole conferire ai Litfiba la cittadinanaza onoraria.
      non tutta la Sicilia è marcia.
      bene così! 😉

    7. Vi invito a rimanere in tema. Grazie.

    8. e non a caso il sindaco Mario Azzolini è un iscritto di Sinistra ecologia Libertà :-°)

    9. Sinistra Ecologia Libertà Bagheria mi rivolgo anche a te. Rimuoverò ulteriori commenti fuori tema. Saluti.

    Lascia un commento (policy dei commenti)