mercoledì 22 nov
  • Grazia, l'”operatrice ecologica abusiva” di Cefalù

    “Grazia di esistere”

    Su La Stampa di oggi Massimo Gramellini scrive della storia di Grazia, “operatrice ecologica abusiva” nella spiaggia di Mazzaforno (Cefalù).

    Grazia pulisce. Gratis. “Abusiva”, ma ben diversa dai posteggiatori, e fattiva, quindi diversa dai tanti chiacchieroni.

    Palermo
  • 14 commenti a “Grazia, l'”operatrice ecologica abusiva” di Cefalù”

    1. Grazie alla sig.ra Grazia! Fosse piena la nostra terra di abusivi di questo genere!

    2. Scusate il fuori tema ma qualcuno saprebbe dirmi cosa fanno i 2 panciuti signori che ogni sera si trovano seduti in via Ruggero Settimo sula sinistra all’altezza di Mondadori media store (piazza Verdi) dalle 23 circa in poi??? Se poi si passa verso le 2 si possono trovare gli stessi che dormano pancia all’aria sempre sulle stesse sedie “Apriechiudi”. Grazie

    3. Fra i fuori tema vanno evitati. Grazie.

    4. Ciao Tony, andrai anche tu ad aiutare Grazia?

    5. Medagla d’oro al valor civile e chiavi della città per Grazia. Fossimo tutti come lei…

    6. Mario perché no? Certo non sono uno che chiacchiera e non fa però.

    7. Frate Esempio e’ sempre stato il miglio predicatore!

    8. Grazie Grazia
      è facile lamentarsi dello sporco e non fare nulla, aspettare che siano gli altri a fare. Rimbalzandosi le competenze.
      La sig. Grazia dimostra un grande senso civico, e la cosa che stupisce è che questo faccia notizia quando dovrebbe essere normale. Basta varcare il confine, per accorgersene.
      Chissà che Grazia non abbia qualche ‘virus’ contagioso per gli altri frequentatori del litorale …

    9. Verrebbe da chiedersi se fossimo dotati di maggior senso civico, non ci sarebbe alcuna necessità che questa “abusiva” OGNI MATTINA facesse raccolta di lattine ed immondizia varia sino a riempire interi sacconi .
      Secondo me qui quello che andrebbe sottolineato è proprio l’inciviltà comune e non l’eccelso senso civico di un singolo individuo .

    10. nel mio piccolo l’altro giorno con il rastrello ho tentato di pulire il metro quadro di spiaggia mondellana dove giocavano i miei bambini ma più rastrellavo più usciva fuori munnizza 🙁 che tristezza !

    11. Ma se non sbaglio per la pulizia delle coste dovrebbero esserci tipo degli lsu o una cosa del genere con tanto di capannette per posare rastrelli e altro in varie parti delle coste…
      Spero di non essermi sbagliato….

    12. Di sicuro la signora Grazia meriterebbe un esenzione dal pagare la tarsu visto che il contributo che dà va oltre le sue competenze,e invece chi è predisposto a questo servizio non fa il proprio dovere , secondo me sarebbe un idiea.

    13. Altro esempio, non so se ricordate, forse qualcuno di voi si, ma qualche anno fa all’Addaura, vicino il circolo Lauria, c’era lo zio Pietro (quello delle panelle che fanno le donne belle) mi ricordo che teneva pulito quel tratto di costa, mettendo dei sacchetti per la spazzatura e delle “cardarelle” piene di sabbia per buttare le cicche.
      Si era abusivo, ma non chiedeva soldi, si guadagnava la giornata vendendo gelati e panini, e in più sorvegliava dai borseggiatori.
      Ricordo che si stava benissimo.
      E quando qualche cagnolo di turno disturbava lui lo “abbanniava” di brutto.
      Chissà se è ancora là o lo hanno fatto sgomberare.

    14. Quasi sempre porto con me un sacchetto vuoto quando vado al mare, per raccogliere qualsiasi cosa trovo in spiaggia…lo faccio da anni. Mi fa stare bene lasciare la spiaggia più pulita di come l’ho trovata.

      FATELO TUTTI!
      Consiglio anche una bottiglia vuota e due bastoncini per raccogliere le cicche dei bastardi fumatori…se ne trovano a centinaia!

    Lascia un commento (policy dei commenti)