giovedì 24 ago
  • Esami truccati a Economia?

    Sono state individuate due irregolarità alla Facoltà di Economia legate a due studentesse che non avrebbero mai sostenuto alcuni esami che, però, risultano caricati nei loro piani di studio.

    È stata aperta un’indagine dalla Procura della Repubblica di Palermo e due impiegati sono stati trasferiti in attesa di ulteriori accertamenti.

    Palermo
  • 18 commenti a “Esami truccati a Economia?”

    1. Solo questo???
      Perchè non vengono denunciate le molteplici situazioni di irregolarità presenti, come la moltiplicazione dei cognomi, altri che sistemano i nipoti, prof totalmente incompetenti che più di leggere slide non sanno fare e sono li perchè… il fratello era… il papà era… i funzionari incompetenti che hanno fatto entrare i figli, i quali sono di un’ignoranza e volgarità spaventosa,o parliamo di quelli che nonostante siano andati in pensione con tanto di festa e catering by Massaro e by facoltà (mi chiedo sotto quale voce rientrino tali spese… mistero!), sono tutti a lavoro perchè, data l’ineguagliabile bravura è stato fatto loro un altro contratto di tipo esterno e maggiormente remunerativo… LA VERITA’ E’ CHE ANDREBBE RASA AL SUOLO, CON TUTTA QUESTA GENTAGLIA DENTRO! Scusate lo sfogo… ma vedere queste cose ogni giorno, sotto gli occhi di tutti… fa veramente schifo.

    2. Attenzione, il nepotismo lo stigmatizzo anch’io, ma su una cosa chi mi ha preceduto è male, malissimo, informato. I “pensionati” che continuano a insegnare lo fanno perché con i tagli che ci sono stati a livello centrale, non sono possibili nuove immissioni e senza di loro le facoltà chiudono. E poi, per quanto ne so io di Economia, ma forse di tutto l’ateneo, lo fanno a titolo totalmente gratuito.
      Faccio un esempio con nome e cognome. Palermo ha avuto come ordinario di storia economica uno dei più grandi storici economici italiani, il Prof. Salvatore La Francesca, che è un onore avere avuto a Palermo, uno dei massimi storici della banca che si conosca.
      Ebbene, da quando si è pensionato qualche anno fa, non è stato bandito alcun posto di ricercatore di storia economica, e – quasi contro la sua volontà – lo si costringe a venire ancora ad insegnare perché senza di lui è praticamente impossibile garantire la didattica.
      Forse tra qualche anno ci abbandonerà comunque (perché si stancherà, ci auguriamo tutti tanta salute per lui) ma, riferendoci a lui, il precedente commento è semplicemente infame.

    3. @docente
      Il discorso delle collaborazioni esterne non era riferito in concreto ad un professore (magari ci saranno anche delle situazioni del genere, circa i contratti esterni, ma non ne sono a conoscenza diretta); quindi meno che mai era riferito al prof. La Francesca che per altro conosco e stimo. Mi riferivo in merito alle collaborazioni post pensione ai funzionari, al personale di segreteria… Per certo almeno 2 casi del genere posso assicurare che ci siano in facoltà… e con gli stessi soldi dico io, una persona nuova, giovane, non si sarebbe potuta prendere? Non parlo necessariamente di contratti a tempo indeterminato (fra l’altro credo che per adesso ci sia un blocco per 3 anni per i contratti pubblici), ma a tempo determinato, o anche qualche altra tipologia… La verità (secondo me), è che di rinnovare non ne vuole sapere niente nessuno, pur facendolo con un occhio alle esigue risorse.

    4. a proposito di irregolarità: nel parcheggio privato di pertinenza della facoltà di Economia c’è un signore che si occupa di alzare la sbarra per fare entrare professori ma anche pochi studenti che ovviamente lo ricompensano per il sevizio svolto. Ogni giorno è così. Non sono sicuro ma penso sia un dipendente della stessa facoltà, poichè questo signore non resta all’aperto ma rientra sempre con grande fretta all’interno dopo aver svolto il compito di parcheggiatore. Qualcuno sa dire altro?

    5. non è un dipendente della Facoltà.
      la retribuzione la garantisce generalmente lo studente e può essere in natura (olio, olive, vino, etc…) oppure cartacea… e sapete perchè?
      superare facilmente esami con raccomandazioni e/o segnalazioni.

    6. passano gli anni, avanza la tecnologia ma esistono sempre le stesse schifezze. Comunque le peggiori, almeno a Giurisprudenza, erano le scene mute degli studenti amici e parenti dei professori/ricercatori che prendevano sonanti 28/30.
      saluti dalla capitale

    7. credo che lagalla, per certe cose fatte, sia ciò che serviva all’unipà.

      (ovviamente non potrà risollevare tutto ….ma sta lavorando…e a mio modesto avviso di studente lo sta facendo pure bene)

      per quanto riguarda questo “scandalo”… vero o no è il segnale che bisogna cambiare il metodo di caricamento delle materie ( penso a una specie di bancomat che c’è all’università di pisa che carica le materie in tempo reale per mano del prof…-così mi fu raccontato)

      so solo che il metodo …
      -scrivi nel verbale,
      -scrivi nello statino
      -scrivi nel libretto (quando c’è …ma tanto non è un documento)
      -conserva i primi due in una busta gialla che poi andrà alla presidenza della facoltà per poi arrivare dopo settimane in segreteria dove, forse, verranno caricate da dei funzionari 50enni che non sono bravi al pc e che ci stanno 200 anni per compilare un piano di studi …sbagliandolo per giunta e costringendo gli studenti a fare la spola tra facoltà e segreteria per “ricostruire” il piano di studi a pochi giorni, a volte ore, dalla laurea.

      indimenticabile a pochi giorni dalla mia laurea …avevo il piano di studi che sembrava una partita di battaglia navale. in poche parole mancavano circa 50 crediti (su 180) e una materia caricata male.
      come da consigli vado in segreteria, mi fanno entrare e attendo che l’incaricata al mio cdl si liberi. stava caricando le materie di un’altra collega laureanda. attendo 10 minuti in cui ho passato il tempo a calcolare quanto tempo ci mettesse questa sig.ra a trovare le lettere nella tastiera del pc. finalmente mi da conto, quasi infastidita dalla mia presenza.

      le spiego tutto, dove recuperare i crediti, le date delle delibere etc …e lei esordisce dicendo “menomale che me l’ha detto …” io preoccupata prima di congedarmi le dico ” quand’è che devo iniziarmi a preoccupare se il piano di studi non lo vedo aggiornato?” ” ma non c’è niente di cui preoccuparsi (??) …”

      mammamiaquantosonoprolissa!!!

    8. Alla facoltà di Catania di Economia da un paio d’anni la gestione degli esami è totalmente informatica, per aprire una sessione di esami è necessario l’accreditamento (tramite tessera elettronica e password) di due professori, il presidente della commissione di esami e un altro membro della commissione.
      Nel database vengono inserite tutte le informazioni sullo studente, le domande e il voto ed è tutto fatto davanti agli occhi della classe e degli studenti.
      Basta davvero poco per rendere l’università trasparente e più efficiente, ma spesso si preferisce spendere i soldi per altre amenità.

    9. Credo sia corretto specificare che le materie “erroneamente” caricate nel piano di studi non sono state tutte “volute”.
      Lo scorso anno, per problemi informatici delle segreterie (così ci dissero), molti degli studenti di Scienze e Medicina (questi quelli che so!) si sono ritrovati con materie registrate, aventi per lo più voti compresi tra 25 e 30 (in realtà erano più 30 che altro).
      Verificati gli innumerevoli errori, le segreterie hanno dato il giusto monito agli studenti: fate notare gli errori perchè potreste avere seri problemi al momento della laurea.

      Qualcuno avrà fatto il furbo?! Non lo escluderei, anche perchè non credo (correggetemi se sbaglio) che le segreterie vadano a riprendere i verbali/statini di ogni materia di un laureando per verificare che ha effettivamente sostenuto le materie.

    10. Non è assolutamente una novità questa di economia, qualche anno fa sempre a economia furono annullate due lauree mi pare per lo stesso motivo, chi vive l’università conosce benissimo queste realtà, ad alcuni gli esami li caricano senza averli sostenuti ad altri le materie sostenute non le caricano e si devono fare ore di fila per segnalarlo agli impiegati facendo cosi parte del loro lavoro ( parlo per esperienza personale da studente della facoltà di economia di Palermo), quello che si vede è allucinante e visibile a tutti.

    11. Il tempo passa ma tutto resta sempre uguale!!

    12. io ho lavorato part time presso le segreterie generali e nello specifico presso quella della mia facoltà..ovvero giurisprudenza..e ho assistito a tutte le operazioni di caricamento esami nonchè alla predisposizione delle lauree..la lentezza del personale è palese..però vi assicuro che al momento della laurea si vanno a ricercare statini e soprattutto verbali…perchè quello che è scritto sul libretto è carta straccia…anche se il piano di studi è completo…le verifiche si fanno sempre…se ci sono materie caricate mai sostenute..o è un errore..umanamente possibile..ovviamente sono rare eccezioni…o dietro c’è la volontà di caricare queste materie..avendo in cambio sicuramente qualcosa..ma io nn ho mai assistito a nulla del genere..certo la gente squallida e imbrogliona purtroppo nn manca..ma questo in tutti i settori e in tutti i lavori..speriamo che in questo caso sia solo una ”svista” del personale di segreteria…speriamo…

    13. automatizziamo!!!!

    14. Solo allontanati i due dipendenti??Ma perkè non li licenziano e fanno spazio a gente inoccupata??
      Che prezzo pagheranno tali dipendenti??e chi ci dice che già non hanno fatto la stessa cosa con altri studenti??
      Bisogna fare pulizia!!!Eliminare la gente che non svolge il proprio lavoro!!!

    15. ma succede in tutte le facoltà, è solo colpa della segreteria, a una mia amica sono spuntate materie in più, a me le hanno cancellate tutte, spesso i voti non sono correti. non c’era motivo di fare una denuncia, caso mai sarebbe giusto trovare un buon metodo per caricare le materie, eliminando il passaggio dalla segreteria

    16. Ne vedremo delle belle, ma in quella segreteria è rimasto un altro stupido che si diverte a creare materie truccate con la connivenza di docenti (alcuni di cognomi conosciuti) desiderosi di percepire la lauta ricompensa.
      Che dire di certi soggetti della stessa facoltà, in pensione da anni che si trovano ancora nel libro paga della stessa università? perchè alleato di determinate persone.?

    17. Anche io proprio una settimana fa ho avuto un problema con la segreteria di palermo. Mi sarei dovuta laureare proprio il 15 novembre e 5 giorni prima la segreteria mi chiama dicendo che nn possono caricarmi una materia perche non trovano il verbale e nemmeno sul libretto. Dopo aver spiegato che la materia andava caricata solo qnd avrei sostenuto il modulo 2 (che spuntava sia dal libretto che da verbale) e che nn sono mai stata convocata dalla prof per la cerbalizzazione poichè non spuntavo nell’elenco a differenza di mia sorella che l’ha sostenuto insieme a me,mi sento dire che loro non si assumono la responsabiltà per farmi laureare e che quasi quasi ho sostenuto un esame senza averne sostenuto un altro quindi è come se avessi imbrogliato. Allora ho chiesto di trovare il compito come unica prova e mi hanno detto che non c’era tempo. é una cosa assurda se si considera che io ho finito le materie a giugno e che quindi se avessero aperto la mia pratica prima tutto questo non sarebbe successo e mi avrebbero lasciato più tempo per risolvere la questione con la prof che al momento nn è nemmeno a Palermo. L’ennesima conferma che l’Università di Palermo e la segreteria è una VERGOGNA!!

    18. E’ lo stesso fatto dello scandalo uscito qualche settimana fa?

    Lascia un commento (policy dei commenti)