martedì 21 nov
  • 10 commenti a “Palermocronaca.it è online”

    1. una voce in più fa sempre bene
      auguri

    2. graficamente è veramente brutto (già allineare l’head a sinistra creerebbe un minimo di coerenza), colori brutti, roba infilata dove c’è spazio, in generale tutto molto “standard”.

      dal punto di vista dei contenuti credo sia partendo abbastanza bene.

    3. Niente. Come al solito. Tutti uguali e ti dicono che è giornalismo. Il dolore, la lussuria, l’omicidio, la follia, il tradimento, l’inutilità, la paura, la noia, i falsi dèi, lo stupro, l’ubriachezza, la droga, i cani, i gatti, i bambini, la tv, gli stessi giornali, i canarini ciechi, i tifosi identificati, la solitudine. Questo, la vita, può essere giornalismo, se hai creatività. La creatività è il vero giornalismo, una fuga, un modo per urlare. Non ne vedo più, l’hanno intasata. “Head, colori, spazi”. “Standard “. Come se fossero una via d’uscita.

    4. Comprendo il lamento di manuelo e aggiungo (mi scuso se non ho visto bene ma è tre ore che giro per questo sito) che è abbastanza spiacevole non vedere un nome a firma di un articolo, né un corpo redazionale,né il nome di un direttore. Viene castrata la possibilità di affezionarsi non solo alla notizia ma anche a chi la scrive. Un contenitore di notizie, come tanti ce ne sono in giro, dove si gira alla cieca alla ricerca di un nome ma si trova facilmente il link ‘pubblicità su questo sito’.

    5. Do assolutamente ragione a Valerio. Chi è il direttore del giornale? La redazione? In tutti gli articoli deve esserci una firma!
      Spero che immediatamente pongano rimedio, altrimenti sarà semplicemente una testata online fatta con i piedi, indipendentemente dai contenuti…

    6. E’ vero, non si trova un nome neanche cercando con la candela..bah! Il giornalismo è fatto di firme (i giornalisti stessi sono chiamati con questo termine, almeno quelli veri). Questa assenza pone tante perplessità.

    7. La qualità delle foto sembra scadente, per il resto è uguale a tanti altri siti del genere 🙁 c’è bisogno di novità…

    8. Quanto siete ingenui. Evidentemente la struttura che sta dietro al sito (l’editore) lavora e concepisce il giornalismo online come fanno quasi tutti gli editori dei siti di informazione che abbiamo in Sicilia. Prendono un paio di giornalisti disoccupati, o peggio ancora un paio di picciotti disoccupati che non sono nemmeno giornalisti, li pagano due euro per un part time e li mettono a caricare agenzie sul sito. Intanto però gli editori, che si credono furbi, hanno un bel contenitore dove mettere un po’ di pubblicità, solo un po’ però, perché gli sciagurati non sanno che con quei soldi non si ripagheranno nemmeno i picciotti… figuratevi se possono permettersi giornalisti veri che cercano le notizie e scrivono… e con cosa li pagano?

    9. Il sito è ottimo…

    10. Ciao a tutti,

      rispondo da interessato sull’argomento. Il progetto di lanciare un modello di informazione locale che ha raggiunto numeri da capogiro su Agrigento (quasi 20mila unici/giorno)è stata concepita anche dal sottoscritto Conosco l’editore/direttore, si tratta di una struttura piccola che nasce dal basso ma con tanta voglia di crescere. La questione delle firme è legata, ad esempio, al perfezionamento della registrazione della testata e non alle supposizioni che avete proposto. Prendiamola così, proprio perchè piccola la struttura ha bisogno di tempo. Lasciamoglielo e speriamo che col tempo migliorino tutti i problemi ed i difetti e si continui a perseguire finalità legate al pluralismo dell’informazione.

    Lascia un commento (policy dei commenti)