lunedì 18 dic
  • Grazie ragazzi

    Per una volta, voglio abbandonare il tono polemico-sarcastico che caratterizza i miei post su Rosalio, per abbandonarmi ad uno scritto che definirei “populista”.
    Giovedì mattina ero seduto al tavolino di un bar su via Libertà. Sorseggiavo un decaffeinato mentre parlavo di lavoro con un’amica. Distratto dalla bellezza di una città che spesso viene mortificata dall’inciviltà diffusa tra i suoi abitanti. E che, oggi, mi mostrava uno scorcio decisamente gradevole, illuminato dal sole d’autunno, che faceva capolino tra gli alberi che adornano la via (che, come ho sempre sostenuto, non ha nulla da invidiare alle più famose Ramblas di Barcellona, soprattutto nel tratto tra piazza Croci ed il Politeama…se solo fosse pedonalizzata…).
    Il traffico scorreva regolare, nessuno strombazzamento molesto. L’unica nota stonata: il rumore di un elicottero che, non lontano in linea d’aria, sorvolava la città in una posizione piuttosto statica. Dopo una buona mezzora, l’apparecchio blu a strisce bianche ha cominciato ad avvicinarsi, ed il rumore delle pale è stato affiancato da quello di numerose sirene, sempre più vicino. Pochi minuti e la corsia preferenziale di via Libertà, sgombra dai soliti furbetti, veniva attraversata da un paio di motociclisti della Polizia, seguiti da una volante e decine di veicoli che trasportavano uomini incappucciati. Mentre l’elicottero era ormai sulla mia testa. Diversi uomini, sul lato passeggero, erano seduti sul finestrino, agitando le braccia, a pugni chiusi, in segno di vittoria. Al loro passaggio, diversi passanti hanno creduto opportuno salutarli con un applauso. Inequivocabile la Catturandi di Palermo. Ho subito capito che questa piacevole mattina ha salutato una Palermo un po’ più pulita.

    Oggi voglio usare Rosalio. Lo voglio usare per esprimere la mia gratitudine a coloro che ogni giorno rischiano la propria vita e quella delle proprie famiglie per rendere la nostra città migliore. Per farci vivere meglio. Per riabilitare la nostra immagine agli occhi di quel mondo che pensa che Sicilia significhi mafia.

    Questo è il mio post di ringraziamento dedicato al Team Catturandi della Squadra mobile di Palermo.
    Grazie ragazzi.

    Palermo
  • 26 commenti a “Grazie ragazzi”

    1. Ho assistito anche io a tutto questo. un momento da brivido. Ogni tanto si assiste a qualcosa di entusiasmante.

    2. Mario Bignone, capo della sezione Catturandi sorriderà dal cielo all’impresa dei suoi uomini !

    3. la sicilia significa mafia all’estero e fuori la sicilia perché la maggior parte delle persone è quanto meno fatalista..
      quelli di addio pizzo hanno uno slogan magnifico, e pure educato: un popolo che paga il pizzo è un popolo senza dignità..la mancanza di dignità è pure quando chiedi un favore, quando ti pieghi..
      e siccome sono tutti così, diciamo, senza dignità, abbiamo bisogno di uomini con i controcoglioni per ripulire la città..uomini che si fanno uccidere che denunciano che lottano per tutta quella massa amorfa di persone che nel miglior caso subiscono in silenzio, e nella stragrande maggioranza sono conniventi col sistema..

      ma poi che cosa ha di bello questa colata informe di cemento che si chiama via libertà..bah..i palazzi sembrano con tutto il rispetto edilizia popolare..

    4. tutta la mia stima alla squadra catturandi della questura per ripulire Palermo e la Sicilia da questi animali travestiti da uomini, mi permetto di esprimere invece dei seri dubbi, su certi fatti avvenuti di recente con la visita del Santo Padre
      a Palermo di cui nessuno parla, e che in uno stato laico e democratico non dovrebbero avvenire, ed io da Cristiano mi sento offeso.

      http://www.youtube.com/watch?v=BcHM16aVuHg&feature=related

    5. condivido in pieno il post e, aggiungo, sono questi i momenti in cui sono veramente orgogliosa di essere palermitana!!! GRAZIE ragazzi!! 🙂

    6. Giusto ringraziare i Ragazzi della Catturandi….ma ricordiamoci che hanno dei colleghi come quelli della Libreria Altroquando e quelli dell’Umberto….

    7. non sapevo dei fatti accaduti alla libreria “Altroquando”, il video mi sembra eloquente, sarebbe opportuno a questo punto una spiegazione dei fatti da chi di dovere, fare luce su questi fatti farebbe bene a tutti.

    8. @erasmo
      Caro ,ma non sara’ invece che sono gli stessi agenti ?
      e che cambiano semmai gli occhi e le intenzioni di chi li guarda?
      State buoni se potete,parlate col calumet della pace e nessuna Digos verra’ mai a solleticarvi.
      Si cresce insieme,mai nei conflitti.E poi,da giovani cosa vi contendete ? gli ideali non danno il pane.Potrei capire per una bella ragazza o un bel ragazzo,per loro ancora qualche zuffa puo’ scappare.Per il resto lasciate perdere le lotte inutili.Si disputa con la mente.

    9. quindi secondo te: “il folklorista” non saremo piu’ in uno stato di diritto e LAICO, perche’ se un cittadino non puo’ esprimere la propria opinione a casa sua, come il titolare di “Altroquando”, e deve stare zitto e buono….. ma poi hai scritto delle robe di una pochezza e mediocrita’…..

    10. quoto il folklorista

    11. @peppino
      mi illumini per favore sulla pochezza e mediocrita’? ti riferisci ad Altroquando,al Papa,oppure al commento di cui sopra?

    12. io mi riferisco in particolare al grave fatto della
      libreria “Altroquando”, che se a te sembra normale… in quanto ai tuoi pensieri a dir poco squallidi… si commentano da soli:

      “State buoni se potete,parlate col calumet della pace e nessuna Digos verra’ mai a solleticarvi…..”
      ” gli ideali non danno il pane.Potrei capire per una bella ragazza o un bel ragazzo,per loro ancora qualche zuffa puo’ scappare.Per il resto lasciate perdere le lotte inutili.Si disputa con la mente”

    13. secondo me “il folklorista” e’ Ignazio La Russa

    14. @peppino
      ok ,ho capito,era riferito a questo commento.
      Si,hai ragione ,ti do atto che il tono era volutamente colloquiale e dimesso.
      Ma arriva comunque.Se vi infervorerete un po’ di piu’ potrei pensare a qualcosa di piu’ pesantuccio,.
      Ciao caro

    15. @gianni
      bellissima questa ah aha ha
      E’ forse il primo politico che sbatterei fuori dalle sacre stanze della repubblica nel post berlusconi.

    16. ..insieme all’altro ex colonnello

    17. adesso attendiamo tutti con ansia cosa pensa il folklorista di quel fatto vewrgognoso della libreria Altroquando

      http://www.youtube.com/watch?v=BcHM16aVuHg&feature=related

    18. @caro gianni
      gia’ mi sono espresso altrove,cioe’ nell’articolo blog relativo della settimana passata.Mi stupisci….Ma dov’eri per non sapere che gia’ ero intervenuto ?
      per favore non torniamo ai discorsi papali se no non ce ne usciamo piu’.Ho messo le zanzariere.Basta,al prossimo papa.
      Altro conto e’ la liberta’ di espressione.
      Nessuno mette in dubbio la possibilita’ di esprimersi ,ma se questi luoghi scelti diventano colossei per gladiatori…..figurati che io sono per l’abolizione del campionato di calcio per evitare gli scontri tra le tifoserie e gli omicidi e i ferimenti colposi-preter-o palesemente intenzionali .Tu hai mai visto un sincero pensatore-tifoso con spranga? o che lancia molotov?Forse qualcuno strumentalmente vorrebbe riportarci a quel clima per coprire ben altri misfatti.
      In italia vi e’ancora (per poco) liberta’ di espressione ,e semmai c’e’ ,per dir meglio una LOTTA DELLE ESPRESSIONI a colpi di dossieraggi .
      Ma il tema dell’articolo e’ un altro.Su quanto appena detto non mancheremo di confrontarci con piacere altrove.
      Bravi ragazzi della catturandi e grazie.

    19. Anzi….per evitare equivoci…Bravi ragazzi della catturandi,meno bravi quelli della digos.. e grazie.

    20. @ per il folklorista (non quello primo vero e originale ma all’ usurpatore del nick)
      ..chi ha imparato a leggermi e si e’fatto di me l’idea del bigotto che davvero sono non credera’ certamente al disturbatore precedente.
      A meno che non si tratti di un errore di trascrizione del nick.Ti perdono.

    21. mettiamo le cose in chiaro: altro che digos, personalmente a quelli di altroquando, che si sono permessi di criticare il Papa, io gli darei una buona dose di manganellate e olio di ricino, ma quale stato di diritto e laico… BAGGIANATE!!

    22. Vi invito a rimanere in tema. Grazie.
      Il folklorista non può essere vantato alcun diritto sul nickname (non essendoci una registrazione in questo blog). Saluti.

    23. ,Nessuna prelazione sul nick,pero’ e’ mio obbligo segnalare che qualcuno in mala fede evidentemente per sue finalita’ , infantilismo e scortesia parla senza il desiderio di confrontarsi e con cio’ scredita da se’ stesso,non distinguendolo, il proprio personale pensiero .
      Se poi vuol esservi dileggio ..non e’ il caso di farlo cosi’,ci sono altri modi.

    24. Il folklorista ti invito a rimanere in tema e ti ricordo che il canale corretto per comunicare con me è l’e-mail. Saluti.

    25. @ per il folklorista delle 15,15 g 12 ottobre
      non tutte le operazioni di polizia riusciranno, in ultima analisi,ad essere ben motivate ,(non tutte le ciambelle riescono col buco )e fondate,ma a me hanno insegnato che e’ meglio in alcuni casi eccedere in prudenza piuttosto che in fiducia nella bonta’ d’animo e nel self control delle masse.
      Grazie alle forze di polizia.

    Lascia un commento (policy dei commenti)