martedì 12 dic
  • Vertice in Prefettura sull’antenna anti wind shear all’aeroporto

    Si è svolto ieri mattina in Prefettura un incontro tra il prefetto Giuseppe Caruso, il sindaco di Isola delle Femmine Gaspare Portobello e i rappresentanti di Enav, Enac e Gesap sul tema dell’installazione del sistema radar per la rilevazione del fenomeno del wind shear per l’aeroporto nel territorio di Isola delle Femmine.

    Il prefetto ha chiesto di pervenire in tempi rapidissimi a una soluzione definitiva che, dove possibile, raggiunga il massimo livello di condivisione.

    Il 24 settembre un Airbus A319-132 della Wind Jet era andato fuori pista, forse per un fenomeno di wind shear.

    Palermo
  • 3 commenti a “Vertice in Prefettura sull’antenna anti wind shear all’aeroporto”

    1. scusate se metto lo stesso commento anche qui ma credo sia giusto dare un’informazione completa che,non per colpa di rosalio viene data incompleta. per quanto riguarda l’antenna di cui parla Vito riggio , non è un capriccio che Isola non voglia installata l’antenna dove vorrebbero installarla. l’antenna funziona a impulsi ed è molto pericolosa per le persone perchè gli impulsi attraverserebbero le persone ben oltre la tollerabilità del corpo umano. il sindaco di Isola ha dato disponibilità per mettere l’antenna persino sull’isolotto in maniera tale che gli impulsi non attraversino il centro abitato. Questo è quello che ha dichiarato il sindaco di isola venuto a portare i saluti al nostro congresso provinciale di domenica 17 ottobre

    2. ….certo vorrei sapere dove erano queste persone che hanno a cuore la salute delle persone quando si è costruito quello scempio lungo l’autostrada pa-tp all’altezza di carini, saluti e informarsi prima di parlare di impulsi negativi.

    3. che l’antenna per la previsione del wind shear sull’aeroporto di Palermo emetterà onde che supereranno i limiti imposti dalla legge per la tutela della salute pubblica viene espressamente dichiarato dal “rapporto tecnico” propedeutico alla realizzazione dell’antenna commissionato dall’ENAV stessa (pag 29), chi vuole approfondire la questione può richiedere copia di tale documento che oramai è un atto pubblico. Se in passato ci si è curati poco o per nulla della salute, dell’ambiente o del paesaggio, ciò non può costituire motivo per continuare a farlo. Spero che chi legge sappia che “l’Isolotto” di Isola delle Femmine sia Riserva Naturale dal 1997, istituita dalla Regione Siciliana ed affidata in gestione ad un’associazione ambientalista. Non è possibile realizzare opere come un’antenna o qualunque altro manufatto non coerente con una riserva. Appare strano che il sindaco, che queste cose le sa benissimo, vada a dire cose impossibili da realizzare in un’area protetta e per di più sottratta alla giurisdizione comunale.

    Lascia un commento (policy dei commenti)