domenica 17 dic
  • “Pupi e Picciriddi” all’Atelier La lucciola

    Da oggi al 6 novembre dalle 17:00 alle 18:30 presso l’Atelier La lucciola (via N. Cozzo, 9) si svolgerà l’iniziativa Pupi e Picciriddi. I bambini potranno dipingere con colori alimentari, decorare e portare a casa la loro “pupa di zucchero”.

    Contributo di partecipazione 15 euro. È consigliata la prenotazione. Tel. 333 4755795 o 091 327962 o per e-mail.

    “Pupi e Picciriddi”

    Si chiamano “pupaccena” (o “pupi ri zuccaru”) i dolci che, secondo la tradizione esclusivamente palermitana, i genitori regalavano ai bambini per la festa dei morti, insieme ai giocattoli, dicendo loro che erano stati portati in dono dalle anime dei parenti defunti. Le statuette cave, fatte interamente di zucchero bianco, indurite e dipinte con colori leggeri, raffiguravano personaggi della tradizione palermitana, come il paladino, i ballerini, i cavalieri, e altre figure del mondo infantile.

    Vengono chiamati “pupi a cena” o “pupaccena”, per una leggenda che narra di un nobile arabo caduto in miseria, che li offrì ai suoi ospiti per sopperire alla mancanza di cibo prelibato, ma il significato dei dolci antropomorfi affonda le sue radici in antichi culti pagani: rappresentavano un’offerta simbolica alle anime dei defunti in maniera che, cibandosi di essi, è come se ci si fosse cibati dei trapassati stessi.

    Palermo
  • Lascia un commento (policy dei commenti)