mercoledì 23 ago
  • Stefania Petyx (Striscia la notizia): “Fantamulte automobilistiche”

    Ieri sera è andato in onda a Striscia la notizia (Canale 5) un servizio di Stefania Petyx su alcune multe “misteriosamente” scomparse…

    Palermo
  • 60 commenti a “Stefania Petyx (Striscia la notizia): “Fantamulte automobilistiche””

    1. la legge è uguale per tutti, ma non tutti sono uguali per la legge.

    2. vi devo segnalare che molte auto in uso alla polizia di stato sono noleggiate, quindi è normale che al pra risultino per trasporto privato. Penso che questa volta è stato fatto un buco nell’acqua.

    3. Davide, e’ vero che adesso le auto delle amministrazioni sono noleggiate (noleggio a lungo termine biennale), ma e’ pur vero che si sa benissimo CHI l’ha noleggiata…. ci sono i contratti.

      Prova tu a noleggiare un’auto e a passare col rosso, vedi come ti arriva la multa….

    4. mi sono arrivate multe già pagate per fortuna che avevo ancora conservate le ricevute altrimenti vedi che botta da pagare. mi è arrivata la cartella della serit maggiorata per tre volte più la mora. Ma dico io come è possibile tutto questo? Forse ora grazie a questo filmato ho capito la risposta.grazie

    5. evidentemente avranno raggiunto anche qui dei “compromessi” 😀

    6. @Giuseppe
      è vero quello che dici tu, ma forse dopo che la polizia municipale ha fatto l’accertamento, risultando le macchine intestate ad autonoleggi, questi comunicavano che le autovetture erano noleggiate alla polizia di stato, e da qui partivano gli annullamenti.

    7. stavolta la frullano la petix

    8. Strano che il comandate non abbia voluto parlare con la Petyx.

    9. La petix in questo caso ha preso una “bella” cantonata!!!

    10. ricordiamoci che il comandante è li grazie al TAR

    11. Giovì e Francesco, sempre che non siate la stessa persona, magari di via Dogali: perchè avrebbe preso una cantonata?

    12. Davide, perchè grazie al TAR, non aveva vinto un concorso?

    13. Giovì e Francesco: ma andate a c….re!!!

    14. Avendo imparato a conoscere la Petyx e conoscendone oramai la meticolosità , la precisione e l’abnegazione che pone in essere per le sue indagini , mi sarei aspettato che non si fosse limitata ad una semplice visura al PRA per stabilire se le auto in questione sono realmente in uso alla PS .
      Ed invero che come già sottolineato da Giovanni e Francesco le auto potrebbero tranquillamente essere di proprietà di società di leasing , che le ha concesse in leasing alla PS , pratica oramai in uso da parecchi anni e perfettamente legale .
      Quindi sarebbe stato a mio avviso opportuno recarsi presso gli autonoleggi e verificare che il locatario sia realmente la PS , in questo modo si sarebbe sconfutata la leggittimità o meno della revoca dei suddetti verbali .

    15. rivedendo il servizio della petyx mi sembra chiaro che le altre macchine multate erano intestate a precisi nomi e cognomi e date di nascita.
      Se così fosse allora la questione delle auto a noleggio avrebbe scarsa rilevanza!

    16. ho appena letto su unaltro sito che il consigliera comunale faraone a presentato una interrogazione al sindaco Cammarata http://www.davidefaraone.it/2010/12/10/interrogazione-a-cammarata-su-fantamulte/

    17. qui stiamo trascendendo come al solito..
      le macchine in divieto di sosta stanno posteggiate su marciapiedi e/o in divieto di sosta h 24..
      siccome non sono macchine di pronto intervento durante una missione, ma sono macchine di agenti, ufficiali etc che vanno in uffici e non a fare importanti missioni di pubblica sicurezza, devono rispettare il codice della strada, e se non hanno dove posteggiare in centro per andare negli uffici, vanno coi mezzi pubblici, o si stoccano il collo e posteggiano nei posteggi a pagamento..
      e se c`e` la multa si paga, non si telefona al comando e si dice io sono un PS toglimi la multa..
      la petix ha fatto un ottimo servizio come sempre.
      la legge e` piu` uguale se sei un pubblico ufficiale, perche io ti pago anche per essere da esempio..

    18. E’ un’interrogazione molto documentata con imbarazzanti nomi e cognomi: tutti dovrebbero leggerla per farsi un’opinione

      http://www.davidefaraone.it/wp-content/uploads/20091210_Interrogazione_MULTE.doc

    19. Ho letto l’interrogazione e pare faccia riferimento ad un processo già celebrato e su cui si è duqnue già espressa la magistratura, e mi chiedo: dove sta l’attualità su fatti che sono risalenti al 2005? Perchè non si fecero le denunce all’epoca dei fatti e se sono state fatte, ci sono ancora procedimenti penali o civili pendenti? Come sono finiti? Riesumare fatti del 2005 mi sembra strumentale o è solo un volere gettare “fumo negli occhi” o spazzatura verso chi sta cercando di lavorare bene, adesso. Riflettiamo………..

    20. al sig. faraone chiederei anche perchè quando si chiamano i vigili non intervengono mai ? dicono sempre ora mandiamo una pattuglia e poi non si presenta nessuno. Perchè il sabato mattina non è presente nessun vigile in via galileo galilei, al mercatino, dove regna l’anarchia totale, con gli abusivi che montano i loro banchetti tranquillamente occupando metà carreggiata, facendo aumentare in maniera smisurata il traffico in quella zona. Perchè i vigili non intervengono mai quando vengono chiamati per fare spostare le macchine in tripla e quadrupla fila, sotto la sala scommesse di via fermi? perchè quando si chiama per fare rimuovere un’autovettura davanti un passo carrabile autorizzato non si presenta nessuno? perchè i vigili sono dei fantasmi ? perchè la mattina si riuniscono al bar new paradise di via campolo e se provi a dirgli che ci sono macchine in doppia e tripla fila a 100 metri ti rispondono che non sono li per prendere multe ?

    21. Una cosa la voglio dire noi palermitani facciamo cagare per davvero , siamo un popolo di ipocriti e piagnucoloni . Vorrei sapere chi non è stato mai fermato dai vigili , carabinieri o poliziotti e ha iniziato una commedia della disperazione “per la serie ora lo prendo per il culo” .Un esempio per tutti quando si viene fermato per guida col cellulare non a viva voce, non immaginate neanche cosa accade quando l’automobilista scende dall’auto , intanto inizia a scusarsi per l’accaduto , dicendo vero è ha ragione… ma di che !!1 un si sa ? e appena informato che sarà verbalizzato , che il soggetto cambia modo di porgersi con gli Agenti “dal quel momento inizia la commedia di arte drammatica c’è chi ha la nonna incinta , chi la figlia minorenne che sta partorendo , chi il suocero e/ suocera che sta per tentare il suicidio e tante altre scuse…” dall’altro lato della barricata il marziano vigile deve bersi la solita cavolata e fare andare via il trasgressore , se nell’ipotesi più malaugurante gli passa per la testa la felice idea di verbalizzarlo e allora che dovrebbe arrivare sui luoghi l’ambulanza del 118 . Si assiste sempre alle solite isteriche scenette di gente che urla , inveisce e quant’altro , ma la cosa più vergognosa a cui ho assistito personalmente e che la società per bene , comincia a prendere le difese del contravventore e guarda a malo modo l’agente operatore .Concludendo a chiacchiere siamo tutti bravi ma la realtà e ben altra , mi spiace per qualche venditore di fumo che se la sa prendere solo con le forze di Polizia.

    22. che a recitare le commedie siano i comunii cittadini non mi stupisce più di tanto, ma quando gli attori vestono una divisa la cosa si fa più preoccupante.

    23. Vi invito a essere rispettosi nei vostri commenti. Grazie.

    24. Si, infatti Di Peri è bravissimo a raggiungere “compromessi”… 🙂

    25. Questa storia delle multe è una vera vergogna, così come assuntopoli e tutte le altre vicende cittadine che hanno sempre discriminato i palermitani in classi, ceti e categorie.
      Ma avete visto i nomi che ci sono nell’interrogazione che trovate in questo sito? http://www.davidefaraone.it/2010/12/10/interrogazione-a-cammarata-su-fantamulte/

      E’ un vero schifo, altro che errori o casualità, viene dimostrata la sistematicità e la mira con cui si prendono le multe o con cui si tolgono.

      Non posso fare altro che ringraziare Stefania Petyx per il suo consueto coraggio e per la forza che ha di denunciare queste malefatte.

    26. quello che mi lascia perplesso è come mai cose di 5ANNI FA vengano tirate in ballo adesso dalla petix!!con tante cose che non vanno a palermo OGGI? perchè non si occupa invece di consiglieri comunali come faraone che sono i più pagati d’italia?!circa 20 mila euro!!e perdono il loro tempo a fare denunce su cose passate?
      andate a lavorare!!

    27. il fatto che siano accadimenti di 5 anni fa è assolutamente irrilevante. Anche le stragi del ’92 sono avvenute 20 anni fa, eppure si continua ad indagare per capire chi sono i veri colpavoli!
      Per me la vera questione è se è vero o non è vero quello che dice faraone. Se fosse vero forse quei soldi almeno per una volta se li è davvero meritati!

    28. “Lotta sino alla morte per la verità
      e il Signore Dio combatterà per te”

      Siracide 4, 28

    29. …..scusate ma se è cosi mandiamo la Petix a chiedere lumi alla P.S., chi ha proposto il ricorso per le auto della P.S.???? la Polizia Municipale non poteva saperlo, dalle visure non risultavano in uso all’amministrazione………..qualcuno avrà pur dichiarato che erano della P.S., chi ha dichiarato è da perseguire non chi ha annullato su una dichiarazione che se vera è inattaccabile!!!!
      meditate………..

    30. ho avuto per qualche hanno una macchina con contratto di noleggio a lungo termine.
      posso solo affermare che tutte le multe mi sono regolarmante arrivate, ahimè, perchè i contratti erano firmati dalla sottosctritta e qui a me riconducibili.
      aggiungo che se i problemi di palermo – e della sicilia, per rimanere nell’isola – fossero solo questi, seppur gravissimi e senza nulla togliere alla professionalità della petyx, ci metterei una firma.
      non mi fraintendete, è che questi di fronte all’abisso che non si riesce a raccontare sono peccatucci da scolaretti, seppure emblematici di una certa mentalità.
      l’abisso attende ulteriori scandagli….

    31. replica per finiemula

      sono d’accordo con te; ma credo che la denuncia contro chi ha fatto quella falsa dichiarazione avrebbe dovuto farla proprio Di Peri! Forse è ancora in tempo.

    32. cara Stalker quando si parla di PECCATUCCI non si può non tirare in ballo anche la chiesa.

      se non ricordo male qualche anno fa un giornale scrisse del paradossale annullamento di un autovelox in favore del cappellano dei vigili di palermo. L’articolo era molto eloquente e parecchio diffamatorio ma non mi risulta siano state fatte della smentite o delle querele nè da Di Peri nè da qualche altro pezzo grosso.SE qualcuno di voi ne sa di più ce lo faccia sapere.

    33. Quoto Desolatissimo!

      Era solo il 3 dicembre c.a. quando Repubblica pubblicava il seguente articolo:

      Ai consiglieri di Palermo i compensi più alti d’Italia
      I consiglieri comunali di Palermo sono i più pagati di Italia con un gettone di presenza di 156 euro e un’indennità mensile che può arrivare a 3.030 euro al mese. Ben 749 euro in più dei colleghi milanesi, ma anche il doppio rispetto ai compensi che toccano ai consiglieri comunali della Capitale. Gettoni “d’oro” a fronte di un record di improduttività. A Cammarata 1000 euro più della Moratti
      di SARA SCARAFIA

      A Milano la paralisi del Consiglio comunale è finita al centro del dibattito politico: in due mesi, tra settembre e ottobre, l’aula ha approvato soltanto sei delibere. Chissà cosa direbbero i consiglieri milanesi se, spulciando l’elenco degli atti approvati da Sala delle Lapidi dall’inizio dell’anno, scoprissero che da gennaio i cinquanta consiglieri hanno detto sì ad appena una decina di delibere di peso, limitandosi per il resto a votare debiti fuori bilancio, mozioni o piccole modifiche a precedenti atti.

      Dieci delibere che, però, sono costate care: le delibere più care di Italia. Nonostante i picchi di improduttività, i consiglieri comunali di Palermo sono i più pagati: il gettone di presenza degli eletti al Comune di Palermo è di 156 euro lordi per una indennità che può arrivare, se si raggiungono le 21 presenze, a 3.029,95 euro al mese. Ben 749 euro in più dei colleghi milanesi che al mese guadagnano al massimo 2.280 euro. Ma anche il doppio rispetto all’indennità che tocca ai consiglieri comunali della Capitale: il loro gettone sfiora i 70 euro per un compenso mensile massimo di 1.500 euro.

      A Roma i consiglieri percepiscono metà dell’indennità rispetto ai colleghi di Palermo, ma devono fare quattro sedute in più per ottenerla: devono riunirsi 25 volte al mese contro 21. Un privilegio, quello dei consiglieri di Sala delle Lapidi, che può essere definito geografico: la Sicilia è una regione a statuto autonomo e decide da sé quanto pagare i suoi amministratori. Ed è per questo, dunque, che Diego Cammarata, con una retribuzione lorda che sfiora i 10 mila e 100 euro al mese, supera di mille euro la collega milanese Letizia Moratti. Indennità più alte, dunque, anche per gli assessori, considerato che i loro introiti sono calcolati proprio sulla base del compenso del sindaco.

      In Sicilia i tagli decisi dal governo nazionale con la Finanziaria non vengono recepiti: se anche a Palermo fossero applicate le norme che valgono per il resto di Italia, i consiglieri dovrebbero rinunciare ad almeno 500 euro al mese. Anche le altre regioni a statuto autonomo avrebbero potuto imitare la Sicilia: ma a Trento, per esempio, il gettone di presenza dei consiglieri è di 120 euro mentre a Cagliari non arriva nemmeno a 70: nel capoluogo sardo, i consiglieri non guadagnano più di 1.500 euro lordi al mese. Proprio come a Roma. Il gettone “d’oro” di Palazzo delle Aquile non è un incentivo per lavorare di più: in Consiglio sono al palo quasi trecento delibere.

      Tra queste anche provvedimenti che l’amministrazione ritiene strategici: dal piano regolatore del porto alla individuazione delle aree Peep per realizzare 7.200 alloggi. Ma anche la riorganizzazione delle linee dei bus, che consentirebbe di ridurre i tempi di attesa alle fermate, il regolamento per i gazebo e quello per le corsie preferenziali. Confindustria attraverso Alessandro Albanese due giorni fa ha duramente criticato gli inquilini di Sala delle Lapidi: “Vorrei vedere in aula lo stesso zelo che i consiglieri hanno allo stadio”.

      Ma anche le critiche non producono alcun effetto. Il presidente del Consiglio comunale Alberto Campagna, pur puntando il dito contro la paralisi dell’aula, difende il gettone “d’oro” dei consiglieri palermitani: “Non è lo stipendio dei consiglieri di Sala delle Lapidi a essere alto è quello degli altri consigli a essere troppo basso – dice Campagna, che è anche coordinatore della conferenza dei consigli comunali di Sicilia per l’Anci – La Sicilia ha sfruttato la sua autonomia. Il problema è che, al momento, anche un gettone di un euro sarebbe uno spreco considerata l’improduttività dell’aula: non possiamo più nasconderci dietro le beghe politiche. Quello sull’assestamento può essere considerato un voto politico, ma cosa dire degli altri 300 punti all’ordine del giorno?”.

    34. mi sembra che stiamo uscendo un pò fuori tema.

      cosa centra lo stipendio dei consiglieri con le apparizioni, le sparizioni e gli annullamenti delle multe?
      Uno stipendio può, più o meno, essere meritato, ma ricordatevi che su quelle poltrone ce li spediamo noi, mica ci arrivano per concorso!

    35. ma come che c’entrano i stipendi alti…?non on vorrei dirtelo ma li paghiamo qesti stipendi!!ma come vi viene in mente di paragonare 15 multe alle stragi o mettere in bello dio?!!
      se faraone si occupasse più dei problemi della città e non di 15 multe allora si che se li sarebbe guadagnati i suoi 20 mila euro!!
      sono sicuro che non ha mai i verbali per la sua affissione selvaggia della sua campagna elettorale!!
      che bell’esemplare di canditato al sindaco!!

    36. dall’interrogazione di faraone mi sembra di capire che il problema sia di più vasta e grave natura rispetto al solo annullamento di 15 multe! Poichè faraone ha inoltrato il suo atto istituzionale anche a tre distinte “PROCURE” mi sembra un pò affrettato liquidare l’intera vicenda con prematuri giudizi su circostanze fino ad ora rimaste sconosciute al grande pubblico.Inoltre,fino ad adesso, non ho letto neppure un attestato di solidarietà nei confronti di Di Peri, sia proveniente dal sindaco sia da altri referenziati organi istituzionali! Come mai?

    37. Come che centra DIO?
      DIO ha creato l’uomo, e l’uomo è l’unico animale che arrossisce perchè è l’unico ad averne bisogno.

    38. adesso non prendiamoci in giro… secondo Voi se un familiare del comandante dei vigili urbani prende una multa la paga??? ho visto persone ricorrere ad amici di amici x farsi annullare una multa il che mi lascia credere che è possibile! quindi auto a noleggio o no le multe vanno pagate così come le paghiamo noi cittadini.dopo questo servizio la municipale perde di molta credibilità quindi dare del pezzo di m… ad un vigile x Me adesso è lecito!

    39. calmiamoci! le forze dell’ordine nel loro complesso non possono e non devono essere delegittimate. La maggior parte di quelli che vestono una divisa sono persone oneste, di grande valore e capaci di un invidiabile spirito di sacrificio. Singoli episodi invece devono essere fortemente stigmtizzati e ,se del caso, giuridicamente perseguiti.

    40. Qui nessuno vuole deligittimare le forze dell’ordine di stato… ma quelle comunali si! è storia recente che il comandande della municipale di Taranto (spero di ricordare bene) è stato indagato xkè fortemente colluso col clan dei Casalesi…come scritto da Davide i vigili quando servono non ci sono mai e in caso di incidente l’infortunistica si fa attendere ore… ma allora a cosa servono?? ci lasciano credere che servono a farci rispettare il cod. stradale quando sono i primi loro a non farlo… In verità servono a TASSARE con le loro multe i cittadini infatti a Dicembre in odore di Tredicesima sono più “operativi”… x uno sano di mente che di matt esce di casa x non fare autoscontro o gare in città sono un organo di repressione inutile!Spero e voglio credere che NON tutti i vigili siano marci…

    41. Come già visto in passato, si concentra l’attenzione su uno dei fatti denunciati dal servizio, dimenticandosi del resto. Oltre ai verbali relativi ad auto noleggiate da PS, si parla anche di ricorsi sistematicamente vinti da familiari dei vigili, faldoni che finiscono nella spazzatura e casi trattati confidenzialmente da funzionari preposti a piu’ importanti mansioni.
      A Palermo non si contavano quelli vantavano di essere riusciti a “farsi togliere la multa”, grazie all’amico viglie o politicante. Era sufficiente intervenire prima che il verbale fosse “trascritto” per farlo sparire.

    42. Se abitassi ancora li, a campagna elettorale aperta e con venditori di fuffa in cerca di visibilità, utilizzerei un semplice cellulare per riprendere i casi interessanti (vigili che passeggiano indifferenti davanti alle auto che bloccano il traffico, agli ambulanti illegali, ai parcheggiatori abusivi, in sosta al bar) e chiederei a qualcuno degli ormai numerosissimi blog sulla città di pubblicarli. Sarebbe interessante vedere cosa i candidati e gli attuali responsabili hanno da dire.

    43. Vorrei rispondere a quanti hanno sollevato la questione della tardività della denuncia fatta dall’On. Faraone, alla quale mi associo pienamente , che i soggetti indicati nell’interrogazione sono ancora ai loro posti, o in altri di rilievo per la Pubblica Amministrazione e che è indispensabile e di interesse attuale, quindi, conoscere della loro correttezza ed onestà

    44. Caro byron83 non c’è mica bisogno di scomodare i “casalesi” basta muoversi nei paraggi……

      Cancellava” le multe: condannato l’onorevole Caputo
      di Giulia Noera
      salvino caputo

      11 novembre 2010 – Il collegio della prima sezione del tribunale, presieduto da Monica Sammartino, ha condannato l’on. Salvino Caputo a due anni per tentato abuso d’ufficio e falso ideologico in atto pubblico. La pena è stata sospesa e, se confermata, cadrà comunque per indulto.

      Ma cosa ha fatto Caputo, secondo il sostituto Sergio Demontis e il procuratore aggiunto Leonardo Agueci, nel periodo in cui era sindaco di Monreale e cioè dal 1999 al 2004? Pare che ‘cancellasse’ le multe.

      Anche l’arcivescovo, monsignor Salvatore Cassisa si era affidato ai buoni uffici dell’ex primo cittadino: nel 2004 i vigili urbani avevano stilato un verbale di 101,96 euro all’autista del prelato.

      All’assessore Francesco Nocera e alla moglie vennero notificate contravvenzioni per quasi 1.300 euro. Il vice presidente del Consiglio comunale, Roberto Terzo, fu multato per 900 euro. A tutti pensò Caputo, con una determinazione ad uso, che disponeva lo “sgravio” delle somme.

      Il Tribunale, però, ha bollato come illegittime le sue “determine sindacali” che prevedevano lo sgravio delle multe. E soprattutto ha ritenuto che in quegli atti del Comune ci fossero evidenti falsi: mai nessuno dei raccomandati aveva presentato istanza per lo sgravio dei tributi, come invece Caputo scriveva. Per Nocera, il sindaco scrisse che “le sanzioni erano state elevate in orari durante i quali l’assessore svolgeva attività istituzionali autorizzate”. Ma all’epoca delle multe Nocera non era ancora assessore.

      “Io ho soltanto sottoscritto provvedimenti preparati dai funzionari, nel rispetto assoluto della differenziazione delle competenze – dice il deputato regionale del Pdl- Ho agito in perfetta buona fede: non tocca a me infatti l’istruzione delle pratiche che spetta ai funzionari così come la gestione del procedimento amministrativo. “

    45. non capisco come mai si svii la discussione su multe di 5 anni fa…ma vi rendete conto che stiamo facendo il gioco di un consigliere strapagato?
      20 mila al mese pagati di tasca nostra, finiscono nelle tasche di chi tira fuori problemi di 5 anni fa su 15 multe…ma perchè invece di imbrattare i muri della nostra città con il suo faccione(senza pagare i verbali grazie a leggine ad personam)non pensa a risolvere i problemi veri della città!!!
      faraone vai a lavorare!!!!

    46. se sitratta solo del tempo trascorso considera che i fatti per cui caputo è stato condannato sono di gran lunga piu risalenti! Non credo che sia questo il vero problema.

    47. peccato che la magistetura ha archiviato il caso…
      faraone fa tanto il gradasso grazie alla sua doppia indennità,andando contro anche ai suoi del partito…
      chiediamoci perchè questo caso è stato tirato fuori solo ora?
      basta fare le pedine in mano a politici di questo calibro!!
      mi ripeterò ma Faraone vai a lavorare!!!guadagnati onestamente 20 mila euro mensili!!!!!

    48. Non ho mai letto sui giornali di una archiviazione giudiziaria già interenuta per i fatti dettagliatamente descritti da faraone nella sua interrogazione. Puoi essere più preciso per favore?
      Ma allora se è come dici tu perchè il sindaco non si è ancora sbilanciato su tutta la questione? Penso che sia il minimo che possa fare per di peri visto che gli affidato il comando dei vigili urbani!
      Fino ad ora nessun politico lo ha difeso a spada tratta!

    49. La verità è che la Petix si farebbe sfregiare per fare uno scoop e poi mi sembra che ce l’abbia col comando di polizia municipale, ha fatto diversi servizi sul corpo dei vigili, che abbia interessi in proposito? Chissà!! Comunque, non sappiamo se quelle auto erano realmente in uso alla P.S., ma credo che sia compito di chi manda in onda un servizio come quello di Striscia e lancia accuse del genere verificarlo attentamente e non lasciare dubbi nei telespettatori, mi sembra un modo di fare per lo meno approssimativo e non professionale, ma non credo che la Petix lo sia. Poi, perchè uscire oggi cose di 5 anni fa? Non si parla di attentati gravi alla vita di persone (come qualcuno ha scritto) ma alla fine di un evento di rilievo minore rispetto ai tanti problemi che la città vive, la cosa mi puzza di, come dicevo prima, attacco mirato a delegittimare il corpo dei vigili urbani. La Petix farebbe bene ad indagare sulla situazione finanziaria dell’Amia, della Gesip, dell’Amat e delle altre municipalizzare o degli affitti dello Iacp, ma forse non ne ha il coraggio!! Spero di sbagliarmi in proposito.

    50. Non ingombratevi la mente di pensieri inutili. A cosa serve rimuginare sul passato, anticipare il futuro? Dimorate e soffrite nel casino del momento presente.

    51. caro sforza se mi sfidi sul campo della filosofia per me è un invito a nozze e così ti rispondo

      L’intelligenza è invisibile per l’uomo che non né possiede.

    52. caro il Santo credi di Pensare da uomo saggio, ma alla fine ti esprimi come la gente comune.

    53. ciò che dici é tedioso come una storia già raccontata che tormenta l’orecchio assopito di un uomo insonnolito

    54. scusate se interrompo ma per un attimo mi è sembrato di aver sbagliato blog

    55. sarà, sarei curiosa di andare a vedere alcuni IP…
      pare un soliloquio a più voci.

    56. sei perspicace Stalker!

      ma è pur vero che la cultura è quella cosa che i più ricevono, molti trasmettono ma solo pochi possiedono.

      Sdrammatizzare un pò non fa poi tanto male!

    57. dopo che Stalker ha smascherato il Santo Bifronte, mi domando quanti stiamo seriamente postando su questo blog?

    58. Purtroppo Voi (sforza italia and Co.) non avete idea dei problemi reali dell’economia e della città, fate i filosofi dietro le vostre scrivanie passando le giornate a casa, uscite e andate a lavorare!!

    59. mi dispiace di aver urtato la tua sensibilità, ma non posso credere che tu voglia addossare la responsabilità dei problemi reali della società a me o alla Petyx, per quello che facciamo o che non facciamo. Wer der Grund seines Unglücks ist, beweine sich selbst.Poi potrebbe essere anche vero che passo le giornate davanti a un computer… ma forse potrebbe essere vero perchè costretto da un sedia a rotelle.Per quanto riguarda le “multe di faraone” vi dico soltanto che la verità non si trova mai nei lunghi ragionamenti, si scopre all’improvviso.

    60. QUESTO E’UNO SCOOP!
      Mi hanno fatto una multa in una strada in cui è possibile posteggiare. ho invitato il vigile a non farmi pervenire a casa l’avviso di violazione. ho fatto delle fotografie sul posto e, con una mail certificata, ho invitato il comando dei VV.UU. il Sindaco, l’Assessore al traffico ed altri a valutare la possibilità di non farmi pervenire l’avviso di violazione poichè la multa era stata rilevata in un posto, davanti ad un numero civico, ove è possibile parcheggiare l’auto (tra l’altro a memoria dei residenti si è sempre potuto parcheggiare) . Purtroppo la mail chi in indirizzo l’ha letta dopo avermi inviato l’avviso di violazione. Come ha ritenuto risolvere il problema che avrebbe creato disagio? come l’avrebbe risolto qualsiasi essere meschino, ma nel contempo stupido: di notte, nel corso di una importante ricorrenza, mentre tutti pensavano ad altro, veniva urgentemente disposto di creare davanti a quel numero civico un divieto di sosta…L’unico divieto creato in quella notte in città. Ancora più grave: il ricorso al GdP viene da questi – sollecitato dal rappresentante dei Vigili Urbani – rigettato per mancanza della persona multata. Quella aveva inviato prima dell’udienza (intorno alle 9,00 – come risulta dal fax ricevuto in cancelleria) un certificato medico di pronto soccorso richiedendo un rinvio. Nel verbale di giudizio viene riportato che il fax sarebbe pervenuto al Giudice tre minuti dopo aver chiuso la causa.
      E’ normale avere dei sospetti? Io, a parte i dettagli, ho molti documenti.
      Cara Stefania se ci incontrassimo potremmo discuterne più dettagliatamente.

    Lascia un commento (policy dei commenti)