domenica 20 ago
  • “La notte delle emozioni”, isola pedonale in centro

    “La notte delle emozioni”

    Oggi e domani si svolgerà a Palermo il progetto collettivo di riappropriazione degli spazi urbani La notte delle emozioni che prevede la chiusura al traffico di via Roma e delle zone limitrofe fino a tarda sera.

    Negozi, bar, ristoranti e pub resteranno aperti e si svolgeranno diverse iniziative.

    Rosalio è media partner de La notte delle emozioni e questo post verrà aggiornato con alcune news relative allo svolgimento.

    Programma completo.

    AGGIORNAMENTO: inizia La notte delle emozioni. Carmelo Pollichino porta i saluti del CoMeSS e dell’associazione via Roma all’incontro La comunità responsabile per un progetto di felicità sostenibile organizzato alla sede di Addiopizzo da Il Villaggio delle Idee.

    “La notte delle emozioni”

    Palermo, Rosalio
  • 2 commenti a ““La notte delle emozioni”, isola pedonale in centro”

    1. questa manifestazione è secondo me un’iniziativa lodevole per promuovere palermo ed il le attività commerciali del centro storico, però con questa logica di festa unica di piazza avrà secondo me l’effeto di un fuoco di paglia. E’ inutile nascondere che dopo gli sconti del prossimo gennaio malti esercizi commerciali del cnetro chiuderanno sia a causa della crisi economica che dell’apetura dei nuovi centri commerciali, dove orami quasi tutti i palermitani vanno a fare la spesa per ogni genere che a loro necessità. la situazione è grave quindi l’unico modo a mio avviso per potere far rinascere il commercio nel cnetro storico è quello di creare una mega società con tutti gli esercizi commerciali dal punto di vista promozionale ceh dia una senso ad ogni iniziativa con rpogrammazioni a lungo termine. le guerre contro gli ipermercati non si possono vincere da soli.
      secondo bisogna anche puntare sulla bellezza e sul recupero: se esistono aree degradate bisogna far in modo che i rporpietari intervengano quantomeno per ripristinare i prospetti dei palazzi, se no sono capaci bisognerebbe far in modo di creare sociatà fra costruttori edili e proprietari per far recuperare gliimmobili dando ad ogniuno delgi attori la giusta quota di utile.
      terzo avere il coraggio di demolire ove necessario e creare qunatomeno degli spazi verdi.
      quarto il comune non dovrebbe più autorizzare la nascita di mega centri commerciali,perchè le risorse di questi mostri non rimangano qua ma vanno ad arricchire società che speso con la sicilia non hanno nulla a che fare.
      secondo voi la sicilia è una colonia?

    2. Si, bella l’isola pedonale, in mezzo alla munnizza e alla sporcizia!!

    Lascia un commento (policy dei commenti)