mercoledì 22 nov
  • Chiesto un anno di carcere per Cammarata

    Diego Cammarata

    Il procuratore generale Paolo Giudici ha chiesto la condanna a un anno di carcere per il sindaco di Palermo Diego Cammarata per le accuse di abuso d’ufficio per la nomina di un consulente dell’amministrazione municipale, l’architetto Annalisa Tomasino (che non avrebbe i requisiti).

    In primo grado entrambi, processati con il rito abbreviato, erano stati assolti dal Gup.

    Il processo è stato rinviato al 16 febbraio.

    Palermo
  • 8 commenti a “Chiesto un anno di carcere per Cammarata”

    1. ma macari diu…

    2. poffarbacco! solo un anno? eh eh eh eh

    3. così poco ?

    4. … Ma perchè non si fà una Legge apposita, come ha fatto il berlusca: l’immunità per le alte cariche istituzionali. In fondo è sempre un sindaco!

    5. Si, come no .. ma se in carcere non vanno neanche gli assassini! divertente!

    6. Utopia poter arrivare veramente ad una condanna, ma ahimè siamo in Italia, e i furbi vanno sempre avanti indisturbati……

    7. Mi domando perché continuino a perdere tempo e soldi (dei contribuenti). Come ci ha insegnato il 14 dicembre, la realtà italiana è ben diversa dai film: alla resa dei conti qui da noi vincono sempre i cattivi.
      Per cui è pacifico che Cammarata riesca a scamparla, è inutile illudersi che esista o che venga fatta giustizia. Tutto fiato e tempo sprecato.

    8. Andrebbe dato un anno di carcere vero, per l’assoluta disinvoltura, l’assoluto disprezzo delle regole di etica civica, per l’assoluta mancanza di efficienza, per l’assoluta mancanza di sapere rispondere ai problemi posti.
      Diciamo che gli andrebbe dato l’ergastolo etico, ma siccome la categoria é inesistente, opterei per l’interdizione a vita dai pubblici uffici. Mi basterebbe.

    Lascia un commento (policy dei commenti)