domenica 22 ott
  • “La Zavorra” di Natale, Ciavarro, Giglio, La Malfa, Corona, Cuffaro…

    WikiVas

    – 1 –

    Il pensiero di Natale più regalato dai deputati dell’Ars? Il libro La zavorra di Enrico Del Mercato ed Emanuele Lauria. Gli onorevoli hanno ordinato centinaia di copie del testo, già in ristampa, – che parla dei privilegi degli “abitanti” di Palazzo dei Normanni – da regalare ai “portatori di voti” più affezionati. «Un modo come un altro – si è lasciato scappare durante una conversazione uno dei due autori – per ripulirsi la coscienza e presentarsi agli occhi degli elettori come dei legalisti anti-casta».

    – 2 –

    «Lei lo sa. Ti ripeto che lei lo sa. Devi dirglielo che lei lo sa…Diglielo!». L’attore Massimo Ciavarro, davanti l’ingresso dell’Hotel delle Palme, inveisce al telefono contro qualcuno. Chi?

    – 3 –

    Non è ufficiale e non lo si dovrebbe scrivere, ma Mario Giglio è da qualche giorno addetto stampa del Palermo Calcio. Peccato che lo staff rosanero non gli abbia ancora fornito una mail aziendale. Così in questi giorni in tutte le redazioni sono arrivati comunicati ufficiali su Miccoli, Pastore, Zamparini and co. dall’indirizzo mail personale di Giglio.

    – 4 –

    Cosa lega, almeno su Facebook, Fabrizio Corona e l’addetta stampa del Pd siciliano Nadia La Malfa? Entrambi sono infatti taggati su Facebook in una foto con protagonista l’ex presidente della Regione Siciliana e senatore del Pid Totò Cuffaro. Perché?

    – 5 –

    Babbo Natale a piazza Politeama

    Qualche buontempone ha attaccato a un palo a pochi metri dall’albero di Natale di piazza Politeama un disegno quasi a grandezza naturale di un Babbo Natale stilizzato. Sul manifesto si legge: «Non voglio regali». Accanto un biglietto scritto su un pezzo di cartone rettangolare: «Questo è un manifesto al Natale dedicato a tutti coloro che spendono una fortuna proprio in questo periodo. Think before spend».

    – 6 –

    Qualcuno ha scritto a WikiVas. Abbiamo censurato i nomi dei protagonisti per motivi di privacy. «Questa è cattivella ma vera. La moglie del consigliere del centrosinistra XXXXXXXXXXXX ha una tresca da almeno un anno con un avversario politico del marito: YYYYYYYYYYYYYY, consigliere in forza al centrodestra. Pare che il consigliere YYYYYYYYYYYYY abbia trascorso un periodo fuori casa (ha moglie e figli), ma che poi sia rientrato all’ovile pur mantenendo la sua extra-relazione con la moglie di XXXXXXXXXXXX. Queste sì che sono corna bipartisan!».
    Altre mail di questo tono sono arrivate alla redazione di WikiVas. Ci dispiace, ma senza prove certe noi non pubblichiamo nulla. E poi siamo per l’amore libero.

    WikiVas (dal siculo “vasate”) è un’organizzazione locale e senza scopo di lucro che riceve in modo anonimo (e-mail), grazie a un contenitore (Rosalio) protetto da un potente sistema di facce di bronzo, piccole storie vere che altri media non hanno il tempo di raccontare. WikiVas più che di notizie vive di “rasche di pesce” e gossip, le cui fonti sono coperte da anonimato. L’organizzazione dichiara di verificare l’autenticità del materiale prima di pubblicarlo e di preservare l’anonimato degli informatori e di tutti coloro che sono implicati nella “fuga di notizie”. Alla fine il contenuto di WikiVas è tutta roba che non serve a un cazzo, ma almeno spera di strapparvi un amaro sorriso.

    WikiVas
  • Lascia un commento (policy dei commenti)