giovedì 23 nov
  • “Massa”, libri e Diego, Teatro Massimo, Cascio vs. iPad, gazebo…

    WikiVas

    – 1 –

    Se qualcuno dovesse passare oggi dal Kapant, il Capodanno anticipato di 24 ore dal locale I Malavoglia di piazzetta Pietro Speciale, sappiate che avrete l’opportunità di incontrare il pilota di Formula Uno Felipe Massa con tanto di divisa… Forse.

    – 2 –

    Il sindaco Diego Cammarata, nel corso della conferenza stampa di fine anno, ha regalato due libri ai giornalisti intervenuti: L’albero dei mille anni di Pietro Calabrese e Un viaggio chiamato vita di Banana Yoshimoto.

    – 3 –

    Il sistema di sicurezza del Massimo? Un vero colabrodo. L’invasione “pacifica” del teatro di qualche settimana fa da parte degli studenti che protestano contro la riforma Gelmini (arrivati a raggiungere il palco tra gli applausi degli orchestrali), ha dimostrato di fatto che il teatro è permeabile a qualsiasi attacco esterno. Salterà qualche testa tra i vertici della security.

    – 4 –

    A proposito Massimo. Avete presente l’offerta Fan for fun promossa da qualche settimana dal teatro lirico? La proposta prevede un regalo per gli abbonati del Palermo che entro il 31 dicembre si abboneranno anche al teatro. In cambio, la pubblicità promette un regalo. Chiamando però il numero verde pubblicato nei manifesti, l’800907080, la risposta degli operatori di Hello ticket è sempre la stessa: «Non conosciamo in cosa consiste tale regalo. Il teatro non ci ha informato». Provare per credere.

    – 5 –

    Per quale motivo il presidente dell’Ars Francesco Cascio osserva con scandalo, criticando pubblicamente durante i lavori in sala d’Ercole, gli onorevoli che intervenendo in aula leggono il loro discorso servendosi dell’iPad e non dei classici fogli scritti? Ultima vittima il deputato regionale del Pdl ed ex sindaco di Adrano Fabio Mancuso. Onorevole non si arrenda all’antico. WikiVas è con lei.

    – 6 –

    Ma a chi appartiene il grande gazebo di via Generale Magliocco (lato via Ruggero Settimo), che dal 2009 celebra i primi cento anni del bar Mazzara, intralciando notevolmente il traffico pedonale? I responsabili del locale non l’hanno mai utilizzato. Unici fruitori pervenuti: partito Radicale, Rifondazione comunista, Muovi Palermo. Chi sa parli.

    Il gazebo di via Magliocco

    WikiVas (dal siculo “vasate”) è un’organizzazione locale e senza scopo di lucro che riceve in modo anonimo (e-mail), grazie a un contenitore (Rosalio) protetto da un potente sistema di facce di bronzo, piccole storie vere che altri media non hanno il tempo di raccontare. WikiVas più che di notizie vive di “rasche di pesce” e gossip, le cui fonti sono coperte da anonimato. L’organizzazione dichiara di verificare l’autenticità del materiale prima di pubblicarlo e di preservare l’anonimato degli informatori e di tutti coloro che sono implicati nella “fuga di notizie”. Alla fine il contenuto di WikiVas è tutta roba che non serve a un cazzo, ma almeno spera di strapparvi un amaro sorriso.

    WikiVas
  • Lascia un commento (policy dei commenti)