giovedì 24 mag
  • 30 imprese espulse da Confindustria per non aver denunciato il pizzo

    Il presidente della Confindustria Sicilia Ivan Lo Bello ha annunciato ieri che sono una trentina le imprese siciliane espulse per non aver denunciato d’essere state vittime del racket.

    Lo Bello ha dichiarato: «L’espulsione è inderogabile per quelle imprese che risultino colluse con la criminalità; per quelle che invece sono vittima del racket, essa diventa uno strumento che cerca di condurre l’imprenditore alla denuncia dei suoi estorsori».

    Palermo
  • 8 commenti a “30 imprese espulse da Confindustria per non aver denunciato il pizzo”

    1. ricordiamo sempre che secondo confindustria sicilia non esisteva il pizzo a palermo e libero grassi voleva solo farsi pubblicità…
      ma giglio in è stato espulso visto che pagava il pizzo a lo piccolo? oppure al solito confindustria fa la forte con i deboli?

    2. Certo, sarebbe grazioso se Confindustria pubblicasse l’elenco delle imprese espulse…

    3. Per correttezza e trasparenza deve essere pubblicata la lista delle aziende espulse da confindustria , altrimenti è tutta una presa per i fondelli , tanto per voler rimanere educati .
      DATECI LA LISTA !

    4. @Antonio

      Giustissimo.

    5. Vogliamo la lista.

    6. io ho un figlio disabile con gravi poblemi agli occhi e doveva fare della fisioterapia particolare alle palpebre ma siccome gli venivano forti mal di testa allora hanno deciso di non fare piu la fisioterapia per loro il poblema è risolto.cosi mi pare la confindustria al posto di risolvere il poblema lo risolvono buttando fuori chi non denuncia .ma forse non hanno capito che significa essere vittime e denunciare io lo so perche il sottoscritto è stato vittima della mafia ha denunciato e ha perso tutti e tutto ecco che significa denunciare perdere ma riavere la dignita di uomo ,fatelo capire e allora avete vinto.

    7. io continuo a non capire , quando qualcuno ruba una caramella viene messo in bella mostra sui giornali , foto , generalità ed indirizzo di casa .
      Quando un’azienda FAVOREGGIA LA MAFIA pagando il pizzo e non denunciando , viene esclusa da confindustria , atto lodevole per carità ma perchè tutto deve avviene nell’anonimato ???
      Perchè noi tutti non abbiamo il diritto di sapere ??
      Il diritto all’informazione questa volta non lo rivendica nessuno ?
      Non capisco perchè in sicilia devono sempre essere usati due pesi e due misure .
      Mi appello in primis al Comitato Addiopizzo che tanto ha fatto e tanto fa e che negli anni ha dimostrato di essere una delle poche realtà a non abbassare la testa , per questo chiedo a quest’ultimo Comitato di volersi attivare al fine di portare a conoscenza di noi tutti la lista delle aziende escluse da confindustria .
      Voglio rimanere fiducioso , che una risposta arriverà .
      Grazie

    8. urca addirittura 30 imprese, e le altre 10.000 quando le buttano fuori ? per chi vole l’elenco, basta che si prenda le pagine gialle………..

    Lascia un commento (policy dei commenti)

    Ricevi un'e-mail se ci sono nuovi commenti o iscriviti.