sabato 21 ott
  • Maisano, “Bruce Lee”, Greco, Al Pacino e la casa nelle Eolie, il Tg4…

    WikiVas

    – 1 –

    Lo scorso sabato alla Camera di Commercio di Palermo Pina Maisano Grassi, vedova di Libero Grassi, ha dichiarato alle agenzie: «Se il governo nazionale fosse come quello regionale guidato da Raffaele Lombardo, sarebbe una bella cosa. Lombardo, PUR APPARTENENDO A UNA FAMIGLIA DI MAFIOSI, ha fatto una bella giunta in cui ci sono due magistrati». Cosa ha inteso dire?

    – 2 –

    Chi è Bruce Lee? Il vigile urbano addetto ai controlli nel commercio che, si legge in un articolo scritto per Repubblica.it da Enrico Bellavia si è guadagnato sul campo questo soprannome per i suoi metodi spicci con i venditori ambulanti? «Vederlo all’opera – scrive Bellavia – significa imbattersi in uno che sceso al volo dal furgone della polizia municipale prende a calci i banchetti degli ambulanti per evitare che fuggano avvolgendo la loro povera merce con i lenzuoli». Attendiamo che il comandante dei vigili Serafino Di Peri ci faccia conoscere il nome del “giustiziere”.

    – 3 –

    Piccolo imbarazzo in casa Palermo-calcio per il nuovo ufficio stampa. Il silenzio stampa verso i giornali online decisa dall’amministratore delegato Rinaldo Sagramola sembrava essere stata rotta da un’intervista a una testata telematica non di Palermo. L’intervista a Moris Carrozieri, invece, era “il copia e incolla” pubblicato circa un mese fa da Sport Week da una giornalista che collabora anche con quest’altro sito. Ha tirato un sospiro di sollievo, oltre all’ufficio stampa, anche Sagramola, che parlando dei giornali online qualche giorno fa ha detto: «Sono nemici del Palermo».

    – 4 –

    Qualche giorno fa è morto Giuseppe Greco, figlio del padrino Michele Greco con il pallino di fare il regista. La buon anima del critico cinematografico Gregorio Napoli lo definì, presentando nel 1997 il suo terzo e ultimo film, I Grimaldi, «Un degno erede del messaggio di Coppola. Avrà un futuro». Ne hanno parlato in passato anche Ciprì e Maresco.

    – 5 –

    Pare che Al Pacino stia per vendere la sua casa nelle isole Eolie. Si attendono offerte.

    – 6 –

    Scritta di popolo, scritta di Dio…Guardate un po’ cosa ha scritto un buontempone accanto al manifesto del Pd che invita Berlusconi a dimettersi?

    «Bersani 6 un coglione»

    – 7 –

    Ormai la futura direzione del Tg4 è una questione tutta siciliana. Calano le possibilità di Salvo Sottile, salgono quelle di Giogio Mulé, noto nel mondo del giornalismo col soprannome di “piatti lordi” per una vecchia gaffe fatta al “fu” bar Roney di via Libertà tanti anni fa. Il problema, però, è sempre quello: chi dirà al terzo siciliano e attualmente direttore, Emilio Fede, che è tempo di andare via?

    WikiVas (dal siculo “vasate”) è un’organizzazione locale e senza scopo di lucro che riceve in modo anonimo (e-mail), grazie a un contenitore (Rosalio) protetto da un potente sistema di facce di bronzo, piccole storie vere che altri media non hanno il tempo di raccontare. WikiVas più che di notizie vive di “rasche di pesce” e gossip, le cui fonti sono coperte da anonimato. L’organizzazione dichiara di verificare l’autenticità del materiale prima di pubblicarlo e di preservare l’anonimato degli informatori e di tutti coloro che sono implicati nella “fuga di notizie”. Alla fine il contenuto di WikiVas è tutta roba che non serve a un cazzo, ma almeno spera di strapparvi un amaro sorriso.

    WikiVas
  • 19 commenti a “Maisano, “Bruce Lee”, Greco, Al Pacino e la casa nelle Eolie, il Tg4…”

    1. scritta di popolo, scritta di DIo: Sortino, sei un CoXXXone

    2. Io credo che i valorosi autori di certi messaggi dovrebbero almeno avere il coraggio di firmarsi. A me non piace quasi nulla di quello che Vassily Sortino fa (questa rubrica invece la trovo carina). Ma quando impareremo a esprimere il dissenso con educazione, nome e cognome?

    3. Roberto secondo me dietro le xxx c’è Coridone, il pastore frocetto delle Bucoliche. Iu ‘un m’a tinissi! 😛

    4. Tityre, tu patulae recubans sub tegmine fagi 🙂

    5. A me non piace niente, niente, niente, di quello che fa puglisi. Quello che scrive lo trovo morboso, monotono, ripetitivo, lugubre, sconfortante, sconsolante, scoraggiante, sventurato, tetro, affliggente, deprimente, avvilente … mi fermo qui? Eppure fa il maestrino!

    6. … puglisi insinua, sospetta… insomma, pensa di sapere che l’autore del messaggio rivolto a bersani è vassily, oppure ne è il mandante?

    7. Vi invito a rimanere in tema. Grazie.

    8. Caro Fintotono, la prendo come una richiesta articolata di autografo. Ma dall’ultima volta che mi hai insultato il prezzo è salito, purtroppo. E poi perché finto? Sei anche modesto?

    9. Caro Vassily,

      ti invito ad approfondire una questione assai gustosa: pare che un navigato giornalista che opera a Palermo, con un ruolo nel sindacato, sia solito chiamare, dal telefono aziendale, il proprio cellulare al fine di autoricaricarsi. Ore e ore di “conversazioni”… E l’editore paga…

    10. Peccato veniale…almeno una volta lo abbiamo fatto un po’ tutti 🙂

    11. Se dieci commenti su deci, sinora, parlano di persone, di giornalisti in partiolare, e non delle notizie date da questa rubrica, vuol dire che qualcosa non va. O la rubrica, o chi la scrive. A occhio e croce, una rubrica simile, visto che siamo a Palermo, dovrebbe avere dei contenuti ben più scottanti.

    12. Siino ma ti fa sentire uomo maturo ed eterosessuale utilizzare per terzi il termine “frocetto”. basito.

    13. puglisi e l’autografo 😀 😀 😀 out..
      Non ti ho mai insultato, perché, per quanto mi infastidisce leggere le tue cose non ho mai commentato i tuoi necrologi. Stavolta ho fatto un’eccezione perché il tuo colpo basso nei confronti di una persona che fa il tuo stesso lavoro e squallido più delle cose che scrivi (scrivi? insomma, è un modo di dire…).

    14. Quantomeno Puglisi non sbaglia gli accenti. Il commento precedente e davvero squallido 🙂

    15. Ulisse, il tuo commento è più squallido del mio. Poiché ti aggrappi a un refuso (altrimenti non l’avrei messo nemmeno sull’altra). Ci mancherebbe che sbagliasse pure gli accenti… già è deprimente di suo… se sbagliasse pure gli accenti… lo squallore del mio post è pertinente; e tu? 😀 Hai altre cose da raccontarci? Perché, digitare solo per quello che hai scritto…

    16. non capisco come si possa attaccare
      un giornalista come Roberto Puglisi
      che
      riceve consenso da tantissima gente
      non solo per gli argomenti che affronta,
      ma sopratutto per come li affronta.

    17. io seguo con interesse gli articoli di Puglisi.

    18. Andrea facciamo una cosa. Canta Tranne te di Fabri Fibra con questa strofa: «Se tu sei un frocetto grida ooooooooooooooh / Se non sei un frocetto grida ooooooooooooooh». Si scherza, eh! 😀

    19. Rimuoverò ulteriori commenti fuori tema e inoltre vi ricordo che questa non è una chat. Saluti.

    Lascia un commento (policy dei commenti)