domenica 22 ott
  • 38 commenti a “Palazzina cinese, il degrado continua”

    1. In questo caso si tratta di professionalità interne alla Sovrintendenza ai BB.CC. di Palermo e di ditte iscritte al relativo albo.

    2. Dobbiamo imparare a considerare la città come un condominio e il sindacocome l’amministratore questo da cui pretendere chenon faccia la cresta sulle spese e che spenda i soldi di tutti con la stessa oculatezza ed esigenza che usiamo per le cose proprie.

    3. e dire che hanno tenuto (e pagato) x oltre venti anni le impalcature in tubi Innocenti,che lascerebbe pensare che quei restauri
      andarono avanti x 20 anni!

    4. ora a parte il degrado,
      vista da vicino potete riscontrare quanto avevo ragione nel dire che e’
      proprio un esempio di confusione architettonica
      brutte le linee,brutti gli spazi,brutto il risultato finale.

    5. demoliamo la palazzina cinese, costruiamo un centro commerciale e facciamo “felici” i palemmitani…..

    6. @ comalapenso: secondo quanto scrivi anche la nostra cattedrale è un cumulo di stili a caso essendo stata costruita in momenti diversi… ma da architetto e quindi da persona che ha studiato questo genere di cose per anni ti assicuro che ti sbagli.
      la palazzina è uno degli maggiori esempi di eclettismo in architettura e viene riportato in tutti i testi che parlano di eclettismo architettonico in Italia,
      tra l’altro l’eclettismo, per definizione, è lo stile che ha come caratteristica quella di mescolare elementi di movimenti storici diversi… quindi, come consiglio, non ripetere più davanti ad altre persone una simile affermazione, rischi la derisione.
      il passato ci spiega il presente e ci fa costruire il futuro. questo è quanto.
      faccio i complimenti a Giovanni Moncada per l’articolo, dovremmo essere tutti così attenti, e spero di essere stata, almeno in parte, causa della sua visita alla Palazzina. 🙂

    7. “dei maggiori esempi” non degli, chiaramente 🙂

    8. le persiane verdi non ci stanno, è carina ma osservo anche il punto di vista di comelapenso, interessante! 🙂

    9. ma questo @comelapenso da dove è uscito fuori?
      perchè non ci fa vedere casa sua allora????

    10. Anche l’abside esterno, lato Piazza Sett’Angeli, della cattedrale meriterebbe un paio di foto. L’umidità si sta mangiando le decorazioni. Qualcuno farà mai qualcosa?

    11. gentile Architetta
      io preferisco le opere di un qualche tuo collega,
      George Wright,ad esempio.
      Capisco che ti ho “disturbato” almeno su 2 punti:
      1.l’inopportunita’ di perdere tempo su minuziose ricerche che riguardano il tempo ormai passato
      che a mio avviso fanno tempo sprecato
      2.la scelta di un edificio che a me non piace sia per lo stile,sia per la possibilita’ di fruizione.
      .
      Comunque non ho nulla da deridere sulle tue vocazioni,ti ho solo fatto osservare certe cose.

    12. @ comelapenso: non conosco nessun George Wright conosco un Frank Lloyd Wright.
      te l’ho detto, non bisogna mai parlare di cose che non si sanno. 🙂
      ad ogni modo la ricerca non è mai perdita di tempo. è approfondimento anche solo per cultura personale. e io alla mia cultura personale ho sempre tenuto molto.
      con simpatia eh

    13. BELLA o BRUTTA ?

      prendi una comitiva di turisti
      portala alla palazzina cinese
      Inventa storielle in stile “voyager”

      -PROBABILMENTE qui il re si faceva il bidè,
      -SI DICE CHE qui il re amava assaporare un buon marsala fumando un sigaro
      -FONTI NON VERIFICATE affermano che qui fu inventato il mojito

      ed ecco trasformato un oggetto inutile in una gallina dalle uova d’oro

    14. Certo che il punto di vista di ARCHIMEDE esprime benissimo il perchè questa splendida città un tempo felicissima versi in questo stato conclamato di degrado.

      Provo sinceramente ribrezzo a constatare quanto male i palermitani possano volere alla loro splendida città. E quanta ignoranza coltivata nei decenni che ha creato una tipologia, ahimè la più diffusa, di Palermitano inconsapevole della BELLEZZA che lo circonda ad ogni angolo, che sputa quotidianamente sul piatto in cui mangia e insozza in maniera inconscia e disinteressata quella che potrebbe essere una fonte di ricchezza per tutti i suoi concittadini, lui incluso.

      Ieri in ad un semaforo in via Libertà, poco più avanti rispetto alla nostra auto, una vettura con 3 ventenni, con musica discutibile a volume da stadio e colui che era alla guida, con una nonchalance da brividi gettava dal finestrino il pacchetto di sigarette appena terminato. Non abbiamo avuto il tempo di raggiungerli per gridar loro vergogna!

      Ritornando al tema del post, La Palazzina Cinese, al di la dei gusti soggettivi, dice bene Gabriella Insana, rappresenta in maniera degna un forma di ecclettismo archittettonico che è insito nei nostri cromosomi. E che va messo sul piedistallo. Perchè oggi la colpa più grande di noi siciliani è la totale incapacità a promuovere tutto il patrimonio di richezze di cui disponiamo che è vastissimo e non è secondo a nessun’altra regione in Italia!

      In conclusione, scusate il mio esser prolisso, va fatta un’opera di critica quotidiana a questi amministratori pubblici che sono un esempio emblematico di incompetenza e pressappochismo.
      Impariamo ad esigere di più da noi e dagli altri. Vogliamoci più bene e vogliamo più bene a questa splendida terra, la nostra casa!

    15. Soldi buttati, così come le nostre speranze.

      Ps: Le persiane sono oscene!

    16. la competenza non è del comune ma della regione, capisco che sia facile imputare sempre cammarata di tutti ma per risolvere i problemi occorre conoscere i responsabili e in questo caso si tratta della regione siciliana

    17. A Barcellona per visitare i palazzi di Gaudì (Pedrera) si devono sborsare 16 Euro sull’unghia ma è compresa l’audioguida e la fila è di 200 mt. Ergo sveglia Palermo!!!!!!!!!!!!!!!

    18. 😀 ommarò…preferisco l’altro Wright, la casa sulla cascata è un punto saldo dell’architettura, davvero una meraviglia che non tutte le menti possono “architettare”!
      http://www.onlineartcenter.com/architecture.html

    19. Frank Gehry tecnology
      .
      http://www.arcspace.com/architects/gehry/disney2/
      .
      Buona visione

    20. George Wright
      un architetto decoroso
      che ha fatto cose utili alla societa’:
      .
      http://en.wikipedia.org/wiki/File:Indiana_State_Library.JPG

    21. Francesco
      limitati ai “tuoi” cromosomi,please.

    22. @cosanepenso, ma sei andato a scuola da giorgio con tutti questi link di foto?
      sei vuoi ti spammo le fototutte le archistar che hanno rinnovato Bilbao (Frank O. Gehry, Norman Foster, Santiago Calatrava, Arata Isozaki, Zaha Hadid e Philippe Stark)
      ma a che servirebbe???
      Palermo ha una storia e potrebbe ancora essere una città unica. poverina ora cade a pezzi e si lecca le ferite, ma non è colpa sua. (intendo delle sue opere, che ancora sopravvivono dopo decenni di incuria disamore e speculazione)

    23. *le foto di tutte”
      sorry

    24. ancora ricordo quando il sindaco per farsi bello e culturale` invito` D`averio a farci una trasmissione.sulla palazzina e sui restauri,e io pensavo povero d`averio dove sei finito..nella tana del lupo!!

      comunque mi metto nei panni del turista..raggiungere la palazzina cinese fuori da un tour operetor e` impossibile..
      dovrebbe prendere il 101 e poi farsi un bel pezzo a piedi tra zingari e rifiuti per raggiungere la zona, cosi` resta assolutamente fuori dai piani amat far usufruire della villa niscemi, palazzina cinese, favorita e giardini all`italiana ( o quello che resta!!.
      credo che finche` il turismo non viene visto come risorsa dai nostri concittadini, siamo destinati ad avere i nostri beni comuni cosi` come sono oggi, abbandonati sporchi e sconosciuti!!
      come il castello a mare, il maredolce e san giovanni dei lebrosi col ponte dell`ammiraglio..tutto versa in uno stato pietoso..l`amat dovrebbe investire in bus turistici ecologici con percorsi fuori dal quadrilatero spagnolo..e il comune dovrebbe renderli fruibili e pubblicizzati..

      per cosa ne penso..scusa non capisco, c`e` una data specifica oltre la quale conservare un bene patrimonio comune debba smettere di essere tutelato, oppure possiamo semplicemente pensare che non ne vale la pena, perche` smessa la funzione originale e` solo perdita di soldi??
      io sono amante del moderno anche inserito in contesti storici, come a Graz il museo di arte contemporanea..e condivido che a palermo i grandi architetti sono assenti, non ci sono calatrava a pensare ad un ponte sull`oreto o ridisegnare il porto come a valencia, accontentiamoci di salvare il salvabile..

    25. tonjo
      nessuno ha detto che la palazzina cinese non va conservata.E’ una testimonianza storica.
      Ma da qui a farla passare per opera magnifica e degna di tanta attenzione e ricerca e tanti minuziosi dettagli,c’e’ne corre…

    26. ah beh, la palazzina non avrà fatto storia secondo te, invece sto george wright mi sembra che proprio l’abbia cambiata la storia dell’architettura…
      ti consiglio di tornare a prendere qualche libro e ripassare…

    27. dormici sopra,Gabriella,e non ci pensare piu’.
      Per me quello che andava detto e’ stato detto.
      Buona notte.

    28. beh la frase io sono architetto quindi..insomma è spaventosa che significa? ahaha..magari avrai quanche nozione in più ma sui metodi analitici ci sono diverse scuole..e c’era come ben saprai un certo tipo di scuola che considerava i monumenti come appartenenti alla propria era e quindi sucettibili di modifiche anche massicce tipo la cattedrale con il suo cupolone che oggettivamente non ci appizza niente..poi sarà bello brutto particolare ma non si può giustificare tutto per il fatto che esiste. esiste e se ne prende atto..

      ritornando al topic a me sembra come maggior parte dei restauri che si stanno portando avanti in città, ma è una personalissima opinione non cementata su fatti ma su mie opinioni: restauri nella maggior parte dei casi fatti alla meno peggio

    29. a proposito di lavori,c’e’ la testimonianza di Ettore
      http://www.rosalio.it/2007/12/12/la-palazzina-cinese-dimenticata/
      .
      piccolo OT
      .
      AUGURI ALLA MIA AMICA
      CHE IERI 18 MARZO HA FATTO IL COMPLEANNO
      .

    30. peppo, guarda che la penso come te in quasi tutto. l’unica cosa che forse pensiamo in modo differente è che io non “giustifico” la presenza dei monumenti, e non li reputo belli o brutti, io semplicemente li analizzo e li contestualizzo. poi ci sono cose che a me piacciono e altre meno, ma ogni monumento appartiene ad un epoca ed è manifestazione del suo tempo. non volevo sembrare spocchiosa dicendo “io sono architetto quindi” era solo per dire che ci ho studiato su per tanti anni e forse, ma solo forse, ho una visione un pochetto più ampia. tutto qui

    31. la palazzina e` un esempio veramente unico..credo che in tutta europa c`e` ne siano 2 o 3 esempi architettonici simili..
      all`interno era ricchissima di maioliche e vasi cinesi, oltre che mobili in stile cinese, molti direttamente importati..un elenco di cosa si poteva trovare all`interno fu fatto anni fa..prima dell`aabandono,non ricordo dove lo trovai..
      era letterelmante immersa nei girdini all`italiana, e circodata dalle ville dei colli e dal parco di caccia..

      andrebbe ricontestualizzata all`interno del parco..architettonicamente credo che rappresenti uno di quei pochi momenti e monumenti per cui palermo quale seppur piccola capitale europea competeva con parigi e londra e le altre grandi corti europee..
      come il viale delle liberta`, e il teatro politeama..

    32. e sfilavano damine su carrozze e cavalli,ed il popolo accorreva (a piedi)
      meravigliato ed incredulo
      di potere ammirare (gratis)
      a tanta magnificenza…….

    33. perdonami tonjo, ma non capisco questo perenne paragonare palermo a qualche altra città, metterla in competizione con altre città..fino a quando via libertà sarà paragonata ai ben più famosi viali parigini (che tralaltro la via libertà del 2010 è abbastanza orrida con tutte le porcate postguerra portate avanti), sarà sempre difettosa di unicità..la venezia del nord la milano del sud..tutto in questi casi si rifà a un modello, ed è il modello quello che conta, e quindi io direi che se la palazzina cinese è bella lo è e basta, senza tirare in ballo città che non hanno niente a che fare con questa nella quale viviamo..

      gabriella, si, sono d’accordo anche io sul contestualizzare

    34. Cosanepenso gli off topic vanno semplicemente evitati. Grazie.

    35. Fra tutti gli architetti degni di nota, caro cosanepenso, ne hai scelto uno… che forse neanche lui sa di essere mai esistito.(George Caleb Wright) Evidentemente ti stai arrampicando sugli specchi. Appoggio l’architetto e collega Gabriella Insana.

    36. non credevo fosse il caso di riproporre qualche colpo di coda,su un tema per me esaurito.
      A me serviva contrapporre la semplicita’ e la pulizia delle linee, tipiche delle opere del buon George Wright,all’altro ben piu’ famoso collega,ed il ritorno in fruizione.
      Anche se ti trascini dietro tutti i colleghi della facolta’ di architettura palermitana,non fai che confermare le tendenze di una certa scuola.
      ma esistono altre scuole,come vedi.

    Lascia un commento (policy dei commenti)