martedì 22 ago
  • Renzo Bossi, detto “il trota”, in Sicilia e a Palermo in cerca delle origini…

    Su Diva e donna in edicola oggi c’è un servizio su Renzo Bossi, figlio di Umberto, detto “il trota” (così l’avrebbe definito il padre rispondendo in alternativa a un giornalista che gli chiedeva se potesse essere considerato il suo “delfino”…).

    Il servizio è stato realizzato in Sicilia (è stato a Palermo, nella Valle dei Templi e a Favara), patria del bisnonno partigiano di Calogero Marrone, nonno della madre Manuela, e fa parte probabilmente di un’operazione “simpatia” che prova a rendere più gradevole l’immagine di Renzo che è stato bocciato tre volte agli esami di maturità, ha già ricevuto più di 50 querele e non è esattamente il nuovo Miglio… L’operazione ha utilizzato prima il web con risultati catastrofici: un blog a dir poco terrificante (sbeffeggiato al punto di aver comportato un restyling frettoloso) e qualche problema con l’ortografia della parola sci. Adesso tocca evidentemente alla stampa.

    Dite la verità, non vi sta già simpatico con il look meraviglioso e supercreativissimo affibbiatogli in questa foto in terra di Sicilia? 😀

    Renzo Bossi con la coppola

    Palermo, Sicilia
  • 10 commenti a “Renzo Bossi, detto “il trota”, in Sicilia e a Palermo in cerca delle origini…”

    1. almeno un merito ce l’ha: ” Bossi Jr si era duramente espresso contro le strutture che allevano animali destinati alla sperimentazione scientifica presenti sul territorio lombardo “

    2. anche se il muro che ha alle spalle ricorda quelli in laterizio della città di Roma..

    3. apprezzabile.

    4. Signor Siino rilegga il tutto.
      Di corsa!

    5. Questo articolo mi spinge ad intervenire domandandomi:

      a)Come mai un figlio di un politico, analfabeta, stía sulla prima pagina di DIVA (che disconosco, magari il direttore di DIVA é il figlio analfabeta di un politico..)

      b)Questi stanno dividendo l’Italia, e lui “scopre il sud”? Ma non lo sa che sta facendo suo padre?

      c)Ma nessuno lo ha notato e gli ha dato un cazzottone sul naso?

    6. Ma baieccati!!

    7. Fa parte del nuovo ciclo della Lega, quella che non si vergogna di stipendiucci niente male dell’italianissima repubblica, e di un pesce fuor d’acqua che si fa il restyling facendo il finto terroncello a domicilio. E magari gli battiamo anche le mani. Non mi sorprenderebbe.

    8. Già nel ’93,essendo per motivi personali in quel di Darfo Boario Terme(Brescia),assistetti ad un comizio del seniore Bossi,il quale già definiva i meridionali “amici”,”fratelli”,ecc.Qualche anno prima,sotto Roma avrebbe volentieri piazzato un’atomica.Si vede che i suoi fidi collaboratori gli avevano fatto notare che la maggio parte del suo elettorato è di origine meridionale.

    9. Sono di Favara e mi vergogno di aver ospitato il Trota

    10. aaaaaahhhhhhhhhh su Di va e Donna!!!!!!!

    Lascia un commento (policy dei commenti)