sabato 18 nov
  • 25 giorni di proroga dalla Giunta per la Gesip

    La Giunta comunale ha approvato ieri pomeriggio la delibera con cui si autorizza la proroga di ulteriori 25 giorni per i lavoratori della Gesip. Il Consiglio comunale aveva prorogato di dieci giorni la delibera di affidamento. La spesa complessiva sarà di tre milioni e 920 mila euro.

    Anche ieri le manifestazioni avevano bloccato il traffico e creato disagi in centro città.

    Diego Cammarata

    Il sindaco di Palermo Diego Cammarata ha dichiarato: «Con la delibera approvata dalla Giunta comunale diamo ai lavoratori e alla società la possibilità di continuare ad operare in attesa di trovare, insieme al governo nazionale, la soluzione strutturale per Gesip, così come siamo certi che avverrà. […] La Giunta comunale si è assunta la responsabilità di permettere a Gesip la prosecuzione dell’attività e ai lavoratori di ritornare al loro impegno che, sia ben chiaro, non può mancare. Tutti i dipendenti Gesip devono tornare subito al lavoro. Abbiamo purtroppo dovuto registrare, ancora una volta, in Consiglio comunale, come le opposizioni non abbiano né la capacità né la volontà di assumere una posizione responsabile. Cosa che, in verità, non stupisce più nessuno».

    Palermo
  • 23 commenti a “25 giorni di proroga dalla Giunta per la Gesip”

    1. La posizione responsabile sarebbe chiudere GESIP. Ma nessun politico si assumerebbe mai tale responsabilità.

    2. la puoi chiudere,
      se non funziona,
      subito dopo avere trovato la soluzione
      per assicurare il mantenimento
      delle 2000 famiglie.

    3. delle 2000 famiglie se ne deve occupare la caritas, il comune non può elemosinare 2000 stipendi all’infinito

    4. @ Giorgio: che tipo di contratto hanno i dipendenti GESIP? Tempo determinato, indeterminato, collaborazione, cocopro o che cosa?
      Se il loro contratto è a tempo determinato o a progetto, non si deve trovare loro alcuna sistemazione nel caso in cui l’ente non sia più (o non lo è mai stato?) utile e produttivo!

    5. Concordo con daniele, se così fosse (cioè che si continua a mantenere un ente parassita come la gesip) noi cittadini assumeremo le sembianze di caritas e come al solito c’è chi lavora e si rompe il culo e chi non fa un cazzo e campa sulle spalle dei primi….

    6. Se non trovano lavoro “i signori 2000”, vanno via ed EMIGRANO, come facciamo noi giovani che, dopo esserci fatti un culo così per studiare e per fare progredire il nostro paese ci vediamo fregato il lavoro da questi 4 parameci…è una vergogna, diciamo le cose come stanno, dovrebbero essere loro ad andare via non noi!!! Il futo del paese se ne va e la feccia rimane. I politici siciliani non hanno le…e il paese è in rovina per colpa loro. Povera Italia!!!

    7. Se i loro “simili” regionali qualche mese fa fossero stati trattati con simile durezza allora potrei anche essere d’accordo…ma perche’ i 22 mila (o poco meno)della regione si e questi no ? Vogliamo aprire un discorso di equita’ ,pur nella totale follia ? .2000 persone ormai adulte ,non piu’ in eta’ da concorso,con sulle spalle mogli e figli.Palermo e’ in grado di ricevere questo colpo ?Posso discutere sui modi (.. mandiamoli tutti a zappare la terra o a mungere capre) ma non sulla necessita’ di trovare una soluzione .

    8. iccateli na’ munnizza!

    9. complimenti a tutti per la dialettica…….. ai signori studenti figli di papà che si sono fatti il mazzo dico che io da dipendente gesip tra cooperative lsu e 1o anni di gesip il mazzo me lo sono fatto io ha levare tutto lo schifo che i signori studenti fini si schifano e mi costa a me perchè alcuni li ho avuti pure accanto nella mia esperienza lavorativa e che quando siamo transitati alla gesip (contratto a tempo indeterminato,questo per curiosa)si sono fatti racomandare per stare imboscati e che quando eravamo lsu all’amia io la mattina alle sei a lavorare con la zappa loro si sfilavano a dormire in macchina e appena passavano i controlli si presentavano belli freschi,ah ex studenti zitti che di questo lavoro voi manco lo fareste pagati con l’oro.

    10. oggi per emigrare non basta mettere a disposizione 2 braccia.E poi,se alcuni di questi fanno i fannulloni a casa,cosa andrebbero a fare fuori casa?
      Il tema era ben noto gia’ una quarantina di anni fa.
      Dai dialoghi del Gattopardo (Luchino Visconti)
      “…i siciliani non potranno mai migliorare,
      si considerano perfetti…”
      “…la vanita’ e’ piu’ forte della miseria…”
      “…quello che vogliono,e’ un lungo sonno…”
      “…noi fummo i gattopardi,i leoni,
      chi ci succedera’ saranno gli sciacalli,le iene,
      e sara’ peggio…”

    11. essere figli di papa’ non e’ un demerito.
      Ci sono papa’ che sono tali per esserselo
      fatto loro il mazzo,o chi li ha ancora preceduti.
      Comunque se qualche figlio di papa’ si va ad intruppare in Gesip,dimostra molta miopia
      e scarsa ambizione…

    12. E’ una vergogna, cedere al ricatto delinquenziale di chi ha messo a ferro a fuoco una città per garantire e tutelare la solita sacca di assistenzialismo pubblico al servizio della politica.

      La grande responsabilità non ce l’hanno i signori dipendenti GESIP, ma tutti i politici che si sono serviti di queste ex municipalizzate per farsi campagna elettorale, e che anziché dire a tutti quanto fosse necessario intraprendere iniziativa privata, rimboccarsi le maniche, studiare, darsi da fare, hanno semplicemente detto: “votami che ti trovo un posto”.

      Sono assolutamente indignato!!!

      Non ne posso più di vedere per strade dipendenti GESIP che non fanno assolutamente nulla, posteggiatori abusivi che dominano e controllano il territorio, ragazzini che dovrebbero stare a scuola scorazzare per strada su motorini…

      CI VUOLE PULIZIA!!!!!
      UNO STATO PRESENTE CHE IMPONGA ORDINE, SENSO CIVICO E DISCIPLINA!!

    13. Come sempre e da sempre e sempre sara’ cosi’ Palermo e’ la citta’ dove trionfa la delinguenza e la prepotenza di chi sfuttando il bisogno elettorale dei politici mercenari locali di destra e di sinistra la spunta con le minacce e i ricatti alla citta’ e alla societa’ civile. e le istituzioni stanno a guardare, ma questa e’ ormai ordinaria amministrazione. “Qui’ finisce la speranza dei Palermitani onesti” disse qualcuno in tempi passati.

    14. a proposito di CARITAS
      .
      Caritas opera in 162 paesi
      ha 40.000 dipendenti
      e 120.000 volontari
      ed aiuta circa 25 milioni di persone nel mondo.
      .
      Così farebbero 25.002.000

    15. Vadano a rubare altrove!! Con gente simile la città può solo andare indietro… CHE SCHHIFO!!

    16. La società nata nel 2001 stabilizzò 1.500 soggetti svantaggiati: 637 erano ex detenuti, gli altri ex alcolisti, lavoratori in mobilità o lsu
      ————————————————–
      Una combriccola di gente per bene, non c’è che dire!

    17. combriccola,alla quale pero’,come segnala
      sopra qualcuno,
      si sono uniti alcuni “figli di papà”.
      Ma che bravi!
      .
      E’ bene inoltre ricordare che LSU
      vuol dire
      LAVORATORI SOCIALMENTE UTILI

    18. Un’azienda in crisi va chiusa e i dipendenti licenziati, cosi come succede a tante ditte private e a tanti padri di famiglia che lavorano veramente e non come quelli della Gesip che si strafott. lo stipendio.
      Finiamola con la caritas, sono soldi ns.
      e allora o il comune aiuta tutti o nessuno.

    19. vedo che i razionali via via emergono,
      e rischiarano le menti.
      Ci sono tante aziende dove,
      pur lavorando seriamente,
      si ha difficolta’ a reggere le sfide dei mercati,
      e queste aziende chiedono di alleggerire il carico fiscale.
      Il Governo non riesce a diminuire la tassazione a chi lavorando produce ricchezza,
      perche’ ha a carico la Spesa Pubblica che
      e’ gonfiata,e’ sprecona,da’ pessimi servizi
      e serve piu’ che altro a mantenere uno stato di fatto “clientelare” utile solo a chi fa politica
      ed ai beneficiati.

    20. le chiacchere stanno al vento l’ invidioso o gli invidiosi si continuano a confermare perchè ripete sempre le stesse cose,buttatevi pure voi in politica cosi abbiamo altri chiaccheroni,cosi almeno vi investite di una autorità garantita e cosi,offese,colpi di manganello,arrestateli tutti,buttateli nell’immondizia,mandateli alla caritas,anzi non c’e li mandate e cosi via,bravi,continuo a farvi i complimenti,saluti,anche a chi non merita cosi dice il signore,e andiamo avanti.

    21. l’unica “speranza”
      di una soluzione,e’
      CORRERE A RIPULIRE LA CITTA’ DI PALERMO

    22. adesso iniziamo ad andare d’accordo.

    23. Vi invito a essere rispettosi nei vostri commenti e a utilizzare un linguaggio consono. Grazie.

    Lascia un commento (policy dei commenti)