mercoledì 22 nov
  • “Tour dei Mille”: gli eretici di oggi a Palermo e in Sicilia

    L’altroieri abbiamo passato un bel pomeriggio al Working Capital, il progetto di Telecom Italia, allo Steri.

    “Tour dei Mille”

    Ci sarebbero tante cose da dire ma credo che abbia sintetizzato bene Francesco Passantino, uno degli innovatori siciliani presenti, sul suo twitter: «Qui in Sicilia ci sono persone ed idee. Perseveriamo». 🙂

    Ecco il video e il testo (a grande richiesta) del mio intervento incentrato sui “nuovi eretici” in Sicilia (lo Steri è stato sede dell’Inquisizione): in un contesto di poteri e conservatorismo la forza dirompetente delle idee è la stessa. Si parla anche di Rosalio.


    (video di Andrea Tuttoilmondo)

    È eretico chi rinuncia al circuito del clientelismo nel settore pubblico che questa Sicilia spesso asseconda e nutre e fa impresa affermando la propria indipendenza.
    È eretico chi fonda un sito di e-commerce di grandi firme a Palermo e intestartendosi riesce oggi a vendere in tutto il mondo, ad esempio in Azeirbaigian e in Cina.
    È eretico chi vuole lavorare nella comunicazione e non si trasferisce a Milano come hanno fatto in tanti, rimane qui e riesce a diventare punto di riferimento per le agenzie e le imprese…anche quelle di Milano.
    È eretico chi fa un musical sulla mafia sbeffeggiando il Tano di turno.
    È eretico chi stimola gli universitari e non solo a far diventare i propri sogni imprese e li finanzia, chi fa un video virale con i vecchietti di Agira, chi crea piattaforme per il crowdsourcing.
    È eretico chi scrive della Roma, molla tutto e si mette a dirigere la versione nazionale di Wired.
    È eretico, e qui siamo al presente, chi si mette in testa di risanare i conti di un’Università quando il Ministero taglia sull’università e sulla ricerca. E ci sta pure riuscendo!
    Non sto parlando in astratto, queste persone, gli eretici di oggi sono qui tra noi, le avete già ascoltate o le ascolterete raccontare la loro storia dopo di me.
    Ma il vero eretico, e sarà la storia a chiarirlo, è in realtà chi oggi è ortodosso. Pietro Lanza, il principe di Scordia, nel 1836 scriveva: «Il tribunale dell’Inquisizione, degno parto della truce anima del Secondo Filippo di Spagna, che che ne dicano gli storiografi di esso, non potea sopravvivere al progresso della civiltà».
    Ecco. Di questo progresso noi vogliamo essere testimoni e interpreti, di questo Risorgimento digitale vogliamo essere i nuovi Mille. E chi troveremo davanti a noi lo spazzeremo via, in fondo è solamente ortodossia. 🙂

    Palermo, Rosalio, Sicilia
  • 10 commenti a ““Tour dei Mille”: gli eretici di oggi a Palermo e in Sicilia”

    1. Andiamoci piano nel definire eretico (nel senso rivelato nel testo del post, cioè ortodosso…) chi si “sarebbe” messo in testa di risanare i conti di un’Università…ecc. ecc.
      Se il riferimento è all’ateneo palermitano, bisognerebbe anche precisare “a scapito” di chi o cosa ciò avverrebbe: ad esempio, mi risulta che sono state abolite le agevolazioni in favore degli studenti-lavoratori.
      Sulla qualità della didattica, naturalmente, non posso esprimere personali giudizi, ma ho raccolto pareri autorevoli e abbastanza concordi nel definirla molto scaduta e troppo collegata all’aspetto economico: che l’Università sia diventata un “esamificio”?

    2. Tutta ‘sta retorica mi fa venire in mente una frase di Salvatore Aranzulla, filosofo del Rinascimento: “L’età non pregiudica le conoscenze, falso colui che non crede nella gioventù” 😀

    3. In ogni caso sul “riformatore” Lagalla mi preme ricordare che la sua prima mossa per il taglio delle spese fu questa: http://www.osservatorio-sicilia.it/2009/09/05/universita%E2%80%99-di-palermo-la-beffa-del-rettore-la-galla-agli-studenti/

    4. Le chiacchiere sono una cosa, i bilanci sono un’altra cosa. 🙂

    5. Complimenti! Bell’intervento 😉

    6. Bravo!!!:)

    7. tony fai un post sui monumenti che a palermo sn a pagamento. ora anche per vivitare la chiesa di Casa Professa.
      e sapessi che gentilezza le signore….

    8. ma come ti permetti?

    9. Bravo Tony 🙂

    10. Mario puoi utilizzare l’e-mail del blog o quella di Tony Siino per proporre dei temi per i post. Qui è fuori tema. Grazie.

    Lascia un commento (policy dei commenti)