sabato 18 nov
  • L’allevamento di zanzare tigre in via Magliocco

    L'allevamento di zanzare tigre in via Magliocco

    Non c’è mai fine al degrado in questa infelicissima Palermo.

    Un allevamento di ZANZARE TIGRE nel salotto “bene” di via Magliocco. La fontana realizzata per rendere la via, sotto l’aspetto architettonico, gradevole alla fruizione dei cittadini è diventato un luogo pericoloso per la salute pubblica.

    Vi è da chiedersi come sia possibile per l’amministrazione comunale continuare a far finta di non vedere in che condizioni si sia ridotta la nostra città, lasciandola, in periodi strategici per il turismo, in queste condizioni così pietose.

    L'allevamento di zanzare tigre in via Magliocco

    L'allevamento di zanzare tigre in via Magliocco

    L'allevamento di zanzare tigre in via Magliocco

    Ospiti
  • 23 commenti a “L’allevamento di zanzare tigre in via Magliocco”

    1. Però c’è una cosa da apprezzare: a differenza di quanto accade in altre città, la nostra amministrazione cittadina non ha interesse a curarsi solo della parte “bene”, trascurando, invece, certi altri quartieri. Se ne frega di tutta la città, e basta. Almeno è coerente..

    2. il comune di palermo non gestisce.
      Costruisce, inaugura opere, impianti, ma non gestisce.
      Non si è capito ancora ?
      Non c’è cultura gestionale.

    3. strano, fino a qualche mese fa, non ricordo pero’ esattamente quando, veniva pulito con una certa frequenza..

    4. Pare che le monete di rame dentro l’acqua non lascino sopravvivere le larve delle zanzare. Potremmo invitare i turisti a lanciarvi dentro le monetine tipo fontana di Trevi e far esprimere loro il desiderio di tornare a Palermo sperando di trovarla più pulita.

    5. Sei riuscito a vedere delle larve di zanzara tigre?

    6. il rame non è larvicida. Occorrono prodotti specifici.
      Le larve essendo traspareti e sul pelo dell’acqua con la testa in giu, sono difficilmente avvistabile ad occhio nudo.
      la possibilità che vi sia un ciclo all’interni di qull’acqua c’è. Ma potrebbe anche non essere.
      Resta il fatto che quella ex fontana abbandonata è di uno squallore unico e siamo in centro, il famoso salotto della città.
      maperfavoreee

    7. sono contenta che anche nei quartieri “bene” ci siano i risultati della magnifica gestione politica di Palermo, spero che le larve delle zanzare si propaghini a tutto spiano in modo da condividere anche con un certo tipo di palermitani anche questo

    8. […] Vai al post su rosalio.it In: Abbandoni,Bugs | Nessun Commento […]

    9. Oggi (09/05/2001 ore 12,30) sono passato dal luogo putrido e nauseabondo, la situazione della “gebbia” è peggiorata di molto. Oltre le cartacce, le bottiglie e le lattine che galleggiano in quell’acqua di un color verde intenso, i girini di zanzara sono a perdita d’occhio, che dire…

    10. Io sono dell’idea che in questo caso le colpe siano da attribuire a diversi soggetti:

      1) il Comune di Palermo: non ha la cultura della gestione ordinaria
      2) la ditta esecutrice: quest’opera è stata realizzata nel 2001, ed ha sempre funzionato a singhiozzo. Ciò potrebbe voler dire lavori realizzati non a regola d’arte
      3) Gli operatori dell’AMIA: non rimuovono la “Munnizza”
      4) Noi palermitani: “ingrasciamo” ogni cosa.

    11. Topi, zanzare tigre, rifiuti… Benvenuti in Africa!

    12. vivo lì vicino, e non ho mai visto nessuno che pulisse quella fontanella, anzi spesso ci ho visto galleggiare sacchetti di patatine, bicchieri di plastica e chi più ne ha più ne metta..

    13. Condivido assolutamente il punto di vista di Tucci. Al primo posto però metterei i Palermitani, è incredibile come questo popolo sia incapace di mantenere un minimo decoro la nostra meravigliosa città, sono stanco di dover sentire le lagne delle persone che sono i PRIMI ad insozzare qualunque cosa, basta piangerci addosso reagiamo CXXXO le città al nord in confronto hanno un decimo della nostra storia e rendono infinitamente di più solo perchè le persone sono EDUCATE (senza il più). Riflettiamo una attimo!!!

    14. @carabe81: quotone!!! Ed aggiungo che anche rispetto alle altre città d’Europa!

    15. i palermitani ( non tutti)sono ì Megghiù , sono i più ngrasciati d’Italia, x questo motivo gli albanesi i cinesi i musulmani si integrano benissimo con la cultura rì ngrasciati.Non parliamo della classe politica che sono quasi tutti dei ROGNOSI!!!!!

    16. Esiste un pesciolino piccolo piccolo che si chiama Gambusia..costa poco ed è ghiotto di zanzare e larve… Solo che poveretto ha bisogno di un pò di ricambio d’acqua almeno….

    17. Ragazzi dovremmo passare dalle parole ai fatti in stile “Guerrilla Gardening Palermo”, per chi non li conoscesse ogni venerdì un gruppo di ragazzi armati di zappe e piantine abbelliscono aiuole dimenticate di Palermo… in questo caso dovremmo armarci di scope, bastoni e retine per ripulire la fontana ma non solo… Palermo in fondo è nostra riprendiamocela!!
      Se aspettiamo che Mr Sorriso faccia il suo dovere di sindaco, che i consiglieri comunali si mettano sul serio al lavoro, che gli operatori amia facciano diligentemente il loro lavoro, se aspettiamo tutti questi sogni rischiamo che Palermo rimanga un’immensa discarica a cielo aperto per sempre.

    18. sono d’accordo con Giuseppe però i lor “signori” continueranno a percepire gli emolumenti, che sono tanti, senza fare nulla.

    19. schifio, schifio, schifio e ancora schifio….

    20. I palermitani sono i più ingrasciati anche perchè non c’è nessuno che le educa!!!
      Ci vuole molto ad appostarsi in qualsiasi punto della città, mettersi in borghese, ed iniziare a fare delle bellissime multazze a tutti coloro che gettano munnizza per strada??A partire soprattutto dai ragazzini che non hanno la ben minima educazione alla pulizia della loro città!!
      Dopodichè si passa ai grandi…

    21. a me non stupisce più nulla quando si parla di degrado a Palermo, ormai.
      Abito fuori da anni e quando torno, trovo tutto un gradino sotto…

    22. http://www.infozanzare.info
      Chi parla di “prodotti specifici”, chimici, potrà leggere quali sono i pericolosissimi effetti sulla salute umana di queste sostanze.

    23. Per sterminare le zanzare, trasformando la fontana in un trappola, io ho messo in una piccola vasca un PESCE ROSSO. Ha funzionato! Ma il pescetto mi è durato circa un anno, perchè è una spece piuttosto delicata.
      Le GAMBUSIE (che consigliava Cristina), invece, sono più resistenti (riescono a vivere anche in piccole pozze di acqua stagnante con forte carenza di ossigeno) e presentano altri vantaggi: sono più voraci (divorano, ciascuna, fino a 150 larve al giorno), e sono pesci piccoli, di circa 3 cm la femmine e 6 i maschi (mentre i pesci rossi possono anche diventare grandi diversi cm), quindi adatti anche alle piccole fontane.

    Lascia un commento (policy dei commenti)