martedì 21 nov
  • Capo Gallo negato…anche ai podisti

    Non sono un habitué della corsa ma ogni tanto ho il piacere di una piccola corsetta sul lungomare di Mondello, una di quelle cose che mi fanno ritenere Palermo una delle più belle città del mondo, nonostante i palermitani. Il 2 giugno, spinto dall’onda del rimorso per una cena troppo abbondante, mi sono lanciato in una modesta corsetta da Valdesi fino al faro di Capo Gallo. I miei già vacillanti propositi, tentati ad ogni passo dal richiamo dell’acqua azzurra come solo giugno e settembre possono regalarci, sono stati interrotti all’arrivo presso il famoso cancello della Riserva di Capo Gallo, presidiato, come al solito, da un certo numero di sgherri, simili ai bravi di Manzoni. Conscio del fatto che il passaggio in macchina, in bici, in moto, e persino a piedi, viene fatto pagare in virtù di una lunga tenzone a suon di carte da bollo con lo Stato (leggasi Regione, leggasi ente riserva naturale, leggasi Comune…), ma non per i podisti, procedo a passo spedito quando vengo fermato in malo modo dai suddetti; attonito ascolto la voce che reclama un pedaggio di 50 centesimi. «E da quando?», chiedo; «Da quest’anno» è la risposta dei bravi. Inutile spiegare, inutile chiamare i vigili urbani che si limitano ad osservare e basta. Da oggi, anche per i podisti, Capo Gallo è una riserva negata (a meno che pagare 50 centesimi per accedere ad un luogo già pagato dal contribuente con le proprie tasse sia ritenuto atto dovuto…). Amici podisti e non, se fra di voi vi è qualcuno che è indignato come me, se sentite lo stesso sentimento di rabbia che vi attraversa tutto il tronco, e, soprattutto, se fra di voi vi è un bravo avvocato, scrivete e suggerite! Capo Gallo torni ad essere libera per tutti!

    Ospiti
  • 52 commenti a “Capo Gallo negato…anche ai podisti”

    1. io ci passo a suviccheria e gratis tanto nessuno di loro ha fiato, resistenza e velocità come le mie (sono runner da 18 anni) per potermi raggiungere

    2. questa di capo gallo è una questione per la quale in una città normale sarebbe insorta.
      A palermo i vigili e noi cittadini ci limitiamo a constatare la follia della situazione.
      Non vado a Capo gallo da anni perché ogni volta litigavo con qualcuno dei ceffi all’ingresso.

    3. Palermo è una città sul mare, ma con un mare di divieti!!!
      Da Capo Gallo, passando da Mondello (con le sue “cancellate mobili”), per finire ad acqua dei corsari. Gli accessi al mare sono pochi, pericolosi e su spazi non controllati.
      Aree che dovrebbero essere di forte richiamo ed attrazione turistica, sono degradate e privatizzate. Penso al porticciolo dell’arenella, piuttosto che quello di romagnolo e cosi’ via: cosa ne rimane dei tipici porticcioli di pescatori di un tempo??? Tutto perso, senza nessuno che si sia mai posto il problema del valore storico culturale, che la “modernità” palermitana, stava travolgendo.

    4. La soluzione è semplice: assegnare una pattuglia di finanzieri nei pressi del cancello che controlli il regolare rilascio dei tagliandi fiscali d’ingresso. Dopotutto se la legge ha confermato che la proprietà della strada rimane privata (quindi col relativo diritto di pedaggio) è legittimo che se guadagnano da una loro proprietà, paghino le dovute imposte.
      Per il resto, immagino che in fase di creazione della Riserva, contassero di poter espropriare la strada ma poi la legge ha emesso una sentenza differente, per quanto paradossale, creando di fatto una Riserva pubblica con accesso privato a pagamento. E badate bene, “accesso” e non “gestione”. Nel senso che i costi di gestione, tutela e manutenzione ricadono comunque sui soggetti pubblici che sostengono la riserva, ovvero Provincia e comune di Isola delle Femmine (ovviamente il Comune di Palermo si è guardato bene dal ratificare l’accordo sulla creazione della Riserva, qualche giorno fa).

    5. scusate l’off topic…
      ieri mi ha chiamato una signora che abitava a capo gallo la quale si è qualificata come una pensionata che non poteva pagare 40 euro di bolletta.
      Ovviamente la signora aveva la linea telefonica anche in via dei Cantieri…
      Le serviranno quei nostri 50 centesimi no?????
      Il problema non è solo degli sgherri, ma anche degli abitanti di capogallo i quali dovrebbero evitare quest’assurdità.

    6. Non vado a Capo Gallo entrando da Mondello da almeno 12 anni per il “pedaggio/pizzo” che si è costretti a pagare.
      Il controllo fiscale su questi tizi sarebbe il primo passo da fare…io da lavoratore dipendente ho un cud, ho dovuto fare l’unico mentre questi tizi? Quanti soldi “raccolgono” in estate senza che ne paghino nemmeno un centesimo come tasse?
      (levando il fatto che anche io considero assurdo il fatto che per entrare in una riserva devo pagare un privato, è un po’ come quando gli stabilimenti balneari chiedono di essere pagati per poter accedere alla spiaggia quando in realtà l’accesso deve essere gratuito!!!)

    7. caro Luciano,
      sono un podista come te e come te sono indignato ed attraversato dal quel sentimento di rabbia.
      Io avrei una proposta!
      L’unica strada che porta dalla piazzetta, dove c’è la fermata degli autobus, al cancello degli sgherri, dovrebbe essere comunale. Allora basterebbe chiudere definitivamente al traffico veicolare quella strada, tipo riserva dello zingaro per capirci.
      Chiunque vuole accedere alla riserva può farlo solamente a piedi.
      A un cornuto, un cornuto e mezzo!!!

    8. La proposta di fabio grillo è geniale ma credo che anche dei controllo della Guardia di Finanza farebbero esplodere una situazione insostenibile.
      Io ogni volta che mi chiedono il “pizzo” chiedo la ricevuta fiscale che, con qualche mugugno, mi viene sempre rilasciata.
      Il problema è che viene rilasciata solo “a richiesta”.
      Visto che la situazione è sotto gli occhi di tutti mi piacerebbe conoscere i redditi di questi brav’uomini, che lucrano su un pezzo della nostra terra, per vedere se sono compatibili con il grande flusso pedonale e veicolare della “riserva”.
      Che ci vuole per avviare un accertamento fiscale?
      Un servizio della Petix su Striscia la Notizia?

    9. Questo pizzo da pagare è una vergogna!!
      Anch’io tante volte ho litigato con questi tizi che si sentono proprietari di un pezzo di mare.
      Mi chiedo perché le autorità competenti non facciano nulla… Avevo sollecitato tanti anni fa un rappresentante dei verdi in Sicilia ma senza successo. Non è un affare che interessa.
      Davvero deprimente.

    10. ma perchè un giorno non ci raduniamo tutti al parcheggio degli autobus e ci facciamo una corsa di gruppo dimostrativa? io non ci vado da tempo fino al faro, ma avevo ripreso a correre e tra qualche settimana avevo intenzione di arrivarci (fiato permettendo). questo pizzo sicuramente non mi invoglia a provarci…

      Se fossimo in tanti, magari organizzando l’evento in modo da renderlo pubblico e visibile (già il fatto di parlarne su Rosalio dovrebbe mettere in risalto il problema) potremmo comunque ottenere qualcosa…

    11. Palermo è in mano alla mafia e ai mafiosi… solo questo c’è da dire… e stiamo a guardare!

    12. Perchè non si va tutti in massa, si cerca di oltrepassare il varco e vediamo se ci fanno pagare? PALERMO SVEGLIATI!!!

    13. Sono pronto ad andare tutti in massa contro il cancello dei Vassallo proprietari del varco d’ingresso e giunti li lo abbattiamo e poi vediamo se chiamano le forze dell’ordine.

    14. ho avuto notizia proprio ieri che….a capogallo stanno iniziando a far pagare pure i pesci sott’acqua! si si, proprio i pesci, quelli mischini che nuotando passano all’altezza del cancello; perciò i podisti ovvio che pagano! la differenza è che i pesci son pesci e non si lamentano per loro natura, noi palermitani (e dunque non solo i podisti) continuiamo a pagare quel pedaggio pur lamentandoci, ma fatto sta che paghiamo! in altre parole, noi palermitani abbocchiamo! altro che pesci….

    15. Ragazzi organizziamo una corsa dimostrativa a Capo Gallo per sollecitare opinione pubblica e mezzi di informazione sulla questione. Una cinquantina di persone possono bastare.

    16. anch’io è inutie dirlo sono stato vittima di questa barbaria palermitana con relativa litigata che non porta a nulla se non ad aumentare la quantità di liquido biliare in circolo. sono assolutamente d’accordo alla corsa di massa coinvolgendo magari qualche testata giornalistica. fissiamo una data e tutti pronti al via……

    17. Organizziamola una Domenica mattina (dom 19 o dom 26 Giugno per esempio) con partenza da Valdesi.

    18. se si organizza la corsetta a capogallo, con l’intenzione di fare un pò di bordello pubblicistico(tgs,striscia, giornale locale e tv locali) CI STO!

    19. Cornuto chi si tira indietro facciamo la marcia su Capo Gallo e poi vediamo se chiamano le forze dell’ordine riappropriamoci del nostro territorio !!!

    20. io sono sempre passato in macchina tranquillamente dicendo…”Motomar”…

    21. va bene la marcia, porto con me almeno tre persone.

      Se volete prendere l’appunto:
      Fabio + Roberta + Federica + Fabio

    22. @fabio grillo

      quando ho letto il tuo post ho pensato “geniale” poi mi è venuto in mente che di conseguenza loro avrebbero aumentato il prezzo pedonale ad almeno 2 se non 5euro (per compensare le perdite) forse è meglio che dei finanzieri stiano davvero li di giorno a controllare che almeno rilascino una ricevuto fiscale o uno scontrino… in ogni caso è una cosa davvero indecente.
      Forse ci vorrebbe veramente la Petyx per smuovere le acque.

    23. Venerdì 8 aprile 2011 mi hanno fatto pagare 50 cent. per fare una passeeggiata a piedi nella riserva di capo gallo. Trovo che tutto cio’ sia iniquo!

    24. eccomi: podista, da qualche mese faccio valdesi – faro e questi dalla scorsa settimana mi chiedono 50 centesimi. Litigata e minnifutto.
      RADUNO ORE 19.00 AL POSTEGGIO DI CAPOGALLO PER ENTRARE IN MASSA!!!

    25. io o 35 anni, e mi ricordo che quando ne avevo 12 andavamo a CAPOGALLO e si pagava 10 mila lire e rilasciavano uno di quei bigliettini colorati numerati ma niente di fiscale,e molte domeniche non si ci poteva andare perchè ci volevano i soldini,e mi ricordo che c’èra la montagna che aveva preso fuoco,prima anno fatto bruciare tutto quel ben di dio e poi anno chiamato i pompieri,poi non ne parliamo di quelle macchine che si appartavano e facevano le schifezze,ma veramente questa riserva naturale non la vedevo.eeeeeeeeee a parte ogni cosa Capogallo e meravigliosamente bellissimo!

    26. http://www.facebook.com/group.php?gid=128901444312&v=wall

      http://www.facebook.com/group.php?gid=264118934320&v=wall

      in questi due gruppi (ormai non più usati) qualcuno aveva proposto di fare una cosa simile, ma non so se poi si è realmente fatta.

    27. io ci sono, basta che non si faccia tra il 17 e il 19 che sono impegnato tutti e tre i giorni!

    28. Io ci sto! Concordiamo dove e quando!

    29. Ciao a tutti sono d’accordo con voi!! Dobbiamo organizzarci e decidere di vederci un giorno magari di sabato mattina o domenica mattina cosi molta gente può aderire facilmente e andiamo li numerosi!! appena ci chiedono i famossissimi 50cent numero dei vigili urbani e finanzieri e se il caso anche carabinieri cosi gli diamo il buongiorno di una domenica estiva!! PERCHè PALERMO E NOSTRA NO DEL DIO DENARO!!!

    30. FATE SAPERE SUL BLOG L’ORARIO E LA DATA DI RIUNIONE, SAREMO SICURAMENTE PIU’ 50.

    31. ma scusate….. gli accetamenti fiscali li fanno soltanto a me?! Che tra l’altro sono un dipendente?? Come dicevano sul film Mary per Sempre:” Ma questa me la chiama DEMOCRAZIA!?”

    32. abbattiamo il cancello e cornuto chi si tira indietro

    33. vorrei aggiungere due cose alle tante, tutte condivisibili, che sono state dette.
      La prima: come mai tanta spiacevole sollecitudine a far pagare a Capo Gallo quando, se di denaro si parla, la spiaggia di Mondello viene ceduta a privati senza che un ente come il Comune trattenga per sé un’area in cui far lavorare qualcuno dei mille nullafacenti stipendiati e dove racimolare dei bei soldi affittando sedie e ombrelloni?
      La seconda: come mai, dietro esplicita richiesta (mia recentemente, ma credo in passato di tanti altri) il Giornale di Sicilia, invitato a occuparsi di questa questione e degli strani cartelli affissi al cancello di Capo Gallo, si è tirato indietro con la semplice risposta “è così da sempre”?

    34. anch’io come Albo il 19 non posso, ma se lo fate il 25 o il 26 sarò dei vostri!!

    35. Bella idea la corsa in massa! Diffondo la notizia se decidiamo una data!

    36. Meglio di un qualsiasi flash mob

    37. C’è da controllare se gli sgherri al cancello risultano regolari lavoratori.
      Insomma un controllo per vedere se sono messi in regola, se hanno un contratto, se vengono pagati i contributi. Se non regolari, mega multona ai proprietari.
      Poi visto che chiedono il pedaggio,la strada deve essere messa in sicurezza, deve essere assicurata, ci devono essere servizi minimi che attualmente non esistono.
      E comunque dovrebbe esistere un passaggio gratuito e comodamente percorribile per raggiungere il mare.

    38. Vi invito a verificare con scrupolo e di riflettere bene prima di organizzare manifestazioni che potrebbero configurare reati, soprattutto se avete intenzione di farlo qui. Grazie.

    39. CI STIAMO ORGANIZZANDO TUTTI PER ANDARCI IL 30 GIUGNO

      http://www.facebook.com/event.php?eid=224447007578060

    40. ci vorrebbe un bel servizio della petyx per finalmente mettere in luce la questione dell’accesso a capogallo, se c’è servitù di passaggio, se è legale chiedere un obolo per l’ingresso in auto e/o a piedi.

    41. CIAO A TUTTI! STIAMO CERCANDO DI ORGANIZZARE UNA PROTESTA, ENTRATE IN QUESTO GRUPPO SU FACEBOOK E LEGGETE LE INFO http://www.facebook.com/pages/NO-AL-PIZZO-DI-CAPO-GALLO/152893918113473

    42. Non è andando contro la legge come loro che otterrete qualcosa, poi tanto appena vi danno torto, (perchè è comunque una proprietà privata NON suolo pubblico) scappate tutti e puntate il dito a chi ha organizzato la cosa….
      Siete davvero “scaltri”…
      Perchè invece non informarsi prima, fare protesta al comune? Mettere in mezzo giornali o programmi tipo striscia?
      Tanto se arriva la polizia vi fa sgomberare perchè è proprietà privata.. buttate giù il cancello??? VI ARRESTANO!

    43. la protesta che intendiamo organizzare sarà legale e chiederemo il suolo pubblico…non ci sarà nessun atto violento o illegale. abbiamo contattato le iene, striscia ,report, tgs, trm e rai 3

    44. Ma perché vela prendete tanto per 50 centesimi

    45. Per adesso é riconosciuta la proprieta’ privata
      e chi vuole varcare quel cancello deve pagare.
      .
      Adesso c’e’ anche il registratore di cassa,
      che,a richiesta,puo’ rilasciare lo scontrino.
      .
      C’e’ un aspetto della questione che,
      pero’,
      va sottoposto
      ai responsabili della Riserva,
      ed e’ l’accesso al mare sullo stretto corridoio che dovrebbe consentire a piedi il raggiungimento della scogliera.
      Ad un buon osservatore non sfugge il fatto che a ridosso del cancello,sono stati posizionati alcuni grandi massi,sicuramente con l’aiuto di una pala meccanica,che rendono arduo il superamento di quei 4 0 5 metri che poi consentirebbero il raggiungimento della scogliera.
      Se proprio si volesse fare le cose a modo,basterebbe realizzare una pista di accesso
      per una trentina di ml,interrata o sopraelevata.
      E cosi’ ai tantissimi disoccupati e precari palermitani si regalerebbe ,
      almeno ,
      un accesso gratis al mare.

    46. Il carovita arriva anche a capogallo a me per un accesso a piedi mi hanno chiesto 1 euro, infatti sul “tabellone tariffario” da loro realizzato hanno modificato il costo da 50 centesimi a 1 euro.

    47. ragazzi purtroppo tutto il mese di luglio agosto si paga 50 cent e non ce niente da fare il padrone e lui e lui decide la polizia la finanza non possono neanche entrare se lui vuole e suo di proprieta noi podisti la matt presto ci fa passare senza pagare e dopo le 9

    48. ultima cosa io non ho niente i propretari di capogallo ma secondo me fa bene ve lo potete immaginare se fossi libero ingresso i postegiatori prendessero possesso e poi x entrare atro 50 cent ti svuntanu a macchinacome anno fatto ai post galatea ecc

    49. Puntualmente, come ogni anno, qualcuno organizza una manifestazione pro-capo gallo libera.

      Puntualmente, come ogni anno, su internet ritrovi un miliardo di partecipanti fighissimi e spavaldi che poi non si presentano all’appuntamento.

      Ho 31 anni e da almeno 25 sento parlare di capogallo libera… finora nessuna amministrazione comunale è riuscita a restituire il mare ai palermitani.. dal pedaggio di Capogallo alle cabine di Mondello e così via fino alla bandita…

      Siamo una città di mare solo per il panorama dall’alto, che tristezza.

    50. Ieri mi sono recato col mio cane, regolarmente al guinzaglio, per fare una passeggiata alla riserva di capogallo. Con me c’era anche un mio amico piemontese al quale volevo far vedere la bellezza del paesaggio. Arrivati davanti al cancello un signore, che si qualifica come proprietario del varco, attorniato da un gruppo di persone, mi impedisce di entrare col cane,raccontandomi storie di responsabilità nel caso il mio cane fosse scappato e altre cose del genere e mi chiede altrimenti di lasciargli un mio documento. Alle mio rifiuto e alle mie rimostranze ne nasce una bella litigata e alla fine mi vedo costretto a chiamare il 113 per far valere i miei diritti (penso io). Niente di tutto ciò, secondo la polizia ha ragione lui e in quanto proprietario di quel pezzettino di terra può decidere le sue regole. Roba da matti!!! Continuo a pensare che ho ragione, ma alla fine me ne sono dovuto andare più incazzato che mai…il commento del mio amico piemontese è stato ” solo qui in Sicilia possono succedere cose del genere”…purtroppo come non dargli torto!

    51. Guardate che l’idea di Fabio Grillo (post 8.6.2011) è geniale e toglierebbe parecchi soldi ai “bravi”.. a meno che non decidano successivamente di portare il passaggio a piedi da 50centesimi a 5 euro..

    52. Chiedi loro la ricevuta 🙂 la prossima volta…oppure andate in massa a correre e vediamo se possono fermarvi tutti. Volevo comunque fare una mia considerazione… anche a me brucia non poco pagare il pedaggio , però ringrazio che vi sia comunque questo “pizzo” poiché tiene lontano la malacarne e lo schifo dei palermitani che al solo pensiero di dover pagare da 0,50 euro in su rinunciano. E’ comunque un deterrente. Già da bambino con mio padre raccoglievo le bottiglie di plastica lasciati dagli incivili a Capo Gallo. Se non vi fosse questo pedaggio si trasformerebbe in una discarica come sono le spiagge e gli altri posti di scogli bellissimi, ma deturpati dalla gentaglia. Immaginate se la malacarne non dovesse più pagare 10 euro per entrare con l’auto di sabato e domenica…Capo Gallo sarebbe finito, zeppo di gentaglia (che comunque viene anche pagando) e una discarica a cielo aperto per l’inciviltà di un popolo cieco delle sue bellezze naturali

    Lascia un commento (policy dei commenti)