martedì 21 nov
  • Gesip, cinque milioni dalla Presidenza del Consiglio

    La Presidenza del Consiglio dei ministri ha trasmesso l’ordinanza di protezione civile per la destinazione di cinque milioni di euro al pagamento degli stipendi dei lavoratori della Gesip che protestano da mesi.

    Il contributo straordinario dovrà essere restituito entro il prossimo 31 dicembre.

    Palermo
  • 51 commenti a “Gesip, cinque milioni dalla Presidenza del Consiglio”

    1. E non dimentichiamo: Il contributo straordinario dovrà essere restituito entro il prossimo 31 dicembre! Grande! Gesip!

    2. Gesip è una creatura di Cammarata. Non dimentichiamolo mai.
      Detto questo, la cosa che fa sorridere di questa notizia è la vaccata de “Il contributo straordinario dovrà essere restituito entro il prossimo 31 dicembre”.
      Ah sì pero?
      E da chi dovrebbe essere restituito? Dalla Gesip? Dal Comune? Da Cammarata?
      Vogliamo scommettere che che la dicitura “dovrà essere restituito” significa che saremo noi a dover pagare?
      Non verrà mai troppo presto il giorno in cui solo chi paga le tasse avrà diritto di voto…
      In quanto ai Gesip men, il loro pensiero sul contributo immagino che sia “ancora n’hanno a dare, picciuoli…”

    3. Diego ieri ho fatto lo scrutatore (scuola Natoli), ho letto solo il primo rigo di quello che hai scritto e non leggo il resto, se dici che erano solo in due a tentare di rubare le schede è ovvio che tu ieri a piazza pretoria non c’eri. Confermo quanto scritto da daniele e speriamo che gesip fallisca il prima possibile. Se ho tempo nel corso della mattinata scriverò su questo blog cosa hanno fatto questi malacarne ieri e quale disagi hanno provocato.

    4. @Isaia

      dovresti informarti un po di più anzicchè definirci yesman, ma visto che non lo sei t’informo io, il prestito di 5 ml non lo vogliamo, perchè non risolve nulla se non a pagarci il mese di giugno, in attesa che il governo nazionale inserisca nella finanziaria un decreto legge che permetta l’internalizzazione dei servizi, anzicchè l’esternalizzazione al privato come il tuo amico Faraone vorrebbe, ma se la finanziaria non venisse approvata entro giugno e slitterebbe a settembre questo sarebbe un problema enorme perchè a quel punto non avremmo i fondi per arrivare a quella data, piuttosto auspicavamo una soluzione che prevedesse il processo di internalizzazione iniziare fin da subito e non posticiparlo piuttosto, per questo ti dico che questi soldi a noi non ci fanno comodo ma piuttosto ci complicano le cose, perchè per l’amministrazione comunale è un modo per tirare fiato dalle pressioni che stiamo apportando loro, ma di fatto il problema non è risolto ma solo posticipato di un mese se ciò che hanno promesso non si dovesse realizzare, ed a quel punto non credo che le manifestazioni di protesta si limiterebbero solo al blocco del traffico.

    5. VAda bene per il prestito…ma chi lo restituirebbe?e come ? ..forse Cammarata dalle sue provviste o i responsabili del buco Amia (prima di gesip)

    6. “qualcuno prova a strappare dalle mani i plichi, minaccia di dargli fuoco” …qualuno appunto …erano in due e lo ribadisco, e questi due sono stati bloccati dalle forze dell’ordine e stavano venendo pure alle mani con i loro stessi colleghi che non condividevano il loro atteggiamento, per la verità non lo condivideva nessuno, in quanto agli slogan ed alle invettive, mi dici quando mai le parole hanno ammazzato o mandato all’ospedale qualcuno? che in una massa di quasi 1800 persone ci sia qualcuno che dica cazzate ci sta anche …visto che molti sono ignoranti e non hanno nemmeno la 5 elementare…pero’ diciamo le cose come stanno…. a parte l’episodio citato e lo psudo slogan “pi iddi ci sunnu i picciuli e pi nuavutri no” cosa vi ha dato fastidio il fatto che gli scrutatori siano stati scortati? ho detto sopra che in una situazione come quella di ieri dove la p.zza era presidiata dai manifestanti era logico che venissero scortati, ma i manifestanti potevano essere di qualsiasi natura e non perchè gesip, io l’articolo l’ho letto e non mi pare che dica qualcosa di diverso da ciò che io stesso ho affermato.

    7. Spero che i cittadini di palermo abbiano buona memoria e si ricordino di questi 5 milioni, gli ennesimi milioni, sperperati per foraggiare le clientele di centrodestra.
      Basta con questi enti inutili: chiudiamoli tutti.

    8. sono d’accordo con te Luca, basta clientelismi per il centrodestra, in fin dei conti la Gesip fin’ora questa è stata.

    9. Sono frutto di una città malata, di un’amministrazione farlocca, di un sistema deficitario, di strategie economico/finanziarie/sociali da terzo e quarto mondo.
      Sono quello che in questi anni hanno saputo costruire. Un mostro mangia soldi.
      Inutile prendere distanze e bla bla bla, sono degni di questa miserrima città.

    10. La logica attuale dei manifestanti Gesip è “Che dobbiamo fare, la dobbiamo distruggere questa città?”, ovviamente espresso in dialetto nei confronti di coloro che vengono dagli stessi individuati come possibili referenti.
      La parola d’ordine che è stata diffusa all’interno delle fila è “internalizzazione”, ovvero stabilizzazione nei ranghi del comune, della Regione o di uno qualsiasi degli altri Enti pubblici.
      Il che ovviamente porterebbe ad analoghe richieste da parte di Amia, Amat, Amap e tutte le varie municipalizzate, che versino o meno in cattive acque.
      Ancora più ovviamente, è sintomatico il fatto che l’unica cura possibile e che il consiglio comunale potrebbe/dovrebbe avallare non venga nemmeno presa in considerazione. Qualsiasi azienda privata in difficoltà prima di fallire proverebbe a ridurre le proprie spese, taglierebbe l’organico e cercherebbe di ritornare efficiente. Qui l’unico piano che è stato fatto è stato di richiedere un aumento del contratto di servizio, già enormemente oneroso.
      Con amministratori con idee del genere al comando dell’azienda, è ovvio che poi il risultato sia stato quello che è stato.

    11. — x iniziare
      ci sarà il raddoppio delll’IRPEF a Palermo, tranquilli.
      — x continuare
      ci saranno proposte di aumento TARSU.
      I soldi arriveranno…
      dai cittadini
      come sempre
      same old story! Chiù becchia ru munnu!

    12. Gesip è una creatura di Orlando.

    13. @Diego:
      La Piscina Comuale è stata gestita dalla Gesip. In piscina ci vanno un tutti dai professionsiti alle casalinghe dagli studenti agli impiegati comunali. Eppure tutti, indistintamente, senza colore politico, odiano gli operatori GESIP. Tutti. Perchè non lavorano e, sopratutto, non fanno lavorare. Credi davvero che persone come queste vadano *premiate* ?

    14. @Kersal credi davvero che per colpa di qualche elemento, che per conto mio non merita nemmeno di stare su questa terra, vadano penalizzati o accomunati ad essi gran parte dei dipendenti che invece lavora seriamente e che per colpa di amministratori incapaci e di politici che hanno fatto della società il loro orticello dove coltivare piante i cui frutti sono tornaconti elettorali rischiano di ritrovarsi per strada?

      io non credo.

    15. A Diego.Premesso che questo scritto non e un rimprovero,intanto da collega ti faccio i miei migliori complimenti poichè tieni testa a questi fantomatici ONESTI EDUCATI GRAN LAVORATORI RISPETTOSI DELLA CITTA’ DI PALERMO E DEL LORO PROSSIMO,ma come ti avevo detto altre volte loro siccome nella loro cultura (probabilmente di sin)e la loro presunta altolocata rispettabilità con le loro idee,e quelle degli altri non servono,non conviene manco c……..perchè se tu ci fai caso si c………tra di loro e ripetono sempre le stesse cose ed anche negli altri blog,una cosa ti volevo fare notare che a me sembra che anche tu fra poco (con l’inganno di questa gente)vai per allargare il campo degli elementi negativi molto ampliamente,si è vero ci sono ed anche un bel pò pero io siccome ho la terza media e non mi sono potuto diplomare perchè sono cresciuto senza padre e per mantenermi lavorando al 1 anno mi sono dovuto ritirare dagli studi ti dico che mi sento di avere molto più cervello di molti che con il diploma o la laurea manco sanno quale mano usano per scrivere,comunque concludo che sono pienamente d’accordo con te ed aggiungo che secondo me un paio di buone menti ci volevano per seguire i capi protesta,non si potrebbe fare tipo un sondaggio o votazione per sceglierli tipo fiat?

    16. de caro vieni in piazza a toccare…. da vicino

    17. @Robby, hai perfettamente ragione, e ti chiedo scusa, ho sbagliato ad esprimermi e riconosco, ma da sempre, che ignoranza e cultura (intesa come istruzione scolastica) non sempre vanno di pari passo anzi a volte più si è eruditi più si ignora in virtù della presunzione di essere acculturati appunto, quindi ribadisco le mie scuse a chi non ha potuto continuare gli studi ma non per questo manca di educazione senso civico e tutto ciò che contribuisce a far di lui una brava persona.

    18. Mi piacerebbe vedere uno qualunque dei lavoratori Gesip che a testa alta ammettesse di far parte di un “Ente inutile”, che protestasse per chiedere un lavoro degno di questo nome e non invece di pretendere “assistenzialismo” dallo stato (alias comune di palermo) attraverso la internalizzazione. Non occorrono ne diplomi ne lauree. Basterebbe aver voglia di fare concretamente: in sicilia servono tanti giardinieri, operai, operatori agricoli, badanti, collaboratori domestici, ecc ecc … ma preferite che queste cose non vi vengano dette e che questi lavori si lascino fare agli extracomunitari. Lavoratori Gesip, fatevi un bell’esame di coscienza.

    19. ad atawalpa.Intanto leggiti bene il mio commento perchè secondo me capisti ciciri pi ramurazzi,poi in piazza sono sceso fino a stamattina e non ti nascondo che guardandoci vorrei capire quali chiarimenti mi dovresti dare,e poi quale giudizio ho dato se ho detto solo che ci vorrebbe qualcosa di più concreto nelle modalità dello sciopero e magari all’antica cioè nel 1994/95 che io mi ricordo benissimo e forse prima di dire che sono senza spina dorsale io ti consiglierei di guardarti la tua e forse se addirittura manco c’eri di informarti come si faceva,e che comunque se ancora non lo hai capito lavoro anche io alla gesip.

    20. Fabio il tuo post non merita commento solo solo perchè se magari ti sforzi di leggere tutti gli interventi vedrai che io ho avallato ciò che ha espresso luca in un suo intervento trovandomi completamente d’accordo con il suo pensiero, comunque voglio informarti, semmai non lo fossi, che la gesip ha tra i suoi dipendenti giardinieri, operai e pulizieri oltre che seppellitori ed adetti al canile municipale, ah dimenticavo , anche animatori per l’infanzia, che prestano servizio alla città dei ragazzi, dove magari tua moglie, porterà tuo figlio/a, se sei sposato e che senza il lavoro di quei ragazzi impegnati tutta la settimana domenica compresa, quel sito sarebbe chiuso e non fruibile, ed anche autisti accompagnatori per persone diversamente abili o portatori di handicap, come vedi abbracciamo di tutto e di più, ed il personale amministrativo tra laureati e diplomati solo sono appena 200 su 1800 persone, forse faresti bene ad informarti prima di scrivere inesattezze.
      ossequi

    21. @diego….ed a quel punto non credo che le manifestazioni di protesta si limiterebbero al blocco del traffico. Ecco il vostro modo di essere e pensare, avete creato disagi a tutti i palermitani, fermato traffico e ribaltato cassonetti, altro che internalizzazione..voi non volete il lavoro, volete lo stipendio stando seduti nel bell’ufficio a nn fare un c…, se in questi anni aveste lavorato davvero, adesso non avreste contro tutti quelli che pagano strapagano le tasse per voi e quelli come voi che purtroppo a palermo sono tanti. Ah poi una domanda..ma che tipo di concorso avete superato? avete fatto una selezione? avete meriti speciali? ..ma itivinni a travagghiari nel senso letterale!!

    22. tante belle parole e difese a spada tratta …
      ma quello che si vede è “dipendenti” gesip che creano caos e disordine (altro che sciopero regolamentato!) ed immediatamente dopo ecco arrivare 5 milioni di euronzoli…allora perchè non fanno lo stesso praticanti di studi legali non pagati, commesse ad euro 300 mensili , garzoni di bottega (ore 8-20), lavoratori call center (euro 2 ora)??

    23. Ma si dai conosciamoli di presenza questi gesip, io voglio conoscere quello che si è spaccato una mattonella in testa e l’ha tirata poi per strada. Già dalla faccia mi sembra una persona per bene ed equilibrata.

    24. @Atawalpa
      Noi siamo le amebe senza spina dorsale? E voi che invece di dimostrare quanto valete minacciate e, tanto per cambiare, non andate a lavorare come siete?
      La piscina comunale non ti piace come esempio? Allora prendi il palazzetto dello sport. Non ti piace neppure quello? Prendiamo il verde pubblico? Dai, ti prego, dimmi una cosa che fa Gesip che sia buona. Una sola, non ti chiedo altro! Sai, io da buona ameba senza spina dorsale, mi sveglio ogni mattina lavoro 10 ore al giorno, e manco sicuro sono che a fine mese avrò lo stipendio. Eppure io il mio lavoro lo faccio davvero bene e alla fine pago le tasse che servono a dare da mangiare sia alle teste che alle lische dei pesci che fetono!

    25. SCHIFO SCHIFO

    26. @ciccio65 ed il resto della ciurma che sputano veleno :

      “..ma itivinni a travagghiari nel senso letterale!!”

      intanto in una settimana che siamo stati in ferie forzate i disagi nei siti comunali si sono visti dal cimitero alla piscina comunale che tanto viene citata, passando dal verde e terminando al verde pubblico, uffici comunali e trasporto ed assistenza disabili, con tentativi da parte del comune di provvedere a limitare i danni sostituendo con comunali della DL24 ed LSU, raccogliendo rifiuti nell’espletare i servizi sia dai primi che dai secondi, quindi tanto inutili non siamo, e poi basta…. ma non avete davvero argomentazioni, sempre a tirare in ballo i concorsi, i titoli, e questo e quello, capisco che l’invidia è una brutta bestia e vi porta a ingoiare fiele a litri, però alla lunga stanca, anche perchè fate sempre lo stesso errore, mettete tutti nello stesso calderone, ciccio65 in particolare chiede sempre a che titolo siamo stati assunti (magari voleva far parte del gruppo di fannulloni così non lavorava più 10 ore al giorno ma evidentemente l’hanno trombato), a tal proposito lo invito a leggersi i miei interventi nei post precedenti dove si parlava di Gesip, l’ho ampiamente documentato in base a quale criterio sono state fatte le nostre assunzioni, criteri che possono o non possono piacere ma di fatto quelli sono stati adottati, ed invece, aggiungo, di chiedere a che titolo sono stati assunti la maggior parte dei dipendenti Gesip provenienti dalle ex cooperative storiche e dalla mobilità, perchè non vi ponete lo stesso quesito per i figli dei politici, del difensore civico che ha fatto assumere i suoi due figli il maschio alla sispi e la figlia alla gesip, perchè non vi domandata a quale titolo la figlia dell’ex assessore Cintola è stata assunta alla sispi? e potrei continuare ancora…fatevi questo tipo di domande.

    27. @Diego: continua a raccontare dei figli dei politici assunti per non fare nulla, fai i nomi, e parlaci delle mansioni che avevano.

    28. @fabio V
      la tua è una provocazione o una domanda?

    29. e per chi non lo sapesse la Gesip nel momento in cui è stata costituita ha dovuto formare un capitale sociale, sapete quel denaro da dove viene? dai 18 milioni di vecchie lire (circa 9000 €) che ciascun fuoriuscito dal bacino LSU e Mobilità avrebbe dovuto percepire cone trattamento di fine rapporto con il comune di Palermo ma che di fatto invece non sono stati goduti ma bensì usati per costituire il capitale sociale della società, molti queste cose non le sanno…è bene saperle invece.

    30. Ad Atawalpa rispondo che io non scendo in piazza perchè non condivido affatto la sua protesta e perchè io lavoro duramente per poter pagare le tasse che servono a finanziare con ben 5 milioni delle persone che a tutt’oggi non comprendo con quale criterio siano state assunte. Invito i lavoratori Gesip che scrivono sul blog e che con tanta passione difendono i loro diritti, a rendere pubbliche le modalità della loro “assunzione” in modo da legittimare la loro posizione di fronte a tante persone che cercano un lavoro e non lo trovano vengono sfruttati per due euro l’ora ed hanno il colon ingrossato per lo stress.
      Rilevo che qualora i lavoratori, finanziati con soldi pubblici, non siano stati “assunti” in modo trasparente ed a seguito di una pubblica selezione sono il frutto di un sistema illecito le cui responsabilità vanno individuate nei politici di riferimento che li hanno piazzati lì.
      Faccio presente che se tutti quelli che sono stati scavalcati illegittimamente da soggetti privi di titoli per fare parte della pubblica amministrazione scendessero in piazza a rivendicare il loro buon diritto a pubblici concorsi per le assunzioni, i lavoratori gesip sarebbero una netta minoranza. Purtroppo, però e per fortuna, la gente lavora e non sta in piazza a distruggere come fanno altri. Aspetto i curricula della gente che si lamenta e le modalità di trasparente assunzione; qualora non li avete, indicate pure i nomi dei politici di riferimento in modo da capire chi non votare alle prossime elezioni

    31. @diego: la mia non era una provocazione nei tuoi confronti. mi piace pensare che quando ci saranno le prossime elezioni e spunteranno le solite facce sui manifesti,si possa affiancare al politico un database dei parenti sistemati.
      Spero che tu possa trovare un lavoro migliore, credo che lo meriti per la passione con cui difendi una situazione che ha il suo epilogo già scritto.

    32. E’ significativo come i commenti che richiedono i metodi di assunzione vengono glissati sistematicamente da coloro che cercano, inutilmente, di difendere la protesta gesip.

    33. State facendo una stupida guerra tra poveri. Il punto non è se questi dipendenti di Gesip lavorano o non lavorano, se vanno internalizzati o no, come sono stati assunti e che titolo di studio hanno. Il punto è che non servono tutti questi dipendenti, non dovevano essere assunti. Il comune di Palermo con tutte le società partecipate sfiora i 22.000 dipendenti, una situazione INSOSTENIBILE. Neanche il comune di Milano ha 22.000 dipendenti. La Gesip è solo la punta dell’iceberg.

    34. @FabioV
      ti ringrazio dell’augurio, fosse per me lascerei domani stesso, sono stanco dopo quasi 11 anni di contratto che doveva essere a tempo indeterminato, ritrovarsi a manifestare per un lavoro, ma alla mia età difficilmente troverei un’altra occupazione qualificato o meno, per cui mi tocca difendere quel poco che ho, e non è molto credimi, mi consolo pensando che in passato e a maggior ragione in futuro non ho sprecato il mio voto per agevolare l’ascesa di qualche politico delle correnti politiche che hanno contribuito in buona parte a distruggere un’azienda che poteva davvero essere una realtà concreta del sud, ma le cose buone purtroppo non durano mai a lungo.
      rispondo anche ad Antonio ed a Davide DeCaro, invitandoli a rileggersi i miei commenti in altri post in cui l’argomento in discussione è appunto Gesip, dove ho ampiamente spiegato il metodo ed il merito di 1500 assunzioni e non 2000 perchè tanti erano i fuoriusciti dal precariato, ma ti anticipo ..anzi ribadisco il concetto che, in una società per azioni con capitale sociale neanche pubblico, perchè sopra ho spiegato attraverso quale denaro è stato costituito, non sta scritto in nessun luogo che le assunzioni debbano essere fatte attraverso pubblico concorso, e quindi non glisso le tue domande anzi chi mi ha letto sa che cerco sempre di rispondere nella maniera piu’ sincera possibile, difendo solo il principio che non tutti in gesip siamo fannulloni e farabutti, ma sembra che questo non venga affatto preso in considerazioni e veniamo sempre accomunati a pochissimi elementi, inoltre, e qui concludo, per rispondere a luciano, io per primo e con me la stragrande totalità dei miei colleghi Gesip hanno condannato e condannano quei 4 scafazzati che si sono permessi di tentare il furto delle schede referendarie, anzi per tua informazione uno di quei ragazzi scrutinatori è il figlio di una collega, la quale si è pure beccata insulti e lividi solo perchè ha cercato di proteggere il figlio, ma voglio assicurare che questo gesto stupido ed insensato è stato commesso da forse 5 o 6 decelebrati, ed in tutto questo sono stati subito ripresi ed allontanati dall’area dove transitavano gli scrutinatori, dalle forse dell’ordine e da gli stessi manifestanti che si sono subito dissociati, se poi vogliamo parlare delle scorte per far arrivare le schede in comune, aggiungo che la protesta era in atto da una settimana e non in concomitanza del referendum, che si sarebbe protratta anche fino al lunedi’ ed oltre era risaputo, ma nonostante questo nessuno dell’amministrazione comunale si è premurato ad organizzare la raccolta in modo che i ragazzi non subissero ciò che hanno subito, e a qualcuno che lamenta l’uso delle scorte come anomalòia rispondo che è vero … scortare l’ingresso delle schede al comune è anomalo ma è altrettanto vero che in una situazione di protesta la scorta è d’obbligo e non c’entra che la protesta fosse di Gesip, pèoteva essere chiunque a protestare, non sarebbe cambiato nulla visto che l’edificio preposto a centro di raccolta e la piazza dove si svolgeva la protesta sorgono entrambi nello stesso luogo.

      Ossequi

    35. Calo’
      dici che il Comune ha 22000 dipendenti
      ed intanto fa arrivare
      i moduli ICI precompilati il 14 di giugno
      con la scadenza del 16 giugno,con le poste che non funzionano e che rimandano indietro la gente dopo che ha fatto ore ed ore di fila.
      Questa e’ una cosa gravissima considerato che c’e’ tutto un anno a disposizione per assolvere a questo impegno.
      Nell’allegato foglietto delle aliquote viene riportato,asteriscato,l’importo da dedurre per l’abitazione principale,pur sapendo che l’ICI
      I casa e’ stata abolita.
      I tabaccai abilitati ad eseguire la transazione
      hanno dovuto dichiarare forfait perche’ il sistema non accettava il destinatario Serit.
      .
      Ora non venga fuori il solito cretino che dice che i palermitani ci lamentiamo sempre.
      .
      Cosa dovremmo fare per segnalare i disservizi?
      .
      Probabilmente lo stesso Sindaco non sa nulla di tutto questo,
      e la Cittadinanza si sente vessata
      da un sistema inefficiente.

    36. vedo che e’ piombato il silenzio.
      A nessuno viene in mente che la via piu’ pratica ad una buona fetta di cittadinanza e’ quella del bonifico bancario da effettuare da casa propria,
      l’Home Banking?
      Quanti secoli devono passare prima che il cittadino
      palermitano possa disporre di un codice Iban del Comune per operare i pagamenti verso il Comune da casa propria,evitando le code e l’intasamento del traffico?
      Le erbacce non sono solo quelle che si vedono sotto i marciapiedi.

    37. se proprio vogliamo essere precisi, i disagi nei siti comunali di questi giorni non sono dissimili da quelli di sempre. Il vero problema di gesip sta nella quantita’ e nella qualita’ degli operatori. Poi il fatto di doversi chiedere a che titolo e con quali meriti sono entrati nelle varie partecipate i figli di politici, del difensore civico e quant’altro non puo’ essere una scusante per voi gesip ma anzi aumenta il senso di sconforto e schifo che si prova verso questo sistema clientelare che molti, anche tu diego, cosi’ facendo avalli .

    38. PROPOSTA SHOCK

      Prendiamo ogni dipendente Gesip e gli diamo in mano una digitale.
      Sguinzagliamoli in città, ogni foto che attesti una infrazione del codice della strada o infrazione contro la normativa del commercio (ambulanti, occupazione spazi), conferimento rifiuti fuori orario etc…30% della multa va in tasca al dipendente Gesip. Niente fisso, tutto a provvigione.

    39. @ciccio65

      io non avallo proprio nulla, anzi tutt’altro sono incaxxatissimo, ma cosa credi che il sistema con cui è andata avanti l’azienda in questi anni mi abbia agevolato e come me anche altri colleghi? tu non puoi nemmeno immaginare la frustrazione ed il sentirsi inutile nel vedere che nonostante sia consapevole delle tue capacità vieni sistematicamente scavalcato dal figlioccio del politico di turno, che senza nessun merito si ritrova con il 5° 6° o 7° livello assunto attraverso raccamandazioni ecc ecc con una busta paga quasi il doppio della tua, e tu nonostante sai di avere ottime capacità, solo perchè non sei appogiato da nessuno ti ritrovi dopo quasi 11 anni con il 3 livello e sai che non andrai oltre, se dovessi proprio io parlarti della mia esperienza lavorativa di ciò che sono capace di fare nel mio campo e di quello che invece mi hanno costretto a fare sminuendomi come persona e come lavoratore staremmo qui un giorno, e come me tanti altri, quindi non dirmi che avallo, piuttosto ti dico che purtroppo sono consapevole del sistema che ha gestito e continua tutt’ora a gestire questa azienda, ma questo non vuol dire che lo condivida, d’altronde se è allo sfascio la colpa non può essere solo degli operai fannulloni e delinquenti, qualcuno in alto che ha permesso tutto questo ci sarà stato…ma questa è un’altra storia.

    40. @RobLa

      la tua proposta non è per nulla SHOCK, anzi è ottima, il propblema sta solo nel fatto che “gira vuota e firria” si conosco quasi tutti in questo caxxo di città, e tra amici, figliocci e parenti il 90% delle eventuali sansioni non sarebbero nemmeno rilevate, però la tua idea è tutt’altro che campata in aria.

    41. repetita Juvant?
      tante volte si e’ scritto che questo sistema
      di concepire i servizi e’fallimentare in quanto
      non siamo piu’ ai tempi delle costruzioni delle piramidi quando diecimila schiavi messi in fila riuscivano a spostare massi del peso di varie tonnellate.
      Questi sistemi di intruppamento di manovalanza scarsamente qualificata crea pure confusione all’interno delle amministrazioni,sia comunale,che provinciale,che regionale,richiede costi elevatissimi che la comunita’ palermitana e siciliana non e’ in grado di sostenere,e,senza gli aiuti dello stato,tutte queste amministrazioni sarebbero alla bancarotta.
      Inoltre i servizi resi sia all’interno che all’esterno delle amministrazioni lasciano,da sempre,a desiderare.
      Il sistema puo’ accontentare quelli che si accostano al banchetto,ma i piu’ sono esclusi
      e condannati ad una vita di nullafacenti,di precari,di frustrati,cui si puo’ uscire soltanto
      andandosene via da Palermo e dalla Sicilia.
      Tra chi manifesta l’orgoglio di essere siciliano
      e chi ne manifesta vergogna,come continuamente
      leggiamo nei blog,fin’ora si sono fatti discorsi
      dai quali non si intravede come uscire da questa situazione.
      Ancora,nonostante si sia scritto e riscritto
      su questi temi,mi pare che nel cittadino medio ci sia una sorta di fatalismo,di rassegnazione,
      di tirare a campare,costi quello che costi.

    42. Rispondo solo al commento di un visitatore. Ce ne fossero 1000 Orlando a Palermo..
      Gli INLA li ha creati Orlando? e non vi chiedete come mai se LSU PIP SPO GESIP sono precari si assumono altri precari chiamati INLA?? VOTI??? non sono forse voti alle elezioni tutti questi precari?? ma siete davvero così ciechi da non capire? tra di loro c’è qualche delinquente, spesso non è nemmeno tra loro sono persone esterne che non hanno proprio nulla a che fare. Ho visto la foto dei “tanti” scioperanti Gesip sul tetto del comune: erano 3 di cui un uomo in stampelle quindi erano 2!! Mi volete dire che un uomo in stampelle è salito la sopra senza poter essere fermato nemmeno dai carabinieri? Un uomo obeso con le stampelle che nemmeno poteva camminare? Poi è stato detto che hanno tirato “tegolE”, forse quel pazzo e ubriaco avrà tirato o fatto cadere una sola tegola o un pezzo di tegola. Ma vi volete aprire gli occhi?
      Bastano due persone per dire che fanno tutti schifo?
      Generalizzare così.. Ma dove sono le prove che “tutti” hanno cercato di strappare i voti dei referendum? dove sono le foto di tutti i plichi dei referendum strappati? Un’opera di distruzione da parte di tutti questi rivoltosi avrebbe avuto eco su tutti i quotidiani.Ho visto una sola foto di una busta con un angolino strappato.. Così come ho visto due persone sul tetto del comune. “2”, persone sulla 60′ e un handicappato di pari età con stampelle. Questi sono i pericolosi e feroci rivoltosi che hanno attaccato i cittadini dall’alto a colpi di “tegol-e”.. meno male ci sono le foto su Repubblica Palermo.. poveri ciechi..
      Non prendo misure di difesa nei loro riguardi perchè ne faccio parte ma perchè conosco molte persone che ne fanno parte e non sono per nulla gentaglia, dirò di più, tra i Pip e Lsu conosco anche una laureata in giurisprudenza alla quale fanno fare fotocopie e una laureata in economia e commercio alla quale fanno protocollare la posta in entrata, chi li comanda a bacchetta? diplomati di terza media. Della serie “o questo o vai via dalla Sicilia.. per chi ha famiglia non è tanto facile..
      Ho detto la mia così che qualcuno ci rifletta, ma comprendete che non è “la mia” opinione è la realtà. Anche a Palermo c’è gentaglia ma mi fanno imbestialire i luoghi comuni ” a Palermo c’è solo gentaglia”. In Italia sono ladri, I Siciliani sono ladri, al Sud sono ladri. A Palermo c’è la mafia. LSU PIP SPO GESIP sono tutti delinquenti e nullafacenti…. TUTTI!
      un po di apertura mentale prego..

    43. che io sappia Orlando cedette per risolvere
      temporaneamente un problema di disoccupazione,
      ma non a tempo indeterminato.

    44. giorgio erano dei piani gli Lsu che risolvevano parzialmente il problema dell’ufficio di collocamento nel quale si assumevano raccomandati senza effettivi requisiti, e venivano scavalcati gli aventi diritto. Si costituivano delle coperative a pagamento come corsi di formazione professionale. Se l’ente comunale o regionale aveva bisogno di lavoratori venivano assunti. Molti di loro lavoravano come gli altri con stesse medesime mansioni e orari (8 -14) solo che venivano pagati dal comune. Se effettivamente c’era bisogno di questa gente si arricchiva il loro curriculum e dovevano essere assunti successivamente per le effettive competenze.
      Fino al 2000 o fino a quando esisteva l’ufficio di collocamento ( vicino pavan ) era un magna magna.Ora con i fondi europei si sono inventati sta cosa degli inserimenti professionali.. Oggi è lo stesso di 20 anni fa. Solo che ti affidano il lavoro secondo le tue mansioni.

    45. se e’ vero quello che stai scrivendo,
      possiamo affermare che
      Palermo e’ una specie di Far – West
      senza regole e senza la presenza di uno sceriffo.
      Insomma un covo di traffichini che se ne impipano delle leggi dello Stato.

    46. @Giorgio…finalmente ci sei arrivato!!!

    47. Vi invito a essere rispettosi nei vostri commenti. Grazie.

    Lascia un commento (policy dei commenti)