venerdì 18 ago
  • Approvato il bilancio del Comune, il “Festino” (ridotto) è salvo

    Dopo una seduta fiume durata più di 24 ore il Consiglio comunale ha approvato il bilancio del Comune di Palermo con 19 sì, 14 no e un astenuto.

    Al Festino di Santa Rosalia vanno 360 mila euro che renderanno necessariamente la forma delle celebrazioni ridotta.

    Palermo
  • 7 commenti a “Approvato il bilancio del Comune, il “Festino” (ridotto) è salvo”

    1. Ed anche quest’anno il miracolo è fatto!
      😛

    2. Con tutti i soldi che se ne vanno per cazzate, per una festa anzi per la nostra festa, mancano sempre i soldi, e poi cosa sarebbe la festa ridotta, vorrei sapere questi soldi in effettivo a cosa servono

    3. Povera Palermo come ti hanno ridotta! W PALERMO E SANTA ROSALIA!

    4. se sapessi che i soldi venissero utilizzati meglio e per qualcosa di più utile direi anche di abolirlo sto “festino”… ma sprecarli per sprecarli a sto punto va bene destinarli a questa “festa”.

    5. Quest’anno avremo le lape con a bordo i musicisti.
      Un consiglio, per l’anno prossimo risparmiamo sui musicisti, mettiamo la cassettina dello sfincione in loop, facciamo indossare una canottiera unta d’olio alla Santuzza e trasformiamo il carro in una rosticceria ambulante. Così coi soldi ricavati rientriamo nelle spese in pieno!

    6. Se avessimo un governo cittadino funzionante, la festa di santa Rosalia potrebbe fare da traino per il settore del turismo. 365 giorni prima del 14 luglio bisognerebbe già sapere cosa fare, e soprattutto adoperarsi a fare pubblicità in tal senso nel mondo. Ci sarebbero alberghi più pieni,più souvenir venduti, ristoranti più pieni, insomma se 365 giorni prima si sapesse cosa fare, i soldi spesi per la festa sarebbero un’ottimo investimento per la città

    7. si in teoria potrebbe essere una grandissima festa che potrebbe attirare tantissimi turisti… in pratica ogni anno non ci sono neanche i soldi per farla e viene organizzato tutto all’ultimo secondo, con tagli e risultati discutibili.

    Lascia un commento (policy dei commenti)