giovedì 21 set
  • Piazzale Ungheria, contrastiamo il degrado in maniera concreta

    Piazzale Ungheria, contrastiamo il degrado in maniera concreta

    Palermo è una città sempre più degradata, maltenuta, maltrattata, decadente, non certo all’altezza dei fasti e della fama di un tempo.

    Una città dove ognuno fa ciò che vuole, complice anche una diffusa e carente mancanza di controlli (vedi il tetto cadente).

    I portici di piazzale Ungheria, nel centro denominato “il salotto di Palermo”, la terra di “nessuno”.

    Piazzale Ungheria, contrastiamo il degrado in maniera concreta

    Piazzale Ungheria, contrastiamo il degrado in maniera concreta

    Piazzale Ungheria, contrastiamo il degrado in maniera concreta

    Piazzale Ungheria, contrastiamo il degrado in maniera concreta Piazzale Ungheria, contrastiamo il degrado in maniera concreta

    Piazzale Ungheria, contrastiamo il degrado in maniera concreta

    Piazzale Ungheria, contrastiamo il degrado in maniera concreta

    Piazzale Ungheria, contrastiamo il degrado in maniera concreta

    Piazzale Ungheria, contrastiamo il degrado in maniera concreta

    Piazzale Ungheria, contrastiamo il degrado in maniera concreta

    Piazzale Ungheria, contrastiamo il degrado in maniera concreta

    Piazzale Ungheria, contrastiamo il degrado in maniera concreta

    Piazzale Ungheria, contrastiamo il degrado in maniera concreta

    Ospiti
  • 37 commenti a “Piazzale Ungheria, contrastiamo il degrado in maniera concreta”

    1. AAA dignità cercasi….
      🙁

    2. mi ru schifiu..

    3. Sconfortante.

    4. E’ la situazione di tutta la città, anarchia.
      Non esiste il controllo del territorio, è vero che, di suo, il palermitano sporca, ma il pesce puzza dalla testa. Nessuno fa to’ to’ sul popó al maleducato di turno.

    5. che schifooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooo!!!

    6. Tutto vero. La città sta andando allo sfacelo. Una pacchia per chi si candiderà alle prossime elezioni. Già vedo gli slogan “Per una città PULITA di cui si possa andare fieri”… Ma tanto sappiamo tutti come andrà a finire, vero?

    7. Altro che palermitani questi sono palermaiali.

    8. Degrado..e posteggiatori abusivi che chiedon soldi oltre a quelli che già si pagano per posteggiare.. Sta cosa mi manda davvero in bestia!

    9. Dovrebbero vergognarsi i politici siciliani, che sono i primi responsabili del disastro della Sicilia e della distruzione e rapina delle risorse che hanno fatto per oltre un sessantennio –

    10. Marrubaru i picciuli! Quello che doveva pulire e non ha pulito. Quello che doveva vigilare e non ha vigilato. QUELLI che dovevano sorvegliare e non hanno sorvegliato… e pure quelli che hanno visto ed hanno fatto finta di non vedere. Sentenza: TUTTI colpevoli.

    11. per me il pesce nn puzza dalla testa…

      li hanno votati, li hanno rivotati…

      e li rivoteranno.

    12. abbiamo quel che ci meritiamo.

    13. @gasparino
      il pesce fa puzza alla stessa maniera dappertutto. Se il palermitano è sporco è sporco a prescidere dall’amministrazione in carica, è una questione di dna. Ed è sporco oggi così come era sporco 20 anni fa.

    14. In poche parole, Palermo è una città dove regna l’Anarchia. Non c’è il rispetto delle regole, delle leggi, del bene comune, non c’è il senso dello Stato.
      Ognuno fa il Ca–o che gli pare, sporca senza temere alcuna multa, distrugge senza temere arresti, applica il suo porco modo di fare, i mafiosi ed i delinquenti continuano a gestire i traffici loschi ed il racket delle estorsioni, non esiste il rispetto per la natura e gli animali (vedi randagismo e sfruttamento dei cavalli in corse clandestine e carrozzine per turisti).

      BENVENUTI A PALERMO!

    15. Questa è la città più cool d’Italia….. che dico d’Italia, del mondo.

      Come l’avete ridotta voi ed i vostri rappresentanti da voi stessi eletti ed a voi stessi simili.

    16. Ecco che succede quando si è toccato il fondo e poi si inizia a scavare.
      Sarà tutto questo prodromico ad una sana reazione contro questa sciatteria?

    17. In un libro di storia della Sicilia, c’è il riferimento a una nota di un viaggiatore arabo (tale Ibn… non ricordo il cognome) che visitando Palermo intorno al 1100, ne rimase colpito sì per la bellezza ma anche “per la sporcizia e l’eccessivo uso di cipolla nelle pietanze.

      Sono passati quasi mille anni, e la situazione non sembra migliorare. Nel caso di Palermo fa veramente male, perchè Palermo è un gioiellino ridotto a stamberga… Come d’altronde buona parte della Sicilia.

      La responsabilità è di tutti. Sugli amministratori della città non vale nemmeno spendere una Parola. In un posto normale molti di loro, Cammarata su tutti, sarebbero già a casa o magari dietro le sbarre. Ma questa non è una regione normale è una regione dove la cultura della legalità, del rispetto e del senso civico non è nella maggior parte della gente. Ci vorrà tempo. Molto tempo.

    18. In merito alla prima fotografia, quella relativa al distacco dell’intonaco dal soffitto del porticato, non dovrebbe essere però Unicredit a provvedere al ripristino?

    19. I palermitani appartengono a quella categoria di persone, che per far fare loro le cose giuste, occorre usare il bastone; ma bastonate da chi, se mancano coloro che li educano.
      Mentre sul calendario paga ne esistono anche troppi, sulle strade, non se ne vedono.
      Il riferimento è per tutte quelle persone che, in divisa e non, dovrebbero fare il loro dovere giacchè pagati ognuno dalla propria amministrazione.
      Queste rarità forse in via di estinzione (ma solo sulle strade) si possono qualche volta vedere in bella mostra davanti la casa del sindaco, all’incrocio di via ruggero settimo davanti lo stadio comunale davanti i palazzi storici oppure quando viene a Palermo l’onorevole tal dei tali, ed in questo caso su tutto il percorso da quest’ultimo attraversato, il quale percorso è stato pulito di tutto punto ovviamente, facendo credere all’onorevole di turno che tutto funziona bene, la pulizia della città, il controllo delle strade, la rigorosità e la cosa più importante quella di fargli credere che tutti stanno facendo il loro dovere espletando il loro servizio.
      Per risolvere dovremmo mandarli tutti, a turno, nel nord Italia per imparare.
      Tengo a precisare che sono tutti dei professionisti che sono stati assunti perchè servono alla società, e sono pagati per esercitare la loro professione.
      Domanda: Perchè se non rendessi nel mio lavoro il mio datore mi licenzia?

    20. nel 1971 sciascia scrive il contesto. la matrice dei comportamenti di un uomo sono riconducibili al contesto in cui è nato e cresciuto.

    21. nord italia? facciamo europa. le grandi città del nord italia, in confronto con una città tedesca o francese, sono arretrate e invivibili, per certi versi anche più di palermo.

    22. Scene sconfortanti! ormai ho perso le speranze in questa città. Anche se non si puà perdere sempre…. non trattatela male PALERMO …per favore…

    23. e questo quello che ho fotografato stamattina lungo la discesa di mondello (a ridosso del muretto che separa la riserva dal marciapiede) e dentro la favorita ai bordi dell’area pic-nic

      http://imageupper.com/g/?S010001005M1313756477391351

      (le prime 4 foto riguardano la discesa di mondello, le rimanenti 5 l’interno della favorita)

      tutto questo schifo c’è da anni (la discarica delimitata dal nastro invece “solo” da alcune settimane) e nessuno si è degnato di rimuoverlo

    24. Noi scriviamo, commentiamo, ci indigniamo, ci disperiamo, proponiamo ma, non c’è nessuno della “casta” dei nostri assessori comunali che fa qualcosa per migliorare questa “sfasciata” Città. Basta poco: volerla bene.

    25. Ma di chi sono i portici di piazzale Ungheria ?
      Mi spiego: tempo fa commentavo con un commerciante di quella zona il degrado del piazzale e, in particolare, la presenza di strutture simil-verande installate da qualche bar e ristorante che delimitano le porzioni di marciapiede, sotto i portici, “riservate” ai tavolini.
      Mi è stato risposto che il comune non può intervenire perché si tratta di spazi condominiali.
      Sarà vero ?

    26. Sono davvero stanca di vedere la mia città in caduta libera verso un triste declino! Ieri sera ho fatto una passeggiata con amici alla cala…e come volevasi dimostrare si possono notare i primi segni di quello che sarà un lento (e mica tanto) e costante scivolare verso il degrado…ho fatto una foto ad uno di quei bellissimi sedili in marmo bianco, deturpato da una stupida (come chi l’ha fatta) scritta nera…non c’è educazione, non c’è civiltà…non c’è la cultura del bene comune: Ciò che è fuori dalle nostre case non appartiene ad alcuno, ergo, si può distruggere, si può sporcare, si può vandalizzare. Sono stanca di vedere tutto sfumare nell’oblio dell’inciviltà.

    27. ah, ho solo fotografato un’infinitesima parte di tutto lo schifo che c’è. solo oggi avrei potuto riempire la memoria della digicam nei soli 30 km di percorso. e se facessi le foto a tutto lo schifo che vedo da anni (annualmente corro oltre i 2800 km) tra addaura-mondello-vergine maria-favorita non basterebbe un intero server!

    28. Effe, inizia a documentare tutto. Roma non è stata costruita in un giorno. Inizia.

    29. Effe dobbiamo immortalare tutto ciò che vediamo e pubblicarlo nella speranza che qualcuno della “casta” faccia qualcosa.

    30. Il palermitano è pulito solo a casa sua.

    31. Il comune di Palermo e’ uno stipendificio: o si amministra la citta’, o si pagano stipendi. Chiaramente ogni centesimo che entra viene speso per personale in iper-eccedenza. Soldi extra non ce ne sono: o GESIP o manutenzione, cura della citta’…
      Non abbiamo visto nulla: la legge sul pareggio di bilancio e’ in arrivo…un po’ di pazienza e vivremo tra topi e sacchi di immondizia, con strade groviera e delinquenti in ogni angolo…tempo al tempo…votiamo mpa, pdl, udc, pd, votiamo votiamo

    32. Scusatemi, ma in termini legali, la soletta del portico é di competenza comunale? E’ anche solaio del sovrastante terrazzo di pertinenza privata. Prima di gridare allo scandalo, non sarebbe il caso di accertarsi se le competenze spettino esclusivamente al Comune (e lo dico da attuale non simpatizzante, ma non credo che il qualunquismo ed il generalismo facciano buona informazione).

    33. Uma la soletta è pericolante, da sotto passano i Cittadini pedoni e non solo i condomini del palazzo. Se i proprietari non riparano il soffitto intervenga il Comune addebitando loro le spese per il ripristino , altrimenti si transenna il sito. Occorrono subito fatti e non parole, parole , parole. “Dum Romae consulitur, Saguntum expugnatur”.

    34. Esatto. Allora laddove i proprietari non riparano, si denuncia la cosa al comune agli uffici preposti, vedi protezione civile o edilizia pericolante.
      Invece di fare discorsi ngenerici si individuino soggetti responsabili e si facciano atti conseguenti, appunto. Nel pieno rispetto delle norme che esistono. Fatti, non sterili polemiche inutili.

    35. Ascolta Uma ho fatto un’indagine: la questione va avanti da alcuni anni. Vigili Urbani – Assessorato Comunale Edilizia Pericolante – Vigili del Fuoco tutti sanno tutto ed il soffitto e lì PERICOLANTE.
      W PALERMO E ………..(siamo fritti).

    36. EPPURE POCHI ANNI FA LA SITUAZIONE NON ERA COSI’ DEGRADATA AL PIAZZALE, E HO PRESO ANCHE QUALCHE MULTA PER PARCHEGGIO OLTRE L’ORARIO ESPOSTO…………….MA SI SA, A PALERMO POCHI ANNI BASTANO PER SCIVOLARE NEL BARATRO DEL DEGRADO. VEDRETE QUANDO SI TRATTERA’ DI GESTIRE LE OPERE PUBBLICHE IN CORSO DI REALIZZAZIONE (PASSANTE, TRAM, ANELLO) PIOMBERANNO ANCH’ESSE IN BALIA DELLA NONCURANZA PSICHICA DIFFUSA

    37. Lostincampus ti invito a non utilizzare così il maiuscolo (equivale a urlare). Grazie.

    Lascia un commento (policy dei commenti)