sabato 19 ago
  • 41 commenti a “800A”

    1. fuorti cà matinata

    2. Che è Tsiino ti hanno fatto inc…are??
      Dillo al Mastro che li picchio.

    3. Ma sta storia dell’800a torna puntualmente!
      Penuria di idee, rifiuto di crescere (questo giochino lo facevo alle elementari 30 anni fa) o desideri non tanto reconditi.
      saluti dalla capitale

    4. Ma ancora!!! Non entravo su Rosalio da tanto tempo, oggi riapro la pagina e cosa trovo….incredibile, che banalità, che insulsaggine…davvero imbarazzante, provo vergogna per l’autore, il quale è convinto di essere un grande blogger.
      Rosalio, anche se blog personale, era diventato, parlo di qualche anno fa, la casa virtuale di tanti panormitani, molti emigrati. Quindi da blog personale era divenuto un luogo virtuale di aggregazione molto molto interessante. Mi sa che l’autore non gradiva quella idea e preferisce gestirlo come un inutile blog individuale ed individualista, in cui si scrive qualsiasi stronzata, tanto il blog è mio. Deluso!

    5. …e ridete un poco, rompiscatole

    6. PS sono uno dei palermitani immigrati che ha sempre visto rosalio come un luogo di aggregazione interessante. in quanto tale, ci stanno anche gli 800A.

    7. Vi invito a rimanere in tema. Grazie.

    8. *emigrati, non immigrati 😛

    9. buahahahah, in tema 800A??? allora MILLA!!! ahahahah

    10. Ma sempre a lamentarvi state? e fatevela una risata… la vita è breveeeeeeee…

    11. ihihhi
      mitico!

      una palermitana all estero

    12. Assistiamo all’assalto dei nemici ‘ra cuntintizza.

    13. scusa rosalio, non è per male ma: qual è il tema?

    14. Sfincione di certo non è Rosalio, ci sono stati altri post per parlarne. Ti ricordo che il canale corretto per comunicare con me è l’e-mail (qui è fuori tema). Saluti.

    15. Miei prodi all’attacco contro i nemici r’a cuntintizza al grido di 800A! (ci vorrebbero Le Malerbe qua! 😀

    16. eight hundred a, cool pal

    17. “T’offinnisti cu Tony? T’offinnisti cu Toooony? UH! Caimmati caimmati uora uora…” 😀

    18. non ho chiesto quale NON è il tema, ma qual è. Ripeto, qual è il tema? Lo chiedo in pubblico perché magari tanti altri come me non lo hanno capito.

    19. @sfincione io credo che il tema sia… una battuta. sai quelle cose di cui si ride senza chiedersi “quale sia il tema”

    20. Forse e’ per il secondo giorno di Napolitano a Palermo ?
      O un ritorno di fiamma alle scuole medie con la scritta sul diario mattutina schiaffata alla ignara vittima.
      Minkia ra SERIE A’…..

    21. ah, grazie pietro non avevo capito. Prenderò spunto e andrò in giro a dire s..a alle persone, chissà le risate che ci faremo. Grazie ancora.

    22. madonna mia… fai un bel respiro profondo, lascia che ti entri l’aria nei polmoni e che li espanda. ampi respiri…

    23. Poetico, per un Palermitano che vive in un’altra città

    24. Fuorti… ca pompa …kiu fuorti
      e che ci voleva.

    25. Matri sempre critiche…
      Chissà che vita monotona fanno i criticoni a tutto…
      Bella foto..:)

    26. Ma da dove è tratta? Non penso esistano a palermo vie con numeri civici cosi grandi (escluso viale regione, ma se non erro in questa via non si usano lettere per i num civici) Ma ve lo immaginate abitare al numero civico 800A meglio “canciare” casa….

    27. sono ufficialmente l’unica scema che non aveva capito (quindi ringrzio i commenti per avermi illuminata.

    28. ma sei di palermo??? 😀

    29. La cosa più bella di questo profondissimo articolo è il post di ROSALIO delle 10.29!!
      “Vi invito a rimanere in tema. Grazie.”

      OK RESTIAMO IN TEMA: “A MIAAAAAA”

      E’ abbastanza aderente???

    30. Si, effettivamente e meglio restare in tema.
      Quindi io sono in posizione, avanti la prossima.

    31. ..a mia e o duca…. o duca ci siddia e ma 800chi fuorti a mia !!

    32. Oramai è diventato internazionale..allo Zoo di 105 ad esempio lo ripetono in continuazione.

    33. E’, per il palermitano, molto più espressivo di quanto si possa immaginare. Attingo agli studi di un caro amico che ne classificò i diversi usi… butto giù la prima, vediamo chi mi segue:
      A: “Meno mala ca un vinisti a scuola, stamatina a professoressa interrogò”
      B: “..suuuuuuca…(toccandosi i cabbasisi)”

      dicesi SUCA da scampato pericolo.

    34. Sfincione rimuoverò ulteriori tuoi commenti che non tengano conto del fatto che le domande a me vanno poste per e-mail. Saluti.

    35. Vincenzo quali sono gli altri usi? Mi hai incuriosito! 😀

    36. Tony, è anche un modo per dare sfogo alle proprie… aspirazioni!

    37. 1°: DA SCAMPATO PERICOLO. “Che ha fatto la prof oggi?” “Ha interrogato a tappeto e ha messo una sfilza di 2” “Suuuuuuuuuuuuuuuuuuca! Meno male che me la sono buttata. (pron.: enfasi sulla u molto allungata e modulata. Da accompagnare con toccatina scaramantica)
      2°: COME NEGAZIONE. “Suca che ti presto di nuovo la macchina, l’ultima volta me l’hai riportata ciunnata” (pron.: accento sulla u ma più breve del caso precedente. Da accompagnare col dito medio alzato)
      3°: COME RIVENDICAZIONE DELLA PROPRIA DIGNITA’: “Lo sai che a calcio manco ti faccio vedere la palla” “Suca” (pron.: secco, la s quasi non si sente. Scherzoso, amichevole, spesso accompagnato da un sorriso)
      4°: DA STUPORE/AMMIRAZIONE: “E che macchina s’è comprato, Salvo?” “L’AUDI Q5” “Suuuca” (Pron.: leggera enfasi sulla u. Da accompagnare con occhi sgranati e cenno di assenso con la testa)
      Ce ne sono altri molto più sfumati, si potrebbe continuare.
      Un abbraccio a tutti.
      Ivan Ficano

    38. PalermoSauri tutti quanti…..

    39. Rosalio, come avrai intuito il caro amico a cui mi riferivo è Ivan, e credo abbia già dato un bel po di argomenti per soddisfare la tua curiosità 🙂
      come diceva, potremmo passare alla sfumature…ma diventa un lavoro di fino!

    40. Bestie Rare ! Non dico altro…

    Lascia un commento (policy dei commenti)