giovedì 17 ago
  • Chiaracucina: tronchetto del risveglio

    Chiaracucina: tronchetto del risveglio

    Ingredienti

    • 250 grammi di farina;
    • un uovo;
    • un bicchierino di olio di semi;
    • 100 grammi di zucchero di canna;
    • una tazza di caffé della moka;
    • due cucchiai di yogurt bianco;
    • 80 grammi di cacao in polvere zuccherato;
    • una bustina di lievito.

    Preparazione
    Mescoliamo in un recipiente l’olio con lo zucchero e poi aggiungiamo l’uovo. Appena il composto sarà omogeneo aggiungiamo la farina, l’impasto sarà più duro e aggiungiamo quindi il caffé liquido e mescoliamo fino ad ottenere un impasto più fluido. Poi aggiungiamo il cacao in polvere fino ad ottenere un impasto dal colore scuro e omogeneo, aggiungiamo in un angolo lo yogurt bianco sul quale svuoteremo la nostra bustina di lievito. lasciamo fermentare qualche istante e intanto ungiamo e infariniamo lo stampo da plum cake e accendiamo il forno. Continuiamo quindi ad impastare distribuendo il lievito in maniera omogenea e compatta. versiamo il composto nello stampo già infarinato e inforniamo. Ad una temperatura medio-alta dovremmo avere il nostro tronchetto caffeinico cotto in circa 30 minuti. Facciamo la prova dello stecchino e se risulterà asciutto allora spegnamo il forno, tiriamo fuori il nostro tronchetto profumato e lasciamolo intiepidire a temperatura ambiente. Togliamolo dallo stampo e serviamo tiepido o freddo. ideale per la colazione, da evitare dopocena per chi soffre di insonnia da caffeina!

    Buona merenda!

    (in collaborazione con chiaracucina)

    Ospiti, Palermo
  • 10 commenti a “Chiaracucina: tronchetto del risveglio”

    1. Volendo si possono aggiungere granelli di mandorle o pistacchi!
      Complimenti per la ricetta, aiuta senz’altro a svegliarsi con dolcezza!!!!

    2. grazie xtigre, ti assicuro che funziona 🙂

    3. Grazie per la ricetta Chiarè, io la conservo, prima o poi la provo ( perdonami però sempre se faccio un’aggiunta … animale). 😀

    4. ma che ci metti l’animale anche qui nel dolce? goku… che ci metti a sasizza nel dolce al caffé? 😀

    5. simpatica,brillante,brava nell’esposizione e fluida..sei nata per scrivere! però un consiglio da amico..la Minia ha più commenti di te non perchè è brava..anzi..bocca taci! ma perchè parla di sesso..adesso lo so che dirai..che non t’importa della quantità ma delal qualità…unisci l’utile al dilettevole! sesso e cibo! un titolo mirabolante tipo “sesso orale e paella spagnola” sai che traffico di commenti!! uhauhauha!! sto ancora a ridere per il commento di “sgarbi” sul post di sesso e automobile della Minia!!! certo se l’e’ proprio cercata..chissà che non sia stato il vero sgarbi!! ma no a pensarci non credo ci avrebbe messo dentro parole tipo “capra” e robe del genere…cmq complimentoni,mi piace tantissimo come scrivi hai quella scintilla che fa girare la testa! ciau!

    6. grazie marcello, se dai un’occhiata alle altre ricette anche pubblicate qui su rosalio, potrai vedere che i commenti ci sono. evidentemente questa ricetta non ha stimolato molto la fantasia dei lettori. alla prossima.

    7. Ciao, ho dato un’occhiata alla ricetta pubblicata sul tuo sito. Lì non metti lo yogurt. La modifica ha portato miglioramenti oppure è solo una variante?

    8. @Peppe è una variante 🙂 tra l’altro questa identica ricetta sarà pubblicata in futuro anche sul mio blog.
      L’aggiunta di yogurt bianco in genere fornisce una consistenza più soffice ai dolci, quindi è una questione di gusti 🙂

    9. Grazie x questa ricetta, la proverò sicuramente!

    10. Ciao, ho provato la tua ricetta e ho fatto degli splendidi muffins! Grazie, sono andati a ruba!! Bacini!!

    Lascia un commento (policy dei commenti)