venerdì 24 nov
  • Processo Mori: Lo Verso parla di un patto tra Provenzano e Dell’Utri

    In aula al processo Mori Stefano Lo Verso, fedelissimo di Provenzano, ha parlato di Marcello Dell’Utri, ex manager di Publitalia e tra i fondatori di Forza Italia, come garante politico degli interessi di Cosa nostra e di Bernardo Provenzano in cambio di sostegno elettorale.

    Lo Verso ha riportato una confidenza di Provenzano: «Dell’Utri si mise in contatto con i miei uomini e sostituì di fatto l’onorevole Lima nei rapporti con la mafia. Per questo nel 1994, a seguito degli accordi che abbiamo raggiunto, ho fatto votare Forza Italia» […] Sono protetto dai politici e dalle istituzioni. E in passato sono stato protetto da un potente dell’Arma. Non ti preoccupare non mi cerca nessuno». I magistrati vedono in quest’ultimo riferimento la figura di Mario Mori che potrebbe essersi prestato per portare avanti la possibile trattativa tra lo Stato e Cosa nostra che si prova a ricostruire nel processo.

    Mori ha preso la parola a fine giornata e ha fatto sapere che non si avvarrà della prescrizione.

    Lo Verso nei giorni scorsi ha parlato ancora di Totò Cuffaro e del ministro Saverio Romano.

    Palermo
  • Lascia un commento (policy dei commenti)