domenica 22 ott
  • Il cartello a mare

    Il cartello a mare

    Svelato il segreto del parcheggio selvaggio a Sferracavallo.
    Non è colpa dell’assenza di vigili; non è colpa di coloro che inventano parcheggi inesistenti.. Questo è un chiaro occultamento di segnale stradale e quale miglior luogo se non il mare?
    L’unica nota positiva è la trasparenza dell’acqua anche se, purtroppo, non sempre sinonimo di pulizia.

    Ospiti
  • 6 commenti a “Il cartello a mare”

    1. Dopo il famoso castellamare ecco il celebre cartellamare..

    2. Ma in questo caso si può parlare di segnaletica orizzontale? Magari il divieto di sosta è riferito alle barche in transito da barcarello…. ah ah ah

    3. Sferracavallo sempre più abbandonata 🙁

    4. IN FATTI LA E’ VIETATO SOSTARE CON LE BARCHE,MA IL CARTELLO NO…………….VA BE.LO FACCIAMO TOGLIERE IN GIORNATA. GRAZIE PER LA SEGNALAZIONE.

    5. Invece è bellissimo quello che accade in via Ugo la Malfa all’altezza del CMP Poste Italiane, li vi si trova un cartello stradale di obbligo ( riferimento Moka Termini stabilimento) di direzione che nn consentirebbe ai furgoni della posta di svoltare, ma malgrado questo gli stessi autisti se ne infischiano ed effettuano la manovra violando il codice stradale.La cosa allucinante che ho notato è che sistematicamente guarda caso il cartello viene divelto, ricollocato dall’Amat e, subito dopo divelto con sistematica dovizia.
      Alla faccia delle regole.

    6. Angelo Enea ti invito a non utilizzare così il maiuscolo (equivale a urlare). Grazie.

    Lascia un commento (policy dei commenti)