martedì 23 dic
  • Buon compleanno futuro

    Un nuovo parco per Palermo

    Il 13 ottobre di un anno fa lanciavo su questo blog l’idea di realizzare a Palermo un parco in fondo Gelsomino. L’area di oltre otto ettari a ridosso della rotonda di Leonardo da Vinci. È stato un anno ricco di vicende personali e professionali, che mi ha portato a rivoluzionare la mia attività, chiudere l’azienda, aprirne un’altra, scommettermi con nuovi soci in nuovi progetti, e mentre questi cambiamenti segnavano la mia vita ho dovuto allentare la mia attenzione al progetto sul parco.

    Ma le idee giuste appartengono a tutti e non a chi per caso le tira fuori; così un’iniziativa nata da un post su un blog è diventato il progetto di più persone, ha camminato grazie al determinante contributo di altri: tra attivisti, simpatizzanti, collaboratori siamo diventati tanti, decine probabilmente, ed ogni giorno nuovi concittadini si uniscono a noi, mettendo a disposizione tempo e competenze, ciascuno finora ci ha messo del suo, un piccolo pezzettino di un puzzle straordinario che vede collaborazione e sinergia tra tanti individui indirizzata al bene comune.
    Abbiamo raccolto oltre 6000 firme e stiamo continuando, ne servivano 2000; su facebook abbiamo tra pagina e profilo quasi
    7000 contatti; è stato presentato il progetto di variante urbanistica; e su iniziativa popolare, a cura della commissione urbanistica è stata avanzata in consiglio la richiesta di variante che speriamo venga discussa prima delle elezioni; ho avuto l’opportunità di presentare il progetto al presidente della Regione (l’area è di proprietà regionale) il presidente si è mostrato disponibile, vedremo presto quanto sarà concreto. C’è veramente tanto da fare ancora, avute le autorizzazione dovremo realizzare il parco e trovare una nuova formula di gestione che non pesi economicamente sulle casse pubbliche: non vogliamo lasciare nessun alibi ai nostri politici e burocrati: pensiamo ad una fondazione, agli sponsor, a donazioni.
    Siamo solo all’inizio eppure rivedendo i commenti sul mio post dell’anno scorso sembra passata una vita. Sembrava difficile anche solo capire come procedere, oggi abbiamo idee e struttura. Stiamo
    pensando anche di dare vita ad una associazione di scopo di cittadini, che possa portare a termine questo progetto: è l’occasione di unirsi a noi e condividere e partecipare fattivamente a questa che
    io amo deifnire una rivoluzione operativa.

    Possiamo cambiare, stiamo cambiando.

    Nell’accendere questa prima candelina il pensiero va a quanti dei miei concittadini sono sfiduciati e disillusi. Possiamo fare qualcosa per Palermo, per noi, per i nostri figli, allontanandoci dalle retoriche di cui questa città è vittima. Possiamo fare nascere un’iniziativa in ogni angolo di Palermo. Possiamo dare forza alle tante iniziative che spontaneamente nascono in città.
    Possiamo stare a guardare o provare a cambiare il mondo.
    A noi, solo a noi, la scelta.

    Seguici e contattaci su facebook e sul nostro blog.

    Palermo
  • 5 commenti a “Buon compleanno futuro”

    1. Sembra un buon inizio di partecipazione della comunità alle scelte che riguardano la città: questo è l’unico modo per renderela meno sgradevole.
      D’altra parte secoli di rapporti feudali non spariscono nell’arco di qualche anno. Speriamo che anche altri abbiano voglia di mettersi in gioco e di partecipare attivamente al “buon governo” e al miglioramento della città.
      Complimenti.

    2. Una cosa è certa: Ci vorrebbero più Callea a Palermo, la città avrebbe più speranza.

      P.S. Non sono parente di Callea nè lo conosco personalmente se non attraverso blog. (a scanso d’equivoci)

    3. Ci stò. Creare l’associazione di scopo è la via più concreta per sensibilizzare e rendere partecipi chi userà il parco. Io sono un padrone di cane che vaga per i piccoli parchi condividendo gli spazi con bambini, runner, passeggini e ragazzi senza futuro che giocano a pallone quando non si bucano.

    4. Complimenti per l’idea, l’impegno e la perseveranza.

      Non è da tutti.

    5. Apprezzo molto l’impegno di Giovanni Callea per migliorare la nostra città e ho condiviso la sua battaglia per fondo Gelsomino.
      Purtroppo nella nostra città le minaccie a ciò che resta del verde della Conca d’Oro sembrano non avere mai fine. E’incredibile che qualcuno possa pensare, dopo gli anni del Sacco di Palermo, che pensavamo (forse) essere finiti, la costruzione di un centro direzionale regionale a fondo Luparello, sul quale dovrebbe passare anche un tratto della tangenziale interna e del corrispondente svincolo per Boccadifalco!!!!!
      Italia Nostra organizza sabato 22 ottobre una visita guidata a fondo Luparello. Appuntamento alle 9.30 a piazza baida davanti il convento.
      per ulteriori dettagli http://www.italianostrapa.it
      E’ importante partecipare a questa manifestazione. Le associazioni sono un utile strumento di partecipazione dal basso alle gestione della cosa pubblica, sebbene questo ruolo non sia stato ancora sufficientemente riconosciuto dal legislatore italiano. Facciamo uso allora di queste e altre analoghe manifestazioni per esprimere un giudizio negativo su una scelta della politica regionale calata dall’alto, senza alcuna reale interlocuzione con i cittadini che si vedranno ancora una volta negato il diritto a vivere in una città in cui un’area verde non è soltanto luogo per nuove e spesso inutili, se non dannose, colate di cemento.

    Lascia un commento (policy dei commenti)

    Ricevi un'e-mail se ci sono nuovi commenti o iscriviti.