domenica 20 ago
  • Ferrandelli, candidato da Palermo più, dice: “Rifletterò”

    Fabrizio Ferrandelli

    Il movimento Palermo più, di cui fanno parte Giuseppe Valenti, padre Gianni Notari, l’architetto Giorgio Schultze, il responsabile del coordinamento dei centri commerciali naturali Cna Luciano D’Angelo e l’attore Gianni Nanfa, ha tenuto ieri una manifestazione al cinema Imperia e ha indicato in Fabrizio Ferrandelli (Italia dei Valori) il suo candidato per le elezioni a sindaco di Palermo.

    Ferrandelli ha dichiarato: «Ringrazio tutti coloro che hanno fatto il mio nome perché considero questa candidatura un vero e proprio riconoscimento per gli sforzi fatti in questi anni, per il lavoro portato avanti come consigliere, ma soprattutto come cittadino. Mi lusinga che una parte rappresentativa della società civile abbia fatto il mio nome e lo ritengo una richiesta di ulteriore responsabilità nei confronti della città e delle persone con cui sono entrato in contatto e con cui ho intrapreso un percorso di cambiamento. Non posso che riconoscermi in questo cammino, perché è parte del mio vissuto, della mia storia personale. Ho avuto modo di leggere la bozza di programma che hanno preparato e presentato oggi al cinema Imperia – precisa il consigliere – e non posso che condividerne i principi inspiratori, la voglia di puntare su tutti i talenti della città, sulla forza e l’entusiasmo dei giovani, sulla saggezza degli anziani, sulla sensibilità delle donne, e sulla visione degli imprenditori e dei professionisti. Il tutto per ridare speranza alle nuove generazioni che rappresentano il nostro futuro. Ogni punto del programma porta alla creazione di una città finalmente partecipativa che è anche quello a cui io stesso auspico. Non ci può essere democrazia se non si riparte dalla base, dal rendere i cittadini protagonisti della propria città. L’impegno che in questa sede mi viene richiesto è grande e merita un’accurata riflessione. Non è una scelta facile proprio perché tante sono le responsabilità. Ed è per questo che prima di dare una risposta desidero confrontarmi e discutere con i miei compagni di viaggio e di battaglia, compresi quelli del mio partito».

    Per Italia dei Valori circolano già i nomi di Leoluca Orlando e di Sonia Alfano.

    Speciale elezioni sindaco di Palermo.

    AGGIORNAMENTO del 18 ottobre: Ferrandelli ha accettato la candidatura.

    Palermo
  • 32 commenti a “Ferrandelli, candidato da Palermo più, dice: “Rifletterò””

    1. Ovviamente, “rifletterò” in pratica significa “mi dispiace ragazzi, non posso, visto che si candida Orlando”.
      Accontentiamoci del fatto che a qualcuno, almeno, sia venuto in mente di candidare un giovane, una volta tanto.
      Peccato.
      Magari quando avrà 50/55 anni, se ne potrà riparlare…

    2. Palermo ha bisogno di un giovane! Dai, Fabrizio…

    3. Beh, sinceramente credo che Ferrandelli si candiderà con questo movimento…..è nella sua indole fare il passo lungo,senza fare gli step intermedi. Nel 2006 da perfetto sconosciuto si candida al parlamento regionale, nel 2007 al consiglio comunale, nel 2008 riprova a strappare un seggio al parlamento regionale (18.000 euro mese fanno comodo, invece dei 3.000 al comune) e secondo voi, ora che può arrivare a sindaco e all’indennità di circa 12.000 euro mese, non ci proverà? A parte queste considerazioni economiche, e tralasciando considerazioni di natura politica sul suo immobilismo politico in questa consiliatura, mi chiedo qualora fosse il candidato a sindaco, e soprattutto qualora fosse eletto, ha la maturità politica per prendere per mano una città disastrata come Palermo? Ha accumulato quegli anni di esperienza che gli consentirebbero di sapere dove andare a mettere mano, per reperire le risorse economiche per garantire i contratti di servizio con amia, amap, amg e amat? A parte che, oggi come oggi, da coetaneo di Ferradelli, preferirei comunque l’esperienza ed i capelli bianchi di un Orlando o di Emilio Arcuri per rimettere in carreggiata Palermo. Ma se dovesse essere per forza un giovane credo sia più giusto pensare ad un Faraone (che cmq non mi piace, per la storia di un piede in due scarpe)ma che comunque ha una certa maturità politica, piuttosto che affidare la poltrona a sindaco ad un’inesperto.

    4. In una città disordinata come la nostra ci mancava solo l’amicone dei centri sociali…

    5. Fabri finalmente è arrivato il giorno che aspettava Palermo poter candidare un giovane perbene vicino alla società civile…nel bene e nel male in questa città ci sei sempre stato e buona parte della Palermo non scema…parte della Palermo che non vuole stare a guardare ma essere protagonista…si rispecchia in te! La sfida è ardua e i vecchi tromboni della politica, leggasi anche qualche commento, vorranno affossarti con ogni mezzo…ma purtroppo per loro si respira un aria diversa!

    6. Palermo ha bisogno di un sindaco giovane come lui. Vade retro Orlando!

    7. Più che aria tanfo….chi protegge il sopra citato consigliere, può spendere due parole a spiegare a me e agli non illusi, come mai nel 2008 era pronto ad abbandonare la poltrona da consigliere per quella più remunerativa da parlamentare???(dopo appena un anno dalla elezione in comune) Inoltre sempre coloro che lo difendono mi possono spiegare perchè il sopracitato consigliere ha blaterato di dissesto finanziario senza muovere un dito affinché venisse dichiarato? Dove era il sopracitato consigliere quando il comune ci prendeva per i fondelli, aumentando del 50% la tarsu? in quale associazione si nascondeva quando veniva colato il cemento a villa terrasi per fare il roseto di cemento armato?? e potrei continuare…….

    8. finalmente una persona con intenti limpidi. credo in lui e in nessun altro per Palermo. A chi non lo appoggia chiedo di approfondire per bene di chi stiamo parlando: uno ragazzo come noi che finalmente non ha interessi economici, ma il solo obiettivo di rilancio della città.

    9. Anche io, come ha scritto Giuseppe Tucci, preferisco i capelli bianchi di chi ha gestito con spirito nuovo il comune negli anni passati. Credo che il passare degli anni ci abbia fatto dimenticare quanto di buono a Palermo, politici come Orlando o Arcuri hanno sicuramente fatto.
      Con questo, anche io coetaneo di Ferrandelli, non posso che apprezzare le sue doti, ed una sua eventuale candidatura.

    10. ci manca proprio un umanista alla guida della città…per carità!

    11. Dovete andare tutti A CASA!

    12. At Giulione …nessun interesse economico??allora spiegami perchè nel 2008, voltò le spalle ad IDV per candidarsi con L’arcobaleno alle regionali? Semplice 18000 euro fanno comodo più di 3000 euro mese. Ps idv non lo candidò, perchè era una follia che un neo consigliere andasse alle regionali, per di più con la sua poca esperienza. Si vuole candidare a sindaco?? Metta nel suo programma che rinuncia a 10.000 euro dell’indennità e si accontenti di 2000 euro.Ebbene si a Palermo il sindaco ci costa 12.000 euro….Se io dovessi candidarmi a sindaco sarebbe la prima cosa sensata che direi…anzi sai che vi dico mi candido col partito dei DISOCCUPATOS

    13. Giuseppe, quindi non voterai candidati a sindaco che non rinuncino ai 10 mila euro ?

    14. ahahaha!!! che ridere caro Tucci mi sa che allora non andrai più a votare. I soldi comunque servono anche per governare. è giusto che un sindaco vero (non uno finto) abbia uno stipendio adeguato, ma deve anche fare e sono sicuro che Ferrandelli sia un ragazzo in gamba. Ha dimostrato di portare avanti le sue battaglie con correttezza… ma sempre all’opposizione è stato. forse più di questo non si poteva davvero fare. Io sinceramente visti i nomi e soprattutto visti i danni già fatti, preferirei un giovane con entusiasmo che uno con i capelli bianchi… e la candidatura di Ferrandelli la preferisco a quella di Faraone che corre solo e non ha capito ancora quello che vuole fare (forse se voleva fare il sindaco non era meglio che si dimetteva da consigliere regionale piuttosto che da comunale? ma, e qui Tucci ha ragione, uno stipendio più alto fa sempre comodo)

    15. Ggiuseppe Tucci,siamo alle solite,sei pregato di criticare (tutte le critiche sono ben accette) ma di non fare disinformazione o gettare illazioni sul ruolo di Ferrandelli.Anch’io l’ho criticato aspramente per non avere deciso in massa insieme ai consiglieri di IDV e dell’opposizione di non essersi mai risolti a dimettersi e portare l’Aventino (quello vero) a Palermo .
      Pero’ se iDV ha un minimo di visibilita’ a Palermo e’ proprio grazie a Lui,se la politica scende per le strade e ha il coraggio di incontrare i cenciaioli,i senza casa (a proposito..al diavolo le cavillosita’ da veri imberbi politici del servizio di Striscia !) ,.In fondo il ragazzo ci sa fare e ha una sua determinata volitivita’,che non puo’ che far bene a questa citta’.Poi sara’ importante la funzione di controllo dei cittadini.Nel programma elettorale del movimento che lo indica ad esempio e’ scritto a chiare lettere il codice etico dell’amministratore : lo “stipendio ” da politico dovra’ in parte subire un taglio limitato al tenore di vita regolarmente osservato ,tutto il resto dovra’ andare a cassa comune ,comprese indennita’ senza senso.
      I capelli bianchi ? a me fan solo pensare al fatto (piacevole o meno ) che nel frattempo non siano caduti.E ‘ proprio vero !L’ideologia padronale paternalistica (i vecchi han piu’ ragione dei giovani )la gerontocrazia berlusconiana e’ tanto venefica e diffusa quanto la Mignottocrazia!
      Studiate la storia,ragazzi,la storia e’ maestra,e la storia e’ piena di giovani condottieri ed eroi.I buoni vecchi danno loro solo consigli ,non occupano a tempo indeterminato lo scranno del buon senso.

    16. Chgi cavolo é questo Ferrandelli? ed iun cosa si é mai contraddistinto? scusatemi se vado fuori dal coro, ma davvero non so chi davvero sia.

    17. At folklorista…Le mie non sono illazioni ma sono fatti reali e concreti….si è per caso mosso per dichiarare il dissesto finanziario? No questa è informazione, non disinformazione.
      Si è per caso ribellato alle riunioni mordi e fuggi del consiglio? No, questa è informazione, non disinformazione.
      Come hai detto bene, l’unica cosa che ha saputo fare è stata quella di presenziare manifestazioni qui e li…

    18. g Tucci
      vai a riprendere gli articoli dei quotidiani ,se non i verbali del consiglio,per vedere come il consigliere di cui parliamo e’ stato o no uno degli artefici dell’abbattimento della TARSU,ottenendo una riduzione rispetto alla spropositata cifra chiesta e preventivata dalla maggioranza per coprire le voragini dell’Amia.VAi a vedere le soluzioni proposte sull’internalizzazione dei servizi Gesip che avrebbe d a sola portato un risparmio di 14 milioni all’ente partecipato.
      Le riunioni del consiglio le convoca il presidente Campagna.Delle indennita’ chiedi conto a Lui.
      Non dico che Ferrandelli sia un santo o il perfetto ma almeno uno di quelli che ,come si dice a Palermo,nonl’ha portata “a vriuogna”(portare a vergogna)

    19. Non basta afare un piccola battaglia burocratica, credo, a diventare improvvisamente paladino ideale di una città. Occorrre avere un progetto vero per la città, non fare il risolvi problemi di piccolo cabotaggio.
      Questo ha fatto Ferrandelli. E questo basterebbe ad lacunio palermitani, per fare di ceret persone il candidato ideale?
      Allora Ha fatto molto di più nel bene e nel male la Spallitta. Nelle sue azioni si corge qualche idea, oltre che alla mera soluzione di mera piaggeria, di nessuna inventiva, di accorta conoscenza della burocrazia, in cui si é distinto il Ferrandelli.
      Tutto qui.
      Io non lo voterei mai.

    20. Bella vittoria riuscire a far aumentare del 50% la tarsu…….La vera battaglia per la TARSU fu fatta da un gruppo di cittadini che hanno aderito ad appelloperpalermo, i quali hanno fatto un’azione collettiva presso i giudici.
      Le riunioni vengono indette da Campagna, verissimo, ma certo lui e tutti gli altri non si sono tirati indietro, erano li dentro presenti a prender parte alla pantomima.

    21. Mi pare che tucci abbia presenziato a tutti i consigli… o parli per sentito dire? E chi è quella che non conosce Ferrandelli??? è di Palermo??? guarda i tg??? legge i giornali??? non può non conoscere… finge di sicuro… o mi dispiace per lei.
      per una volta mi trovo d’accordo con folklorista. Perchè sparare su qualcuno che ha dimostrato di saper fare e di voler fare? se vogliamo che Palermo cambia, cominciamo da qui, dal proporre qualcuno che sappia fare e non parlare e basta. Io vivo fuori e non potrò votarlo, quindi parlo in modo disinteressato. Ma vi prego non votate i soliti noti(da Cascio a Orlando, passando per Borsellino e tanti altri… non ce l’hanno fatta prima, e con loro non cambierà niente. LO abbiamo visto). La mia non è demagogia, ma se Palermo oggi è così è sì colpa di Cammarata, ma anche di Orlando… anche lui qualche bella cavolata lò’ha fatta, non dimentichiamocela.

    22. Il mondo è bello perchè vario… Ed in democrazia siamo tutti liberi di decidere se ritenerlo all’altezza o meno senza necessariamente denigrarlo gratuitamente… Non vincerà, purtroppo, questo si sa… però almeno finalmente ci hanno dato qualche sana speranza… Caro FABRIZIO metti nel conto che a breve di te si saprà pure ogni quanti giorni ti tagli i peli del naso… PURTROPPO QUESTA E’ LA POLITICA…

    23. Sarò pazzo, sarò cieco, ma concordo pienamente con G.Tucci e rilancio, ricordando a tutti che il vostro amato paladino Mr. Ferrandelli gode del doppio stipendio.

      Un po come la Lollobrigida che si presenta alle assemblee Fao in Ferrari…

    24. Rosario…piccola precisazione…ferrandello è eletto solo in consiglio, attualmente percepisce lo stipendio da impiegato di banca e di consigliere comunale.

    25. At Giancarlo, con Orlando la città era cambiata. Vatti a guardare cosa era Palermo prima del 1993. Cosa ha fatto Ferrandelli in 5 anni di consigliere comunale?

    26. Giuseppe, mi riferivo proprio a questo.
      Per chi non sapesse come funziona (per grandi linee),lo stipendio da impiegato viene versato a suo favore dal datore di lavoro, che riceve un rimborso di pari importo – rullo di tamburi – dai contribuenti!Ovvero da tutte quelle persone che già pagano il suo stipendio da consigliere…

    27. Alcune istanze ,ho gia’ detto,riguardo allo stipendio e alle indennita’ sono previste e regolate nell’accettazione del codice etico dell’amministratore che PAlermo Piu’propone. .

      In ogni caso finora non sarebbe il primo ne’ l’unico a paercepire indennita’ e stipendio

      L’aumento iniziale della TARSU se non erro era del 115 %.Fu aumentata al 75.%

    28. http://www.appelloperpalermo.tk sono questi i veri eroi della battaglia della TARSU

    29. Folklorista, immaginavo una risposta della serie “lo fanno tutti e non lo deve fare lui?”, ma non da te.

      é l’ennesima dimostrazione che sono tutti uguali.

    30. Io non ho detto ,infatti,semplicemente :lo fan tutti.
      Ho detto che Ferrandelli mostrera’ certamente la sensibilita’ di aderire a nuovi criteri di sobrieta’ ed eticita’ richiesti ai politici.In questo attualmente il movimento 5 stelle e altre formazioni fanno scuola.
      LA candidatura di Ferrandelli pero’,consentitemi,non deve far passare sotto silenzio o dietro le quinte il fatto CHE IL CARTELLO LISTA CHE LO SOSTIENE E’ FORMATO in larghissima maggioranza DA PERSONE /cittadini comuni provenienti dal mondo del lavoro,del volontariato,delle professioni che prima d’ora non avevano mai fatto politica attiva e men che meno erano mai stati eletti.
      LA societa’ civile ha una sua lista ,un suo progetto politico aperto alla citta’.

    31. Mi sembrano quei “tornei liberi” che si disputavano al campo Malvagno. Cuegghié presentava una squadra a partecipare. Perlomeno allora si trattava di veri dilettanti (v. etimologia), questi auto-candidati nemmeno quello (dilettanti) sono… nemmeno a quel livello… se almeno lo facessero per diletto…

    32. Per gestire, capire, una città come Palermo, che é fattadi 800.000 abitanti sulla carta, ma reali circa 1.000.000 ed oltre, ci voglioni indiscussi attributi.
      Non solo. Ci vuole un’idea per la città ed un progetto per la città, che diventi un fattore comune di condivisione di crescita, cercando di coinvolgere tutte le componenti propositive, in un tavolo vomune.
      Serve ormai confrontarsi con i tanti associanismi tematicamente rivolti alla citàà, che sono siagnificativi di forme spontaneee di democrazia diretta, che andrebbero opportunamente ascoltati.

    Lascia un commento (policy dei commenti)