Rita Borsellino

Rita Borsellino (Partito Democratico) è sempre più vicina all’accettazione della candidatura a sindaco di Palermo. La Borsellino sarebbe in contatto con l’ex sindaco Leoluca Orlando (Italia dei Valori) per ottenere il suo sostegno che significherebbe accantonare la prospettiva della riproposizione dell’alleanza regionale con il Terzo Polo. Potrebbe appoggiare la candidatura anche SEL.

Non è chiaro se si svolgerebbero le primarie a cui hanno fatto sapere che parteciperebbero Davide Faraone (Pd), Fabrizio Ferrandelli (IdV) e Ninni Terminelli (Pd).

Speciale elezioni sindaco di Palermo.

In: Palermo | 24 commenti

24 commenti a “Rita Borsellino verso l’accettazione della candidatura a sindaco”

  1. Ma un quarantenne, pulito, istruito e che ama la sua città, no?!
    Circola ancora il nome di Orlando che era sindaco quando io, oggi quarantenne, ero bambino.
    Saluti dalla capitale

  2. Mi spiace, ma a mesembra che il nome della Borsellino venga tirato fuori ogni volta che il PD non sa più che pesci pigliare o sa già che perderà. In questi casi, sbandiera il nome della Borsellino come un vessillo, per darsi un tono. Per poter dire di aver fatto un nome “pulito”.
    Ma l’impressione che se ne ha è che se pure, per un caso assurdo, la Borsellino dovesse vincere le primarie e le elezioni, non sarebbe in grado di evitare le ingerenze dei soliti noti, che finirebbero per piazzere i soliti nomi nei soliti posti (ora occupati dai “soliti sospetti” del PDL).
    Lo stesso non si può dire per Faraone e Ferrandelli, più agguerriti e meno manovrabili (almeno in apparenza). Per cui, il PD non può rischiare di mettere al comando qualcuno che poi rischia di sfuggirgli di mano, che faccia di testa propria. Meglio la Borsellino…

  3. Concordo ancora con Isaia

  4. Con la Borsellino è vittoria sicura, nessuno del centrodestra che abbia a cuore il proprio futuro politico, nelle condizioni in cui è oggi palermo, si scontrerebbe con la Borsellino, perde sicuro.
    Le primarie si faranno per due ragioni: i ragazzi che si candidato alle primarie porteranno al tavolo delle trattative per la spartizione del potere la forza ottenuta in termini di consenso, e poi le primarie servono per raccogliere soldi per la campagna elettorale.

  5. Credo che ci voglia un nome più forte della Borsellino, con tutto il rispetto preferirei un trentenne determinato e poco manovrabile piuttosto che una signora avanti negli anni che non può recepire al meglio le esigenze di rivoluzionamento di cui necessitiamo

  6. Giulione, un trentenne con un nome più forte della Borsellino???

  7. Palermo non ha bisogno né di simboli né di persone note ma di azioni concrete per il rilancio della città. Ho stima della Borsellino ma la sua figura è ormai superata, si sta facendo usare dai notabili del Pd per ridare una verginità al Partito dopo l’alleanza con Lombardo.
    Io sto seguendo la campagna elettorale per le primarie e l’unico che parla di cose concrete è Davide Faraone, che mi sembra sia il solo candidato che va in giro per Palermo ad ascoltare i cittadini.
    Anche oggi ha tirato fuori una proposta molto interessante. Informarsi non è mai una cosa negativa: http://www.davidefaraone.it/default.asp?p=40

  8. Giulietto, scusa una cosa. E quelli che sostengono la Borsellino o Orlando non sono interessati alle poltrone? Non sono interessati a qualche assessorato? Almeno Ferrandelli e Faraone ci diranno cosa farebbero. Sempre che le primarie si fanno… auguri a tutti.

  9. Io penso che poltrone fanno parte della politica. Che si amministra con quelle. E allora ben venga chiunque si lascia giudicare. Non mi piacciono questi commenti negativi a prescindere nei confronti di chi ha 30 anni. A tutti piace la politica e vincere (se possibile). Non c’è niente di male, ma smettiamola di fare quelli che si scandalizzano e solo da un lato.

  10. Osiamo
    Palermo ora ha bisogno di parlare dei suoi mali, dei suoi problemi, e delle soluzioni e strategie per migliorare in tempi brevi.
    Non ha bisogno di spendere questi mesi fino alle elezioni a parlare di persone-candidati e coalizioni di partiti.
    Sui blog, nella carta stampata non si fa altro che parlare di candidati probabili e accordi di coalizioni.
    Non c’è tempo. 6 mesi sono troppo pochi per sintetizzare le strategie da adottare per risolvere i problemi di Palermo.
    I prossimi 5 anni saranno di sacrifici e saranno molto duri in vari campi, ce ne accorgeremo solo dopo però come ogni volta, come è avvenuto ora con questa Giunta. Quindi se volgiamo evitare di fare sempre gli stessi sbagli, parliamo ora dei problemi e per ogni problema discusso ci leghiamo una nostra potenziale soluzione. Stimoliamo le persone a parlare di questo non dei probabili candidati, poi i candidati che si faranno avanti nei prossimi mesi dovranno per forza parlare di quello di cui parliamo noi, problemi e soluzioni possibili.
    Oggi il web, i blog, possono influenzare i candidati e i loro programmi come non era possibile 5 anni fa.
    Rosalio come altri blog attivi (es. LiveSicilia) dovrebbero aprire una sezione permanente dove ognuno scrive il problema rilevato e la sua possibile soluzione. Mandiamo questo messaggio alla politica sia dei partiti che dei movimenti civici. Imponiamo la nostra metodologia facendo sentire vecchia quella utilizzata dai partiti da decenni.
    Osiamo

  11. Faraone o Ferrandelli li batte uno Scoma qualsiasi, non capite che valore simbolico avrebbe che la sorella di Paolo Borsellino che diventa sindaco di questa città? La politica ha bisogno di buone idee e di capacità (Faraone chi? Ferrandeli è un bravo ragazzo ma) ma anche di simboli ed emozioni. E soprattutto, la Borsellino vince sicuro contro chiunque.

  12. Ragazzi, il federalismo si avvicina (2014), se non ci arriva già in dissesto Palermo nel 2014 avrà bisogno o di Berlusconi che sgancia un miliardo o di una persona che può andare anche in Europa o nel mondo a chiedere soldi per la sua città, una persona con un carisma e una forza imbattibili. Vi immaginate questi ragazzi che sponsorizzate voi che bussano a Bruxelles? Ma chi li conosce oltre Sir John?

  13. @Giulietto: quindi dobbiamo scegliere quello più noto internazionalmente che possa andare in europa col cartello “HO FAME AIUTATEMI”.
    Beh, allora ci vuole Orlando. A lui lo conoscono, in tedeschia…

  14. @Giulietto:
    “…una persona che può andare anche in Europa o nel mondo a chiedere soldi per la sua città…”

    E cosa darebbe in cambio la città: fame, munnizza e polveri sottili ?
    Hai un concetto strano su come risolvere i problemi di una città:
    1) fare l’elemosina per il mondo (nel migliore dei casi da te esposto),
    2) prostituirsi (pensando alla prima tua opzione per il 2014).

  15. ad ora vedo solo falsi *movimentismi* sgomitamenti di belle chiacchiere fotogeniche (i vari ferrandelli), il populismo che avanza (grillini), e rendite di posizione, seppur umanamante stimabili (borsellino ahimè).
    nulla di rilevante a meno di non volersi turare il naso ancora una volta.

  16. Cominciamo a fare discorsi seri .
    (Anche Con rispetto per coloro che vedono sempre nero)

    Mi piace chi CREDE nella Borsellino,in FAraone,in FErrandelli etc etc .
    Nonmi piace chi crede in Scoma e altri,LAgalla compreso (troppo Cuffariani e PDLini)

    A coloro che CREDONO in Borsellino ,Ferrandelli,Faraone etc etcfaccio una domanda : siete disposti dopo lo svolgimento delle primarie a votare IL CANDIDATO “vincente ” ? siete disposti al gioco di squadra leale per fare in modo che gli ideali battano gli interessi ?

    Io si.

    E voi?

  17. il folklorista: io sono d’accordo. per questo e lo dico anche a giulietto, non mi piace sparare a zero a prescindere. Ben venga la Borsellino, per carità, ma smettiamola di fare i sapientoni solo contro alcuni. Si faccia una squadra. Una bella squadra, senza ingenuità e senza ipocrisie. Nessuna però

  18. “siete disposti dopo lo svolgimento delle primarie a votare IL CANDIDATO “vincente ” ? siete disposti al gioco di squadra leale per fare in modo che gli ideali battano gli interessi ?
    Io si.”
    ****
    io invece no, a questo gioco non ci voglio giocare più.
    non sono una più una ragazzina e ho sempre votato, perfino ai referendum più idioti e alle riunioni di condominio.
    ora giocassero da soli.
    non è qualunquismo il mio, semmai una passione politica indomita, che a certi giochetti non ci sta più.
    non credo più in simili rappresentanzeche da una vita non mi rappresentano.

  19. e in quanto alle icone, ricordo ancora la finocchiaro, che sembrava un vento nuovo, che mentre la bufera impazzava, era a roma a vedersela a distanza.
    e l’ho pure votata……
    la borsellino è sicuramente una brava persona, ma sempre un’icona.
    gli altri giovani presenzialisti (penso a ferrandelli) tutti chiacchiere e distintivo.
    (citando) con questa sinistra non vinceremo mai!

  20. borsellino è il nome noto che viene piazzato dal PD su Palermo con una logica più di presidio che di vera spinta verso lo sviluppo reale e veloce. Grande rispetto per il nome che porta, ma non ha uno staff già pronto con cui lavora da anni…

    Ragazzi siamo arrivati a un punto in cui: O DAI UNA STANGATA IMPORTANTE ALL’AMMINISTRAZIONE O PALERMO NON LA RIPIGLI PIU’.
    Che ci serve un altro sistema di pupi e pupari?

    Io punterei sui due giovani che non vedo affatto chiacchieroni e distintivoni…
    Mi pare abbiano dimostrato capacità, caparbietà, attività, buone e nuove idee in sintonia con un mondo che nel frattempo è anni luce avanti a noi…. doppiamo cercare uno SPRINT e dobbiamo saper dare una svolta INCISIVA.

    Personalmente ritengo che Ferrandelli sia più lungimirante e concreto, anche più strutturato. Faraone ha anche lui una buona visione di come rilanciare la città.

  21. vabbene, vuol dire che avremo Scoma sindaco.

  22. tutto dipende dalle primarie

  23. solo due appunti…
    1. Non credo ci sia, a Palermo, oggi, un politico meno “manovrabile” di una persona che ha preso decine di migliaia di voti in più delle liste che la appoggiavano per la semplice serietà con cui condusse quella campagna elettorale.
    2. Non credo ci sia, a Palermo, oggi, un politico che abbia “fatto” (prima di entrare in politica, durante le campagne elettorali e da consigliere regionale/parlamentare europeo) quanto Rita Borsellino. Parlare di “rendita di posizione” è perlomeno fuori luogo.

  24. Ormai queste elezioni comunali sono come le nomination del GF, nomi, ipotesi, alleanze…e le azioni concrete, idee per rilanciare Palermo??? Poche, anzì pochissime…
    Ho appena scoperto che Davide Faraone aprirà la manifestazione di Matteo Renzi a Firenze. Credo sia motivo di orgoglio per la nostra città che anche Palermo dia un contributo alla politica nazionale, ma a quanto si nota da blog e giornali palermitani tale notizia non è degna nemmeno di un articolo…
    Ho deciso che seguirò dalle ore 21:00 in diretta streaming su http://www.leopolda2011.it/ la manifestazione della Leopolda. Ci sarà anche un collegamento alle 20:30 su la 7 a Otto e Mezzo.
    Più passano i giorni e più mi rendo conto che ci sono alcuni che pensano a fare buona politica e altri invece che pensano a stare solo sui giornali per farsi pubblicità….

Lascia un commento (policy dei commenti)

Ricevi un'e-mail se ci sono nuovi commenti o iscriviti.